Basketball

Soti nan Wikipedia, ansiklopedi gratis.
Ale nan navigasyon Ale nan rechèch
Basketball
LeBron James Layup (Cleveland vs Brooklyn 2018) .jpg
Pad biwo pa LeBron James
Federasyon FIBA
Envante 15 desanm 1891 nan Springfield pa James Naismith
Manm yon ekip 5
Kalite Masculin ak Rezèv tanpon fanm
Andedan kay la / deyò Andedan kay la / deyò
Jaden jwe Rektangilè 15 × 28 mèt
Olympic depi 1936
Mondyal chanpyon gason
Espay Espay ( 2019 )
fi
Etazini Etazini ( 2018 )

Baskètbòl, ke yo rele tou baskètbòl ( AFI : [baskèt] [1] ; nan abrevyasyon nan baskètbòl angle ) se yon espò ekip nan ki de ekip nan senk jwè yo chak fè fas a yo make ak yon boul nan opozan an panyen , dapre anpil règ pre-etabli ak yon nòt ki varye de pozisyon an tire.

Li te fèt nan Springfield (yon vil nan Etazini yo nan Amerik ) nan 1891 , gras a lide a nan James Naismith [2] , doktè Kanadyen ak pwofesè edikasyon fizik . Depi nan fen 19yèm syèk la , baskètbòl gaye nan tout mond lan, gras ak aktivite pwopagann Federasyon Entènasyonal Basketball la , ki te fonde an 1932 [3] . Li se yon espò Olympic depi 11yèm Olympiad la , ki te fèt nan Bèlen an 1936.

Istwa

Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay: Istwa baskètbòl .

Baskètbòl te kreye pa yon sèl moun: Doktè James Naismith , yon pwofesè edikasyon fizik Kanadyen . Nan 1891 Naismith te travay nan YMCA Entènasyonal Fòmasyon Lekòl la nan Springfield , Massachusetts . Li te mande yo jwenn yon espò ki ta ka fòme jwè foutbòl pandan sezon ivè a kòm yon altènativ a egzèsis jimnastik .

Basketball te wè limyè a sou Desanm 15, 1891 , gouvène pa trèz règ, ak yon panyen pandye nan bout yo nan jimnazyòm lan nan sant la espò ak ekip te fè leve nan yon kantite varyab nan jwè yo. Sou 15 janvye premye jwèt la nan istwa baskètbòl la te jwe, ant de ekip nèf jwè yo: li te fini 1 a 0 gras a panyen William Richmond Chase a . Non an nan jwèt la te envante pa youn nan elèv James Naismith a, Frank Mahan , apre envanteur a refize rele li Naismithball . Sou 15 janvye, 1892, Naismith pibliye règleman yo nan jwèt la: li se dat nesans ofisyèl la nan baskètbòl. Panyen an te aplike nan nivo tribin lan , tankou yon panyen yo te itilize yon panyen Wicker ak lè boul la te antre nan yon nechèl te itilize trape li.

Espò a te vin popilè nan Etazini yo nan yon tan trè kout, touswit apre yo fin kòmanse gaye nan tout mond lan, atravè rezo a nan otèl YMCA. Pa 1895, jwèt la te deja byen etabli nan lekòl segondè plizyè tifi. Nan ane ki mennen jiska Premye Gè Mondyal la, Amatè Inyon atletik la ak Asosyasyon Atletik Interkolèj Etazini (précurseur NCAA ) te fè konpetisyon pou ranfòse pwòp règleman yo. Nan ane sa yo menm YMCA nan tèt li, byenke depi nan konmansman an li te pwomotè prensipal la nan jwèt la, yo te kòmanse dekouraje baskètbòl jan li te vin twò ajite ak byen lwen soti nan entansyon premye li yo. Erezman, lòt klib espò amatè, kolèj ak klib pwofesyonèl ranpli ki vid lè yo kontinye gaye ak ankouraje jwèt la. Premye lig pwofesyonèl la, Lig panyen boul nasyonal la , te fòme an 1898 pou pwoteje jwè yo kont eksplwatasyon epi pou ankouraje mwens agresif ak grosye jwe (lig sa a sèlman te dire 5 an). Sou 9 fevriye 1895, premye 5-sou-5 jwèt la entèrkolèj te jwe ant Hamline University ak lekòl la nan Agrikilti, ki te afilye ak University of Minnesota. Lekòl la nan Agrikilti te genyen jwèt la ak yon nòt nan 9-3. [4]

Baskètbòl te ajoute nan pwogram Olympic nan 1936 Bèlen olenpik yo (byenke te deja gen yon tounwa baskètbòl pandan 1904 St Louis olenpik yo , pa ofisyèlman rekonèt pa IOC a ). Nan okazyon sa a, Naismith remèt meday a bay Etazini , ki te defèt Kanada nan final la.

An 1946 Asosyasyon Nasyonal Basketball ( NBA ) te fèt Ozetazini , avèk objèktif pou òganize ekip pwofesyonèl epi fè espò a vin pi popilè. Nan rès mond lan, gaye a ogmante ak nesans Federasyon Entènasyonal Basketball nan 1932 . An Ewòp , baskètbòl te gen yon sonorite patikilye ak pi wo a tout Inyon Sovyetik te eta a ki jere fè konpetisyon entènasyonalman ak pouvwa a nan Etazini yo. [3]

Estrikti yo

Jaden an

Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay: tribinal baskètbòl .

Nan konpetisyon ofisyèl, jwèt baskètbòl yo anjeneral te jwe andedan kay la nan gwo fasilite miltidisiplinè yo rele espò koulwa , plafon an ki dwe nan yon wotè omwen 7 m soti nan jaden an ap jwe. Nan tan lontan an, li te pèmèt yo jwe sou tribinal deyò, men li se kounye a prèske tout kote entèdi pou alimèt ofisyèl yo.

Jaden an ap jwe yon rektang 15 mèt nan lajè ak 28 mèt nan longè (ak eksepsyon pou ki deja egziste pi piti jaden ak sèlman pou konpetisyon lokal yo ak règleman an FIBA ​​bay pou yon minimòm de 15 mèt nan lajè ak 28 mèt nan longè) ak etaj la nan bwa ( obligatwa pou konpetisyon ki pi enpòtan yo), kawotchou oswa sentetik entoure pa liy. Liy yo dwe 5 santimèt lajè ak vizib klèman, de preferans blan . Liy perimèt la delimite jaden an san li pa fè pati li. Dwe gen yon zòn alantou 2 mèt lajè san obstak (ki gen ladan ban ranplasan yo nan de ekip yo).

Anndan jaden an, gen lòt liy, trase ak koulè a ​​menm ak toujou 5 cm nan lajè:

  • yon sèl santral la divize partez la an de mwatye egal epi li dwe pwolonje pou omwen 15 cm deyò liy perimèt la.
  • sèk santral la dwe gen yon dyamèt 3.6 mèt.
  • liy lan jete gratis dwe 3.6 mèt nan longè ak 5.8 mèt lwen liy lan perimèt anba panyen an la a ak santre ki gen rapò ak lajè a nan tribinal la (pwen milye li se sou liy lan imajinè dwat rantre nan pwen milye yo nan pati anba a).
  • demi-sèk yo nan lunèt yo jete gratis dwe gen yon reyon 1.8 mèt epi yo trase kòmanse nan pwen milye liy lan jete gratis;
  • zòn nan rektangilè , ki sitiye tou pre panyen an yo rele twa-dezyèm zòn nan , gen yon baz 4.9 mèt pandan y ap longè a konyenside avèk liy lan gratis-jete (liy yo delimite zòn sa a fè pati nan zòn nan twa-dezyèm, eksepte pou liy anba a ki jan mansyone pi wo a se pa yon pati nan jaden an). Sepandan, dimansyon yo varye selon peyi a: nan Ewòp, pou egzanp, soti nan 1954 a 2010 FIBA ​​a deziyen yon zòn trapezoidal, pita ranplase pa yon zòn ki sanble ak yon sèl la prezan nan Amerik nan NBA la.
  • liy echankrur yo (ki rele tou "pòs segondè" ak "pòs ki ba") ki delimite espas yo pou detant la yo trase sou kwen ekstèn nan zòn nan twa-dezyèm, idantifye plas la kote senk rebondè yo ka pozisyon tèt yo pandan yon jete gratis.
  • nan zòn nan twa-dezyèm gen yon demi-sèk (souvan yo rele "souri") ak yon reyon nan 1.25 mèt, ki soti nan pwojeksyon a sou tè a nan sant la nan panyen an ki delimite zòn nan pa gen okenn-kraze-a.
  • liy lan voye jete twa pwen , ki delimite zòn nan voye pwen twa, ki te fòme pa yon demi- sikonferans 6.75 mèt lwen panyen an la a ak de liy paralèl pwolonje pèpandikilyèman soti nan debaz la, ak kwen an deyò yon 0.90 m soti nan kwen anndan an nan liy ki bò yo. Liy nan twa pwen, osi byen ke zòn nan twa-dezyèm, te sibi chanjman sou tan. Ansanm ak zòn nan trapezoid te gen tou yon liy twa pwen nan 6.21 mèt. Nan sezon 1997-1998 NBA a te deplase tounen liy lan twa pwen soti nan 7.25 mèt 6.75 mèt (kòm se kounye a ranje nan Ewòp ak FIBA ​​agrégées peyi yo) al kontre ap grandi pousantaj la twa-pwen nan anpil ekip ak fasilite la spektak nan alimèt.

