Shanghai

Soti nan Wikipedia, ansiklopedi gratis.
Ale nan navigasyon Ale nan rechèch
Dekonbigasyon note.svg Disambiguation - Si ou ap chèche pou lòt siyifikasyon, gade Shanghai (disambiguation) .
Shanghai
minisipalite
( ZH ) 上海市 (Shànghǎi shì)
Shanghai - View
Kote
Leta Lachin Lachin
Administrasyon
Gouvènè Han Zheng
Sekretè CCP Yu Zhengsheng
Teritwa
Kowòdone 31 ° 13'49 "N 121 ° 28'13" E / 31.230278 ° N 121.470278 ° E 31.230278; 121.470278 (Shanghai) Kowòdone : 31 ° 13'49 "N 121 ° 28'13" E / 31.230278 ° N 121.470278 ° E 31.230278; 121.470278 ( Shanghai )
Altitid 4 m slm
Sifas 6 340,5 km²
Moun ki rete 29 863 300 [1] (2017)
Dansite 4 709,93 abitan / km²
Konte yo 19
Komen 220
Lòt enfòmasyon
Lang mandarin
Kòd postal 200000 - 202100
Prefiks 21
Lag jè UTC + 8
ISO 3166-2 CN-SH
Kòd UNS 31
Plak沪 A, B, D, E, F, G, H, J, K
Non moun ki rete shanghaiesi
GDP (nominal) ¥ 1 687 milya dola (2010)
Pro-capite GDP (nominal) ¥ 73 287
Kartografi
Shanghai - Kote
Sit entènèt enstitisyonèl

Shanghai ( pron. [Ʃaŋɡai] [2] ; nan Chinwa上海S , Shànghǎi P [ʂaŋxai] , koutoswa申, oswa Shen; an Italyen tou Shanghai [3] ), sitiye sou larivyè Lefrat Huangpu nan delta nan Rivyè Yangtze , se dezyèm vil ki pi abitan nan Lachin , apre Chongqing [4] epi tou dezyèm nan mond lan , ak yon popilasyon ki gen plis pase 29 milyon; li se dezyèm minisipalite otonòm nan peyi a apre Chongqing e se youn nan kat minisipalite vil nan Lachin pou jwi estati yon pwovens.

Nan Chinwa Shànghǎi vin pi kout pou (T ,S ) ak Shēn (S ); de silab yo shàng ak hǎi literalman vle di "sou lanmè a" oswa "nan direksyon lanmè a". Entèpretasyon an se ke vil la te orijinèlman chita sou lanmè a oswa, dapre moun nan lokalite yo, te pwen ki pi wo a kote lanmè a te rive.

Shanghai wè sa tankou kapital ekonomik Lachin: gras a devlopman deseni ki sot pase yo Shanghai se yon sant ekonomik, finansye, komèsyal ak kominikasyon ki gen enpòtans prensipal Repiblik Pèp la nan Lachin. Pò li yo, premye a nan peyi a, se youn nan pi okipe a nan mond lan ansanm ak Singapore ak Rotterdam . Nan 2010 li depase Singapore an tèm de volim trafik. [5]

Pi popilè yo se kèk surnon nan lavil la ki gen ladan: " Paris nan Lès la", "Rèn nan nan Lès la", "Pearl nan Lès la". Pou konfime sa a, yon sondaj autorité mete Shanghai nan mitan metropol yo ki pi alamòd nan pwovens Lazi ak katòzyèm lan nan mond lan. [6]

Jewografi fizik

Teritwa

Zòn nan vil nan Shanghai wè nan koulè natirèl ki sòti nan yon imaj satelit .

Shanghai sitiye sou Delta Yangtze River , sou kòt lès nan Lachin neglijans Lès lanmè Lachin: li ekidistan nan Beijing ak Hong Kong . An jeneral, teritwa li konsiste de yon penensil ant larivyè Lefrat la Yangtze ak Hangzhou Bay , zile a Chongming County ak yon seri de zile ki pi piti. Li entoure nan nò ak nan lwès pa Jiangsu , nan sid la li fontyè ak Zhejiang ak sou bò solèy leve a pa East lanmè Lachin. Vil la apwopriye janbe lòt bò larivyè Lefrat la Huangpu , yon afluan nan larivyè Lefrat la Blue. Sant istorik vil la, Puxi a, sitiye sou bò lwès Huangpu a, pandan ke distri Pudong ki fèk devlope a, ki abite kè sant finansye vil la, devlope sou bank lès la.

A vas majorite de 6,340.5 km² Shanghai nan zòn peyi a plat, apa de yon koup ti mòn nan sidwès la, ak yon altitid mwayèn de 4m. [7] Kote vil la nan plèn inondasyon plat la te vle di ke nouvo gratsyèl yo te dwe bati ak gwo twou san fon poto konkrè yo anpeche yo l ap desann nan tè a mou. Pwen ki pi wo a se nan pikwa nan zile Dajinshan nan 103m. [7] Vil la gen anpil rivyè, kanal, kouran ak lak e li te ye pou resous dlo rich li yo. [8]

Klima

Bund lanèj nan yon kat postal ki soti nan 1903.

Shanghai gen yon klima imid subtropikal ( Köppen Cfa klasifikasyon ) ak yon mwayèn anyèl nan +12.7 ° C ak de sezon distenk ak jistis long ( sezon fredi ak ete ) ak de sezon kout entèmedyè ( sezon prentan ak otòn ) ki fè yo distenk pa yon klima sèk, pitou van ak tanperati jeneralman modere.

Sezon fredi nan Shanghai frèt an jeneral, men li pa tankou frèt tankou nan zòn nò kotyè nan Lachin (tanperati mwayèn chak jou nan mwa janvye se an reyalite +3.3 ° C), frima, byenke souvan, yo raman entans ak valè yo sezon minimòm Trè raman tonbe anba -8 ° C. Ete karakterize pa tanperati ki wo ak chalè entans (mwayèn nan mwa Jiyè +27,3 ° C) osi byen ke pa lapli de pli zan pli souvan, pwosedi soti nan mitan mwa jen nan fen jiyè; maksimòm sezon an nan mwa ete yo ka olye pou yo rive epi pafwa depase 38-40 ° C espesyalman nan faz yo nan estabilite atmosferik, ki souvan entèwonp peryòd long nan presipitasyon.

Ete ka pito imid epi jeneralman lapli, sitou kòmanse nan fen mwa jen an, pandan sezon ivè a relativman ti kras lapli menm si se pa souvan ka gen presipitasyon, pafwa lanèj, akòz siklojenèz sezon fredi a ke yo pwodwi. ak lanmè Japon an , kòm yon rezilta nan advèksyon lè frèt soti nan nò-lwès la.

Shanghai an mwayèn jwi 1,878 èdtan nan solèy chak ane, ak tanperati a pi cho janm anrejistre nan 40,8 ° C (105 ° F) sou 7 Out 2013, [9] ak pi ba a nan -12,1 ° C (10 ° F) sou 19 janvye , 1893. [10] [11] [12]

SHANGHAI Mwa Sezon Ane
Janvye Fevriye Mas Avril Mag Anba a Jul Deja Mete Oktòb Nov. Desanm Env Pri East Ot
T. max. mwayenC ) 8.1 9.2 12.8 19.1 24.1 27.6 31.8 31.3 27.2 22.6 17.0 11.1 9.5 18.7 30.2 22.3 20.2
T. min. mwayenC ) 1.1 2.2 5.6 10.9 16.1 20.8 25.0 24.9 20.6 15.1 9.0 3.0 2.1 10.9 23.6 14.9 12.9
Presipitasyon ( mm ) 50.6 56.8 98.8 89.3 102.3 169.6 156.3 157.9 137.3 62.5 46.2 37.1 144.5 290.4 483.8 246.0 1 164,7
Jou lapli 9.7 10.3 13.9 12.7 12.1 14.4 12.0 11.3 11.0 8.1 7.0 6.5 26.5 38.7 37.7 26.1 129.0

Istwa

Mi yo nan vil la fin vye granmoun nan Shanghai.
Shanghai an 1930 ak koloni entènasyonal yo ak konsesyon franse a.

