Vyèn

Soti nan Wikipedia, ansiklopedi gratis.
Ale nan navigasyon Ale nan rechèch
Dekonbigasyon note.svg Disambiguation - Si ou ap chèche pou lòt siyifikasyon, gade Vyèn (disambiguation) .
Dekonbigasyon note.svg Disambiguation - "vyenwaz" refere isit la. Si ou ap chèche pou lòt siyifikasyon, gade vyenwaz (disambiguation) .
Vyèn
Vil-eta
( DE ) Wien
Vyèn - manto Vyèn - Drapo
( detay )
Vyèn - View
Kote
Leta Otrich Otrich
Administrasyon
Gouvènè Michael Ludwig ( SPÖ ) soti nan 24/05/2018
Dat etablisman an 1921
Teritwa
Kowòdone 48 ° 12'29.99 "N 16 ° 22'23.03" E / 48.20833 ° N 16.373064 ° E 48.20833; 16.373064 (Vyèn) Kowòdone : 48 ° 12'29.99 "N 16 ° 22'23.03" E / 48.20833 ° N 16.373064 ° E 48.20833; 16.373064 ( Vyèn )
Altitid 151-542 m ASL
Sifas 414,60 km²
Moun ki rete 1 915 338 (13-6-2019)
Dansite 4 619,73 abitan / km²
Distri yo 23 distrik
Vwazen Länder Lower Otrich
Lòt enfòmasyon
Lang Ostralyen Alman
Kòd postal 1010-1239, 1400, 1450
Prefiks 01 (soti nan Otrich); +43 - 1 (soti nan rès mond lan)
Lag jè UTC + 1
ISO 3166-2 AT-9
SA kòd 9 01 01–9 23 01
Plak W
Non moun ki rete Vyèn ( wiener )
Kartografi
Vyèn - Kote
Sit entènèt enstitisyonèl

Vyèn ( AFI : / ˈvjɛnna / [1] ; nan Alman Wien , / vi: n / , nan Austro-Bavarian Sevre , nan Ongwa Bécs , nan Sloveni Dunaj ) se kapital la ak nan menm tan an youn nan nèf eta federal yo nan Otrich , konplètman antoure pa Lower Otrich , se setyèm minisipalite a pou moun ki rete nan Inyon Ewopeyen an .

Katye jeneral òganizasyon entènasyonal enpòtan ki gen ladan: Organizationganizasyon Peyi Petwòl Ekspòtatè (OPEC), Ajans Entènasyonal Enèji Atomik (IAEA) ak Organizationganizasyon Nasyonzini (Nasyonzini) ak sant istorik vil la ki deklare yon sit Eritaj Mondyal pa UNESCO , li se tou yon sant endistriyèl ak sitou elektwonik , tekstil , agroalimantè , asye , chimik , endistri mekanik presizyon. Vil la, ki te gen plizyè egzanp nan achitekti barok epi yo ka endike kòm bèso a nan style la Jugendstil , se plis pase mwatye reprezante pa espas vèt ant pak, jaden ak Woods, ki vin kote nan lwazi ak rasanbleman sosyal. Apre destriksyon grav anpil ki te soufri pandan Dezyèm Gè Mondyal la , bilding li yo ak eritaj moniman te diyeman rebati ak ranfòse.

Li te ye pou li te anime anpil nan pi gwo konpozitè nan dizwityèm ak diznevyèm syèk yo : Antonio Vivaldi , Niccolò Paganini , Christoph Willibald Gluck , Wolfgang Amadeus Mozart , Franz Joseph Haydn , Antonio Salieri , Ludwig van Beethoven , Gioachino Rossini , Franz Schubert , Strauss , Johannes Brahms , Anton Bruckner , Franz Liszt , Gustav Mahler , Arnold Schönberg ak plis ankò, pou kat ane konsekitif (2009-2012) magazin Mercer klase Vyèn premye nan klasman li yo nan 100 vil yo ak pi bon kalite lavi a. Nan 2014, apre yo te fin rapouswiv pa Melbourne , li te retounen nan premye plas.

Jewografi fizik

Pozisyon

Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay: Distri nan Vyèn .
Bra Danube a rele Donaukanal .

Vil la, ki chita nan nò-bò solèy leve nan Otrich , se 40 km soti nan fwontyè a ak Slovaki ak approx 50 km soti nan Bratislava (kapital nan menm bagay la tou). Vil la fèt ak 23 distri (an Alman Bezirke , pou plis enfòmasyon gade Distri nan Vyèn ) ak sant vil la se premye distri a . Lòt distri yo espiral alantou premye distri a ak nimewo ogmante. Katye yo nan vil la yo se plat ak endistriyalize nan sid la, aksidante ak vèt nan nò a nan pye a nan Woods yo Vyèn ( Wienerwald ).

Bag la ( Ring ) ki antoure sant istorik la se jodi a yon wout ki swiv miray lavil disparèt ansyen yo. Ringstraße a se youn nan avni ki pi rafine ak moniman Ewopeyen an, neglije pa gwo kay prestijye ak sipè bilding istorik, yon chèf nan planifikasyon iben ak achitekti. Yon dezyèm bag alantou sant istorik la, jeneralman yo rele "senti" ( Gürtel ), se jodi a lari a ki pi okipe nan tout vil la, epi tou li gen tout pouvwa a yon liy anba tè ki wo ( U6 ) ki kouri ansanm li pou pati ki pi, ki soti nan Westbahnhof la . (estasyon tren lwès) rive Danube nan nò.