Ekipman an

Panno a ak panyen an
Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay: Canestro .

Sa yo rele inite sipò yo oblije pou jwèt la: de panno , de panyen ak sipò ki gen rapò ak sistèm pwoteksyon yo [5] .

Scoreboards yo mete andedan jaden an ap jwe, nan yon distans 1.20 m soti nan liy lan fen. Yo dwe gen dimansyon sa yo: wotè 105 cm, lajè 180 cm ak epesè 5 cm. Yo ka nan materyèl transparan (apeze sekirite oswa materyèl plastik ) oswa lòt materyèl. Nan ka a lèt yo dwe pentire blan .

Anjeneral tablo yo mete sou sipò ki rete prèske totalman deyò liy ki nan jaden an. Pafwa yo ka branche sou miray la nan pi piti plant pa vle di nan echafodaj . Dèyè panno yo ak estrikti ki sipòte yo pa fè pati tribinal la epi, Se poutèt sa, si boul la manyen yo, li deklare [6] .

Panyen yo Lè sa a, pandye nan panno yo (ak lage presyon), ki fè yo konpoze de yon bag fè ak yon dyamèt 45 cm ak yon nèt nan kòd blan. Li, elaji lè boul la pase, pèmèt abit la verifye ak sètitid si panyen an te fè oswa ou pa (yon aparèy pou fè pou evite erè parallax). Bag panyen an mete 3.05m anlè tribinal la [7] .

Boul la

Ofisyèl voye boul FIBA
Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay: boul baskètbòl .

Baskètbòl la , surnome " boul nan kwen ", yo dwe gen fòm esferik , nan kwi oswa po ki graj, oswa materyèl sentetik, yo nan lòd yo fasilite pran nan menm jwè ak men sueur epi yo dwe tou gen dite nan dwa. Li se anjeneral zoranj - mawon , ak liy nwa, men nan varyant yo pou lakou rekreyasyon li souvan kolore. Boul andedan kay la epi deyò tou diferan nan materyèl yo yo kouvri ak.

Soti nan sezon an 2004 - 2005 , FIBA te adopte yon boul ki fèt nan designer Italyen Giugiaro a , ak bann limyè akote zoranj la klasik, yo nan lòd yo amelyore vizibilite li yo pou jwè yo ak piblik la.

Selon règleman an, boul la ka gen yon sikonferans ki varye ant 72.4 cm (konpetisyon fanm) ak 78 cm (konpetisyon gason), ak yon dyamèt ki koresponn sou 23 ak 25 cm respektivman, ak yon pwa ant 510 ak 753 gram yo .

Lòt ekipman yo

Nan bi pou yo jwèt la, lòt ekipman segondè yo mande yo. Ou bezwen yon ras esè tan , ki nan jaden apwouve ki konekte nan yon skorbord elektwonik tou make rezilta a. Nan alimèt yo nan ki figi a nan ofisyèl la tab prevwa, yon vennkat dezyèm aparèy ki nesesè tou, ak pòs la bay lòd sou tab la ak pozisyon yo vizib soti nan jaden an tou de pa jwè yo, men tou si espektatè yo vle endike koule nan move tan an. Kronomètr la ak revèy piki a dwe gen de diferan bip byen fò.

Yon kronomètr adisyonèl obligatwa tou pou sispansyon yo (anjeneral yon zonyon ), fèy nòt la , pedal yo pou endike kantite fot ak pou bonis la , flèch posesyon altène a . Finalman, jaden an dwe ekipe ak yon sistèm ekleraj adekwa.

Kouman jwèt la dewoulman

Se match la jwe pa de ekip nan senk jwè yo chak. Chak ekip tou gen yon kantite rezèv ki ka varye ant 5 a 7 (ki depann de lig yo) ki ka ranplase jwè yo kòmanse san limit ak nan vire dwe ranplase. Yon jwè ki te ranplase ka nan nenpòt ka retounen nan jaden an nan sibstitisyon nan yon koekipyèr. Se sèlman nan ka kote yon jwè asiyen 5 fot (6 nan NBA ) oswa yo voye li ka li pa jwe jwèt la ankò epi li dwe ranplase. Se konsa, menm si li rive trè raman, li posib ke youn oswa toude ekip sou teren an gen mwens pase senk jwè e ke kantite yo pa kowenside. Nan evènman an ke yon ekip, akòz move oswa aksidan nan jwè yo, gen yon sèl ki disponib, li pa ta gen ki moun yo pase boul la lè w ap pran yon jete-an, ak jwèt la fini ak viktwa a nan ekip la opoze.

Match la

Objektif la nan chak nan de ekip yo se nòt pwen pa pase boul la andedan bag panyen advèsè a (faz ofansif) ak anpeche jwè yo nan lòt ekip la fè menm bagay la tou (faz defans).

Chak jwèt dire 40 minit divize an 4 peryòd de 10 minit nan jwe aktyèl chak (12 minit nan NBA a pou yon total de 48 minit), ki te deja 2 peryòd de 20 minit. Ant peryòd la 2yèm ak 3yèm gen yon entèval sòti nan 10 a 20 minit. Lè jwèt la rekòmanse, ekip yo oblije chanje kote, pandan ke nan lòt ka yo entèval la se sèlman 2 minit (san yo pa chanje kote).

Chak ekip gen 24 segonn ranpli yon atak, si li echwe, posesyon pase nan ekip opoze a. 24 segonn yo Reyajiste chak fwa boul la chanje posesyon; si, nan lòt men an, ekip la atake se ankò kenbe boul la apre li te manyen bag la fè, revèy la se Reyajiste a 14 segonn. Nan evènman an nan yon vyolasyon move oswa pye, si 13 segonn oswa mwens rete, revèy la se Reyajiste a 14 segonn. Si, nan lòt men an, tan an ap jwe pi gran pase 14 segonn, konte a ap kontinye. Règleman sa a te envante pa Italyen-Ameriken Danny Biasone la .

Ekip la genyen nan match la se youn nan ki te bay nòt ki pi pwen nan fen 4yèm peryòd la nan jwe. Nan evènman an nan yon menm kantite vòt, match la pwolonje pa yon lòt 5 minit ( tan siplemantè ) ak nan evènman an nan yon menm kantite vòt plis, lòt fwa yo pral kontinye jiskaske youn nan de ekip yo se kapab jaden 2 jwè paske lòt moun yo te komèt 5 fot oswa yo te ekspilse oswa yo blese [8] .

Pwen bay nan ka viktwa ak defèt

Nan prèske tout konpetisyon baskètbòl 2 pwen yo bay gayan an ak 0 pwen defisi a, men nan konpetisyon nasyonal 2 pwen yo asiyen nan gayan an ak 1 nan defisi an. Plasman nan 1 pwen nan ekip la pèdi nan ekip nasyonal yo lye nan lefèt ke, si yon ekip pa parèt sou jaden an konpetisyon, nan adisyon a pèdi jwèt la sou tab la, li ta otomatikman jwenn yon penalite nan yon pwen nan klasman yo.

Nan baskètbòl, yon tiraj enposib; an evènman an nan yon menm kantite vòt nan fen tan regilye, tan siplemantè se te fè endefiniman, sof si menm kantite vòt la rive nan fen tan regilye nan yon konpetisyon pentch ak alimèt lakay yo epi ale.

Piki soti nan twa pa Sara Giauro, Phard Napoli

Pwen valè

Pwen yo konte pa asiyen yon nòt nan chak panyen dapre plas la kote lans a te ak ki kalite piki pran:

  • 1 pwen: li bay pou chak objektif ki fèt lè yo pran yon jete gratis
  • 2 pwen: yo jwenn pou chak objektif fèt pa tire andedan zòn nan bòne pa liy lan 3-pwen.
  • 3 pwen: yo bay pou chak objektif ki fèt pa tire deyò zòn nan 3-pwen (tou de pye tirè a pa dwe manyen liy lan, distans ki genyen ant panyen an ak ark la 3-pwen se 6,75 mèt).