Orijin

Nan 1074 pandan dinasti a Song (960-1279) Shanghai te elve soti nan estati a nan yon vilaj nan yon vil mache pandan ke yo nan 1172 yon dezyèm baraj te bati defann kòt lanmè a, entegre yon baraj pi bonè. [13] Soti nan 1292 anba dinasti a Yuan , e jouk 1368, Shanghai te ofisyèlman rekonèt kòm yon vil epi pita deziyen kòm yon chèz konte administratif nan Songjiang prefekti . [14]

Mwen Ming

De evènman enpòtan pèmèt devlopman nan lavil la pandan dinasti Ming la . Yon miray te premye bati nan 1554 pou pwoteje vil la kont atak bato Japonè yo. Li mezire 10 mèt nan wotè ak 5 km nan perimèt. [15] Pandan rèy Wanli (1573-1620) Shanghai te resevwa yon gwo ogmantasyon nan konstriksyon tanp li an 1602. Onè sa a te anjeneral rezève sèlman pou kote ki gen estati vil, tankou kapital prefekti a epi yo pa te bay li nan yon vil senp tankou Shanghai te. Sa a pwobableman reflete enpòtans ekonomik la nan lavil la, kòm opoze a pi ba estati politik li yo. [15]

Yon View Bund nan 1928.
Via Nanking nan 1930.

Mwen Qing

Pandan Dinasti Qing la Shanghai te vin youn nan pò lanmè ki pi enpòtan nan rejyon Delta Rivyè Yangtze a apre de gwo chanjman politik: premye a te lè Anperè Kangxi (1662-1723) nan 1684 te ranvèse Dinasti Ming anvan an pa revoke entèdiksyon an sou bato soti nan ale nan oseyan an, yon entèdiksyon ki te an plas depi 1525. Dezyèmman, nan 1732, Anperè Yongzheng deplase biwo a koutim pou Jiangsu Pwovens soti nan kapital prefekti a, Songjiang City, nan Shanghai, e li ba li sèl kontwòl nan operasyon koutim pou komès etranje. Istoryen yo kwè ke, kòm yon rezilta nan de desizyon fondamantal sa yo, soti nan 1735 Shanghai te vin pò komès prensipal la pou tout rejyon an Lower River Yangtze, pandan y ap toujou yo te nan yon nivo administratif pi ba nan yerachi politik Chinwa a. [16]

Shanghai entènasyonal

Atansyon entènasyonal nan Shanghai te grandi nan 19yèm syèk la akòz rekonesans Ewopeyen an nan potansyèl ekonomik ak komèsyal li yo. Pandan Premye Gè Opyòm lan (1839-1842), fòs Britanik yo te okipe vil la. Lagè a te fini an 1842 ak Trete Nankin , ki te pèmèt Britanik yo louvri wout pou komès entènasyonal. Trete Humen , ki te siyen an 1843, ak trete Sino-Ameriken nan Wanghia , ki te siyen an 1844, te fòse Chinwa yo soumèt devan volonte Ewopeyen ak Ameriken pou komès sou teritwa yo. Grann Bretay, Lafrans ak Etazini fasil jwenn konsesyon deyò vil la gwo ranpa Shanghai, ki te toujou dirije pa Chinwa yo.

Ant 1860 ak 1862 rebèl yo Taiping atake ak detwi tout savann pou bèt yo nan sid ak lès nan lavil la, men echwe pou pou pran li. [17] Nan 1863 règleman Britanik la nan sid Suzhou (nò Distri Huangpu ) ak règleman Etazini nan nò (nan sid Distri Hongkou ) fusionné pou fòme Règleman Entènasyonal Shanghai an.

Yon timoun kriye nan kraze yo nan yon estasyon tren Shanghai, ki te bonbade pa Japonè yo nan mwa Out 1937.

Sitwayen nan anpil peyi ki soti nan tout kontinan emigre nan Shanghai nan deseni kap vini yo ap viv ak travay. [18] Ant 1920 ak 1930 prèske 20,000 Larisi (espesyalman jwif ) kouri met deyò Inyon Sovyetik la ki fèk fòme ak rete isit la, kreye dezyèm pi gwo kominote a etranje yo. Pa 1935 Shanghai te vin senkyèm vil ki pi abitan nan mond lan e li te gen anviwon 3.400.000 moun. [19] An 1930, anviwon 30,000 refijye jwif ki soti an Ewop te rive nan vil la. [20] Premye Gè Sino-Japonè a , ki te fini ak Trete Shimonoseki , te fè Japon yon lòt pouvwa etranje prezan nan Shanghai, ki Lè sa a, te vin pi enpòtan sant finansye a nan Ekstrèm Oryan an. Tout aktivite entènasyonal sa a touche vil la tinon "Great Athens nan Lachin". [21]

Ventyèm syèk la

Sit nan premye kongrè nasyonal la nan Pati Kominis la nan Lachin, yon bilding shikumen tipik .

Anba Repiblik Lachin (1911-1949) estati politik Shanghai la te finalman elve ak sa ki nan yon minisipalite, kòmanse sou 14 jiyè 1927. Malgre ke teritwa a nan konsesyon etranje te eskli nan kontwòl, sa a nouvo minisipalite Chinwa kouvri yon zòn nan 828,8 kilomèt kare, ant distri modèn Baoshan, Yangpu, Zhabei, Nanshi, ak Pudong. Dirije pa yon majistra Chinwa ak yon konsèy vil, nouvo gouvènman vil yo te kreye yon nouvo sant nan Jiangwan, nan distri Yangpu, andeyò limit konsesyon etranje yo. Nouvo sant la te fèt pou enkli yon mize piblik, bibliyotèk , palè espò ak sal vil. [22]

28 janvye 1932, fòs Japonè yo te frape vil la, ki te reziste jiskaske yo te sispann tire nan mitan Me. Batay la nan Shanghai an 1937 mennen nan okipasyon an nan pati Chinwa yo nan Shanghai. Règleman entènasyonal yo te okipe pa Japonè yo sou 8 desanm 1941 e yo te rete okipe jouk rann tèt Japon an 1945; nan peryòd sa a anpil krim lagè te komèt. [23]

27 Me 1949, Lame Liberasyon Pèp la te pran kontwòl Shanghai. [24] Vil la, espesyalman nan deseni kap vini an, te wè yon seri de chanjman nan limit sibdivizyon li yo. Apre 1949, pifò konpayi etranje te deplase katye jeneral yo soti nan Shanghai nan Hong Kong kòm yon pati nan yon divestisman etranje akòz viktwa Kominis la.

Istwa kontanporen

Pandan ane 1950 yo ak ane 1960 yo Shanghai te vin yon sant endistriyèl ak yon sant gòch radikal la . [25] Sepandan, menm pandan peryòd ki pi dechennen nan Revolisyon Kiltirèl la , Shanghai te kapab kenbe segondè pwodiktivite ekonomik ak relatif estabilite sosyal. Nan pifò nan istwa a nan Repiblik Pèp la nan Lachin (PRC), yo nan lòd yo chanèl richès nan zòn riral yo, Shanghai te relativman chay pa taks an favè gouvènman santral la. Enpòtans li pou byennèt fiskal la nan gouvènman santral la vle di ke liberalizasyon ekonomik yo te kòmanse an 1978 yo te refize Shanghai finalman te kapab kòmanse refòm ekonomik an 1991, kòmanse masiv devlopman ki toujou wè jodi a, ak nesans Lujiazui a nan Pudong .

Moniman ak kote nan enterè yo

Shanghai Creole Egzibisyon Sant lan, yon egzanp nan achitekti Sovyetik neoklasik nan Shanghai.
Pudong , modèn distri finansye a.
Yon lari fin vye granmoun nan Shanghai, kounye a renovasyon.

Shanghai gen anpil yon koleksyon rich nan bilding ak estrikti nan divès estil achitekti. Bund la , ki chita sou bank larivyè Lefrat Huangpu a, prezante anpil egzanp nan achitekti byen bonè 20yèm syèk la , sòti nan style neoklasik nan bilding HSBC nan style atizay dekorasyon nan Hotel Lapè ak Sassoon House . Yon kantite zòn ki sitiye nan ansyen konsesyon etranje yo byen konsève, espesyalman sa ki fè pati ansyen konsesyon franse a. Shanghai posede yon gwo kantite bilding Art Deco apre boom nan bilding ki te fèt ant 1920 ak 1930. Youn nan achitèk yo ki pi popilè ki te travay nan vil la te László Hudec , yon achitèk Ongwa - Slovak ki te rete nan vil la ant 1918 ak 1947. Gen kèk nan bilding ki pi enpòtan li yo gen ladan Hotel del Parco a ak teyat la Grande. Lòt achitèk enpòtan ki te kontribye nan style atizay dekorasyon nan vil la te Parker & Palmer, ki moun ki fèt otèl lapè a , otèl la Metropole ak vila yo Broadway , ak achitèk Ostralyen GH Gonda ki te fèt teyat sosyal la. Premye redevlopman Bund la te kòmanse an 1986 ak yon lamè nouvo ki fèt nan achitèk Olandè Paulus Snoeren, fini te pran plas nan mitan -1990s yo .