Vil la travèse nan pati lès li yo pa Danube a , pandan y ap yon ti kanal atifisyèl ( Donaukanal a ) nap sant istorik la sou bò solèy leve a, apre wout la nan yon branch ansyen Danube la. Sou bò opoze Danube a, yon lòt branch istorik Danube a, ki rele Alte Donau (Old Danube), koupe nan kou Danube a apre règleman li yo, te vin tounen yon lak. E finalman, ant 1972 ak 1988 , yon dezyèm règleman nan Danube a te kreye yon paralèl kanal atifisyèl ki rele Neue Donau (New Danube), entèdi fòme yon lak long nan tan nòmal, men ki kapab byen vit dechaje gwo dlo Danube a ak dekonjestyon konsa fè Danube a li menm. De rivyè yo (Danube ak New Danube) yo separe pa Donauinsel la oswa zile nan Danube a, yon teren long ak mens nan peyi atifisyèlman kreye pwoteje li kont inondasyon posib. Zile a, ranje kòm yon pak, se itilize pa moun ki rete nan pratike espò oswa detann anba solèy la. Yon fwa chak ane (nan direksyon pou fen mwa Jen an), Donauinselfest la (Danube Island Festival) selebre la pandan twa jou youn apre lòt.

Vienna16Panorama.jpg
Apèsi sou lekòl la nan tout vil la nan Vyèn.

Klima

Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay: Vyèn Hohe Warte meteyorolojik Obsèvatwa ak Vyèn Schwechat Estasyon meteyorolojik .
Vyèn move tan pa mwa // mwayèn tan.

Vyèn gen yon klima kontinantal relativman modere. Sepandan, sezon fredi se long ak piman bouk ak nèj souvan, espesyalman nan mwa janvye. Ete se byen cho ak kèk jou pi fre ki te koze pa lapli vini soti nan nò lwès la nan Ewòp. Lapli mwayèn anyèl la sepandan ba, egal a apeprè 600 mm . Tanperati mwayèn anyèl la se 10.4 ° C nan sant vil la e 9.8 ° C alantou.

Istwa

Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay: Istwa nan Vyèn .

Peryòd Women an

Rete Women nan Vindobona nan Hofburg la .

Nan plas okipe pa vil jodi a, Women yo te fonde yon kan militè alantou 89 AD ki te rele Vindobona , pou pwoteje vil ki tou pre Carnuntum ki te fonde nan 6 AD .. Imedyatman sivil yo tou rete la, epi selon kèk sous anperè Marcus Aurelius te kapab li te mouri la apre yon maladi long sou Mas 17, 180 AD, pandan dezyèm ekspedisyon jèrmanik la . Menm jodi a li posib pou wè mi yo fin vye granmoun bati ant 100 ak 500 AD Jodi a Vyèn gen lari etwat nan sant li yo ki apeprè reflete estrikti a ansyen. Etandone pozisyon trè ekspoze sou bò solèy leve a , Vindobona te byento objè a nan konkèt pa divès pèp la ki te eseye rantre nan Ewòp santral, ki gen ladan lombard yo , Avar yo ak slav yo .

Laj Medyeval

Leopold I nan Babenberg , ki soti nan Babenberg Jeneyaloji , Klosterneuburg Abbey la.

Anviwon sizyèm syèk la misyonè Ilandè yo te rive ki te entwodwi relijyon kretyen an, sitou pa Abbot San Colombano ak travay misyonè evanjelizasyon an te kòmanse pa Abbey la nan Luxeuil tou ak Sant'Eustasio siksesè nan Colombano, ak kontinye ak fondasyon monastik li yo alantou Lake Constance , soti nan Bregenz ak St Gallen ak pa lòt relijyeu benediktin blan nan San Colombano , ke yo rele tou Colombanians , nan mitan ki moun ki nan mwàn la ak konpayon nan Colombano San Gallo , San Ruperto di Salisburgo ak San Magno, fondatè Füssen Abbey la .

Vil la reprann pozisyon dirijan li nan zòn nan apre Charlemagne enkòpore l 'nan Mas la lès ( Ostmark ), sepandan li toujou te defann tèt li soti nan envazyon yo Ongwa, jouk nan 955 Otto I , anperè nan Anpi Sentespri Women an , mete deyò sa yo definitivman, reconstituer Marca a ak bay Vyèn nan 976 nan dinasti Babenberg la, konsa konfere tit la nan Margrave sou Leopold I nan Babenberg .

Dinasti a te di nan Vyèn wòl prensipal ki te fè pati rejyon an, sepandan, li te gen pou kontinye debat presyon Ongwa yo, jiska 1246 lè avèk Frederick II nan Babenberg (te mouri nan batay kont anvayisè yo) te fini dinasti a e li te kòmanse a- yo rele Interregnum, pandan ki te reyisi 2 chèf Bohemian ( Hermann nan Baden ak Ottokar II nan dinasti Přemyslid la ) jouk nan 1278 Rudolf nan Habsburg bat Ottocaro etabli dominasyon Habsburg la sou Otrich ak Vyèn, ki pral kontinye jouk 1918 .

Plak pwotèj la nan rad la vyenwaz nan bra .