Si yon jwè fouled pandan yon piki epi li toujou nòt li, de oswa twa pwen yo valab epi yo ajoute yon lòt jete gratis (nan ka a lèt jwè a ka nòt 4 pwen nan yon sèl aksyon). Si jwè a echwe nan nòt, se yon kantite lanse gratis ki egal a valè a nan panyen an siyen bay. Nan evènman an nan yon move antisportiv (ki te deja rele yon "entansyonèl move") viktim nan toujou gen de lanse gratis, nan evènman an nan yon move teknik pral gen yon sèl lanse gratis; nan evènman an ke ekip la lanse lanse gratis apre move fòtman an, li gen tou posesyon kap vini an ak yon jete nan demi-jaden; apre yon move teknik, posesyon rete ak ekip la ki te gen li anvan yon siflèt la nan move a. Nan lòt ka yo, nan dènye jete gratis la, jwè yo fè aranjman pou tèt yo nan pozisyon espesifik pou yo eseye refè boul la sou nenpòt ki detant, nan ka piki a echwe.

Vyolasyon

Lè pandan aksyon jwèt jwè a kraze règleman yo, abit yo dwe rele yon move oswa vyolasyon.

Vyolasyon yo

Vyolasyon yo se kontravansyon nan règleman yo ki prevwa kòm yon sanksyon konklizyon an nan aksyon an nan pwogrè ak akòde a nan yon jete-an soti nan pwen an sou bò liy lan ki pi pre pwen an nan kontravansyon, an favè ekip la opoze.

Vyolasyon yo espere yo se:

  • Jwè a ki manyen yon liy fwontyè pandan y ap jwe boul la ale soti-of-limit (liy ki delimite tribinal la ap jwe yo konsidere yo dwe deyò li). (Règleman teknik, atizay 23)
  • Double dribble oswa doub se lè yon jwè, apre yo fin ranpli yon dribble, kaptur boul la ak youn oubyen de men ak Lè sa a, kòmanse dribbling ankò.
  • Akonpaye boul : lè yon jwè nan dribbling pote men l 'anba boul la nan yon fason ke boul la ka nòmalman sispann nan men setter la. Pa gen okenn vyolasyon nan evènman an ki boul la aksidantèlman tonbe nan men yo nan meteur a, nan ka sa a li ka rezime dribble la.
  • Etap : lè yon jwè deplase pye pivot li (pye a ke yon jwè pa deplase an premye apre li fin resevwa boul la oswa apre yo fin kanpe dribble a) anvan dribbling oswa apre li te sispann dribbling oswa lè yon jwè sote nan posesyon boul la, men tè ​​anvan li kite men li. Règ la bay pou yon twazyèm ka: lè yon jwè ki gen boul la nan men tonbe atè a, li pran etap si li glise, woule oswa eseye leve lè li deplase "pivot la" te fè leve nan yon pati nan kò l 'yo. Depi sezon 2008 la, aksyon yo konsidere kòm legal si jwè a tonbe ak glise pandan y ap kenbe boul la oswa pwogrè kontwòl nan boul la pandan y ap kouche oswa chita. Si, apre li fin kenbe boul la, jwè a woule oswa eseye kanpe san yo pa dribbling, li komèt yon vyolasyon. (Règleman teknik, atizay 25)
  • 3 segonn ofansif : lè yon jwè rete nan 3-dezyèm zòn ekip opoze a pou pi lontan pase espere pandan y ap ekip yo se nan posesyon boul la. Sa a "konte" kòmanse sèlman lè boul la pase nan lakou devan an. (Règleman teknik, atizay 26)
  • 3 segonn defansiv : lè yon jwè rete nan zòn nan 3 segonn nan ekip yo pou pi lontan pase tan an espere pandan y ap ekip opoze a se nan posesyon boul la. Sa a "konte" kòmanse sèlman lè boul la pase nan lakou a. Règleman sa a aplike sèlman nan chanpyona Ameriken NBA a.
  • 5 segonn o Jwè byen veye : lè yon jwè pa pran yon liy nan 5 segonn, oswa pandan faz jwèt, lè apre bloke dribble a li kenbe boul la nan men l 'pou 5 segonn, yo te byen veye (<1, 00 m) . (Règleman teknik, art.27)
  • 8 segonn : lè ekip la atake pa travèse liy lan mwatye-fason ak boul la nan tan an, kòmanse nan jete-an. (Règleman teknik, atizay 28)
  • 24 segonn : lè ekip la atake pa pran yon piki pou panyen advèsè a (antre oswa manyen bag la) nan tan an. Yon fwa yo manyen fè a, revèy la retabli a 24 segonn epi li kòmanse desann ankò lè ekip opoze a pran kontwòl boul la; si ekip la atake pran kontwòl boul la, revèy la ap ogmante a 14 segonn. Revèy la 24-dezyèm se Reyajiste lè yon jwè soti nan ekip la opoze pwogrè kontwòl nan boul la oswa fè espre frape boul la ak pye l 'yo. Pou lig kote revèy la 24-dezyèm pa itilize, abit la oswa youn nan de abit yo kenbe konte a mantalman ak "Reyajiste" li chak fwa jwèt la sispann. (Règleman teknik, art.29)
  • Retounen nan boul la backcourt la oswa ofans : rive lè ekip la nan posesyon boul la, apre yo fin pase liy lan mwatye, retounen nan backcourt li yo menm jis pa manyen liy lan mwatye fason. Setter la konsidere kòm sou ofans lè boul la ak tou de pye yo te otorize nan mitan tribinal la, kidonk si setter la kwaze demi-tribinal la ak boul la sèlman oswa avèk yon sèl pye, li pa ta dwe konsidere kòm atake ak uit la. segonn ap kontinye kouri. (Règleman teknik, art.30). Sepandan, gen yon eksepsyon: nan evènman an ke yon jwè pwogrè kontwòl nan boul la nan vòl pa ke yo te vole soti nan pwòp mwatye ofansif l ', li tonbe nan pwòp mwatye defans li nan zak la nan entèsepte pas yon opozan (Se poutèt sa ekip li a pa t' nan posesyon boul la anvan jwè a nan kesyon kontwole li), aksyon an pa konsidere kòm yon vyolasyon nan retounen boul la nan lakou a; sa a malgre règleman an teknik etabli ke yon jwè pandan ke yo nan vòl konsidere kòm si li te nan pwen ki soti nan ki li te pran so a (entèpretasyon ofisyèl FIBA).
  • Entèferans nan panyen an : lè pandan yon piki pou yon objektif jaden yon jwè manyen boul la pandan ke li se konplètman pi wo a wotè nan bag la (3.05 m) epi li se nan yon vòl anba oswa te manyen panno a. Si yon jwè nan ekip la ofansif se youn nan komèt vyolasyon an, se aksyon an koupe ak yon jete-yo bay opozan yo, si yon defandè te komèt li, nòt la li ta fè si boul la te antre nan panyen an. yo asiyen nan jete a .. jwe rezime tankou si panyen an te aktyèlman fèt. Li pa posib tou pou ou manyen nèt panyen an oswa pano a poukont li lè yon piki pou panyen an ap pwogrese; isit la tou, si ofans lan fèt pa yon defandè, panyen an konsidere kòm valab. (Règleman teknik, art.31)

Fay

Yon move se yon enfraksyon nan règleman yo ki enplike kontak pèsonèl ak yon opozan ak / oswa konduit antisportif. Fay yo enplike swa yon jete-an oswa lanse gratis (si jwè a ofiske te tire; toujou soti nan move ekip la 5yèm ivè pou chak trimès nan jwe) pou ekip la opoze.

Se move a rele lè gen kontak iregilye ak opozan an. Ki pi komen yo se:

  • Faute sou piki : defandè a anpeche piki advèsè a nan yon fason iregilye. Ou pa kapab, an reyalite, manyen advèsè a pandan w ap tire epi ou pa ka bese bra ou sou li (yo dwe rete pèpandikilè ak tè a).
  • Depase : sa a se yon move ofansif, komèt pa yon jwè ki frape yon defandè ki te rete estasyonè (pye estasyonè oswa nan nenpòt ka rete nan "silenn" li nan aksyon) pandan aksyon atake l 'yo.

Nenpòt lòt kalite kontak, kenbe oswa defans iregilye enplike nan yon siflèt nan yon move kont defandè a.