Nan dènye ane yo, yon gwo kantite achitekti diferan e menm orijinal bilding yo te grandi nan tout Shanghai. Vil la tou posede kèk egzanp sipè nan achitekti Sovyetik neoklasik . Bilding sa yo te sitou bati pandan peryòd fondasyon Repiblik Pèp la nan Lachin an 1949, jiskaske kriz Sino-Sovyetik la nan fen ane 1960 yo .. Pandan deseni sa a, yon gwo kantite ekspè Sovyetik, ki gen ladan ki gen achitèk, te vin nan peyi Lachin. ede peyi a bati yon eta kominis. Men kèk egzanp sou achitekti neoklasik Sovyetik nan Shanghai gen ladan sa ki kounye a Shanghai Creole Egzibisyon Sant lan.

Distri Pudong Shanghai an montre yon pakèt skyscrapers , anpil nan yo se pami pi wo nan mond lan.

Achitekti relijye yo

Achitekti sivil yo

Achitekti kontanporen

Jaden

  • Jaden Mandaren Yu , Yu Yuan , se yon jaden tradisyonèl elabore Jiangnan- style, ki te komisyone pa ofisye Pan Yu nan syèk la 16th ak ki fèt nan achitèk Zhang Nanyang.
  • Longhua Park , Longhua Gongyuan , se yon sit flè ak ekspozisyon enpòtan nan po, orkide, azale, ranje selon tradisyon nan jaden an tradisyonèl Chinwa .

Kay tradisyonèl yo

Yon karakteristik tipik kiltirèl nan Shanghai se lojman an kalite shikumen (石庫门S ): li konsiste de de / twa bilding etaj ak brik nwa / gri. Chak kay konekte ak lòt moun yo epi ranje nan koridò etwat, ke yo rekonèt kòm longtang (弄堂). Chak ale gen yon antre karakterize pa yon vout wòch ki gen non se literalman shikumen . Kay yo shikumen yo se rezilta nan yon melanj de eleman Western achitekti ak estil tradisyonèl nan achitekti a ak sosyete nan larivyè Lefrat la Yangtze Lower.

Tout kay tradisyonèl Chinwa gen yon lakou osi byen ke yon shikumen- kalite kay. Kòm shikumen a se yon bilding iben, lakou a pi piti anpil. Lakou a aji kòm yon chanm san twati: yon sòt de refij domestik lwen konfizyon nan lari yo. Mank nan yon do-kay pèmèt koleksyon an nan dlo ak Se poutèt sa kiltivasyon nan ti jaden domestik, vantilasyon an ak ekleraj nan chanm yo nan kay la. Anvan Dezyèm Gè Mondyal la, plis pase 80% nan popilasyon an te rete nan kay sa yo karakteristik.

Panorama nan Bund la nan mitan lannwit ak nan dimanch maten byen bonè.

Sosyete

Evolisyon demografik

Shanghai kwasans popilasyon jouk 2005.

Selon resansman 2010 la, popilasyon total Shanghai a te 23.019.148, yon ogmantasyon de 37.53% konpare ak 16.737.734 nan lane 2000. [28] [29] 20.6 milyon, oswa 89.3%, reprezante popilasyon iben an, pandan y ap rete 2.5 milyon ( 10.7%) se moun ki rete nan zòn riral yo. [30] Apre sibdivizyon administratif Chinwa a Shanghai se dezyèm pi gwo minisipalite nan nasyon an, dèyè Chongqing , men li jeneralman konsidere kòm pi gwo vil Chinwa, paske popilasyon iben Chongqing la pi piti anpil. [4]

Anviwon 9 milyon nan 23 milyon rezidan Shanghai yo, oswa plis pase 39%, se imigran ki dire lontan, trip 3 milyon yo konte an 2000. Orijin prensipal imigran yo se Anhui (29.0%), Jiangsu (16, 8%), Henan (8.7%) ak pwovens Sichuan (7.0%), pandan 79% soti nan zòn riral yo. [31] Imigran yo reprezante ogmantasyon popilasyon an antye, an reyalite to kwasans natirèl Shanghai an te negatif depi 1993 akòz to fètilite ki ba anpil li yo [32] , sèlman 0.6 nan 2010, pwobableman nivo ki pi ba nan mond lan. [33]

98,8% nan rezidan Shanghai yo se etnik Han Chinwa, pandan y ap rès la 1.2% apatni a divès gwoup minorite yo. Sepandan, minorite sa yo te ogmante pa 165,54% depi 2000, pi vit pase kwasans popilasyon an an jeneral. [29]

Rezidan etranje nan Shanghai [34]
Peyi ki gen orijin Popilasyon (2009) Popilasyon (2010)
Japon 31 490 35 075
Etazini 21 284 24 358
Koredisid 20 700 21 073
Lafrans 7 437 8 238
Almay 7 253 8 023
Singapore 7 209 7 545
Kanada 6 121 7 306
Ostrali 5 257 6 165
UK 5 137 5 591

Selon demografik ofisyèl nan Shanghai nan 2009 te gen 152.050 etranje ofisyèlman anrejistre, yon ogmantasyon de 50% soti nan 100.011 nan 2005. Twa pi gwo nasyonalite etranje yo te Japonè (31.490), US (21.284) ak Koreyen (20.700). [35] Remake byen ke estatistik sa yo montre sèlman rezidan ofisyèlman anrejistre e ke nimewo aktyèl la nan sitwayen etranje k ap viv nan Shanghai gen anpil chans yo dwe pi wo. Pou egzanp, nan 2009 kominote a Kore di sid nan Shanghai te estime yo te grandi a plis pase 70,000 moun. [36] Gen kèk èkspatriye etranje rete nan Shanghai pou yon tan long, renouvle repitasyon Shanghai a kòm vil ki pi mondyal Lachin nan. [37] Genyen tou yon gwo kantite moun ki taiwanè k ap viv nan minisipalite a (estimasyon 2010 varye alantou 700,000). [38]

Esperans lavi rezidan Shanghai yo rive nan 82,13 ane (79,82 pou gason ak 84,44 pou fanm), pi wo nan Lachin ak pi wo pase nenpòt lòt peyi nan mond lan. Nan menm ane an, pousantaj mòtalite matènèl nan Shanghai te 9.61 pou chak 100,000, pandan y ap to mòtalite tibebe a te tonbe a 5.97 pou chak 1,000 soti nan 6.58 an 2009. [39] Akòz konbinezon an nan esperans segondè nan lavi ak pousantaj la fètilite ki ba la se yon pwoblèm grav nan aje nan popilasyon an: nan 2009 sèlman 8.3% nan total la te anba 14 ane, pandan y ap 22.54% te plis pase 60. [40]

Lang ak dyalèk

Pifò nan rezidan Shanghai yo se desandan imigran ki soti nan de pwovens adjasan yo nan Jiangsu ak Zhejiang , ki moun ki demenaje ale rete nan Shanghai nan fen 19yèm syèk la , rejyon kote lang nan Wu te itilize. Nan deseni ki sot pase yo, anpil imigran ki soti nan lòt pati nan Lachin te deplase nan Shanghai pou travay. Yo souvan pa ka sèvi ak lang natif natal yo ak Se poutèt sa sèvi ak estanda Mandarin kòm yon lingua franca .

Lang nan Shanghai se yon dyalèk nan Wu Chinwa, pandan y ap lang ofisyèl nasyonal la se Mandaren. Lang lokal la se mityèlman enkonpreansibl ak Mandaren, e se poutèt sa se yon pati inséparabl nan idantite Shanghai la.

Prevalans nan Mandaren se jeneralman pi wo pou moun ki fèt apre 1949 pase pou moun ki fèt pi bonè, pandan y ap prévalence de angle kòm yon lang pale pi wo pou moun ki te resevwa edikasyon segondè yo ak Supérieure anvan 1949 pase pou moun ki fèt anvan 1949. bay moun ki te fè sa apre 1949 ak anvan 1990.