Okòmansman popilasyon an te opoze (nan 1288 yo te siprime yon soulèvman kont chèf yo), dominasyon Habsburg te bay Vyèn wòl privilejye kapital Anpi a lè nan 1438 Albert II Habsburg te transfere plas pouvwa a isit la. Anba Maximilian mwen vil la ki gen eksperyans yon gwo flè atistik ak kiltirèl (Inivèsite a te fonde an 1365 ) pandan y ap Anpi a anba gouvènman l 'ak sa yo ki nan neve l' Charles V rive nan ekstansyon maksimòm li yo

Laj Renesans

Nan 1533 te chèz la pouvwa demenaje ale rete nan bilding lan Hofburg , tradisyonèl palè Imperial la nan Vyèn. Sepandan, envazyon etranje pa t 'sispann pou Vyèn: soti nan 1485 1493 lavil la te anba dominasyon an nan Mattia Corvino , wa Ongwa yo, ekspilse soti nan lavil la pa Maximilian, ak nan premye ane yo nan sèzyèm syèk la menas la Tik te kòmanse ... dwe pè. Vyèn te sal pa lagè relijyon yo pandan tout 16zyèm syèk la , divize ant Pwotestantis (apeprè 80% anba Maksimilyen II , an reyalite Pwotestan) ak Katolik, ki te soti viktorye apre pèsekisyon souveren siksesif yo ak Kontreformasyon an . Eklatman ki genyen ant de relijyon yo mennen nan epidemi an nan Anpi a ak nan tout Ewòp nan Trant Ane Gè a , pandan ki vil la te devaste pa epidemi an (apeprè 30,000 mouri) ak pa syèj etranje yo.

Laj Imperial

Vyèn devlope nan tout bèl li apre defèt definitif nan Il Tirk yo , ki moun ki nan 1683 anba Kara Mustafa te rive nan pòtay yo nan kapital la Imperial menase tout mond kretyen an. Prince Eugene nan Savoy bat yo repete, ekonomize lavil la ki nan fen disetyèm ak kòmansman dizwityèm syèk ki gen eksperyans yon gwo renesans iben: anba Charles VIKarlskirche a , rich chato Belvedere a , kay yo nan nòb yo alantou Hofburg la te bati . Nan 1738 Lapè Vyèn te siyen, ak ki pouvwa yo beligerant (Lafrans sou yon bò, Anpi Ostralyen an sou lòt la, ak alye respektif yo) mete yon fen nan lagè a nan siksesyon Polonè a. Nan 1740 Maria Theresa nan Otrich , premye enperatris la, moute sou fòtèy la Ostralyen apre Charles VI te pèmèt siksesyon fi ak sanksyon an dogmatik .

Maria Theresa, ki te dirije pandan karantan, te deplase rezidans Imperial li nan Palè Schönbrunn li te bati sou katye yo nan Vyèn, ede fè vil la yon kapital enpòtan atistik pa favorize mizik (sou rèy li li te kòmanse klere zetwal la pa Wolfgang Amadeus Mozart ). Siksesè Maria Tereza a, Jozèf II , yon liberal ak refòmatè, te oblije konfli ak aristokrasi konsèvatif la ak Legliz la nan pwosesis renouvèlman politik li yo, ke yo rekonèt kòm Josephinism . Sa yo rele Kòd Penal Jozefin lan modènize lejislasyon Ostralyen dapre prensip Syèk Limyè a , men liy anti-relijye li yo menm te pote Pap Pius VI nan Vyèn nan 1782 pou yo eseye bloke refòm yo, apre ane anvan an anperè a te adopte Edikt la. nan Tolerans ki mete yon fen nan konfli ki genyen ant Katolik, Pwotestan, jwif ak Otodòks. Tou pre moun yo, Jozèf II louvri pak yo rezève pou aristokrat yo nan Prater la ak Augarten sitwayen yo.

Nan dènye ane yo nan dizwityèm syèk la ak nan premye dekad la nan diznevyèm syèk la Vyèn ak Otrich te soufri efè devastatè nan lagè Napoleyon yo . An 1806 Francis II te fòse pa anperè franse a bay moute tit la nan souveren nan Sentespri Anpi Women an, konsa definitivman elimine enstitisyon an ansyen ki dat tounen nan Charlemagne, pandan y ap souveren an sipoze tit la nan Francis I , anperè nan Otrich. Repete bat pa Napoleon, Otrich te soufri okipasyon li yo: Bonaparte rete nan Schönbrunn nan 1809, marye pitit fi a nan Francesco I, Maria Luisa . Diplomasi a kalifye nan Prince Metternich sepandan mennen Otrich rantre nan kowalisyon an kont Lafrans nan 1813 ki te mennen nan defèt la nan Napoleon ak nan fen règ li.

Li te nan Vyèn anba direksyon Metternich ke Kongrè a te fèt ki sanksyone divizyon nan nouvo nan Ewòp pòs-Napoleon. Chèf Ewopeyen yo te rete nan kapital la Ostralyen pou apeprè yon ane, efektivman fè li sant lan nan mond Lwès la. Nan peryòd sa a - yo rele peryòd la Biedermeier - senfoni yo nan Schubert ak vals yo nan Strauß yo te enpoze , men bèl lavi sa a aristokratik pa t 'dire lontan paske nan 1848 soulèvman yo revolisyonè boujwa ak liberal te pote sezon otòn la definitif nan rejim reyaksyonè a nan Metternich - ki kouri al kache nan ekzil - ak nan Ferdinando I , ki moun ki abdike an favè neve l ' Francesco Giuseppe , jis dizwit.

Soti nan 19yèm rive 20yèm syèk la

Eskalye a nan Opera Eta a .
Hundertwasserhaus , eklèktism konplèks rezidansyèl nan achitèk Ostralyen Friedensreich Hundertwasser la .