Genyen tou kat foul patikilye:

  • Unsportsmanlike foul: Jwè a komèt yon move danjere fè espre san entansyon an nan jwe boul la. Sispann yon opozan jete nan panyen an nan dènye moun lan tou tonbe nan kategori sa a nan move. Penalite a konsiste de de lanse gratis ak posesyon boul la pou ekip opoze a. Aprè de move fot sportif yon jwè otomatikman diskalifye.
  • Fay teknik : abit la soufle yon fay teknik sou yon jwè nan ka ta gen gwo manifestasyon oswa manifestasyon antisportif kont opozan oswa abit. Ka antrenè a dwe sifle antrenè a oswa chaje sou ban an. Nan nenpòt ka, gen 2 lanse gratis ak posesyon boul la bay nenpòt moun ki te gen dwa a li anvan move a. Si antrenè a resevwa de fot teknik (oswa twa yo atribiye ban an) li dwe retire li nan jaden an epi li dwe kite anplasman an oswa rete tann nan kazye a pou fen match la.
  • Ekspilsyon move: li se move bagay ki pi move, yo dwe sifle si jwè a pran yon konpòtman patikilyèman danjere nan direksyon pou yon lòt moun, ensilte oswa lou menase abit la. Jwè diskalifye a dwe rete nan kazye a, oswa, selon diskresyon li, kite etablisman jwe a.
  • Ekspilsyon nan tapaj : li se yon diskalifikasyon ki pa bay okenn sanksyon nan ekip la ki komèt li, men ap toujou fòse jwè a kite jaden an ak Lè sa a, dwe pini pa komisyon an. Se sèl move bagay ki pa vle di responsablite objektif ekip la men ki pini responsablite objektif jwè a. Nan ka sa a, tout jwè k ap patisipe nan batay la pini sof si yo entèvni pou retire jwè ki enplike yo.

Sepandan, fot yo gwoupe nan 7 kategori (avèk inisyal):

  • " P ": fot pèsonèl jwè yo (sanksyone selon sitiyasyon bonis la epi si advèsè a te tire oswa ou pa)
  • " T ": teknik move pa yon jwè (toujou sanksyone ak 1 jete gratis plis posesyon bay nenpòt moun ki te gen dwa li anvan move teknik la)
  • " U ": fòt antisportiv pa yon jwè (sanksyone ak 2 lanse gratis oswa 1 si jwè a foulè bay nòt panyen an, plis posesyon siplemantè nan opozan yo)
  • " D ": diskalifye move oswa ekspilsyon yon jwè (sanksyone ak 2 lanse gratis oswa 1 si jwè a foulè bay nòt panyen an, plis posesyon siplemantè nan opozan yo, desizyon yo pral pran pa komisyon disiplinè a)
  • " F ": ekspilsyon pou tapaj nan yon jwè ki pa sou teren an (pa sanksyone sou teren an eksepte avèk retire elèv la nan jwè a, desizyon yo pral pran pa komisyon disiplinè a)
  • " C ": teknik move kont antrenè a (toujou sanksyone ak yon jete gratis plis posesyon bay nenpòt moun ki te gen dwa a li anvan move a, ak lekòl lage pi a nan antrenè a si yon delenkan repete)
  • " B ": teknik move sou ban an (toujou sanksyone ak yon jete gratis plis posesyon ki te gen dwa a li anvan move a, li pa asiyen nan nenpòt moun ki komèt pwotestasyon an sou ban an, men li chaje dirèkteman nan antrenè a).

Chak trimès, apre yon ekip te komèt 5 fot kimilatif (nenpòt kalite eksepte tapaj) rive nan bonis la: se sa ki, chak move ki vin apre (jiska nan fen trimès la) komèt nan faz defans la ap bay ekip opoze a de lanse gratis , menm si jwè opoze a pa t nan faz fiziyad la.

Tan siplemantè a konsidere kòm yon ekstansyon nan 4yèm trimès la, se sa ki, si yon ekip te rive jwenn bonis la pandan 4yèm trimès la, yo pral kòmanse tan siplemantè a deja ak bonis la.

Diferans ant règleman FIBA ​​ak NBA

Règ yo aplike entènasyonalman nan tout konpetisyon, ki gen ladan chanpyona mondyal yo ak olenpik yo, yo yon ti kras diferan de sa yo ki nan itilize nan NBA la .

Innanzitutto nella lega statunitense i quarti sono da 12 minuti anziché 10, ed un giocatore può commettere 6 falli prima di dover lasciare il campo anziché 5 (ma il rapporto col minutaggio è identico). Nella NBA , inoltre, la difesa a zona è stata concessa solo dal 2002 : in precedenza veniva fischiato un fallo tecnico per "difesa irregolare" se il difensore non marcava a uomo il suo avversario. Tuttavia per limitarne l'uso un difensore non può rimanere in area per più di tre secondi con l'avversario a più di un braccio di distanza, pena il fischio di un'infrazione.

Secondo il regolamento FIBA le squadre possono schierare 12 giocatori a referto per partita. Mentre nell'NBA ogni squadra può schierare tutti i giocatori attivi, da un minimo di 13 fino ad un massimo di 15.

Le diverse regole statunitensi hanno soprattutto lo scopo di rendere il gioco più spettacolare: i passi in partenza non vengono fischiati se il giocatore decide di partire in palleggio col piede perno. Nelle regole FIBA una volta che un giocatore, con la palla, ha deciso di muovere un piede e di conseguenza sceglie l'altro piede come piede perno, quest'ultimo non dev'essere mosso per evitare l'infrazione di passi. Inoltre per il terzo tempo nella NBA si tende a considerare "passo zero" quello effettuato appena la palla viene raccolta nel movimento dei tre passi.

Altre importanti differenze si trovano nelle dimensioni del campo di gioco (28 m × 15 m FIBA; 30 m × 17 m circa in NBA) e nella distanza della linea del tiro da tre punti. In Europa è situata a 6,75 (introdotta nel 2010, precedentemente era 6,25), mentre in America si trova a 7,25 m (in realtà variabile poiché ai lati la linea non segue la forma di semicerchio, ma scende parallela alla linea che delimita il campo lateralmente, arrivando a determinare una distanza minima di 6,71 m dal canestro per i tiri dall'angolo). La NBA ha introdotto il tiro da 3 punti nel 1979-80, seguendo l'esempio della defunta American Basketball Association (ABA), che lo usò già a partire dal 1967-68. Tra il 1994-95 e il 1996-97 la distanza era stata ravvicinata a 6,75 m, salvo far marcia indietro per limitare l'eccessiva ricerca del tiro da 3 che alcune squadre effettuavano.

Un'ulteriore differenza molto importante ma eliminata con la stagione 2017-2018, riguarda la regolamentazione dei time-out . In America era infatti ammesso che i giocatori chiamassero un time-out "breve" (20 secondi contro il minuto di quello "regolare"). Ci si avvaleva spesso di questa possibilità quando altrimenti si sarebbe rischiato di perdere la palla perché raddoppiati o triplicati. Ora sono possibili solo 7 time-out da 75 secondi, di cui solo 2 disponibili negli ultimi 3 minuti di gioco [9] .

Anche altri campionati utilizzano regole leggermente diverse da quelle FIBA. Nel campionato statunitense universitario NCAA il limite di tempo per completare un'azione è di 30 secondi invece che 24 (precedentemente era 45, poi 35 e dal 2015 abbassato all'attuale limite [10] ) e le partite sono divise in due tempi da 20 minuti (così come era per la FIBA fino al 2000). Il tiro da 3 è posto a 6,30 m. I time-out a disposizione sono 4 per squadra. È differente anche il bonus per i tiri liberi: dopo 8 falli di squadra sono concessi i 2 liberi, ma se il primo tentativo non va a segno il gioco riprende a rimbalzo. Dal decimo fallo la regola è quella consueta.

Un'altra differenza è la regola dei cinque secondi con la palla in mano che in NBA non esiste. La regola dei 5 secondi nel campionato americano è differente: un giocatore non può dare le spalle al canestro per più di 5 secondi in possesso di palla.

I ruoli

Durante i primi cinque decenni dell'evoluzione della pallacanestro, vi erano tre ruoli che un giocatore poteva ricoprire. In campo, infatti, c'erano: due guardie , due ali ed un centro .