Relijyon

Paviyon nan tanp lan Donglin.
Tanp Jing'an sou wout West Nanjing.

Mèsi a istwa kosmopolit li yo, Shanghai gen yon eritaj relijye rich, jan sa pwouve nan anpil bilding relijye yo ak enstitisyon relijye aktif nan vil la. Relijyon tradisyonèl Chinwa , Konfisyanis, Boudis ak Taoism prezante ak plizyè tanp, ki gen ladan: Chenghuangmiao a (tanp Bondye a nan vil la) nan kè a nan lavil la fin vye granmoun, ak yon tanp dedye a twa Twa Wayòm yo ak Jeneral Guan Yu . Wenmiao a (tanp Bondye nan Kilti a) se yon tanp dedye a Confucius . Tanp Longhua , pi gwo tanp nan Shanghai, ak tanp Jing'an , te fonde nan peryòd Twa Wayòm yo . Yon lòt tanp enpòtan se Jade Bouda tanp lan , ki pran non li nan yon gwo estati Bouda ki fèt ak jade kenbe anndan an. Pandan deseni ki sot pase yo, plizyè douzèn nouvo tanp Boudis yo te bati nan tout vil la.

Islam te prezante nan Shanghai 700 ane de sa ak yon moske te bati nan 1295 nan Songjiang . Nan moske Xiaotaoyuan nan distri sid la se katye jeneral Asosyasyon Islamik Shanghai an. Shanghai tou gen pi gwo pousantaj katolik nan Lachin (2003). [41]

Pami legliz Katolik yo, katedral St Ignatius nan Xujiahui se youn nan pi gwo, pandan ke She Shan Bazilik se sèl sit pelerinaj aktif nan Lachin. Kominote a kretyen Shanghai gen ladan minorite lès odoxtodòks ak legliz pwotestan kretyen.

Pandan Dezyèm Gè Mondyal la, dè milye de jwif vwayaje nan Shanghai nan yon tantativ yo sove soti nan rejim Hitler la . Jwif yo te rete nan yon zòn nan vil la yo rele Ghetto a Shanghai ak fòme yon kominote vibran santre sou sinagòg la Moishe Ohel. [42] [43]

Selon sondaj statistik 2012 [44] sèlman apeprè 13% nan popilasyon an nan Shanghai ki dwe nan relijyon òganize, pi gwo gwoup la se sa yo ki nan Boudis ak 10.4%, ki te swiv pa Pwotestan ak 1.9%, Katolik ak 0.7% ak lòt relijyon ak 0.1 %. La maggioranza pari all'87% della popolazione totale non è religiosa o partecipa ai culti della religione tradizionale degli dei e degli antenati.

Cultura

Essendo stata il centro economico e culturale dell'est asiatico per la prima metà del XX secolo , Shanghai è vista come il luogo di nascita di ogni cosa considerata moderna in Cina. È infatti proprio a Shanghai che è stata guidata la prima auto a motore in Cina e sono stati posti i primi binari e le prime fognature moderne.

Spesso vista come una moderna metropoli, Shanghai continua ad avere pittoresche aree rurali suburbane.

La città è stata anche il "campo di battaglia" di numerosi intellettuali e scrittori socialisti che si sono concentrati sul realismo critico. Shanghai ha infatti ispirato scrittori come Lu Xun , Mao Dun , Shi Zhecun , Shao Xunmei , Ye Lingfeng , Eileen Chang e Zhongshu Qian . L'ambiente metropolitano e cosmopolita di Shanghai ha fatto da sfondo per diverse opere letterarie, tra cui il romanzo " La condizione umana " dello scrittore francese André Malraux e il romanzo "Shanghai" del giapponese Yokomitsu Riichi .

Negli ultimi cinque anni a Shanghai si è ampiamente riconosciuta una nuova influenza e ispirazione per la cultura cyberpunk . [45] Edifici futuristici, come l' Oriental Pearl Tower e la strada Yan'an illuminata al neon sono alcuni esempi che hanno contribuito a creare l'immagine cyberpunk di Shanghai.

Musei

Il Museo d'arte e di storia di Shanghai che si trova nelle vicinanze di piazza del Popolo .

Shanghai vanta diversi musei di rilevanza regionale e nazionale. Il Museo d'arte e di storia di Shanghai vanta una delle migliori collezioni di reperti storici cinesi nel mondo, tra cui importanti reperti archeologici. Il Museo d'Arte di Shanghai è un importante museo d'arte che possiede sia mostre temporanee sia permanenti. Il Museo di Storia Naturale di Shanghai è un museo di storia naturale su larga scala. Inoltre, vi è una varietà di più piccoli musei specializzati, in alcuni dei quali sono ospitati importanti siti storici come il sito del governo provvisorio della Repubblica di Corea e il sito del primo congresso nazionale del Partito Comunista Cinese . Vi è anche il Shanghai Jewish Refugees Museum , che commemora i rifugiati ebrei che vivevano a Shanghai durante la seconda guerra mondiale dopo essere fuggiti dall'Europa per sfuggire alla Shoah.

Cinema

Oltre che per la letteratura Shanghai è stato anche il luogo di nascita del cinema e del teatro cinese . Il primo cortometraggio cinese, La coppia difficile (难 夫 难 妻, Nanfu Nanqi , 1913) e il primo film di finzione Un orfano salva suo nonno (孤儿 救 祖 记, Gu'er Jiu Zuji , 1923) sono stati entrambi prodotti a Shanghai. Questi due film sono stati molto influenti e fecero acquisire alla città lo status di centro per la produzione di film. L'industria cinematografica di Shanghai ha continuato a fiorire durante i primi anni trenta , creando stelle come Zhou Xuan . Un'altra famosa attrice del cinema, Jiang Qing , è poi diventata la moglie di Mao Zedong . Il talento e la passione dei cineasti di Shanghai dopo la seconda guerra mondiale e la rivoluzione comunista in Cina hanno contribuito enormemente allo sviluppo dell'industria cinematografica di Hong Kong . Molti aspetti della cultura popolare di Shanghai ("Shanghainese Pops") sono stati trasferiti a Hong Kong dai numerosi emigranti e rifugiati. Il film In the Mood for Love , diretto da Wong Kar-wai (egli stesso un nativo di Shanghai), raffigura una fetta della comunità Shanghainese sfollata a Hong Kong e la nostalgia per l'epoca.

Lo Shanghai International Film Festival è uno dei più grandi festival cinematografici dell' Asia orientale . [46]

Arti

十万 图 之 四 (n° 4 di centomila scene) di Ren Xiong , un pioniere della scuola di arte cinese, Shanghai, 1850.

La "Scuola di Shanghai" è stata un'importante scuola cinese di arti tradizionali durante la dinastia Qing e il XX secolo . La Scuola di Shanghai ha sfidato e rotto la tradizione elitaria dell'arte cinese, [47] ma ha anche saputo rendere omaggio alla tecnica degli antichi maestri migliorando le tecniche tradizionali esistenti. I membri di questa scuola erano colti letterati che erano venuti a mettere in discussione la loro stessa condizione e lo scopo dell'arte anticipando l'imminente modernizzazione della società cinese.

In un'epoca di rapidi cambiamenti sociali, le opere della scuola Shanghai erano ampiamente innovative e diversificate e spesso contenevano un commento sociale riflessivo ma sottile. I più noti personaggi di questa scuola furono Qi Baishi , Ren Xiong , Ren Yi , Zhao Zhiqian , Wu Changshuo , Sha Menghai , Pan Tianshou e Fu Baoshi . In letteratura, il termine "scuola di Shanghai" è stato usato nel 1930 da alcuni intellettuali del Movimento del Quattro Maggio , in particolare da Zhou Zuoren e Shen Congwen , come un'etichetta dispregiativa per la letteratura prodotta a Shanghai in quel momento. Essi hanno sostenuto che la scuola di letteratura di Shanghai era meramente commerciale e quindi non in grado di portare avanzamento nel progresso sociale. Questo divenne noto come il dibattito tra Jingpai contro Haipai . [48]

La "scuola Songjiang" (淞江 派) era una piccola scuola di pittura durante la dinastia Ming . È comunemente considerata come un ulteriore sviluppo della Scuola Wu o Wumen. La scuola Huating (华亭 派) è stata un'ulteriore importante scuola d'arte durante la tarda seconda metà della dinastia Ming . I principali risultati si sono visti nella pittura tradizionale cinese, nella calligrafia e nella poesia . Dong Qichang è stato uno dei maestri di questa scuola.