Francesco Giuseppe te dirije pou 68 an. Nan " Vyèn fin de siecle " souveren an te pote soti yon revolisyon iben, demoli mi yo ki deja pasyèlman detwi pa Napoleon ak bilding nan plas yo Ringstraße a moniman, avni a ki antoure vil la ki gen fòm bag ak toujou jodi a atè prensipal la nan lavil la. . Isit la nan 1879 te yon parad mayifik ki te fèt pour selebre maryaj an ajan anperè a ak madanm li Elizabèt ( Sissi la pi popilè). Nan kapital la mizik la nan Brahms ak Johann Strauss II te enpoze, pandan ke yo nan 1869 Opera a Vyèn te inogire.

Nan kòmansman ventyèm syèk la vil la byen vit sipoze wòl nan kapital kiltirèl nan Ewòp atire pèsonalite wo nivo ak enstitisyon li yo, premye a tout Inivèsite a nan Vyèn , sèk la filozofik nan Vyèn ( Moritz Schlick , Ludwig Wittgenstein , Rudolf Carnap ), Lekòl nan Ekonomi ( Carl Menger , Ludwig von Mises ), premye ak dezyèm lekòl yo Vyèn nan Klas Mizik ( Gustav Mahler , Arnold Schönberg ), Jung Wien nan Young Vyèn Lekòl la nan Literati, Otto Wagner achitekti te planifye enfrastrikti vil la, enstiti yo nan atizay ak konsepsyon Wiener Werkstätte ( Josef Hoffmann , Koloman Moser ), li te nan po sa a k ap fonn ke teyori Freud yo te tou fèt e li te souke pa nouvo fèmantasyon atistik: Sesyon nan vyenwaz nan atis tankou Gustav Klimt ak Koloman Moser , achitekti Jugendstil la ki te dirije nan konstriksyon an nan bilding anpil nan sa a style, pandan y ap gwo Vyèn la konkli sik istorik li yo ak lanmò nan Franz Joseph n el 1916 [2] , defèt Premye Gè Mondyal la ak disparisyon konsekan nan Anpi a, apre abdication nan beni Charles I ak pwoklamasyon an nan Repiblik la nan 1918 .

Enfliyans Panyòl la te pote kapital la nan eta a nouvo sou jenou li yo, redwi a yon ti pòsyon nan domèn nan fin vye granmoun, ki mennen ale nan fèmantasyon revolisyonè sosyalis nan tout ane 1920 yo ak pi fò nan ane 1930 yo . Sepandan, peryòd la long nan gouvènman sosyal demokratik ( 1919 - 1934 ), pi byen li te ye tankou Vyèn wouj la, te pote gwo inovasyon nan vil la soti nan yon pwen de vi sosyal ak sante. Sezon pozitif sa a te fini sibitman ak ogmantasyon sou pouvwa a nan fachis yo nan 1934 . An reyalite, ane avan an, an 1933, Chanselye Repiblik la Engelbert Dollfuss te fonn Palman an lè li te pwoklame yon rejim fachis ak yon repons reyaksyonè bay Sosyalis yo. Sepandan, sa pa te dire lontan: soulèvman goch ki vin apre yo te lakòz gouvènman an flannen, ki te frape nan kè pa Nazi yo ki te eseye yon koudeta touye Dollfuss, men li pap konkeri Otrich akòz opozisyon Mussolini a ., Ki te te deja ame devan Italyen-Ostralyen an.

Siksesè Dollfuß a, Kurt Alois von Schuschnigg , echwe pou pou anpeche presyon Hitler , ki te antre nan peyi a an 1938 apre Arthur Seyss-Inquart - siksesè Schuschnigg ki te demisyone a - te louvri fwontyè yo pou lame Alman an, ki mennen nan Anschluss la ak Almay. Se sèlman Meksik ki te pwoteste kont Lig Nasyon yo pou siksè aneksyon an, ki se poukisa vil Vyèn te rele kare ki devan legliz Sen Franswa Assisi Mexikoplatz la . Apre dramatikman pataje sò a nan Twazyèm Reich la , Otrich te okipe pa alye yo ak Vyèn te divize nan mitan viktwa yo nan lagè a jouk 1955 .

Retounen rapid demokrasi a, sanksyone tou pa enstalasyon an nan vil la nan katye jeneral la nan prensipal òganizasyon entènasyonal yo, pèmèt Vyèn ak Otrich yon rapid Awakening ekonomik ak politik. An 1995 peyi a rantre nan Inyon Ewopeyen an e jodi a Vyèn se youn nan kapital ki pi vizite pa touris entènasyonal. Se bon jan kalite a segondè nan lavi nan vil sa a temwaye pa lefèt ke nan yon sondaj pa The Economist Vyèn te dezyèm an jeneral [3] atravè lemond (anvan pa Vancouver nan Kanada ) nan klasman an nan lavil yo ki pi abitab nan mond lan ak premye absoli [ 4] sou kalite lavi a dapre konsiltasyon New York Mercer.

Moniman ak kote nan enterè yo

Achitekti relijye yo

Anba la a se yon lis gwo achitekti sakre Vyèn lan:

Achitekti sivil yo

Bilding istorik

Fasad nan Town Hall la nan aswè an.
Palman an nan Vyèn.

Anba la a se yon lis kèk nan achitekti istorik ki pi Iconiţă Vyèn lan:

Bilding modèn ak kontanporen

Anba la a se kèk nan prensipal achitekti modèn nan Vyèn:

Villas

Zòn natirèl

Lakou rekreyasyon

View sou Donauturm a, gwo kay won an ki sitye nan Donaupark la.