Dagli anni ottanta , invece, le posizioni si sono evolute in maniera più specifica, diversificando ognuno dei cinque giocatori sul parquet:

  1. Playmaker : è colui che chiama gli schemi della squadra. Solitamente è il giocatore dotato di maggiore rapidità e di migliore controllo di palla con entrambe le mani. Le caratteristiche fondamentali di questo ruolo rimangono comunque la grande visione di gioco e la capacità di servire i compagni con passaggi smarcanti. Negli Stati Uniti viene chiamato point guard. Di recente si sta sviluppando la tendenza a scindere il ruolo di playmaker: spesso un giocatore è incaricato di portare la palla nella zona offensiva e di iniziare lo schema, tuttavia non è detto che sia proprio lui che detta i ritmi dei suoi compagni. In diverse squadre di primo livello ci sono Ali Grandi o Centri dotati di ottima visione di gioco che gestiscono l'intera azione offensiva da una prospettiva diversa, spesso più vicina a canestro e non più da fuori dalla linea da tre punti come in passato. Questa soluzione apre nuove prospettive nell'interpretazione del ruolo del playmaker e nell'approccio offensivo della pallacanestro.
  2. Guardia tiratrice : è il giocatore dotato del miglior tiro della squadra. Spesso i compagni fanno blocchi al suo difensore per permettergli di tirare più liberamente. Generalmente più robusto e talvolta più alto del playmaker ma egualmente rapido nei movimenti e veloce, deve avere anche spiccatissime attitudini difensive.
  3. Ala piccola : questo ruolo è ricoperto solitamente da un giocatore molto dotato fisicamente e in grado di marcare sia avversari più piccoli e veloci che più alti e pesanti. Per quanto riguarda l'attacco talvolta viene definito come "giocatore a due dimensioni" perché può essere in grado sia di giocare lontano da canestro sfruttando il suo tiro dalla distanza, sia di prendere posizione vicino al ferro se marcato da avversari più piccoli.
  4. Ala grande o Ala forte: è uno dei giocatori più alti della squadra ma non il più forte fisicamente. Generalmente si tratta di un giocatore di alta statura ma con una discreta velocità di piedi. Nella pallacanestro del terzo millennio i top team tendono ad avere nel proprio roster ali forti con un eccellente tiro da fuori mentre in passato si preferiva puntare su forti rimbalzisti e giocatori d'area.
  5. Centro o Pivot : è il giocatore più alto e più pesante della squadra (in Europa i migliori raggiungono i 210 cm ei 120 kg, nella NBA i centri dominanti in media superano i 215 cm ei 130 kg). Questo giocatore gioca nel cuore dell'area ei suoi movimenti palla in mano sono "spalle a canestro". Sfruttando la sua mole deve prendere la maggior parte dei rimbalzi, cercare di stoppare gli avversari e portare blocchi per liberare i propri compagni.

Questa suddivisione in ruoli standard è tipicamente americana, e spesso viene riportata semplicemente con dei numeri ad indicare la posizione (da 1 a 5). Ovviamente non sempre i giocatori in campo rispettano questa divisione ideale, ma anzi un buon giocatore può giocare in più di un ruolo.

Fondamentali ed altri movimenti importanti

Alcuni movimenti nella pallacanestro vengono chiamati fondamentali , e sono quelli su cui si basa tutto il gioco. Nella definizione "stretta", i fondamentali sono 3: palleggio, passaggio, tiro

Nella definizione "completa" i fondamentali sono 4: oltre ai primi 3 già menzionati si aggiunge: movimenti difensivi

Nella lista compaiono altri movimenti che non sono veri e propri fondamentali, come il rimbalzo, il blocco, etc., ma rappresentano alcuni degli aspetti più significativi del gioco.

Steve Nash in palleggio

Palleggio

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Palleggio § Pallacanestro .

Il palleggio è un fondamentale di base. Il giocatore che porta avanti la palla deve necessariamente palleggiare, tirare o passare il pallone, sempre. Il palleggio va fatto con una sola mano, si può palleggiare anche alternando le mani e si attua spingendo il pallone verso il pavimento , dal quale rimbalza per tornare nella mano del giocatore.

Passaggio

Il passaggio della palla a un compagno è estremamente importante e deve essere effettuato entro 5 secondi, se la palla viene raccolta con due mani. La difesa cercherà di intercettare il passaggio anticipando i giocatori senza la palla. A seconda dei casi, la palla può essere passata con un passaggio teso al petto, schiacciato a terra, a pallonetto, oppure in modi anche più spettacolari, come facendola passare dietro la schiena.

Il dai e vai è uno dei classici giochi a due della pallacanestro che si fonda sul passaggio: si passa la palla e si taglia verso il canestro per ricevere un passaggio di ritorno dal compagno:

  • I passaggi a due mani sono in genere più diretti e semplici da effettuare e ricevere, ma anche più facili da intercettare per la difesa. A due mani, ma sopra la testa, sono molto comuni i passaggi che le guardie riservano ai lunghi posizionati in post basso , ei passaggi delle rimesse in gioco.
  • I passaggi a una mano sono certamente più rapidi e possono risultare anche più spettacolari, ma certo è necessaria una maggiore abilità tecnica per effettuarli. Possono essere effettuati anche facendo rimbalzare la palla per terra o dietro la schiena.
  • A una o due mani un passaggio molto spettacolare è il cosiddetto ”no look”, che consiste nel passare la palla a un compagno guardando da un'altra parte, per confondere la difesa.
  • Un tipo particolare di passaggio è il passaggio consegnato, che avviene con un giocatore che prende la palla direttamente dalle mani del compagno. È particolarmente indicato quando la difesa sui giocatori senza palla è molto intensa.

Tiro

Un tiro in sospensione

Il tiro è il fondamentale d'attacco più importante. A volte si tira "in sospensione": si salta da terra e si lascia la palla quando si è in aria, in modo da evitare l'interferenza dell'avversario. Per il tiro in sospensione servono buona tecnica e coordinazione. L'alternativa al tiro "in sospensione" è il tiro "piazzato", che può essere effettuato tenendo i piedi per terra o effettuando il tiro mentre si è nella fase ascensionale del salto, "in elevazione".

Regole da rispettare per ottenere un buon tiro

Prima di tutto, bisogna sapere che la forza del tiro non proviene dalle braccia, bensì dal polso e dalle gambe, quindi queste ultime hanno un ruolo importantissimo nella possibile realizzazione di un canestro.

La mano debole (ovvero quella che non tira) va tenuta di fianco al pallone; tuttavia molti giocatori usano metterla sotto per avere maggiore stabilità. I pollici della mano debole e della mano forte devono formare una T, anche se questa non è una regola generale, infatti, per i giocatori dotati di grandi mani risulta faticoso, quindi spesso tralasciano questo particolare. Indice e medio devono formare una V, e mentre si sta per tirare bisogna assicurarsi che l'indice della mano forte passi davanti all' occhio dello stesso lato e quando si vede il ferro del canestro sotto la palla, si può dare il via alla cosiddetta frustata, ovvero quello scatto del polso della mano forte che permette di avere la giusta parabola e la giusta rotazione. Inoltre, il tiro non va effettuato con la mano intera (infatti la palla non deve toccare il palmo della mano), bensì con i polpastrelli che, come detto precedentemente, assicurano una giusta rotazione ed una giusta parabola. Molto importanti per indirizzare il tiro a canestro sono l'indice e l' anulare ; infatti hanno un ruolo fondamentale per non mancare il canestro.

Da ricordare che il gomito del braccio forte (ovvero quello da cui parte il tiro), deve essere piegato a 90 gradi e anche il polso , a sua volta, deve avere questa angolatura. Per garantire una maggiore stabilità, le gambe devono essere aperte quanto la larghezza delle spalle e il gomito della mano forte deve essere allineato con la gamba dello stesso lato. A tal punto occorre una descrizione più completa della meccanica del tiro: mentre le gambe si piegano, la mano forte e la mano debole iniziano a disporsi come sopra descritto, e quando il piegamento delle gambe sarà terminato si sentirà nella mano la forza necessaria per effettuare il tiro; con la frustata del polso della mano forte si sfrutta questa forza in modo tale da ottenere un tiro più che rispettabile. Importante è la spinta delle caviglie che è alla base del movimento!

Terzo tempo

Il tiro in corsa (colloquialmente chiamato "terzo tempo" o layup in inglese) è una tecnica di tiro che permette di effettuare un tiro in avvicinamento al canestro avversario. Consiste nell'esecuzione di due appoggi di piede (i primi "due tempi", che sono però diversi dai "passi") e di un salto (il "terzo tempo"), in NBA il terzo tempo è composto da 2 passi e un appoggio durante il quale si appoggia la palla al tabellone o direttamente a canestro ed è l'unico caso in cui è ammesso compiere più di un passo senza palleggiare (cioè senza fare "passi")

Avvicinandosi al canestro provenendo dal lato destro l'esecuzione prevede che l'ultimo palleggio venga effettuato in corrispondenza dell'appoggio del piede sinistro, seguirà un passo con il piede destro e successivamente lo stacco del piede sinistro per il salto finale. Il tiro viene eseguito con la mano destra mentre la sinistra è lievemente sollevata a protezione del pallone dall'intervento di eventuali avversari. Sul lato opposto il movimento è speculare.

Anche se a primo avviso il terzo tempo può sembrare un'infrazione di passi e quindi una eccezione a questa regola, gli occhi più allenati (o un rallenty) possono confermarne il contrario. Questo movimento è fatto in corsa, e quindi la velocità dell'esecuzione può trarre in inganno.

Analizzando il movimento si vede che al momento della "chiusura" del palleggio (quando la palla viene presa in mano - 1º tempo) l'atleta effettua un arresto a due tempi (ovvero con i piedi che toccano terra in due istanti differenti - 2º tempo) e poi salta con i piedi allo stesso momento portando rapidamente la gamba posteriore avanti (grazie al movimento di alzata del ginocchio) compiendo sempre nello stesso istante il tiro (terzo tempo). Un terzo tempo fatto non in corsa perde tutte queste contemporaneità che vengono date dalla velocità.