Moda

Due ragazze vestono la versione di Shanghai del cheongsam .

Anche la moda ha avuto un ruolo culturale di rilievo nella storia della città e le riforme economiche in atto contribuiscono al risveglio di questa attività.

Particolare interesse riveste il cheongsam , il tradizionale vestito femminile cinese.

Il qipao di Shanghai si distinse per il taglio più snello e aderente e per l'introduzione di accessori occidentali come sciarpe e cappotti. Altre versioni del cheongsam prevedevano un taglio a collo alto, senza maniche. La rivoluzione comunista congelò la vocazione stilistica di Shanghai.

Istruzione

Campus universitario a Songjiang.

Shanghai vanta uno dei migliori sistemi scolastici della Cina. È stata la prima città del Paese ad attuare l'istruzione obbligatoria di nove anni. Il censimento del 2010 indica che sulla popolazione totale di Shanghai, il 22,0% aveva un grado di istruzione universitaria, il doppio di quanto registrato nel 2000, mentre il 21,0% aveva frequentato l'istruzione superiore, il 36,5% la scuola media e l'1,35% si era fermato alla scuola primaria. Il 2,74% dei residenti erano analfabeti . [49]

Shanghai ha più di 930 asili, 1.200 scuole elementari e 850 scuole medie. Oltre 760.000 studenti scuole medie e 871 000 studenti della scuola primaria sono istruiti rispettivamente da 76.000 e 64.000 docenti. [50]

Shanghai è un importante centro per l'istruzione superiore in Cina con oltre trenta università e college. Un certo numero di università più prestigiose della Cina è basata a Shanghai, tra cui la Università normale della Cina orientale (East China Normal University, ECNU), l' Università Jiao Tong di Shanghai , l' Università Fudan e l' Università Tongji . La più grande università è l' Università di Shanghai ( 上海大学Shànghǎi Dàxué ), abbreviata in SHU o Shangda (上大Shàngdà ), frequentata da circa 37.000 studenti e fa parte del Progetto 211 . Altre università sono il Politecnico di Shanghai Due e l' Università normale di Shanghai .

Nel 2010 Shanghai ha raggiunto il primo posto nella valutazione delle scuole statali di tutto il mondo. Secondo il Programma per la valutazione internazionale dell'allievo gli studenti di Shanghai hanno ottenuto migliori risultati nella matematica e nelle scienze di qualunque altro studente al mondo. Lo studio ha anche affermato che le scuole pubbliche finanziate a Shanghai hanno la più alta qualità educativa nel mondo. [51] [52]

Ambiente

I parchi di Shanghai offrono un'alternativa alla giungla urbana. L'ex ippodromo, trasformato nel parco centrale, il parco piazza del Popolo, si trova nel cuore del centro cittadino e vanta la vicinanza di altri punti di interesse di Shanghai. Il parco Fuxing , nella ex concessione francese di Shanghai, gode di giardini in stile francese ed è circondato da bar e caffè di fascia alta. Il parco Zhongshan nel nord-ovest del centro di Shanghai è famoso per il monumento di Chopin , la più alta statua dedicata al compositore nel mondo. Costruito nel 1914 come Parco Jessfield, una volta ospitava il campus della St. John University, il primo collegio internazionale di Shanghai. Oggi è invece noto per i suoi vasti giardini di rose e peonie, una grande area giochi per bambini e come snodo nevralgico del sistema della metropolitana cittadina. Il giardino botanico di Shanghai si trova a 12 km a sud ovest del centro della città ed è stato fondato nel 1978. Uno dei parchi più recenti, si trova nella Xujiahui, edificato nel 1999 sulle ceneri di una fabbrica di gomma cinese. Il parco dispone di un lago artificiale con un ponte sospeso che lo attraversa e offre una piacevole tregua per gli avventori.

Il 4 novembre 2009 è stato approvato il progetto per lo Shanghai Disney Resort , [53] [54] che ha aperto le sue porte al pubblico il 16 giugno 2016 . Costato 4,4 miliardi di dollari, è dotato di un castello e di un parco a tema ed è il più grande tra i resort Disney. [55]

Tutela ambientale

La consapevolezza pubblica dell'ambiente è in crescita e la città sta investendo in una serie di progetti di tutela ambientale. Il governo prevede incentivi per le aziende di trasporto che investono in autobus a GPL e taxi. L' inquinamento dell'aria a Shanghai è basso rispetto ad altre città cinesi, ma il rapido sviluppo negli ultimi decenni, lo ha portato a essere superiore agli standard in tutto il mondo. Il governo si è mosso negli ultimi decenni per far rispettare alle numerose fabbriche dei dintorni i regolamenti anti-inquinamento. Inoltre diversi parchi hanno sostituito le fabbriche nel centro della città. Di conseguenza la qualità dell'aria di Shanghai è in costante miglioramento dal 1990. [56] [57]

Nel mese di marzo 2013 12.000 suini morti [58] sono stati trovati nel fiume Huangpu che fornisce parte dell'acqua potabile di Shanghai. I maiali sono stati scaricati dagli agricoltori nella vicina Jiaxing , provincia di Zhejiang, una delle principali aree di allevamento di suini della zona. [59] [60] [61]

Suddivisione amministrativa

Shanghai è amministrativamente considerata al pari di una provincia e si articola in diciassette divisioni: sedici distretti e una contea. Anche se ogni quartiere ha il suo nucleo urbano, il vero centro della città è posto tra il Bund a est, via Nanchino a nord, Città Vecchia e Huaihai Road a sud. Le aree di primo piano per il commercio e gli affari includono Lujiazui sulla riva orientale del fiume Huangpu e le aree del Bund e Hongqiao sulla riva occidentale del fiume Huangpu. Le principali unità amministrative sono situate nel distretto di Huangpu , che serve anche come una zona commerciale, tra cui la famosa via Nanchino. Molte università di Shanghai si trovano nelle zone residenziali del distretto di Yangpu e nel distretto di Putuo.

Otto distretti amministrano i quartieri ei sobborghi di Puxi, la città storica sulla riva occidentale del fiume Huangpu:

Distretti e contea di Shanghai.
Sede dell'autorità amministrativa di Shanghai.

Pudong, la nuova parte della città sulla riva orientale del fiume Huangpu, è governata da un unico distretto:

Sette distretti amministrano sobborghi, città satellite e aree rurali della municipalità:

L'isola di Chongming e le due isole minori di fronte a Pudong, alla foce del Fiume Azzurro, sono governate dalla:

A partire dal 2009 queste divisioni a livello di contea sono state ulteriormente suddivise in 210 parti: 109 città, due comuni, 99 sottodistretti. Questi sono a loro volta suddivisi in 3.661 comitati di quartiere e 1.704 comitati di villaggio. [62]

Economia

Grattacieli di Pudong visti da Century Avenue nel 2005.
Grattacieli di Pudong visti da Century Avenue nel 2015.

Shanghai è il centro commerciale e finanziario della Cina continentale, e all'ottavo posto nella edizione 2011 del Global Financial Centres Index pubblicato dallaCity di Londra . [63] Nel corso degli anni trenta è stata la città più grande e prospera dell' Estremo Oriente ea partire dal 1990 ha incominciato a conoscere un rapido ri-sviluppo. [64] La vivacità economica della città è ben rappresentata dai numerosi e moderni grattacieli del distretto finanziario di Pudong . Il distretto, che è diventato una zona pilota per le riforme economiche integrate, riproduce l'aspetto dei maggiori centri finanziari statunitensi ed europei e ospita gli uffici di numerose imprese straniere. Pudong testimonia la storica vocazione internazionale della città e il ruolo di Shanghai come finestra sull'intera Cina e la sua emergente e dinamica economia.

Alla fine del 2009 vi erano in città 787 istituzioni finanziarie, di cui 170 erano investitori stranieri. [65] Nel 2009 la borsa di Shanghai era al terzo posto tra le borse mondiali in termini di volume di scambi e sesta in termini di capitalizzazione totale delle società quotate. Il volume delle transazioni dei sei prodotti chiave, tra cui gomma , rame e zinco , quotati sullo Shanghai Futures Exchange , era al primo posto mondiale. [66]

Shanghai possiede il terminal container più trafficato del mondo.