Anba la a se yon lis anpil zòn vèt nan Vyèn:

  • Prater pak amizman
  • Vil pak ak gwo larivyè Lefrat la Wien (Stadtpark)
  • Volksgarten (nan Hofburg la)
  • Oberlaa Park
  • Türkenschanzpark
  • Pötzleinsdorf Castle Park
  • Kahlenberg
  • Leopoldsberg
  • Wienerwald (vyenwaz Wood): nan lwès la nan lavil la li se moun rich nan bote Scenic ak moniman nan atizay. 1 250 km kare nan Woods, jaden rezen ak tout ti bouk ki ofri vizitè a kè kontan nan apresye bote nan nati intact. Meadows li yo pwolonje osi lwen ke je a ka wè ak flè bwa, pye bwa sann, bluebells, flè raje martagon, nan mitan chemen ki byen make kote moun mache oswa djògin. Gen plizyè abbey ak chato, moun rich nan istwa. La Helenental è una delle valli più romantiche e luogo prediletto dagli innamorati. Per una sosta si possono scegliere le locande (Gasthaus) a conduzione familiare; se ne trovano anche di particolarmente eleganti e romantiche. Il bosco viennese è stato anche il luogo che ha ispirato scrittori e musicisti di fama mondiale e intramontabile come Beethoven, Schubert e Johann Strauss.
  • Donauinsel (Isola sul Danubio)
  • Augarten
  • Parco nazionale Donau-Auen
  • Burggarten (all'Hofburg) e la Palmenhaus
  • Parco del Castello di Schonbrunn e Tiergarten Schönbrunn

Cimiteri

Cultura e società

Università e accademie

L' Università di Vienna fu fondata nel 1365 , perciò è la seconda università più antica dell' Europa Centrale , e la più antica tra i paesi di lingua tedesca .

L' Università tecnica di Vienna ( Technische Universität Wien ) è il politecnico di Vienna, mentre l' Università economica di Vienna ( Wirtschaftsuniversität Wien ) è la più grande business school d' Europa [5] .

L'educazione artistica è assicurata dall' Accademia di belle arti di Vienna e dall' Università per la musica e le arti interpretative di Vienna , nonché dall' Università di arti applicate di Vienna .

Nella capitale austriaca si trovano vari altri istituti di educazione superiore, fra cui l' Università di medicina di Vienna e l' Accademia diplomatica di Vienna .

A Vienna ha sede anche l' Accademia austriaca delle scienze .

Biblioteche e archivi

La principale biblioteca viennese è la Biblioteca Nazionale Austriaca ( Österreichische Nationalbibliothek ). Nei 45 chilometri di scaffalature, la biblioteca accoglie oltre un milione e settecentomila volumi di inestimabile valore, oltre ad antichi manoscritti, papiri, opere teatrali, volumi di musica, ritratti, globi e carte geografiche.

L' Archivio di Stato Austriaco (Österreichisches Staatsarchiv) è articolato in più sedi, custodisce i documenti dello stato austriaco dal XVI secolo, nonché lo Haus-, Hof- und Staatsarchiv , che contiene i documenti della casa d'Asburgo e del Sacro Romano Impero della Nazione Germanica , di cui gli Asburgo furono per secoli imperatori.

Musei

Vista del Museumsquartier.

La Hofburg ospita la Tesoreria imperiale , che raccoglie il tesoro sacro e profano degli Asburgo, nonché il museo di Sissi e gli appartamenti dell'imperatore ( Kaiserappartements ).

Di fianco alla Hofburg si trovano i due edifici simmetrici del Museo di Storia dell'Arte ( Kunsthistorisches Museum ) e del Museo di Storia Naturale ( Naturhistorisches Museum Wien ).

Alcuni musei sono ospitati nel Quartiere dei Musei Museumsquartier , le antiche scuderie imperiali che negli anni Novanta sono state trasformate in un complesso museale. In particolare vi si trovano il Museo arte moderna e contemporanea , comunemente detto MUMOK , il Museo Leopold di opere della Sezession e dell' Espressionismo , il Museo di architettura (AzW) e lo ZOOM, Museo dei bambini .

Un altro museo importante è l' Albertina , dedicato alla grafica (disegni e stampe), e che possiede una collezione unica nel suo genere, vantando per esempio una raccolta notevole di disegni e acquarelli di Albrecht Dürer .

Palazzo Liechtenstein ospita il Museo Liechtenstein , specializzato nell'arte barocca . Il Castello del Belvedere custodisce la Galleria Austriaca del Belvedere ( Österreichische Galerie Belvedere ) dedicata all'arte austriaca del primo Novecento.

Altri musei viennesi sono la Kunsthaus (Mostra permanente di Friedensreich Hundertwasser e mostre temporanee), il Museo anatomico-patologico , il Museo della tecnica , il Museo austriaco delle arti applicate , il Palazzo della Secessione , la Galleria dell'Accademia delle belle arti , il Sigmund Freud Museum e il Museo storico dell'esercito dell'Impero Asburgico ( Heeresgeschichtliches Museum ), ospitato nel vecchio Arsenale.

Teatri e sale da concerto

Principale centro culturale dell'Austria, la città ospita teatri tra i più prestigiosi d'Europa. I teatri dell'opera viennesi sono la Staatsoper ('"Opera statale") e la Volksoper ("Opera popolare").