Alternativa al terzo tempo è il passo e tiro. Questo movimento diverge dal terzo tempo solamente da un particolare: invece di un arresto a due tempi (nel secondo tempo) si ha un arresto ad un tempo (ovvero con i piedi che toccano terra allo stesso istante); per poi concludere il gesto come un terzo tempo tradizionale.

Schiacciata

La schiacciata è senza dubbio la conclusione più spettacolare della pallacanestro. Non a caso, gli atleti che si sono distinti nelle schiacciate sono rimasti i più celebri (uno su tutti Michael "Air" Jordan ). Dopo la schiacciata il giocatore non può rimanere appeso al ferro, salvo per non cadere addosso ad un altro giocatore, altrimenti il "colpevole" viene sanzionato con un fallo tecnico. In favore dello spettacolo, questa infrazione viene spesso tollerata dagli arbitri, che fischiano solo quando il giocatore esagera nel rimanere "appeso", o comunque si issa sul ferro facendo leva sui bicipiti.

Alley-oop

Il cosiddetto alley-oop è una giocata estremamente spettacolare, che necessita di una buona coordinazione, doti atletiche e affiatamento tra due compagni. Un giocatore effettua un passaggio alto, normalmente non teso, verso il ferro (senza tirare), mentre un compagno salta, afferra la palla al volo e la schiaccia o appoggia a canestro.

Rimbalzo

Il rimbalzo è un fondamentale importante tanto in difesa, dove dà l'opportunità di ripartire in contropiede, quanto in attacco, dove offre una seconda possibilità di tiro. Consiste nell'afferrare la palla (che "rimbalza" sul ferro) dopo un tiro sbagliato. Sapersi piazzare a rimbalzo è necessario per un buon giocatore, e fondamentale è il " tagliafuori ": si cerca di porsi davanti al proprio avversario e lo si tiene dietro, impedendogli di saltare a rimbalzo ed anticipandolo. Tra i migliori rimbalzisti del passato NBA figurano i pluripremiati Bill Russell , Wilt Chamberlain , Moses Malone , Dennis Rodman . Negli ultimi anni si sono distinti Ben Wallace e Kevin Garnett (vincitore della classifica dal 2004).

Tap-in

Se un giocatore salta a rimbalzo e, mentre è ancora in aria, corregge la palla a canestro, si parla di tap-in . Questa azione può essere fatta apposta per fare un passaggio e tiro o un assist.

Tap-out

Movimento simile al tap-in nel quale la palla, dopo essere rimbalzata nel ferro, viene spinta fuori dall'anello da un giocatore saltato a rimbalzo. Situazione molto spettacolare di tap-out è la "Spazzata", ovvero quando un giocatore evita che la palla entri nel canestro togliendola da esso: questo può essere fatto solamente dopo che la palla abbia toccato il ferro del canestro; se questo gesto viene compiuto prima che la palla tocchi il ferro il canestro verrà considerato valido (infrazione di Interferenza). L'infrazione di interferenza entra in atto quando un difensore devia la palla nel momento di traiettoria che parte dall'inizio della discesa della parabola fino al tocco di essa sul ferro. L'interferenza si può chiamare anche se un difensore tira la retina o tocca ferro/tabellone/sostegno mentre c'è un tiro e la parabola della palla è in fase discendente.

Stoppata di Oscar Torres - Pompea Napoli

Stoppata

La stoppata è una giocata difensiva che consiste nel fermare un tiro avversario solo dopo che il giocatore ha già lasciato la palla (se la palla viene stoppata sulla mano dell'avversario si verifica un fallo) e prima che la palla abbia cominciato la sua parabola discendente verso il canestro (altrimenti il tiro è valido e vengono comunque assegnati i due oi 3 punti). Ovviamente quest'ultima regola non viene applicata alle schiacciate. Quando il giocatore che tira appoggia la palla al tabellone (cioè la fa rimbalzare contro il tabellone per farla entrare nel canestro), il tiro non può più essere stoppato a partire dal momento in cui la palla tocca il tabellone, nemmeno se è ancora in fase ascendente e non discendente.

Blocco

In molti schemi della pallacanestro si sfruttano i "blocchi": un compagno di squadra si pone davanti all'avversario che vi sta marcando, dandovi la possibilità di "sfruttare il blocco" e lasciare sul posto il diretto avversario, bloccato dalla presenza del vostro compagno. Se si cerca di ostacolare il difensore muovendosi è un fallo, si tratta di "blocco in movimento". Il blocco va portato a gambe basse, piazzandosi addosso all'avversario, che non deve avere spazio per passare. Il giocatore con la palla cerca quindi di passare il più vicino possibile (o meglio spalla a spalla) al suo compagno, per non lasciare per niente spazio al difensore. In difesa si cerca di contrastare un blocco cambiando le marcature: chi marca il giocatore che porta il blocco prende il giocatore che lo sfrutta e viceversa. Altra alternativa consiste nel passare per "terzi", ovvero dietro bloccante e difensore, per non subire questo impedimento, lasciando però spazio per un tiro comodo all'attaccante. Il blocco viene usato anche in difesa per prendere il fallo di sfondamento

Pick & Roll

Il movimento Pick & Roll , o L , è un classico gioco a due, e nasce dal blocco portato al palleggiatore. Il giocatore che porta un blocco si gira verso l'interno e chiama la palla. Ci sono diverse strategie che la difesa può adottare per difendere sul pick & roll. Può cambiare, contenere, aiutare e recuperare, raddoppiare, passare "dietro", indirizzare verso la linea di fondo. Tuttavia è molto importante la lettura della difesa per effettuare il tiro più facile. La variante di questo gioco nella quale il bloccante si allarga lontano da canestro per poter effettuare un tiro da fuori si chiama Pick & Pop. Il movimento del Pick & Roll è stato portato a livelli altissimi dalla celebre coppia degli Utah Jazz composta dal playmaker John Stockton e dall'ala grande Karl Malone .

Scarico

Quando il giocatore va in penetrazione i difensori della squadra avversaria si stringono in "aiuto" verso il centro dell'area: questo lascia alcuni compagni di squadra liberi, pronti a ricevere da chi è penetrato il cosiddetto "scarico", un passaggio improvviso che mette in condizione chi lo riceve di tentare subito una soluzione d'attacco senza la pressione della difesa.

Taglio

Il taglio è il movimento compiuto da un giocatore senza la palla verso il canestro, finalizzato al ricevere un assist ed andare facilmente a segnare. Si cerca di passare davanti al proprio difensore, anticipandolo e quindi smarcandosi dall'avversario. Il back-door è un taglio dell'attaccante generalmente lungo la linea di fondo campo muovendo verso il canestro. In questo caso, invece, si cerca di passare dietro il difensore (si chiama anche taglio-dietro) per sorprenderlo e ricevere il passaggio smarcante.

Doppia doppia e Tripla doppia

Nel linguaggio cestistico si ha una doppia doppia o tripla doppia quando un giocatore va in doppia cifra in rispettivamente due o tre diverse categorie di statistiche considerate positive (quindi ad esempio non le palle perse). La tripla doppia più ricorrente è quella Punti-Assist-Rimbalzi. È una statistica molto difficile da "realizzare", infatti solo due giocatori sono riusciti a tenerla come media in un'intera stagione: Oscar Robertson in quella del 1961-1962 e Russell Westbrook in quella del 2016-2017 , del 2017-2018 e del 2018-2019 . Westbrook è inoltre stato il primo nella storia della NBA a mantenere la tripla doppia di media per due e successivamente tre stagioni di fila.

Nel campionato di pallacanestro italiano esistono 6 voci positive, poiché a fianco di assist, punti, rimbalzi, stoppate e recuperi, la Lega Basket conteggia anche i falli subiti in quanto concorrono positivamente alla determinazione della valutazione (parametro presente in Europa e nelle competizioni internazionali, ma non in NBA ) [11] .

La Quadrupla doppia

Una quadrupla doppia si raggiunge andando in doppia cifra in quattro delle cinque categorie statistiche. Nella storia dell'NBA solo quattro giocatori ne sono stati capaci: Alvin Robertson (riuscito nell'impresa grazie alle sole palle rubate e non le stoppate come i prossimi), Hakeem Olajuwon , David Robinson , Nate Thurmond .

È virtualmente possibile realizzare anche una quintupla doppia, ma nessuno c'è mai riuscito. Più accessibile, ma comunque raro perché indice di grande versatilità, è invece realizzare un 5x5 , altro tipo di statistica che richiede sempre 5 specialità diverse, ma abbassa a 5 il livello da raggiungere. Hakeem Olajuwon ne ha messe a segno ben 6.