Negli ultimi due decenni Shanghai è stata una delle città dallo sviluppo più veloce al mondo. Dal 1992 Shanghai ha registrato una crescita a due cifre, quasi ogni anno, tranne durante la recessione globale nel 2008 e nel 2009. [67] Nel 2011 il PIL totale di Shanghai è cresciuto a 1.920 miliardi di yuan (297 miliardi di dollari ), con un PIL pro capite di 82.560 yuan (US $ 12.784). [68] Le tre più grandi industrie di servizi sono i servizi finanziari, la vendita al dettaglio e il settore immobiliare. Il settore agricolo e manifatturiero hanno rappresentato rispettivamente il 39,9%, lo 0,7% della produzione totale. [65] Il reddito medio disponibile annuo dei residenti di Shanghai, sulla base dei primi tre trimestri del 2009, è stato di 21.871 RMB. [69]

Situata nel cuore del delta del Fiume Azzurro, Shanghai possiede il terminal container più trafficato del mondo che ha gestito 29.050.000TEU nel 2010. [70] Shanghai si propone di essere un centro di spedizione internazionale nel prossimo futuro. [71]

Shanghai è uno dei principali centri industriali della Cina giocando un ruolo chiave nelle industrie pesanti del paese. Molte zone industriali, tra cui la "zona per lo sviluppo economico e tecnologico di Shanghai Hongqiao", la "zona economica di export di Jinqiao", la "zona per lo sviluppo economico e tecnologico di Minhang, sono dorsali per il settore secondario di Shanghai. Al 2009 le industrie pesanti rappresentavano il 78% della produzione industriale lorda. Il più grande produttore di acciaio cinese, la Baosteel , e uno dei più antichi costruttori navali, i cantieri Jiangnan Cantiere, si trovano a Shanghai. [72] La produzione di automobili è un altro settore importante. La Shanghai Automotive Industry Corporation ha sede in città ed è una delle tre più grandi aziende automobilistiche cinesi, che vanta partenariati strategici con Volkswagen e General Motors . [73]

Via Nanchino di notte.

Il settore dei congressi e dei meeting è anche in crescita e nel 2012 la città ha ospitato 780 incontri internazionali. L'elevata offerta di camere d'albergo ha mantenuto le tariffe inferiori al previsto, con il prezzo medio per una camera in alberghi a cinque stelle a circa 950 RMB (153 US $) nel 2012. [74]

Oggi Shanghai in ambito economico rivaleggia con la città di Hong Kong , che è avvantaggiata dal moderno e stabile sistema legale, dall'esperienza nel settore dei servizi bancari e finanziari. Shanghai gode al contrario di forti legami con le regioni continentali cinesi e con il governo centrale. [75] È inoltre dotata di un migliore comparto manifatturiero e tecnologico. La riconsegna di Hong Kong alla Cina ( 1997 ) ha incrementato le opportunità di sviluppo economico di Shanghai e la richiesta di lavoratori qualificati, spazi per uffici e servizi finanziari.

Infrastrutture e trasporti

Trasporti pubblici

Il Maglev ( Transrapid ) con una velocità massima di 431 km/h in uscita dal Shanghai Pudong International Airport .
Garden Bridge a Shanghai.

Shanghai vanta un vasto sistema di trasporto pubblico, basato in gran parte sulla rete metropolitana, sugli autobus e sui taxi. Il pagamento di tutti questi mezzi può essere effettuato utilizzando la Shanghai Public Transportation Card .

Diagrama esquemático de la red de metro de Shanghai

Il sistema di trasporto rapido di Shanghai, costituito dalla metropolitana di Shanghai , incorpora sia la metropolitana sia le linee ferroviarie di superficie e si estende a ogni distretto urbano così come ai limitrofi quartieri periferici.

Al 2010 vi erano dodici linee della metropolitana, compresa il Transrapid di Shanghai , 273 stazioni e più di 420 km di binari in esercizio, rendendola la terza rete più lungo del mondo. [76] Il 22 ottobre 2010 fu stabilito il record di utenza giornaliera di 7.548.000 passeggeri. [77] Il prezzo del biglietto dipende dalla lunghezza del percorso.

Shanghai possiede anche la più ampia rete mondiale di linee di autobus urbani, con quasi un migliaio di tratte gestite da numerose aziende di trasporto. [78] Il sistema comprende anche il più antico sistema di filobus nel mondo e un nuovo sistema di autobus a trazione elettrica " ultracapacitor " in grado di ricaricarsi a ogni fermata. [79] Infine dal 2010 è in funzione anche una linea tranviaria che utilizza la tecnologia Translohr .

I taxi sono numerosissimi in città. [80] Il porto di Shanghai è uno dei più attivi a livello mondiale e compete con gli scali portuali di Shenzhen e di Hong Kong.

Strade

Viadotto in centro a Shanghai.

Shanghai è un importante svincolo nella rete autostradale della Cina. Molte autostrade nazionali (con prefisso G) passano attraverso o terminano a Shanghai, tra cui la G2 Pechino-Shanghai Expressway, la G15 Shenyang-Haikou, la G40 Shanghai-Xi'an, la G50 Shanghai-Chongqing, la G60 Shanghai-Kunming e la G1501 l'anello che circonda la città. Inoltre vi sono anche numerose superstrade comunali con prefisso S. Nel centro della città vi sono diverse superstrade sopraelevate realizzate per diminuirre la pressione del traffico sulle strade, ma tuttavia il traffico in e intorno a Shanghai è spesso pesante e gli ingorghi sono all'ordine del giorno nelle ore di punta. Vi sono piste ciclabili separate dal traffico e le biciclette e motociclette sono bandite dalla maggior parte delle strade principali, tra cui le autostrade sopraelevate.

L'utilizzo dell'auto privata di proprietà a Shanghai è cresciuto rapidamente negli ultimi anni. Per limitare questo fenomeno, una nuova auto privata non può essere guidata fino a quando il proprietario non acquista una licenza in un'asta mensile. Sono circa 8.000 le targhe messe all'asta ogni mese. [81]

Ferrovie

Shanghai possiede quattro principali stazioni ferroviarie : la stazione ferroviaria di Shanghai , la stazione ferroviaria di Shanghai sud , la stazione ferroviaria di Shanghai ovest e la stazione ferroviaria di Shanghai Hongqiao . Tre di esse sono collegate alla rete metropolitana e servono come punto di svincolo del sistema ferroviario della Cina. Due ferrovie principali terminano a Shanghai: la ferrovia Jinghu da Pechino e la ferrovia Huhang da Hangzhou . La stazione di Hongqiao serve anche come principale capolinea di tre linee ferroviarie ad alta velocità : la Shanghai-Hangzhou, la Shanghai-Nanchino e la Pechino-Shanghai . [82] `

Aeroporti

Shanghai è una delle principali vie di accesso per il trasporto aereo in Asia. La città ha due aeroporti commerciali: l' aeroporto Internazionale di Shanghai Pudong e l' aeroporto Internazionale di Shanghai-Hongqiao . [83] L'aeroporto di Pudong è il principale aeroporto internazionale, mentre l'aeroporto Hongqiao opera prevalentemente voli nazionali con alcuni voli internazionali a corto raggio. Nel 2010 i due aeroporti hanno servito 71,7 milioni di passeggeri (40,4 milioni a Pudong, e 31,3 milioni a Hongqiao) e gestito 3,7 milioni di tonnellate di merci (Pudong 3,22 milioni di tonnellate, Hongqiao 480.000 tonnellate). [84] L' Aeroporto di Shanghai-Pudong è il nono al mondo per trasporto passeggeri, costruito con 5 piste di decollo/atterraggio.

Amministrazione

Gemellaggi

Shanghai è gemellata con le seguenti città: [85]

Sport

Il circuito automobilistico di Shanghai.

Shanghai è sede di diverse squadre di calcio professionistiche, tra cui lo Shanghai Shenhua Football Club e lo Shanghai SIPG della Super League cinese , due dei club più popolari e di successo del paese. Gli Shanghai Sharks della Chinese Basketball Association allenarono il cestista Yao Ming prima che entrasse nella NBA . Shanghai ha anche una squadra di hockey su ghiaccio e una squadra di baseball .

Shanghai è la città natale di molti atleti professionisti cinesi eccellenti e ben noti, come l'ostacolista Liu Xiang e il giocatore di ping-pong Wang Liqin .

A partire dal 2004, Shanghai ha incominciato a ospitare il Gran Premio di Cina , una prova del Campionato del Mondo di Formula 1 . La gara è stata allestita presso il Circuito Internazionale di Shanghai . Tra il 2005 e il 2008 l'autodromo fu anche sede del Gran Premio motociclistico di Cina . Nel 2010, Shanghai è diventata anche la città ospitante del Deutsche Tourenwagen Masters , il campionato tedesco di auto da turismo che ha corso in un circuito cittadino ricavato a Pudong.