I principali teatri di prosa oggi sono il Burgtheater ("Teatro della corte imperiale"), il Volkstheater ("Teatro popolare") e il Theater in der Josefstadt ("Teatro nella Josefstadt").

Il Theater an der Wien ("Teatro alla riva del fiume Wien") era tradizionalmente specializzato nel repertorio dell'operetta viennese e ora è dedicato al repertorio operistico internazionale di ampio spettro, dal barocco al contemporaneo. Il Ronacher e il Raimund Theater sono dedicati a vari generi musicali, tra cui il musical.

Le sale da concerto di Vienna sono il celebre Musikverein , sede dei Wiener Philharmoniker , e la Konzerthaus , sede dell' Orchestra Sinfonica di Vienna , della Wiener Kammerorchester , della Wiener Singakademie e del Klangforum Wien .

Pasticcerie e caffè storici

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Caffetteria viennese .

I "caffè viennesi" (in tedesco : wiener Kaffeehaus , in viennese: weana kafäähaus ) sono un'istituzione tipica della capitale austriaca, con un ruolo importante nel contesto della cultura austriaca e viennese.

Fra i locali più famosi citiamo Demel , pasticceria che si trova al civico 14 di Kohlmarkt , fondata nel 1786 e ancora oggi attiva, Gerstner , sulla Kärntnerstrasse, la celebre pasticceria dell' Hotel Sacher , il Café Central .

La cucina viennese

La capitale austriaca ha una delle tradizioni culinarie più ricche e variegate del continente, con varie influenze tra cui la cucina boema, ungherese e quella ebraica. Nei menù di Vienna si trova il Tafelspitz , un pezzo di manzo bollito nel brodo, che di norma viene servito con salsa di erba cipollina , patate arrosto, mela o cren ; il Wiener Schnitzel , una cotoletta di vitello impanata e fritta; la Frittatensuppe , una frittata tagliata a striscioline e servita in una tazza di brodo caldo; il Kaiserschmarren , una frittata dolce sminuzzata e condita con composta di frutta, inventata, secondo la leggenda, dall' imperatore Francesco Giuseppe . Altri dessert conosciuti sono inoltre: l' Apfelstrudel , il Powidltascherl , fagottino di pasta di patate ripieno di mousse alle prugne e il Topfenstrudel , fatto con uno strato sottilissimo di pasta da strudel ripiena di quark (una specie di ricotta) e uvetta ; il dolce più famoso è invece la Sachertorte , torta di cioccolato con marmellata di albicocche . Si hanno poi la Rindsuppe (zuppa di carne di manzo), i Grießnockerl (gnocchetti di semolino), le Palatschinken ( crêpe ), il Beuschel (piatto a base di cuore e polmoni), ei Knödel ( canederli ), il Backhendl (galletto arrosto impanato), i Buchteln (dolci di pasta lievitata), i Fisolen ( fagiolini ), il Kukuruz ( mais ).

Eventi

Feste e festival

La Goldener Saal del Musikverein , dove si tiene il concerto di capodanno viennese .
Il municipio durante la Viennale 2005.

L'evento più popolare che ha luogo ogni anno a Vienna è probabilmente il tradizionale Concerto di Capodanno , uno degli avvenimenti musicali più seguiti al mondo, diffuso dalle emittenti di almeno quaranta paesi, con un pubblico stimato in almeno un miliardo di spettatori in ogni parte del mondo.

Quando nel 1951 , sei anni dopo la guerra , vennero istituite nell'ufficio Cultura della città le Wiener Festwochen ( Settimane festive di Vienna ) si pensava semplicemente a una "volontà austriaca di autoaffermazione". Si voleva dimostrare che l'ex città imperiale provata dalla guerra voleva e soprattutto era in grado di ritrovare immediatamente la sua fama di grande metropoli d'arte. Oggi gli appassionati faticano a orientarsi nella variegata offerta di spettacoli. Si hanno così manifestazioni che riguardano ogni campo dalle feste di quartiere nel leggendario Karl Marx-Hof fino a variopinte rappresentazioni quali l' Internationales Musikfest , che viene allestita ogni anno a turno dal Musikverein o dalla Konzerthaus .

Nella seconda metà di gennaio gli appassionati di musica antica si possono recare nella Konzerthaus per il festival Resonanzen e parallelamente si svolgono anche molte feste e balli, più di 200, in occasione del carnevale. Apice della collettiva "orgia di walzer" è l' Opernball , ogni anno l'ultimo giovedì di febbraio presso la Staatsoper . A metà giugno si svolgono poi due feste: la Regenbogenparade con pubblico gay e bisessuale , e la Love Parade con le sue lunghe file di carri e oltre 200 000 partecipanti. All'inizio di giugno c'è il Life Ball , a favore della lotta contro l' AIDS . Il Donauinselfest (Festa sull'isola del Danubio ) si svolge alla fine di giugno con star della musica, del cabaret e dello sport che si esibiscono su una dozzina di palchi ed è arricchito dall'offerta di specialità culinarie. Alla fine di settembre la città allestisce il palco open-air per l' Hallamasch , un festival multiculturale.

Il Jazzfest , che si svolge alla Staatsoper e in diversi club della città a luglio, riunisce star del jazz da tutta l'Austria. In primavera si hanno poi il festival di musica classica OsterKlang e, poco più tardi, nella Konzerthaus, il Frühlingsfestival (Festival di primavera). Per i fan della musica elettronica ci sono la Hörgänge a marzo e la Wien modern in ottobre-novembre. Sempre a novembre si svolgono a Vienna la Kunst-und-Antiquitätenmesse (Fiera dell'arte e dell'antiquariato) e nel Museum für Angewandte Kunst (Museo d'arte applicata) la fiera di arte contemporanea , la Kunst Wien . Infine a dicembre per 3 settimane si celebra la Mozartfest .