La valutazione

Da diversi anni è in uso un sistema di calcolo che considera diversi parametri, sia in positivo che in negativo.
In positivo:

  • Punti, assist, recuperi, rimbalzi, stoppate, falli subiti.

In negativo:

  • Tiri sbagliati, palle perse, falli commessi, stoppate subite.

Il risultato è un punteggio che dà ragione della complessiva prestazione in campo di un giocatore. All'occhio salta subito il dato delle stoppate prese: un giocatore che si vede respingere un tiro da un avversario riceve infatti un -2, che equivale alla somma del punto in meno per il tiro sbagliato e del punto sottratto per la stoppata subita.

Attacco

L'attacco nella pallacanestro non si basa su giocatori di ruolo specifici, ma è anch'esso di squadra. Ogni giocatore, a seconda del suo ruolo, può sfruttare o meno diverse possibilità: tiro da fuori, penetrazione, gioco spalle a canestro e così via. Solitamente ogni squadra ha determinati schemi, studiati in modo da adattarsi ad ogni tipo di difesa che la squadra avversaria attua.

Difesa

Difesa sotto canestro

La difesa nella pallacanestro è un mezzo tecnico fondamentale per vincere le partite e misura il grado di maturità dei giocatori.

Tecnicamente la difesa si può suddividere in tre settori di applicazione: difesa sul portatore di palla; difesa sul giocatore senza palla; difesa ai rimbalzi. Inoltre la squadra può difendere a uomo oppure a zona, attuando o meno il pressing o il raddoppio sul portatore di palla. Differenza sostanziale tra la difesa ad uomo e quella a zona sta nel fatto che la prima segue lo spostamento del giocatore mentre la seconda quello della palla.

Difesa sul portatore di palla

La difesa sul portatore di palla è di sicuro la più difficile ed è quella che necessita del maggior dispendio energetico. Tecnicamente il difensore dovrà posizionarsi in posizione reattiva: gambe piegate, baricentro basso e braccia larghe, pronte ad ostacolare il palleggio ed il passaggio, facendo attenzione a non commettere falli, e posizionandosi davanti all'avversario, più esattamente davanti al pallone, facendo attenzione a non farsi superare, ma obbligando, se possibile, l'arresto del palleggio. Di solito si chiede di non farsi superare nei primi 2 palleggi, al fine di facilitare l'aiuto da parte di un compagno. Il primo passo è, infatti, fondamentale per l'attaccante se vuole superare un difensore, e se questi riesce a contenere lo scatto sarà più facilmente aiutato dai compagni. Il difensore, a questo proposito, deve cercare di indirizzare l'attaccante dove vuole lui, disponendosi in maniera opportuna, costringendolo ad usare la mano "debole", cercando di spingere l'attaccante verso la linea di fondo o quella laterale, per poterlo poi "chiudere" in raddoppio con un compagno.

Difesa di Nicole Antibe della Phard Napoli , 2005

Difesa sul giocatore senza palla

La difesa sul giocatore senza palla richiede sia un'impostazione tecnica che una notevole attenzione. I punti cardine del difensore sono:

  1. trovarsi sempre con le spalle a canestro (tranne che nelle rimesse da fondo campo e/o nei momenti in cui l'attaccante di propria competenza transita lungo la linea di fondo);
  2. trovarsi sempre tra l'avversario e la palla in posizione di anticipo, a meno che il giocatore sul quale si difende non sia lontano dalla palla. In questo caso ci si mette nella posizione "di flottaggio", una posizione che permette di vedere sia il portatore di palla sia l'attaccante su cui si difende tenendo la schiena verso il canestro.
  3. formare sempre un triangolo tenendo come punti di riferimento attaccante, portatore di palla avversario e se stessi, in modo da non farsi trovare in linea con l'attaccante e il playmaker avversario. In questo modo si possono evitare tagli " Back door " verso canestro dell'uomo che si sta marcando.

In aggiunta a questi due fattori, il difensore dovrà essere pronto ad aiutare il compagno che difende sul portatore di palla. Si parla in questo caso di aiuto (di solito arriva dal compagno che marca l'uomo più lontano dalla palla, che come detto prima si è staccato dal suo uomo).

Difesa a rimbalzo

La difesa ai rimbalzi in seguito al tiro della squadra avversaria, richiede tecnica ed attenzione, ed è strettamente legata alla difesa sul giocatore senza palla. I punti cardine per il difensore ai rimbalzi sono:

  1. al momento del tiro guardare il proprio avversario di riferimento;
  2. tagliarlo fuori , cioè posizionarsi saldamente tra il canestro e l'avversario;
  3. andare infine al rimbalzo.

Il giocatore che difende sul tiratore dovrà invece disinteressarsi del pallone e tagliarlo fuori. Risulta ovvio che una cattiva marcatura sul giocatore senza palla, con una posizione errata del corpo, comporterà una pessima difesa ai rimbalzi: da qui lo stretto legame tra i due movimenti difensivi.

Difesa a uomo

Nella difesa a uomo, ogni giocatore ha il compito di fronteggiare direttamente un avversario specifico, e di seguirlo per tutta la durata dell'azione, fatta eccezione per situazioni particolarmente pericolose nelle quali dovrà andare in aiuto di un compagno. È il tipo di difesa più diffuso, e si basa solitamente su accoppiamenti tra giocatori con lo stesso ruolo e le stesse caratteristiche.

Difesa a zona

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Difesa a zona (tattica sportiva) .

Nella difesa a zona, come dice il nome, ogni giocatore ha il compito di sorvegliare e difendere una zona di competenza, qualunque avversario vi si trovi. La difesa a zona lascia più possibilità agli avversari di tirare da fuori, ma rende più difficili (ovviamente se ben realizzata) le penetrazioni. Per questo tipo di difesa è necessaria la comunicazione continua tra i compagni, per non lasciare zone scoperte. Apparentemente potrebbe sembrare una difesa meno faticosa di quella a uomo, ma la sensazione è tale solo perché spesso la difesa a zona viene sottovalutata e attuata male. Si divide in zona pari (se i giocatori nella prima linea difensiva sono in numero pari) e in zona dispari (se i giocatori nella prima linea difensiva sono in numero dispari); le più usate sono le zone 2-3 o 3-2 ma anche le zone 2-1-2 e 1-3-1 sono piuttosto utilizzate. Alla zona si può abbinare il pressing ed il raddoppio di un avversario. Si può usare anche un sistema di difesa "misto", con uno o più giocatori che seguono l'attaccante a "uomo" e gli altri disposti a "zona"; di questo tipo la "Box and One" (4 giocatori a zona e 1 a uomo) e la "triangolo e due" (3 giocatori a zona e 2 ad uomo). Sempre più spesso si vedono difese miste o match-up: in un primo momento la squadra in difesa si schiera a zona, poi, subito dopo che la squadra avversaria ha effettuato il primo passaggio, ciascun difensore marca l'avversario che si trova davanti. È un tatticismo abbastanza raffinato che ha l'obiettivo di confondere gli avversari e vanificare ogni schema offensivo predisposto per attaccare una difesa a zona. Per il minibasket è vietata la difesa a zona.

Diffusione

Le grandi squadre della NBA

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: National Basketball Association .

Nel campionato NBA le franchigie più vittoriose di sempre sono i Boston Celtics guidati da Bill Russell e Bob Cousy che vinsero undici titoli in tredici anni dal 1959 al 1968 (di cui otto consecutivi tra il 1959 ed il 1966), i Chicago Bulls dell'era Jordan - Pippen (6 titoli tre di seguito ben due volte nel 1991-1992-1993 e 1996-1997-1998), i Los Angeles Lakers di Magic Johnson e Kareem Abdul-Jabbar (5 titoli negli anni '80, quando inscenarono memorabili sfide con i Boston Celtics di Larry Bird e Kevin McHale ) e poi quelli di Kobe Bryant , Shaquille O'Neal e Phil Jackson che inanellarono tre campionati consecutivi dal 2000 al 2002, ei Spurs di Tim Duncan ; per non dimenticare i Golden State di Stephen Curry con 3 titoli in 4 anni ei Miami Heat di LeBron James , Dwyane Wade e Chris Bosh . Le squadre con più titoli in assoluto sono i Celtics ei Lakers con 17 titoli e più staccati i Bulls ei Warriors con 6.

Le pallacanestro in Europa

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Storia della pallacanestro europea .

In Europa la pallacanestro è caratterizzata da un sostanziale equilibrio di forze tra le squadre al vertice ma alcune più di altre hanno segnato la storia della Coppa dei Campioni, l'odierna Eurolega nata dopo la scissione del 2001 tra ULEB e FIBA , competizione internazionale dove si confrontano i team di alto livello dei rispettivi campionati nazionali.