Shanghai ospita anche il torneo di tennis Shanghai Masters e le gare di golf BMW Masters e WGC-HSBC Champions. [93]

Note

  1. ^ ( ZH ) zh:2017年上海市国民经济运行情况 (L'operazione dell'economia nazionale in Shanghai nel 2017) , su stats-sh.gov.cn , Shanghai Bureau of Statistics, 19 gennaio 2018. URL consultato il 19 gennaio 2018 (archiviato dall' url originale il 23 gennaio 2018) .
  2. ^ Luciano Canepari , Shanghai , in Il DiPI – Dizionario di pronuncia italiana , Zanichelli, 2009, ISBN 978-88-08-10511-0 .
  3. ^ Bruno Migliorini et al. ,Scheda sul lemma "Sciangai" , in Dizionario d'ortografia e di pronunzia , Rai Eri, 2007, ISBN 978-88-397-1478-7 .
  4. ^ a b Chan, Kam Wing, Misconceptions and Complexities in the Study of China's Cities: Definitions, Statistics, and Implications ( PDF ), in Eurasian Geography and Economics , vol. 48, n. 4, 2007, pp. 383–412, DOI : 10.2747/1538-7216.48.4.383 . URL consultato il 13 settembre 2011 (archiviato dall' url originale il 13 dicembre 2011) . , p. 395.
  5. ^ Simone Ricci, Shanghai supera Singapore nel traffico commerciale del 2010 , su finanzalive.com , Finanza Live. URL consultato il 4 febbraio 2011 .
  6. ^ Città alla moda, Roma supera Parigi , su corriere.it , Corriere della Sera, 18 luglio 2007. URL consultato il 4 febbraio 2011 .
  7. ^ a b Topographic Features , su Basic Facts , Shanghai Municipal Government. URL consultato il 19 luglio 2011 .
  8. ^ Water Resources , su Basic Facts , Shanghai Municipal Government. URL consultato il 19 luglio 2011 .
  9. ^ 今最高气温40.8℃ 明日再"奔"40℃ , su soweather.com , 上海市公共气象服务中心. URL consultato il 7 agosto 2013 .
  10. ^ Jiang Yabin, Temperature matches all-time record high , su globaltimes.cn , Global Times, 6 agosto 2013. URL consultato il 6 agosto 2013 .
  11. ^ ( ZH ) 长三角争先高温纪录 网友呼唤萧敬腾你在哪_新浪上海, su sh.sina.com.cn , Sina Shanghai, 27 luglio 2013. URL consultato il 27 luglio 2013 .
  12. ^ Extreme Temperatures Around the World , su mherrera.org . URL consultato il 1º dicembre 2010 .
  13. ^ Danielson, Eric N., Shanghai and the Yangzi Delta, 2004, p.9.
  14. ^ Danielson, Eric N., Shanghai and the Yangzi Delta, 2004, p.9, pp.11–12, p.34.
  15. ^ a b Danielson, Eric N., Shanghai and the Yangzi Delta, 2004, p.10.
  16. ^ Danielson, Eric N., Shanghai and the Yangtze Delta, 2004, pp.10–11.
  17. ^ Williams, S. Wells. The Middle Kingdom: A Survey of the Geography, Government, Literature, Social Life, Arts, and History of the Chinese Empire and its Inhabitants , Vol. 1, p. 107. Scribner (New York), 1904.
  18. ^ GEMiller Shanghai: Paradise for adventurers
  19. ^ ( EN ) Tales of Old Shanghai , su talesofoldchina.com . URL consultato il 5 agosto 2013 (archiviato dall' url originale il 20 maggio 2010) .
  20. ^ " Shanghai Sanctuary ". TIME. 31 July 2008.
  21. ^ Gordon Cumming, CF (Constance Frederica), "The inventor of the numeral-type for China by the use of which illiterate Chinese both blind and sighted can very quickly be taught to read and write fluently", London : Downey, 1899, archive.org
  22. ^ Danielson, Eric N., Shanghai and the Yangzi Delta, 2004, p.34.
  23. ^ « 149 comfort women houses discovered in Shanghai » Archiviato il 1º dicembre 2008 in Internet Archive ., Xinhua , 16 June 2005.
  24. ^ Changhai est tombé sans combat » Archiviato il 28 settembre 2011 in Internet Archive ., Le Monde , 27 maggio 1949.
  25. ^ Shanghai: transformation and modernization under China's open policy. By Yue-man Yeung, Sung Yun-wing, page 66 » , Chinese University Press, 1996
  26. ^ Emporis GmbH, One Lujiazui, Shanghai , su emporis.com . URL consultato il 22 luglio 2009 .
  27. ^ Knight Frank China Knight Frank China Research, Shanghai Office Quarterly Report, Q1 2010.
  28. ^ Communiqué of the National Bureau of Statistics of People's Republic of China on Major Figures of the 2010 Population Census , su stats.gov.cn , National Bureau of Statistics of China (archiviato dall' url originale il 27 luglio 2013) .
  29. ^ a b Shanghai 2010 Census Data , su jfdaily.eastday.com , Eastday.com. URL consultato il 17 agosto 2013 (archiviato dall' url originale il 20 agosto 2011) .
  30. ^ 上海人口分布呈现城市化发展和郊区化安居态势, su stats-sh.gov.cn , Shanghai Statistics Bureau of Statistics, 23 settembre 2011 (archiviato dall' url originale il 26 settembre 2011) .
  31. ^ 外省市来沪常住人口发展现状及特征, su stats-sh.gov.cn , Shanghai Statistics Bureau of Statistics, 23 settembre 2011 (archiviato dall' url originale il 1º novembre 2013) .
  32. ^ Shanghai , su unescap.org , United Nations Economic and Social Commission for Asia and the Pacific (archiviato dall' url originale il 22 febbraio 2014) .
  33. ^ China's Achilles heel , in The Economist , 21 aprile 2012.
  34. ^ RESIDENT FOREIGNERS IN SHANGHAI IN MAIN YEARS , su Bureau of Exit-Entry Administration Shanghai Municipal Public Security Bureau . URL consultato il 22 aprile 2013 (archiviato dall' url originale il 22 febbraio 2014) .
  35. ^ Resident Foreigners In Shanghai In Main Years , su stats-sh.gov.cn . URL consultato l'11 dicembre 2011 (archiviato dall' url originale l'11 gennaio 2012) .
  36. ^ 在华居住韩国人达百万 北京人数最多达二十万, Xinhua News Agency, 2009. URL consultato il 1º dicembre 2009 .
  37. ^ James Farrer , New Shanghailanders or New Shanghainese? narratives of emplacement of western expatriate settlers in Shanghai , in The Journal of Ethnic and Migration Studies , vol. 36, n. 6, 2010, pp. 1–18.
  38. ^ 70万台湾人移居上海, su taiwan.dwnews.com , 2010. URL consultato il 12 febbraio 2011 (archiviato dall' url originale il 2 gennaio 2011) .
  39. ^ City setting records as life expectancy tops 82 , su shanghaidaily.com , Shanghai Daily.
  40. ^ Shanghai's population reaches 22m , su shanghaidaily.com . URL consultato il 17 maggio 2011 (archiviato dall' url originale il 1º maggio 2011) .
  41. ^ According to Johnstone, Patrick; Schirrmacher, Thomas (2003). Gebet für die Welt. Hänssler. ISBN 978-0-8133-4275-7 .
  42. ^ Shanghai-jews.com . URL consultato il 17 maggio 2011 .
  43. ^ Shanghai Jewish Refugees Museum Ohel Moishe Synagogue Archiviato il 24 marzo 2011 in Internet Archive .
  44. ^ 当代中国宗教状况报告——基于CFPS(2012)调查数据Archiviato il 9 agosto 2014 in Internet Archive .. p. 013.
  45. ^ Sahr Johnny, "Cybercity – Sahr Johnny's Shanghai Dream" That's Shanghai , ottobre 2005; citato in rete [1] [2]
  46. ^ ( EN ) 10 Years Young , su sensesofcinema.com . URL consultato l'8 luglio 2017 (archiviato dall' url originale il 30 maggio 2008) .
  47. ^ Chinese Art Galliries reference
  48. ^ Reference about Shanghai Literature for Jingpai vs HaiPai Archiviato il 31 ottobre 2013 in Internet Archive .
  49. ^ Shanghai sixth national census in 2010 Communiqué on Major Data, Chinese: 上海市2010年第六次全国人口普查主要数据公报, su sh.gov.cn , Shanghai Municipal Statistics Bureau, 3 maggio 2011. URL consultato il 16 agosto 2011 (archiviato dall' url originale il 26 novembre 2011) .
  50. ^ General Aspects of Shanghai Education , su seaie.org . URL consultato il 17 maggio 2011 (archiviato dall' url originale il 17 marzo 2011) .
  51. ^ Sam Dillon, In PISA Test, Top Scores From Shanghai Stun Experts , in New York Times , 7 dicembre 2010. URL consultato il 17 maggio 2011 .
  52. ^ How China is winning the school race , in BBC , 11 ottobre 2011.
  53. ^ The Walt Disney Company Reaches Another Major Milestone on Shanghai Theme Park Project , su corporate.disney.go.com , Walt Disney Company , 3 novembre 2009.
  54. ^ Disneyland Shanghai to open 2016 , in The Independent , 8 aprile 2011. URL consultato il 16 dicembre 2011 .
  55. ^ David Barboza e Brooks Barnes, Disney to Open Park in Shanghai , in The New York Times , 7 aprile 2011.
  56. ^ Suzhou Creek clean-up on track , su english.people.com.cn , People's Daily Online, 7 dicembre 2006. URL consultato l'11 maggio 2008 .
  57. ^ Environmental Protection in China's Wealthiest City , su usembassy-china.org.cn , The American Embassy in China, luglio 2001. URL consultato l'11 maggio 2008 (archiviato dall' url originale il 30 ottobre 2007) .
  58. ^ Number of pigs plucked from Shanghai river reaches 12,000 , su news.ca.msn.com . URL consultato il 24 agosto 2013 (archiviato dall' url originale il 20 marzo 2013) .
  59. ^ Edward Wong, Thousands of Dead Pigs Found in River Flowing Into Shanghai , in New York Times , 11 marzo 2013.
  60. ^ China pulls nearly 6,000 dead pigs from Shanghai river
  61. ^ Hundreds of dead pigs fished from Shanghai river - CNN.com
  62. ^ Shanghai Statistical Yearbook 2010 . Retrieved 18 July 2011.
  63. ^ Taipei still in 19th place as financial center: survey , in The Taipei Times , 11 maggio 2011. URL consultato il 17 maggio 2011 .
  64. ^ Scott Tong, Shanghai: Global financial center? Aspirations and reality, and implications for Hong Kong ( PDF ), su hkjournal.org , Hong Kong Journal, ottobre 2009. URL consultato il 17 ottobre 2011 (archiviato dall' url originale il 23 maggio 2016) .
  65. ^ a b Shanghai Municipality , su hktdc.com . URL consultato il 17 maggio 2011 .
  66. ^ The rise of Lujiazui Financial City in Shanghai , su english.cntv.cn , CCTV News – CNTV English, 19 gennaio 2011. URL consultato il 17 maggio 2011 (archiviato dall' url originale il 18 gennaio 2012) .
  67. ^ Growth rate of major national economic indicators over preceding year (1978~2010) , su stats-sh.gov.cn . URL consultato l'11 dicembre 2011 (archiviato dall' url originale l'11 gennaio 2012) .
  68. ^ ( ZH ) 上海人均GDP超北京全国最高, in Dongfang Daily , 20 gennaio 2012 (archiviato dall' url originale il 23 gennaio 2012) .
  69. ^ Average income hits 21,871 yuan , su shanghaidaily.com , Shanghai Daily.
  70. ^ Shanghai overtakes S'pore as world's busiest port , in Straits Times , 8 gennaio 2011. URL consultato il 14 settembre 2011 .
  71. ^ Shanghai aims at int'l financial and shipping center , in China Daily , 26 marzo 2009. URL consultato il 17 maggio 2011 .
  72. ^ Shipping industry woes , su China Daily , 30 novembre 2009. URL consultato il 17 maggio 2011 .
  73. ^ 上海汽车工业(集团)总公司|上汽集团, su saicgroup.com , Saicgroup, 18 agosto 2009. URL consultato il 17 maggio 2011 (archiviato dall' url originale il 29 maggio 2011) .
  74. ^ Shanghai's many challenges , su ttgmice.com , TTGmice. URL consultato il 15 aprile 2013 (archiviato dall' url originale il 5 giugno 2013) .
  75. ^ L'unificazione della Cina passa (anche) dalle città costiere in «Il Caffè Geopolitico», 4 novembre 2013.
  76. ^ David Barboza, Expo Offers Shanghai a New Turn in the Spotlight , in The New York Times , 29 aprile 2010. URL consultato il 29 aprile 2010 .
  77. ^ 10月22日上海地铁再创全路网客流新高达754.8万人次Shanghai Metro official website. Retrieved 23 October 2010.
  78. ^ Personal Cars and China (2003) [ collegamento interrotto ] .
  79. ^ Elvira Pollina, I bus che si ricaricano alla fermata , su corriere.it , Corriere della Sera, 20 ottobre 2009. URL consultato il 4 febbraio 2011 .
  80. ^ Shanghai's taxi fares up 2 yuan from today , su shanghaidaily.com . URL consultato l'11 dicembre 2011 (archiviato dall' url originale il 7 gennaio 2012) .
  81. ^ Shanghai number plates worth more than a car , su europe.chinadaily.com.cn . URL consultato il 17 maggio 2011 (archiviato dall' url originale il 4 marzo 2016) .
  82. ^ www.ansa.it
  83. ^ Transportation , su shanghaifocus.com , Shanghai Focus. URL consultato il 5 maggio 2010 (archiviato dall' url originale il 30 dicembre 2010) .
  84. ^ Shanghai Pudong , su english.pudong.gov.cn . URL consultato il 17 maggio 2011 .
  85. ^ ( EN ) Shanghai Foreign Affairs , su shfao.gov.cn , Foreign Affairs Office of Shanghai Municipality. URL consultato il 4 febbraio 2011 (archiviato dall' url originale il 18 maggio 2011) .
  86. ^ ( EN ) Yao City , su shfao.gov.cn , Foreign Affairs Office of Shanghai Municipality. URL consultato il 5 febbraio 2011 (archiviato dall' url originale il 7 dicembre 2010) .
  87. ^ ( EN ) Yuzumisano , su shfao.gov.cn , Foreign Affairs Office of Shanghai Municipality. URL consultato il 5 febbraio 2011 (archiviato dall' url originale il 7 dicembre 2010) .
  88. ^ ( EN ) Neyagawa City , su shfao.gov.cn , Foreign Affairs Office of Shanghai Municipality. URL consultato il 5 febbraio 2011 (archiviato dall' url originale il 6 dicembre 2010) .
  89. ^ ( EN ) Jeollanam-do , su shfao.gov.cn , Foreign Affairs Office of Shanghai Municipality. URL consultato il 5 febbraio 2011 (archiviato dall' url originale il 6 dicembre 2010) .
  90. ^ ( EN ) Central Denmark Region , su shfao.gov.cn , Foreign Affairs Office of Shanghai Municipality. URL consultato il 5 febbraio 2011 (archiviato dall' url originale il 6 dicembre 2010) .
  91. ^ ( EN ) Jeollabuk-do , su shfao.gov.cn , Foreign Affairs Office of Shanghai Municipality. URL consultato il 5 febbraio 2011 (archiviato dall' url originale il 6 dicembre 2010) .
  92. ^ ( EN ) Rhone-Alpes Region , su shfao.gov.cn , Foreign Affairs Office of Shanghai Municipality. URL consultato il 5 febbraio 2011 (archiviato dall' url originale il 6 dicembre 2010) .
  93. ^ European Tour, CGA unveil BMW Masters , su China Daily , 25 aprile 2012. URL consultato il 26 aprile 2012 .

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF ( EN ) 159059201 · ISNI ( EN ) 0000 0001 2353 7626 · LCCN ( EN ) n79063254 · GND ( DE ) 4052066-3 · BNF ( FR ) cb12395234w (data) · BNE ( ES ) XX458435 (data) · NLA ( EN ) 36596996 · NDL ( EN , JA ) 00637341 · WorldCat Identities ( EN ) lccn-n79063254
Cina Portale Cina : accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Cina