Infrastrutture e trasporti

Rete S+U-Bahn viennese.
Parata di tram viennesi presso il dismesso deposito di Breitensee.
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Metropolitana di Vienna , S-Bahn Wien e Aeroporto di Vienna .

Vienna ha una grande rete di trasporti pubblici che consiste: nelle ferrovie suburbane, o S-Bahn , gestite dalla società ferroviaria nazionale Österreichische Bundesbahnen , dalla ferrovia Vienna-Baden (in tedesco Wiener Lokalbahn o Badner Bahn ) e dalle rete del trasporto urbano, composto dalla metropolitana , dal tram e dalle linee di autobus , gestite dalla società Wiener Linien .

I trasporti pubblici viennesi trasportano circa 750 milioni di passeggeri all'anno. La rete metropolitana della città è tuttora in fase di ampliamento e ha sostituito il tracciato della linea metropolitana di Otto Wagner, autore anche di tutti i fabbricati delle fermate. La metropolitana percorre la città rapidamente arrivando fino in prossimità delle colline della Selva Viennese a nord ea ovest . Le linee (attualmente U1, U2, U3, U4, U6) nel week-end sono in servizio 24 ore su 24, dal 2010 . Per quanto riguarda la S-Bahn, essa garantisce soprattutto il trasporto dei pendolari in centro; in particolare permette di raggiungere le zone degli Heuriger , le zone mete di gite nel nord ovest di Vienna e del Wienerwald a sud. L'orario di servizio incomincia dalle 4:30 del mattino e termina tra le 21 e le 24.

Il tram, tuttavia, continua a essere il mezzo più usato, in quanto gode di un gran numero di collegamenti nella città. Il suo orario di servizio va in media dalle 5- 5 e 30 fino alle 23/24. Le corse dei bus di linea sono di gran lunga più differenziate; a volte terminano molto prima dell'orario prestabilito; anche nei fine settimana e nei giorni festivi possono avere orari diversi da quelli dei giorni feriali. I bus in servizio notturno passano a intervalli di 30 minuti dalla mezzanotte sino all'inizio dei servizi diurni. Per le corse notturne valgono gli stessi biglietti e abbonamenti validi per quelle diurne. Il prezzo di una corsa semplice è di 2 € , che si riduce a 1 € per corse brevi (es. 2 fermate di metropolitana o di S-Bahn). Vi sono sconti per bambini, scolari, studenti e anziani. Infine per quanto concerne gli spostamenti con il taxi aree di sosta si trovano vicino a molti grandi incroci, a molte stazioni ea luoghi di interesse turistico. Il prezzo della corsa parte da una tariffa base di 2 euro a cui si aggiungono un supplemento radiotaxi e una combinazione di tariffa a tempo ea chilometraggio. 10 minuti costano in media sui 10-12 euro. Per un taxi chiamato via radio si paga un supplemento di 2 € . Corse fuori città vengono calcolate in base a tariffe speciali.

Molto estesa è la rete di piste ciclabili e l'impiego di biciclette per gli spostamenti in città.

Stazioni ferroviarie di Vienna

La stazione centrale.

Amministrazioni

Parlamento federale

Partito 2020 2015 2010 2005 2001 1996 1991 1987 1983
SPÖ 44 44 55 52 43 52 62 61
ÖVP 22 7 14 18 16 15 18 30 37
Verdi 10 12 14 11 7 7 - -
FPÖ 8 34 25 13 14 [6] 29 23 8 2
BZÖ - - 1 - 7 [7] - - - -
Altri 8 5 - - - 6 - - -

Amministrazione

Gemellaggi

Vienna è gemellata con le seguenti città:

Sedi di organizzazioni internazionali

OSZE - Sede principale nell'Hofburg
Il Deutschmeister-Palais di Vienna, sede dell'OFID

Nel 1979 Vienna era la terza città sede dell' ONU dopo New York e Ginevra . In più Vienna è sede di numerose altre organizzazioni internazionali, tra le quali (le più importanti):

  • FRA Agenzia europea dei diritti fondamentali (Già Osservatorio europeo sui fenomeni di razzismo e xenofobia). Ha lo scopo di fornire alle istituzioni europee e alle autorità nazionali competenti assistenza e consulenza sui diritti fondamentali nell'attuazione del diritto comunitario, nonché di aiutarle ad adottare le misure oa definire le iniziative appropriate.
  • IPI - Istituto Internazionale per la Stampa; conta 120 paesi membri e ha per scopo la difesa e promozione della libertà di stampa nel mondo.
  • CPFD - Commissione internazionale per la protezione del Danubio . Istituita a seguito della Convenzione per la protezione del fiume Danubio, firmata dai paesi del Danubio a Sofia ( Bulgaria ), nel 1994, è attiva dal 1998 e si occupa della protezione dell'intero bacino danubiano.
  • OPEC - Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (raccoglie i 12 primi produttori mondiali)
    • Fondo OPEC per lo sviluppo internazionale (OFID) – Fondato dai paesi produttori di petrolio aderenti all'OPEC, ha lo scopo di rafforzare la cooperazione fra i membri OPEC ei paesi in via di sviluppo fornendo allo scopo sostegno finanziario a questi ultimi per il loro sviluppo socioeconomico.
  • OSCE - Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa; attiva in Vienna dal 1995, ha per scopo la promozione della pace, del dialogo politico, della giustizia e della cooperazione in Europa
  • Organizzazioni ONU:
    • IAEA – Agenzia internazionale per l'energia atomica, ha lo scopo di promuovere l'uso pacifico dell' Energia nucleare , impedendone l'uso per scopi militari. Nel 2005 è stata insignita del Premio Nobel per la pace insieme al suo direttore, Muhammad al-Barade'i
    • UNIDO – Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale
    • UNODC – Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine. Fondato per assistere l'ONU per indirizzare una risposta coordinata e globale ai problemi di traffico illegale di droghe, abuso di stupefacenti, prevenzione della criminalità e giustizia criminale, terrorismo internazionale e corruzione.
    • UNHCR – Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. È specializzato nella gestione dei rifugiati ; fornisce loro protezione internazionale ed assistenza materiale e persegue soluzioni durevoli per la loro drammatica condizione. È stata insignita due volte del Premio Nobel per la pace: nel 1954 e nel 1981 .
    • UNCITRAL – Commissione delle Nazioni Unite per il diritto commerciale internazionale. Promuove la progressiva armonizzazione e unificazione del diritto commerciale internazionale.
    • UNOOSA – Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico. Supervisiona i programmi spaziali dei vari paesi, tiene il registro degli oggetti spaziali lanciati nello spazio. Fornisce anche assistenza finanziaria alle nazioni che vogliono creare un programma spaziale in modo pacifico.
    • UNSCEAR – Comitato scientifico delle Nazioni Unite per lo studio degli effetti delle radiazioni ionizzanti. Ha il compito di determinare il livello e gli effetti dell'esposizione alle radiazioni ionizzanti e di fornire un rapporto all'assemblea generale dell' ONU .
    • UNPA – Amministrazione postale delle Nazioni Unite. È una delle tre sedi autorizzate a emettere francobolli per conto dell'ONU (le altre due sono New York e Ginevra).

Sport

Il Danubio ghiacciato.
Il Prater.

Le principali società calcistiche viennesi, le più importanti della Bundesliga , sono l' Austria Vienna che gioca nel Franz Horr Stadion e il Rapid Vienna che gioca nell' Allianz Stadion . Altre compagini calcistiche cittadine sono il Wiener Sport-Club e il First Vienna .

Lo stadio principale cittadino, l' Ernst Happel Stadion , ha ospitato alcune gare, tra cui la finale, del campionato europeo di calcio 2008 . Un altro importante complesso sportivo è rappresentato dall' Hohe Warte Stadion , di natura polifunzionale.

Nell'hockey su ghiaccio la città è rappresentata dai Vienna Capitals , vincitori di un campionato EBEL .

La principale società di hockey su prato è l' Hockey Club Wien , vincitrice di 10 campionati maschili e 3 femminili.

Nel football americano la città è rappresentata dai Vienna Vikings , che hanno vinto 13 Austrian Bowl , 12 Ladies Bowl e 5 Eurobowl .

In città ha sede la squadra di pallacanestro Basketball Club Vienna vincitrice di alcuni titoli nazionali .

Note

  1. ^ Bruno Migliorini et al. , Scheda sul lemma "Vienna" , in Dizionario d'ortografia e di pronunzia , Rai Eri, 2007, ISBN 978-88-397-1478-7 .
  2. ^ Eric R. Kandel , L'età dell'inconscio. Arte, mente e cervello dalla grande Vienna ai nostri giorni , Milano, Raffaello Cortina Editore , 2012, ISBN 978-88-6030-491-9 .
  3. ^ Liveability ranking: Go north... or go south | The Economist
  4. ^ Mercer's 2009 Quality of Living survey highlights
  5. ^ ( DE ) Wachstum im Wandel Konferenz 2016: Wirtschaft neu gestalten, Wohlstand neu bewerten , su oe-journal.at , Österreich Journal, 25 febbraio 2016. URL consultato il 29 agosto 2019 .
  6. ^ Inizialmente 21, in seguito alla creazione del BZÖ riduzione a 14.
  7. ^ Nato in seguito alla scissione dal FPÖ.
  8. ^ Città gemellate con Bratislava dal suo sito ufficiale , su bratislava-city.sk . URL consultato il 26 luglio 2010 (archiviato dall' url originale il 28 luglio 2013) .

Bibliografia

  • Jean-Paul Bled, Wien. Residenz, Metropole, Hauptstadt , Vienna, Böhlau, 2002, ISBN 3-205-99077-3 .
  • Christian Brandstätter, Stadtchronik Wien. 2000 Jahre in Daten, Dokumenten und Bildern , Monaco di Baviera-Vienna, Brandstätter, 1986, ISBN 3-85447-229-3 .
  • Flavia Foradini, I bunker di Vienna , in Abitare , n. 548, Milano, 2/2006, pp. 87-98, SBN IT\ICCU\RCA\0721446 .
  • Flavia Foradini e Edoardo Conte, I templi incompiuti di Hitler (catalogo della mostra omonima) , Milano, Spazio Guicciardini, (7 febbraio-13 marzo) 2009, SBN IT\ICCU\LO1\1237038 .

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF ( EN ) 155870729 · ISNI ( EN ) 0000 0001 2186 5140 · LCCN ( EN ) n79018895 · GND ( DE ) 4066009-6 · BNF ( FR ) cb118808983 (data) · NDL ( EN , JA ) 00628254 · WorldCat Identities ( EN ) lccn-n79018895