Le squadre più titolate del panorama cestistico del vecchio continente sono: Real Madrid detentore di 8 Coppe dei Campioni e partecipante a 6 finali, Pallacanestro Varese col record di 10 finali consecutive dal 1970 al 1979 di cui 5 sono le vittorie, CSKA Mosca , Panathinaikos Atene e Maccabi Tel Aviv con 6 trofei, Olimpia Milano , ASK Riga , Jugoplastika Split e Olympiakos Pireo con 3, KK Cibona , FC Barcelona , Virtus Bologna e Pallacanestro Cantù con 2, Virtus Roma , Partizan Belgrado , BC Zalgiris ecc. con 1.

La pallacanestro alle Olimpiadi

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Pallacanestro ai Giochi olimpici .
Jugoslavia-Cecoslovacchia a Monaco di Baviera 1972

Il torneo olimpico , ancor più dei campionati mondiali , è stato luogo, in passato, di grandissime rivalità tra squadre nazionali, e quindi di leggendarie partite. Infatti, durante la Guerra Fredda , le partite tra gli Stati Uniti e l' Unione Sovietica davano origine a scontri che andavano ben oltre il solo risultato sportivo. Storico rimane l'episodio accaduto durante la cerimonia di premiazione ai Giochi olimpici di Monaco di Baviera 1972 , quando dopo aver perso in finale contro l' Unione Sovietica per un solo punto in un grande clima di contestazione arbitrale, gli Stati Uniti non si presentarono per ritirare la medaglia d'argento. È fatto noto che molti atleti di quella squadra, alcuni dei quali ormai deceduti, abbiano lasciato detto ai posteri di desiderare di non ricevere mai quella medaglia.

Il torneo che più si ricorderà negli anni fu quello di Barcellona 1992 , quando per regolamento anche gli atleti professionisti diventarono eleggibili per le competizioni olimpiche. Questa innovazione permise agli Stati Uniti di portare alle Olimpiadi le stelle della NBA , creando la squadra di pallacanestro più forte di tutti i tempi: il Dream Team . Questa squadra contava tra le sue file alcuni dei migliori giocatori della storia: Michael Jordan , Larry Bird , Magic Johnson , Charles Barkley , Scottie Pippen , David Robinson , Chris Mullin , Karl Malone , John Stockton , Clyde Drexler e Patrick Ewing , con l'aggiunta di un giocatore che allora proveniva dalla NCAA (il campionato universitario statunitense), Christian Laettner della Duke University . Quella squadra da sogno vinse tutte le partite del torneo con notevole facilità, aggiudicandosi l'oro e la gloria olimpica.

Da Montréal 1976 , fu introdotto anche il torneo femminile.

La realtà dello street basketball ei playground

Un canestro di un playground all'aperto

Nonostante la pallacanestro sia nata in una palestra ha visto, principalmente negli Stati Uniti , il proliferare nelle leghe professionistiche di nuovi talenti provenienti dal mondo dello street basketball , la pallacanestro di strada, giocata nei campetti cittadini, i cosiddetti playground .

I playground americani sono divenuti così celebri che intorno ad essi si è creato un alone di leggenda che ha alimentato la passione per la pallacanestro dei giovani giocatori di tutto il mondo.

La pallacanestro nei media

Una partita di pallacanestro nelle Filippine: il basket è uno degli sport più diffusi al mondo

Cinema

Fumetti e libri

Tra i romanzi dedicati a questo sport, è doveroso ricordare "E se c'ero, dormivo" di Francesco Piccolo , "Tre volte invano" di Emiliano Poddi e "Due sotto canestro" di Luca Cognolato , gli unici in lingua italiana. Altro romanzo in parte dedicato a questo sport è "Radio Niente" di Francesco D'Adamo .

Le varianti

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Varianti della pallacanestro

Il movimento che si occupa della pallacanestro dedicata ai minori di 12 anni è conosciuto come minibasket [12] ; quello invece dedicato agli over-30 è conosciuto come maxibasket [13] .

Una partita di 3x3

A causa della sua popolarità, la pallacanestro ha dato vita ad altri sport, simili in linea generale ma diversi per quanto riguarda le regole di gioco. Già nei primi anni di vita, il gioco di Naismith fu adattato da Senda Berenson Abbott per le donne. La differenza principale consisteva nella posizione delle giocatrici, che venivano ripartite in tre zone del campo dalle quali non potevano spostarsi [14] . La variante femminile si evolse successivamente nel basquette , chiamato anche 6 on 6 basketball , e nel netball . Il primo non è più ufficialmente praticato dagli anni novanta [15] , il secondo è ancora diffuso soprattutto in Oceania [16] .

La variante principale è quella della pallacanestro giocata 3 contro 3, a cui prendono parte due squadre da tre giocatori in campo ciascuna. Si gioca a metà campo. Sviluppatasi a partire dalla fine degli anni ottanta negli Stati Uniti dal 2020 sarà alle olimpiadi come sport ufficiale. Un esempio in Italia è il torneo nazionale Join the game per le fasce d'età under 13 e under 14.

Una variante che ha avuto un grande seguito è il basket in carrozzina , sport paralimpico . Le regole sono molto simili, le differenze risiedono in alcune infrazioni: non è consentito sollevarsi dal sedile della carrozzina , avanzare con la palla senza palleggiare dopo due spinte e sollevare da terra contemporaneamente le due ruote posteriori con la palla in mano. È gestito dall' International Wheelchair Basketball Federation [17] .

Altre varianti sono: il korfball , popolare per la possibilità per uomini e donne di giocare insieme [18] ; il beach basket , che si gioca sulla sabbia senza poter palleggiare [19] ; lo streetball , che solitamente si gioca nei playground o comunque all'aperto [20] ; il waterbasket , che si gioca in piscina e combina la pallacanestro con la pallanuoto [21] .

Esiste anche lo Slamball : in questa variante della pallacanestro bisogna portare la palla nel canestro avversario saltando su un tappeto elastico. Per proteggersi da eventuali urti causati dalle acrobazie i giocatori portano delle protezioni adeguate. I canestri in schiacciata valgono tre punti, così come quelli effettuati dal di fuori dell'area; gli altri ne valgono due.

Note

  1. ^ Luciano Canepari , basket , in Il DiPI – Dizionario di pronuncia italiana , Zanichelli, 2009, ISBN 978-88-08-10511-0 .
  2. ^ ( EN ) - Newly found documents shed light on basketball's birth , su ESPN.com , Associated Press, 13 novembre 2006. URL consultato il 20 settembre 2007 .
  3. ^ a b ( EN ) - Storia della FIBA . FIBA.com
  4. ^ For Display Purposes Only! 1st Ever Public Basketball Game Played... - RareNewspapers.com , su www.rarenewspapers.com . URL consultato l'8 dicembre 2019 .
  5. ^ Regolamento tecnico , p. 10.
  6. ^ Regolamento tecnico , pp. 111-113.
  7. ^ Regolamento tecnico , pp. 114.
  8. ^ Regolamento tecnico ufficiale della pallacanestro 2008 , Federazione Italiana Pallacanestro, Pechino, 26 aprile 2008.
  9. ^ it.eurosport.com , https://it.eurosport.com/basket/nba/2016-2017/la-nba-cambia-regolamento-meno-timeout-per-rendere-le-partite-piu-fluide_sto6251629/story.shtml .
  10. ^ NCAA changes shot clock to 30 seconds, makes other changes to game , su ncaa.com . URL consultato l'8 giugno 2015 .
  11. ^ [1]
  12. ^ Sito ufficiale del minibasket italiano , su FIP.it . URL consultato il 21 novembre 2020 .
  13. ^ ( EN ) FIMBA Basketball , su FIMBA.net . URL consultato il 21 novembre 2020 .
  14. ^ ( EN ) - Scheda su Senda Berenson di HoopHall.com Archiviato il 30 settembre 2007 in Internet Archive .
  15. ^ ( EN ) - Video sul basquette in Iowa Archiviato il 10 novembre 2007 in Internet Archive .
  16. ^ ( EN ) - Sito ufficiale della International Federation of Netball Associations
  17. ^ ( EN ) - Sito ufficiale dell'IWBF
  18. ^ ( EN ) - Sito ufficiale dell'International Korfball Federation
  19. ^ ( EN ) - Sito ufficiale della World Beach Basketball
  20. ^ ( EN ) - Sito ufficiale della Street Basketball Association Archiviato il 9 maggio 2008 in Internet Archive .
  21. ^ Sito ufficiale della Federazione Italiana Sport dell'Acqua Archiviato il 12 dicembre 2007 in Internet Archive .

Bibliografia

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni


Controllo di autorità Thesaurus BNCF 710 · LCCN ( EN ) sh85012111 · GND ( DE ) 4004646-1 · BNF ( FR ) cb119402843 (data) · NDL ( EN , JA ) 00560546
Pallacanestro Portale Pallacanestro : accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallacanestro