1993 Fòmil 1 chanpyona mondyal la

Soti nan Wikipedia, ansiklopedi gratis.
Ale nan navigasyon Ale nan rechèch
1993 Fòmil 1 chanpyona mondyal la
Edisyon n. 44 nan Fòmil 1 chanpyona mondyal la
Done jeneral
Kòmanse 14 Mas
Peryòd 7 novanm
Esè 16
Tit pou bèn
Pilòt yo Lafrans Alain Prost
sou Williams FW15C
Builders UK Williams
Lòt edisyon
Previous - Next
Edisyon nan pwogrè

1993 Fòmil 1 Mondyal chanpyona a ki te òganize pa fya a te, nan istwa a nan kategori a, sezon an 44th prim Chanpyona a chofè ' , te genyen pa Alain Prost , ak sezon an 35th prim chanpyona konstriktè a , te genyen pa Williams . Li te kòmanse sou Mas 14 ak te fini sou Novanm 7th, apre 16 ras.

Alain Prost te resevwa katriyèm tit mondyal li.

Preseason la

Kalandriye a

Yon premye kalandriye te anonse pa prezidan FISA Max Mosley sou 24 jen 1992. [1] Konpare ak sezon anvan an, ras yo ta toujou gen 16, men Grand Prix Meksiken an ta dwe anrejistre, ranplase pa Grand Prix nan Azi ki ta dwe te pran plas nan Autopolis , konfigirasyon yon ras san parèy dezyèm sou tè Japonè yo. [1] Yon lòt ti chanjman ki enplike lan vè dat ant San Marino ak Espay . [1] Sepandan, kalandriye a byento te dwe revize akòz fayit la nan konpayi an ki jere Autopolis, ki te akimile yon dèt depase 200 milya dola lire. [2] Te ranplasman an Lè sa a, te fè nan Novanm nan, yo pote Ewopeyen an Grand Prix nan kalandriye a ki, pou premye fwa a ak sèlman nan istwa li yo, te pran plas nan Donington . [3]

Men, yon lòt pwoblèm te ajoute nan sa ki kounye a te sanble yo dwe kalandriye final la: yon tribinal nan Quimper , Brittany , te enflexible ranfòse yon lwa sou tabak an Frans ak kondane Williams a peye 30 milyon fran pou ankourajman komèt yon krim., Kòm ekip angle a ekspoze mak la sigarèt chamo nan kò yo machin ak imaj yo nan Ostralyen Grand Prix la te difize sou tè franse. [4] Nan repons, Federasyon an, kapab garanti libète mouvman nan ekip yo san yo pa kouri risk pou yo te kondane pa jistis, deside sispann Grand Prix la pwograme pou mwa Jiyè. [4] Etandone pèt posib pou yon gwo revni ekonomik ak bay prezans nan presyon fò, nan mwa janvye 1993 Palman an franse apwouve yon amannman espesifik yo remèd pwoblèm nan. [5] Konpetisyon an te konsa kapab pran plas regilyèman.

Non Non ofisyèl nan Grand Prix la Awondisman Sit Dat Kounye a Viv
Lokal UTC ITA
1 Afrik di Sid Panasonic Sid Afriken Grand Prix Kyalami kous Awondisman Midrand 14 Mas 14:00 12:00 pm 1:00 pm Itali 1
2 Brezil Gran Prêmio do Brasil Autódromo José Carlos Pace Sen Pòl 28 Mas 15:00 18:00 8:00 pm Rai Akòz
3 Ewòp SEGA Ewopeyen Grand Prix Donington Park Castle Donington 11 avril 14:00 1:00 pm 15:00 Itali 1
4 San Marino San Marino Grand Prix Autodromo Enzo ak Dino Ferrari Imola 25 avril 14:00 12:00 pm 14:00 Rai Akòz
5 Espay Gran Prix de Espay Awondisman de Catalunya Montmeló 9 me 14:00 12:00 pm 14:00 Itali 1
6 Mwàn Grand Prix de Monaco Awondisman de Monako Mwàn 23 me 15:30 douzè edmi 15:30 Chèn 5
7 Kanada Grand Prix Molson du Canada Awondisman Gilles Villeneuve Monreyal 13 jen 14:00 18:00 8:00 pm Itali 1
8 Lafrans Rhone-Poulenc Grand Prix de France Awondisman de Nevers Magny-Cours Magny-Cours 4 jiyè 14:00 12:00 pm 14:00 Rai Akòz
9 UK Britanik Grand Prix Silverstone Awondisman Silverstone 11 jiyè 14:00 1:00 pm 15:00
10 Almay Großer Mobil 1 Preis von Deutschland Hockenheimring Hockenheim 25 jiyè 14:00 12:00 pm 14:00
11 Ongri Marlboro Ongwa Grand Prix Hungaroring Mogyoród 15 out 14:00 12:00 pm 14:00
12 Bèljik Grand Prix de Belgique Awondisman de Spa-Francorchamps Stavelot 29 Out 14:00 12:00 pm 14:00
13 Itali Pyonye Grand Prix nan peyi Itali Monza Awondisman Nasyonal la Monza 12 septanm 15:00 1:00 pm 15:00 Itali 1
14 Pòtigal Grande Prémio de Portugal Autódromo do Estoril Cascais 26 septanm 14:00 1:00 pm 14:00
15 Japon Fuji Televizyon Japonè Grand Prix Suzuka Entènasyonal kous kou Suzuka 24 oktòb 12:00 pm 3:00 am 04:00
16 Ostrali Foster Ostralyen Grand Prix la Adelaide Street Awondisman Adelaide 7 novanm 14:30 04:00 05:00 Rai Akòz

Prezantasyon an nan machin yo

Builder Chasi Lanse dat Kote lansman
Ferrari F93 A. 22 desanm [6] Fiorano Awondisman , Fiorano Modenese [6]
Minardi M193 21 janvye [7] Santamonica Entènasyonal Awondisman , Misano Adriatico
Ligier JS39 28 janvye [8] Montecarlo
McLaren MP4 / 8 14 fevriye [9] Silverstone sikwi
Ekip Itali T93 / 30 15 fevriye [10] Estoril sikwi

Tès yo

Premye tès kolektif yo te kòmanse nan Estoril sou 25 janvye pou dire kat jou. [11] Tras la, lwe pou lontan nan Williams , te itilize tou pa Ferrari , Benetton , Sauber , lòt bò larivyè Jouden ak Lotus . [11] Malgre ke Michael Schumacher te anrejistre tan ki pi bon nan premye jou a, lap nan 1'14 "40, [11] li te Williams la ki monopolize plase nan nap yo pi rapid nan jou sa yo. Prost an reyalite sispann revèy yo nan 1'13 "40 nan Mèkredi, vini nan kat dizyèm nan dosye sikwi a. [12] Franse a menm te tou protagonist a nan Vandredi nan yon vyolan off-track, erezman san konsekans. [12] Dèyè Britanik sèl-chèz yo, se sèlman Benetton jere pou misyon pou minimize twou vid ki genyen yo, byenke Sauber, Lotus ak lòt bò larivyè Jouden tou te santi yo te trase bon endikasyon. [12] Nan lòt men an, tès yo te Pwoblematik pou Ferrari, ki te sis segonn dèyè Prost an mwayèn ak kat segonn dèyè lòt chofè yo; tou de Alesi ak Berger tou te gen pwoblèm fyab divès kalite gen entèwonp tès plizyè fwa pou fè reparasyon pou divès kalite fot. [12]

Epitou nan Estoril yon dezyèm semèn tès te fèt apati 15 fevriye. Ferrari te absan nan tès yo, ki pwefere rete nan Imola pote soti nan tès divès kalite, ak McLaren, ki te prezante machin li sèlman jou a anvan. [9] Williams yon lòt fwa ankò konfime dominasyon yo, ak Prost kapab janm nan 1'13 "48 ak Hill jis dèyè. [13] Lòt ekip yo sou track la te plis pase de segonn dèyè. [13]

Akò ak founisè

Williams te wè patisipasyon li nan sezon an nouvo kesyone akòz yon erè biwokratik: ekip la angle te an reyalite soumèt aplikasyon an pou admisyon nan chanpyona mondyal la anreta ak yo ki pèmèt li yo patisipe, dapre règleman yo nan Akò a Concorde , yon repons pozitif inanim sou pati nan tout lòt ekip yo, men Benetton ak Minardi te kont. [14] Pwoblèm lan te aktyèlman yon pati nan yon pi konplike batay politik pou chanjman nan règleman, ki Williams ak McLaren te opoze. [14] Ferrari ak ekip ki pi piti yo te mande pou chanjman deja nan sezon aktyèl la ak rediksyon nan pratik gratis, kouche kawotchou ak kantite machin ki ka itilize pandan fen semèn nan ras, pou yon ekonomize quantified nan apeprè de milyon dola. [14] Lè li te pran avantaj de sitiyasyon sa a, ekip Maranello la te tou espresyon pou yon limit fò nan aparèy elektwonik tankou sispansyon aktif ak kontwòl traction pou chanpyona sa yo. [15] Dapre Williams enjenyè Adrian Newey , bi Ferrari a ta aktyèlman te efase dezavantaj la akimile nan direksyon pou ekip yo tèt yo nan lòd yo relansman batay la pou tit la mondyal ki soti nan ki li te eskli pou kèk ane kounye a. [16]

Etandone sitiyasyon an konplèks ki te leve, prezidan an nan FISA Max Mosley deside deranje soti nan règleman yo, konvoke konsèy mondyal la ak fè li deside nan yon majorite si wi ou non yo admèt Williams. [14] Pa fè sa li evite ke Minardi ak Benetton te kapab fè egzèsis mete veto sou kay angle a. [14] An menm tan an li garanti chanjman ki nesesè nan règleman yo pou ekip yo ti ak pou Ferrari. [14]

Kòm pou founisè, Honda kite chanpyona nan mond apre dis sezon akòz gwo depans yo. [15] Nan depans lan te McLaren, apwovizyone gratis nan konpayi Japonè a, ki te gen antre nan yon kontra $ 16 milyon dola yo ka resevwa motè Ford . [9] Minardi tou chanje motè, pase nan motè Ameriken apre eksperyans nan enèvan ak Lamborghinis , men akòz yon sitiyasyon finansye delika li te kapab sèlman peye sa yo ki nan ane anvan an. [17] Lòt bò larivyè Jouden te chwazi pou Hars yo ak abandone Yamaha , ki apwovizyone Tyrrell .

Nan mwa Out 1992 chanjman an nan mason ankadreman te Lè sa a, te anonse nan Scuderia Italia a , pase soti nan Dallara Lola . [18] Nan entansyon yo nan patwon an Beppe Lucchini sa a te reprezante kwasans lan nan bon jan kalite pou ekip la Brescia, konvenki ke eksperyans Lola a nan mond lan nan kous ta pèmèt li etabli tèt li nan Fòmil 1 kòm byen . [18] An reyalite, sepandan, dapre Alboreto machin nan te pa gen anyen plis pase yon Fòmil adapte 3000 ak sezon an pwouve yo dwe yon echèk konplè. [19]

Ekè ak chofè yo

Ekèstr

Brabham BT60 B a, dènye machin ki te pwodwi pa ekip istorik angle a.

Konpare ak sezon anvan an, kat ekip kite anklo a. An tèm de prestij espòtif, depa ki pi enpòtan yo te sa yo nan mwa mas ak Brabham . Premye a, ki deja soti nan ane anvan an, te an reyalite fè fas a yon peryòd de grav difikilte finansye tou akòz arestasyon an nan Akagi nan mwa septanm nan 1991 ak vant la konsekan nan yon consortium nan antreprenè ki apèn jere yo ka resevwa l 'nan konpetisyon nan sezon an 1992 nan sezon fredi a nan menm ane a, rimè kap kouri sikile sou vant lan nan ekip la Swis Lysys oswa nan yon chèf Arabi ak Jan Lammers ak Jean-Marc Gounon te opsyon kòm chofè; [20] [21] ekip la te enskri pou chanpyona mondyal la men li pat gen ase lajan menm pou pwokire yon ekipman pou motè. [22] Apre li pa te montre moute nan Sid Afriken Grand Prix la li te definitivman eskli. Dezyèm lan, apre 1992 Ongwa Grand Prix la , te vini nan efondreman finansye tou apre yon ankèt koripsyon konplèks ki enplike kèk administratè ekip; eseye enskri ekip la pou chanpyona nan pwochen pa launcher li apre fayit la pa t 'konkretize. [23] De lòt retrè yo tou te pran plas pandan chanpyona anvan an epi yo te sa yo ki nan Fondmetal , kout nan lajan, [24] ak Andrea Moda Fòmil la ki, apre arestasyon an nan Sassetti patwon, yo te entèdi nan konpetisyon an pou domaje nan repitasyon nan espò a. [25]

An menm tan an, Sauber antre nan sirk la , yon ekip ki te deja reyalize siksè enpòtan nan espò prototip ak finanse pa Mercedes . [26] Pwojè a antre nan Fòmil 1 te an reyalite deja kòmanse an 1991 , e, malgre kèk difikilte konsènan angajman Mercedes ', li te vin efikas an 1992 , menm si jouk 1994 kay la Stuttgart te limite a parèt kòm yon sipòtè. [26]

Pilòt yo

Nigel Mansell tanporèman kite Fòmil 1 apre trèz sezon: li te genyen chanpyona an 1992 , absans li ap anpeche Williams sèvi ak nimewo 1 an ak Damon Hill ap gen ras nan nimewo a etranj 0, deja itilize pa Jody Scheckter ak McLaren nan 1973 la Grand Prix Kanadyen ak Etazini .

Nouvèl ki pi enpòtan pou mache chofè yo te retounen Alain Prost nan Fòmil 1 apre yon sabbatical. Franse a te an reyalite te rive jwenn yon akò ak Williams e li te gen yon kloz eleman kote li te kapab gen yon dwa mete veto sou anbochaj la nan Ayrton Senna kòm koekipyèr l 'yo. [27] Brezilyen an, anvi chanje ekip, Se poutèt sa te oblije rete ak McLaren , siyen yon akò nan dènye minit apre li fin evalye retrèt li tou. [28] Senna ta ras pou yon pyès monnen, deside de tan zan tan, ak mande yon milyon dola yon ras. [27] Sitiyasyon an te dire jouk lavèy Grand Prix franse a, lè li te jwenn yon akò avèk Ron Dennis valab pou rès chanpyona an. [27]

Ansanm ak Prost, chofè tès Damon Hill te monte nan dezyèm chofè, apre yo fin sortan chanpyon nan lemonn Mansell , ki moun ki te deja konfime pou 1993, te gen dezakò ak Frank Williams , pa te enfòme ke li ta dwe pè ak Prost. [29]

Ferrari, nan lòt men an, te okipe rebati ekip la apre dezas ane anvan an. Reamenaje anplwaye yo, prezidan Montezemolo te bay Niki Lauda yon manda pou kontakte Senna pou konnen si li te dispoze fè kous pou ekip Maranello a. [30] Fè fas a demand yo tèt nèg nan brezilyen an, quantifiable nan 30 milyon dola pou chak sezon (akòz lefèt ke li te kap chèche yon ekip ki ta pèmèt l 'imedyatman genyen tit la nan lemonn), li tounen vin jwenn Berger sou konsèy la nan Postlethwaite ak Barnard . [30] Alesi a konfime ta ras ansanm avè l '. Kòm Berger ta chanje ekip, dezyèm plas la nan McLaren te kite gratis, ki angaje Michael Andretti , pitit gason Mario , ak gayan nan chanpyona a Champ Machin an 1991.

Michael Schumacher te konfime nan Benetton ak Riccardo Patrese te rive bò kote l 'ak yon kontra anyèl kòm dezyèm gid, ki moun ki te travay la nan pote richès li nan eksperyans ak konesans teknik akeri Williams. [31] Lotus tou kenbe premye chofè li yo Herbert ansanm ak pwomèt la Zanardi apre li te montre tèt li nan yon sesyon tès nan Le Castellet, enprime pi bon fwa pase Schumacher. De Cesaris tou konfime nan Tyrrell apre yon sezon bon, pandan y ap wòl nan dezyèm gid tonbe nan Ukyo Katayama , fre soti nan premye l 'ak Larrousse .

Olye de sa, Ligier revolusyone pwòp liy-up pa anbochaj ekspè Martin Brundle soti nan Benetton ak jenn Mak Blundell , McLaren chofè tès la. Alboreto , apre li fin relanse ak yon bon sezon, [32] deja anonse nan mwa septanm nan ke li ta kite Footwork pou rantre nan Scuderia Italia , kote li ta pè ak Luca Badoer . [33] Te plas li pran pa Derek Warwick , retounen nan Fòmil 1 apre de ane nan absans ak chanpyon fre nan mond lan sportsprototype . Lòt bò larivyè Jouden ak Larrousse tou totalman chanje anplwaye yo: premye a anboche jenn prometteur Rubens Barrichello a ansanm ak Ivan Capelli , ki moun ki te jis tounen soti nan yon sezon difisil nan Ferrari ; evènman yo nan dezyèm plas la nan ekip la Ilandè yo te sepandan trè soufri anpil tankou Italyen an kite apre jis de ras ak kat chofè altène ( Boutsen , Apicella , Naspetti ak Irvine ). Dezyèm lan olye pou mete franse Érik Comas yo , soti nan Ligier, ak retounen Philippe Alliot la anba kontra. Finalman Minardi konfime Fittipaldi pè ak Fabrizio Barbazza , pandan y ap debutan Sauber a anboche de kandida jèn, tankou Karl Wendlinger ak JJ Lehto .

Tab rezime

Eskwadwon Builder Chasi Motè Kawotchou Non Pilòt GP Chofè tès la
UK Canon Williams Renault Williams FW15C Renault RS5 3.5 V10 G. 0 UK Damon Hill Tout Syèd Kenny Bräck [34]
UK David Coulthard [34]
2 Lafrans Alain Prost Tout
UK Tyrrell Organizationganizasyon kous Tyrrell 020C
021
Yamaha OX10A 3.5 V10 G. 3 Japon Ukyo Katayama Tout n / a
4 Itali Andrea De Cesaris Tout
UK Chamo Benetton Ford Benetton B193
B193B
Ford HBA7 3.5 V8
Ford HBA8 3.5 V8
G. 5 Almay Michael Schumacher Tout Lafrans Paul Belmondo [34]
UK Perry McCarthy
UK Allan McNish [34]
Itali Andrea Montermini [34]
Itali Alessandro Zanardi [34]
6 Itali Riccardo Patrese Tout
UK Marlboro McLaren Ford McLaren MP4 / 8 Ford HBE7 3.5 V8 G. 7 Etazini Michael Andretti 1-13 Netherlands Jos Verstappen [34]
Fenlann Mika Häkkinen 14-16
8 Brezil Ayrton Senna Tout
UK Footwork Mugen Honda Footwork FA13B
FA14
Mugen - Honda MF-351 HB 3.5 V10 G. 9 UK Derek Warwick Tout Netherlands Jos Verstappen [34]
Ostrali David Brabham [34]
10 Japon Aguri Suzuki Tout
UK Ekip Lotus Lotus 107B Ford HBD6 3.5 V8 G. 11 Itali Alessandro Zanardi 1-12 n / a
Pòtigal Pedro Lamy 13-16
12 UK Johnny Herbert Tout
Iland Sasol Jordan Lòt bò larivyè Jouden 193 Hart 1035 3.5 V10 G. 14 Brezil Rubens Barrichello Tout Itali Emanuele Naspetti [34]
15 Itali Ivan Capelli 1-2
Bèljik Thierry Boutsen 3-12
Itali Marco Apicella 13
Itali Emanuele Naspetti 14
UK Eddie Irvine 15-16
Lafrans Larrousse F1 Larrousse LH93 Lamborghini 3512 3.5 V12 G. 19 Lafrans Philippe Alliot 1-14 n / a
Japon Toshio Suzuki 15-16
20 Lafrans Érik Comas Tout
Itali Lola BMS Scuderia Italia Lola T93 / 30 Ferrari 040 3.5 V12 G. 21 Itali Michele Alboreto Tout n / a
22 Itali Luca Badoer Tout
Itali Ekip Minardi Minardi M193 Ford HBC6 3.5 V8 G. 23 Brezil Kretyen Fittipaldi 1-14 n / a
Lafrans Jean-Marc Gounon 15-16
24 Itali Fabrizio Barbazza 1-8
Itali Pierluigi Martini 9-16
Lafrans Ligier Gitanes blond Ligier JS39 Renault RS5 3.5 V10 G. 25 UK Martin Brundle Tout Lafrans Éric Bernard [34]
26 UK Mak Blundell Tout
Itali Scuderia Ferrari SpA Ferrari F93A Ferrari 041 3.5 V12 G. 27 Lafrans Jean Alesi Tout Itali Nicola Larini [34]
Itali Gianni Morbidelli [34]
28 Otrich Gerhard Berger Tout
Swis Sauber Sauber C12 Sauber [35] 2175 3.5 V10 G. 29 Otrich Karl Wendlinger Tout n / a
30 Fenlann JJ Lehto Tout

Sikwi ak ras

Vaksen televizyon

Nan peyi Itali, pou twazyèm fwa youn apre lòt, pratik gratis, twa-senk kalifye, chofaj, ras ak pòs-ras yo te difize pa rezo Fininvest tankou Italia 1 ak Canale 5 (ki emisyon sèlman yon dimanch nan fen 13 la : 00 edisyon TG5 Giorno) ak ladann pa Andrea De Adamich ak Guido Schittone ak patisipasyon Claudia Peroni ak Giorgio Piola kòm voye soti nan twou yo nan Grand Prix la ak Fòmil 1 '93 pou RTI Sport ak sou Rai 2 nan Eurovision ak kòmantè a pa Mario Poltronieri , Clay Regazzoni ak patisipasyon nan Gianfranco Palazzoli ak Ezio Zermiani tou nan wòl nan voye soti nan twou yo nan divès pwogram televizyon espò.

Chanjman nan règleman yo

Règleman teknik

Fya a te eseye fè machin yo pi dousman, patikilyèman nan antre kwen, pa diminye lajè a nan machin yo ak kawotchou bay mwens priz. [36]

Règleman espòtif

Sezon 1993 la te make pa kontinwite ki gen rapò ak yon sèl anvan an, an reyalite trè kèk chanjman regilasyon yo te prezante. Chanjman ki pi pwofon yo konsène sistèm kalifikasyon an: kòmanse nan Grand Prix Brezilyen an, chak chofè ta gen sèlman 12 nap pou chak sesyon pou make tan an ak nan 26 patisipan yo, se yon sèl ki pa ta kalifye pou asire ke chak ekip ta te gen omwen yon chofè aliyen yo sou kadriyaj la kòmanse. [37] Anplis de sa, itilize nan chariot la te limite a jis jou a nan konpetisyon, pandan ke li te entèdi pou fè tès ak kantite kouche nan kawotchou yo dwe itilize pandan fen semèn nan te redwi de dis a sèt. [22]

Rezime sezon an

Sid Afriken Grand Prix

Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay: 1993 Sid Afriken Grand Prix .

Sou retou li nan kous apre yon sabatik, Prost imedyatman pran pozisyon poto ak Williams , malgre lefèt ke nan 1700 mèt anwo nivo lanmè motè Renault la pa t 'kapab reklame tout siperyorite li sou konpetisyon an; [ sitasyon bezwen ] nan bò kote l ', trè pre, rival li a depi lontan Senna kalifye, ki moun ki te dakò nan kouri yon lòt ane ak McLaren , menm si pou premye pati nan sezon an li te an reyalite yon kontra siy . [27] Brezilyen an te rive nan premye Grand Prix la apre li te fin teste McLaren sèlman yon fwa kèk jou anvan kòmansman chanpyona mondyal la, nan yon tès kout nan Silverstone .

Nan kòmansman an Prost te kòmanse nan yon move kòmanse epi yo te mete nan pa Senna, ki moun ki te pran plon an, ak pa Schumacher sou Benetton . Hill , nan lòt men an, nan yon tantativ anbete Senna, file kèk santèn mèt pita (li rekòmanse douzyèm epi yo pral definitivman fini soti sou janm 18, rammed pa Zanardi ) ak Lè sa a, tounen twazyèm pozisyon nan koekipye l 'yo. Aprè li te finn mete yon bon mach nan nap yo byen bonè, Senna te gen yon pwoblèm sou 4 tour ak sispansyon aktif McLaren an e li te kòmanse kouri sou defans. Pandan se tan, Prost te kòmanse refè ak sou janm 13 li depase Schumacher, mete soti nan lachas a pou brezilyen an. Aprè li te rive jwenn li, li te eseye yon premye atak sou Wis 15, men brezilyen an jere yo reziste pou plizyè nap, jouk li te oblije bay moute pandan Wis la 24th apre yon seri de batay wou-a-wou; an menm Wis Schumacher tou te pase brezilyen an, men de la imedyatman retounen nan twou yo ak Senna retounen devan chanjman nan kawotchou.

Alman an te eseye pran pozisyon an ankò, men sou janm 40 li te fòse frenaj la twòp, epi, apre li fin manyen dèyè McLaren a, li vire e li te fòse li pran retrèt li. Nan fason sa Patrese koekipyèr li te vin twazyèm, ki moun ki 7 nap pita ale nan tras la nan vire, retiran. Prost, pandan se tan, toujou kòmande ras la malgre yon lapli ki nan faz final la, tou konsidere ke Senna te konsène sou jere dezyèm plas li ak yon machin de pli zan pli difisil kenbe sou wout la kòm ras la pwogrese. [38] Yon moun ki peye pri a te Warwick sou Footwork l 'ki, sou retounen li apre de ane, file ak frape miray la pandan ke li te nan zòn nan ki fè nòt. Blundell Lè sa a, monte nan twazyèm pozisyon, ki moun ki nan fen ras la te kapab pote Podium a ki te manke pou sèt ane Ligier . Konplete lòd la nan arive Fittipaldi , katriyèm sou Minardi , ak Lehto , senkyèm ak rkru Sauber a , nan yon ras ki te wè sèlman 5 machin nan fini an. Se konsa, Berger , byenke trayi pa motè a Ferrari ak yon sèl janm yo ale, te kanmenm klase sizyèm ak pran yon pwen.

Brezilyen Grand Prix

Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay: 1993 Grand Prix brezilyen an .
Senna selebre viktwa a nan Interlagos

Mas , ki moun ki te deja echwe pou pou patisipe nan Lafrik di sid, ofisyèlman retire kò l nan Cup Mondyal la; konsa te rete 26 konpetitè. Nan lòd pa asire ke te gen 26 ki kalifye sou 26 patisipan yo, ekip yo deside pa admèt otè a nan dènye fwa a nan kalifye nan ras la: Se poutèt sa Ivan Capelli ki rate kalifikasyon an nan sa ki te patisipasyon dènye l 'nan yon ras Fòmil 1. Kalifye te ankò domine pa Williams ki te okipe ranje devan an. Nan kòmansman an Prost te pran plon an, pandan y ap Hill te depase pa Senna, menm si sou janm 11 Anglè a te pran dezyèm plas. Dietro ai primi vi fu anche un incidente tra Andretti e Berger, senza conseguenze per i piloti. Una volta stabilizzatesi le prime posizioni vedevano Prost al comando davanti a Hill, Senna, Schumacher, Alesi e Lehto. Al 24º giro, però Senna ricevette uno stop-and-go per aver sorpassato in regime di bandiere gialle. [39] Poco dopo un improvviso acquazzone generò il caos in pista con i piloti che si precipitano a cambiare le gomme, mentre Suzuki , Katayama e Fittipaldi furono costretti al ritiro.

Prost, credendo che ai box fosse rientrato Hill dopo aver male interpretato un messaggio radio della Williams, [39] ritardò il cambio di pneumatici, ma si trovò improvvisamente davanti la vettura di Fittipaldi ferma in mezzo alla pista e la centrò venendo costretto al ritiro. I commissari di gara decisero dunque di far entrare la safety car per 7 giri al fine di sgomberare il tracciato dai rottami delle auto incidentate; questo permise di compattare il gruppo e, con la pista ancora bagnata, Senna passò la Williams di Hill al 42º giro. Dietro di loro era intanto risalito al terzo posto Herbert , abile a sfruttare le soste ai box, [39] seguito da Lehto, Blundell e Zanardi . Nel frattempo stava rimontando posizioni Schumacher, che era precipitato al nono posto a causa di uno stop-and-go. Il tedesco riuscì a portarsi ai margini del podio e all'ultimo giro, dopo un vivace duello, ebbe la meglio su Herbert conquistando l'ultimo gradino del podio. Quinto era Blundell, seguito da Zanardi, che conquistò così quello che rimarrà l'unico punto della sua carriera in Formula 1. Per la McLaren invece si trattò della centesima vittoria nella competizione. [39] Senna si portò quindi al comando del campionato con 16 punti contro i 10 di Prost.

Gran Premio d'Europa

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio d'Europa 1993 .
Ayrton Senna fu protagonista a Donington di una prestazione di grande rilievo, imponendosi con oltre un minuto di distacco su Hill

Il primo e ultimo Gran Premio disputato a Donington rimarrà nella storia come una delle più memorabili imprese di Ayrton Senna [ senza fonte ] . Se le qualifiche avevano confermato il predominio della Williams, che occupò nuovamente la prima fila, la gara, svoltasi su pista bagnata, esaltò le capacità di guida del brasiliano. Alla partenza Prost e Hill mantennero le prime posizioni, mentre Schumacher chiuse Senna all'esterno ed entrambi vennero superati da Wendlinger . Nel corso del primo passaggio, però il brasiliano sopravanzò Schumacher già all'uscita della prima curva, Wendlinger, Hill e Prost, conquistando la testa della corsa alla penultima curva del primo giro. Più indietro, Andretti e Wendlinger entrarono in contatto e furono costretti al ritiro, mentre Barrichello risalì addirittura in quarta posizione dietro al duo Williams.

Senna conquistò immediatamente un grande vantaggio sugli inseguitori; la gara divenne un continuo susseguirsi di acquazzoni di pochi minuti ciascuno, che obbligano i piloti ad un gran numero di cambi gomme. [40] Senna non si lasciò sorprendere dalle mutevoli condizioni meteo e vinse la seconda gara consecutiva davanti a Hill, Prost (addirittura doppiato dal brasiliano), Herbert (quarto per la seconda volta consecutiva), Patrese e Barbazza , al primo punto in carriera; Barrichello viene invece tradito dalla sua Jordan (guasto ai freni) a cinque giri dalla fine mentre si trovava in zona podio al 3º posto, posizione che cedette così a Prost, che in precedenza aveva perso la seconda piazza in quanto rallentato dalle sette soste ai box, sopra la media degli altri piloti, e da un problema con la frizione nel ripartire da una sosta al box. [40] A questo punto Senna aveva accumulato un vantaggio di dodici punti sul francese, suo inseguitore più prossimo.

Gran Premio di San Marino

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di San Marino 1993 .

Prost conquistò la pole position anche a Imola , ma un violento acquazzone si era abbattuto in mattinata sul circuito ei piloti furono costretti a partire con pneumatici da bagnato. [41] Il francese, rallentato da un problema alla frizione scattò male e venne superato da Hill, il quale prese subito un buon margine, e da Senna alla staccata della Tosa. [41] Nonostante tutto, dopo sette giri Prost riuscì prendendosi qualche rischio a recuperare la posizione sul brasiliano; [41] dietro di loro seguivano invece Schumacher, Berger e Wendlinger. Al nono giro cominciarono le soste ai box per montare gomme da asciutto, visto che la pista si stava asciugando. Approfittando di un pit stop non perfetto dei meccanici Williams, [41] Senna riuscì a riprendersi la posizione, ma al dodicesimo giro Prost fu in grado di superare in un colpo solo alla Tosa i due rivali che lo precedevano. Senna passò Hill, che in seguito al 21º giro uscì di pista per un guaio ai freni e fu costretto a ritirarsi.

Terzo si ritrovò quindi Schumacher, seguito da Wendlinger, Andretti e Alesi. Sia l'americano che il francese furono però costretti al ritiro: il primo per problemi ai freni, il secondo per guai alla frizione. Anche Senna si ritirò, al 43º giro per un guasto all'impianto idraulico, lasciando la seconda piazza a Schumacher. Prost nel frattempo si avviava verso la vittoria, nonostante problemi all'acceleratore nelle fasi finali di gara, mentre era molto accesa la lotta al quarto posto che vedeva confrontarsi Lehto con Zanardi e Herbert. Nonostante fossero più veloci, i piloti Lotus non riuscirono a passare il finlandese: Zanardi commise infatti un errore e incidentò la sua vettura, mentre Herbert fu costretto al ritiro da problemi al motore. [41] Le posizioni in classifica non cambiarono ulteriormente e Prost vinse con ampio margine su Schumacher e Brundle, che portò al secondo podio stagionale la Ligier, mentre Lehto concluse quarto con la Sauber nonostante la rottura del motore a due giri dalla fine. Finirono nei punti anche Alliot e Barbazza, sesto per la seconda volta consecutiva con la Minardi. Prost riuscì così a ridurre il distacco nei confronti di Senna a due lunghezze, portandosi a 24 punti contro i 26 del brasiliano.

Gran Premio di Spagna

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di Spagna 1993 .

A Barcellona Prost conquistò ancora una volta la pole position davanti a Hill nelle qualifiche. La domenica, alla partenza accadde un fatto insolito, con il semaforo che da rosso diventò giallo lampeggiante anziché verde, [42] ma in realtà il via era regolare, con Hill che scavalcò il compagno di squadra; a seguire Senna, Schumacher, Patrese, Andretti e Alesi. Tuttavia all'11º giro il francese si riprese la prima posizione sull'inglese, pur senza riuscire a distanziarlo. [42] Non ci furono altri cambiamenti fino a quando, durante il 42º giro, l'inglese ruppe il motore e si ritirò. Senna scalò quindi in seconda posizione, ma un errore al box durante un cambio gomme lo mise in difficoltà, visto che si ritrovò incalzato a breve distanza da Schumacher. [42] Il tedesco tentò di passare il brasiliano ma venne costretto a desistere dopo una breve escursione nella sabbia causata dalla rottura del motore di Zanardi che aveva inondato di olio la pista. [42]

Le posizioni di testa non cambiarono più fino al termine ei primi tre giunsero al traguardo seguiti da Patrese, Andretti per la prima volta a punti con l'altra McLaren, e Berger. Grazie alla vittoria conseguita Prost scavalcò Senna in testa alla classifica piloti per due punti, mentre gli altri sfidanti erano tutti molto più staccati.

Gran Premio di Monaco

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di Monaco 1993 .

Per la prima volta dalla gara in Sudafrica la prima fila non era occupata interamente dalla Williams: Prost aveva comunque conquistato la pole, ma al suo fianco si trovava Schumacher, con Senna terzo e Hill a completare la seconda fila. Al via le posizioni di testa rimasero invariate, ma il francese si era mosso con leggero anticipo rispetto al semaforo verde e ricevette di conseguenza uno stop-and-go di 10 secondi; [43] al momento però di ripartire dai box dopo la penalità il motore gli si spense e, quando i meccanici Williams riuscirono a farlo ripartire, Prost era ormai 22º con un giro di ritardo rispetto a Schumacher che guidava la gara. [43] Intanto il tedesco era riuscito ad aumentare notevolmente il proprio vantaggio nei confronti di Senna fino a quando, nel corso del 32º giro, perse tre secondi, prima di ritirarsi il passaggio successivo per un problema idraulico.

Il brasiliano si trovò dunque a guidare la corsa, seguito da Hill e dal duo Ferrari, con Berger che diede vita ad un acceso duello con il compagno di squadra Alesi riuscendo, dopo un contatto al 62º giro, a passarlo al 64º giro. L'austriaco si mise alla caccia di Hill e, dopo averlo raggiunto al 71º giro, tentò l'attacco al Loews, ma fini per speronarlo venendo costretto al ritiro. Senna invece condusse la gara fino alla vittoria (nonostante il brivido di un cambio gomme "difettoso" che aveva portato Hill nelle sue vicinanze), la sua sesta a Monaco e la quinta consecutiva. Prost giunse infine quarto, seguito da Fittipaldi e Brundle.

Il brasiliano si riportò così in testa al mondiale, mentre Alesi portò alla Ferrari il primo podio stagionale dopo un avvio del mondiale molto problematico.

Gran Premio del Canada

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio del Canada 1993 .

Dopo aver occupato nuovamente la prima fila, al via Hill sopravanzò il compagno di squadra, portandosi al comando della corsa; alle sue spalle fu autore di un ottimo scatto Berger, che si portò terzo, mentre Schumacher ebbe problemi al controllo di trazione e perse diverse posizioni. [44] Senna intanto, che partiva dall'ottava piazzola, rimontò velocemente e al secondo passaggio era riuscito a issarsi al terzo posto. Schumacher, dal canto suo, si portò quarto, mentre Berger, che aveva problemi a gestire la vettura a serbatoio pieno, lasciò strada pure ad Alesi. [44] Al sesto giro, Prost superò il compagno di squadra, portandosi in testa ea partire da quel momento non lasciò più la posizione.

Senna intanto aveva forzato il ritmo avvicinandosi a Hill, ma non ci furono cambiamenti di posizione fino alla sosta per il cambio gomme, durante la quale l'inglese della Williams venne attardato da alcuni problemi, [44] scivolando in quarta posizione. Nel finale di gara Senna cominciò a recuperare su Prost e Schumacher a sua volta sul brasiliano, fino a quando la McLaren non venne colpita da un guasto all'alternatore a sette giri dalla fine. Prost poté quindi involarsi verso il successo e andò a vincere davanti a Schumacher, Hill, Berger, Brundle e Wendlinger, a punti per la prima volta in questa stagione. Il francese della Williams era di nuovo in testa al mondiale, con cinque punti di vantaggio sul rivale brasiliano.

Gran Premio di Francia

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di Francia 1993 .

Per la prima volta durante la stagione la pole position venne ottenuta da Damon Hill, che precedeva il compagno di squadra e le due Ligier. Al via l'ordine rimase pressoché invariato, a parte il sorpasso di Schumacher su Alesi, con Hill che conduceva davanti a Prost, Brundle, Blundell, Senna e Schumacher. Per 20 giri le posizioni rimasero inalterate, ma, al 21º passaggio, un'incomprensione tra Blundell e il doppiato De Cesaris , causò un incidente con il pilota inglese che finì contro le barriere.

Ai cambi gomme, Prost riuscì a sopravanzare Hill, prendendo la testa della corsa, mentre Brundle stava lottando con Senna e Schumacher per il terzo posto. L'alfiere della Ligier fu però costretto a modificare la sua strategia, passando da una a due soste, perché l'usura degli pneumatici si stava dimostrando superiore alle attese. [45] Approfittando dunque della sua fermata ai box Senna e Schumacher riuscirono a passarlo e, poco dopo, approfittando del doppiaggio di Warwick, il tedesco ebbe la meglio anche sul pilota della McLaren. Le posizioni di testa non cambiarono più fino al termine e Prost vinse davanti a Hill, Schumacher, Senna, Brundle e Andretti.

Gran Premio di Gran Bretagna

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di Gran Bretagna 1993 .
Herbert fotografato durante il Gran Premio di Gran Bretagna 1993 . Alla guida della sua Lotus ottenne il quarto posto

Al via Prost scattò ancora davanti a tutti, ma la sua partenza non fu brillante e venne scavalcato da Hill e Senna, che dal quarto posto sulla griglia di partenza era balzato in seconda posizione. Il brasiliano riuscì a resistere per alcuni passaggi agli attacchi di Prost, grazie soprattutto alla stabilità della sua vettura, ma venne sopravanzato nel corso del settimo giro e poco più tardi dovette cedere il passo anche Schumacher.

Prost cominciò a rimontare su Hill, ma i distacchi furono neutralizzati quando la safety car entra in pista per un incidente di Badoer alla curva Woodcote . [46] Quando la corsa riprese Hill cercò di ricostruire il vantaggio che aveva verso i rivali, segnando anche il giro più veloce, ma nel corso del 41º passaggio il motore della sua Williams si ruppe e venne costretto a ritirarsi; Prost ereditò così il comando della gara davanti a Schumacher e Senna. Dietro di loro si era intanto accesa la lotta per il quarto posto che vedeva impegnati Brundle, Herbert e Patrese, con il padovano che passò prima il pilota della Lotus e poi approfittò del ritiro dell'inglese della Ligier per portarsi ai margini del podio. L'ordine rimase invariato fino all'ultima tornata, quando Senna, come già accaduto due anni prima, rimane senza benzina a poche curve dalla fine e si ferma lungo il tracciato; il brasiliano venne comunque classificato quinto (in quanto primo dei doppiati), alle spalle di Prost, Schumacher, Patrese e Herbert e davanti a Warwick, che portò il primo punto della stagione alla Footwork. Prost aveva ormai preso il largo in classifica piloti, contando un margine di 20 punti su Senna e 37 su Schumacher.

Gran Premio di Germania

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di Germania 1993 .
Alain Prost colse al Gran Premio di Germania il suo cinquantunesimo e ultimo successo in carriera

Al via Prost viene sopravanzato da Hill , Schumacher e Senna dopo uno scatto poco brillante; alla prima staccata però il francese arriva appaiato al brasiliano; i due vengono a contatto, Senna va in testacoda e riparte per ultimo. La Ligier di Brundle tenta di attaccare il pilota della Williams alla seconda chicane, ma va in testacoda e taglia la variante; anche Prost taglia la chicane, per evitare l'incidente, e così pure fa Suzuki dietro di loro. Tutti e tre i piloti vengono penalizzati con uno stop-and-go; Prost criticherà questa decisione a fine gara. Prima di doversi fermare, il francese supera Schumacher e Hill, portandosi in testa alla gara dopo poche tornate; quando rientra è sesto, alle spalle anche di Blundell , Patrese e Brundle. Il francese recupera nuovamente fino alla seconda posizione, ma lo svantaggio nei confronti del compagno di squadra è troppo grande per essere colmato. Nel frattempo, Senna ha rimontato fino alla quinta piazza. A una tornata e mezzo dal termine Hill si ritira per lo scoppio della gomma posteriore sinistra; Prost vince così davanti a Schumacher, Blundell, Senna, Patrese e Berger , autore di una gara d'attacco.

Gran Premio d'Ungheria

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio d'Ungheria 1993 .

Al via del giro di ricognizione la vettura di Prost rimane ferma sulla griglia e il francese è costretto a partire dall'ultima posizione. Alla partenza Schumacher nel tentativo di passare Hill va troppo all'esterno e viene superato da Senna, Berger e dal compagno di squadra Patrese. Hill quindi prende il comando della corsa davanti a Senna, Berger, Patrese, Schumacher e Alesi. L'inglese conquista subito un grande vantaggio sugli inseguitori, mentre Schumacher, tentando di recuperare, compie invece un testacoda al quarto giro che lo fa andare fuori pista e riparte decimo. Nel corso della diciottesima tornata Senna, ancora secondo, si ritira per un problema all'acceleratore; Schumacher, autore di una grande rimonta, si ritrova secondo dopo aver passato il compagno di squadra al 19º giro, ma si ritirerà 6 tornate più tardi a causa di un guasto al motore.

Prost nel frattempo, che aveva rimontato fino alla quarta posizione, al 21º giro deve tornare ai box per sostituire l'alettone posteriore, rientrando in pista con sette giri di ritardo. Hill comanda in solitario, Patrese amministra la seconda piazza, mentre Berger conquista il podio superando Warwick, Brundle e Martini che rimangono a lottare per il quarto posto; alla fine l'italiano esce di pista, mentre gli altri due concludono nell'ordine. Hill conquista così la prima vittoria in carriera davanti a Patrese, Berger, Warwick, Brundle e Wendlinger; per Patrese si tratta dell'ultimo podio in carriera, mentre per Warwick è l'ultimo arrivo in zona punti.

Gran Premio del Belgio

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio del Belgio 1993 .

Al via Prost mantiene la testa della corsa, mentre Senna compie un ottimo scatto e si porta in seconda posizione, sopravanzando Hill. Alle sue spalle, Schumacher ha dei problemi con il launch control della sua Benetton, così come il compagno di squadra Patrese; il tedesco però perde meno tempo dell'italiano e alla prima curva si trova decimo; nel corso del secondo giro Hill, sfruttando la cavalleria del V10 Renault, passa Senna alla salita verso il Radillon. Schumacher recupera fino alla quarta piazza e durante il primo cambio gomme passa Senna. Prost e Hill in testa fanno un po' di tira e molla, ma il francese durante il secondo cambio-gomme ha un contrattempo e viene passato dal compagno di squadra, rientrando in pista davanti a Schumacher, che lo passa due giri più tardi. Senna invece, 4°, arriva al traguardo staccato e solitario con una McLaren in preda a vibrazioni fastidiose. L'ordine rimane invariato e Hill ottiene la seconda vittoria consecutiva davanti a Schumacher, Prost, Senna, Herbert (che porta alla Lotus gli ultimi punti della sua storia) e Patrese; a quattro gare dalla conclusione del campionato, la Williams conquista matematicamente il titolo costruttori.

Gran Premio d'Italia

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio d'Italia 1993 .
Le monoposto affrontano la prima chicane subito dopo la partenza; Prost (2) e Alesi (27) sfilano in testa, mentre Senna (8) viene al contatto con Hill (0).

Ancora una volta le Williams dominarono le qualifiche, occupando l'intera prima fila con Prost davanti al compagno di squadra Hill. Protagonista delle qualifiche fu anche il francese Alesi, in grado di piazzare la sua Ferrari in seconda fila scatenando l'entusiasmo del pubblico presente dopo che per alcuni minuti era riuscito ad issarsi in testa alla classifica dei tempi migliori. [47] Al via Prost mantenne la testa della corsa, mentre Alesi che sopravanzò Hill, il quale ingaggiò un duello con Senna per la terza piazza; alla prima chicane la McLaren toccò però la Williams e la macchina del brasiliano si alzò da terra, ricadendo pesantemente; entrambi ripartirono diverse posizioni più indietro. Nella seconda metà della griglia alcune vetture si scontrarono tra loro; si ritirano Suzuki, Warwick, Barrichello, Apicella e Lehto, mentre Alliot e Fittipaldi dovettero tornare ai box per riparare le proprie vetture. Mentre Prost conduceva la gara, al 2º giro alla Variante Ascari Schumacher passò Alesi e conquista la seconda piazza; il ferraristi più tardi perse anche la terza posizione, quando Hill in rimonta (aveva già passato Brundle, Herbert e Berger) lo superò. La rimonta invece non riuscì a Senna che al nono giro, nel tentativo di recuperare, arrivò a ruote bloccate alla Seconda Variante per noie ai freni e tamponò Brundle, costringendo entrambi al ritiro. [48]

Alla ventunesima tornata sulla Benetton di Schumacher si ruppe il motore; Hill recuperò lo svantaggio nei confronti del compagno di squadra, finendo per raggiungerlo nell'ultima fase di gara. [48] A pochi chilometri dal termine Prost si ritirò, tradito dal motore della sua Williams, e dovette così rimandare la conquista matematica del titolo; Hill conquistò così la terza vittoria consecutiva davanti ad Alesi e Andretti, per la prima volta sul podio nella sua ultima gara in Formula 1, prima di essere appiedato dalla McLaren. Gli altri piloti a punti furono Wendlinger, Patrese e Comas .

Gran Premio di Portogallo

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio del Portogallo 1993 .

Il venerdì Alain Prost annuncia il ritiro dalle corse a fine stagione. Sulla McLaren che fu di Andretti debutta il finlandese Mika Häkkinen, qualificandosi a sorpresa davanti al compagno Senna. Al giro di formazione la vettura di Hill non si avvia; il pilota inglese è costretto a schierarsi in ultima posizione. Al via Alesi azzarda una traiettoria esterna e prende il comando, seguito da Häkkinen , Senna, Prost (superato in partenza anche dal duo McLaren oltre che dal ferrarista), Schumacher e Berger. Senna sorpassa Häkkinen a metà del primo giro e si mette all'inseguimento di Alesi, ma al 19º giro si ritira con il motore rotto, dicendo addio alla seconda piazza; al 20º giro Alesi e Häkkinen vanno a cambiare le gomme, Schumacher invece si ferma più tardi, e sbuca davanti al duo dopo la sosta.

I piloti Williams invece sono gli ultimi a tornare ai box, con Hill in grande rimonta; Prost invece non riesce a rientrare davanti a Schumacher. Al termine della serie di pit stop Schumacher passa al comando davanti a Prost, Alesi, Häkkinen e Hill. Al 33º giro Häkkinen, in scia ad Alesi, si ritira per un incidente e tre tornate dopo toccherà a Berger, autore di una pericolosa carambola lungo il rettifilo. Schumacher, Prost e Hill non si fermeranno più ai box e il tedesco manterrà il comando fino alla fine (prima vittoria stagionale) nonostante gli attacchi di Prost, a cui basta il secondo posto per conquistare matematicamente il quarto titolo mondiale in carriera. Hill conclude terzo sopravanzando Alesi grazie alla seconda sosta ai box per cambiare le gomme del francese della Ferrari; la zona punti è chiusa da Wendlinger e Brundle.

Gran Premio del Giappone

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio del Giappone 1993 .

In Giappone debuttano Jean-Marc Gounon con la Minardi, Toshio Suzuki con la Larrousse ed Eddie Irvine con la Jordan, mentre la Lola Scuderia Italia si ritira dal campionato. Al via Senna prende la testa della corsa, davanti a Prost, Häkkinen, Berger, Irvine , Schumacher e Hill; questi ultimi hanno nel giro di qualche tornata la meglio sull'irlandese della Jordan; si mettono in coda a Berger e nel frattempo Hill al 10º giro passa Schumacher, che al 12º giro (a causa di un'improvvisa frenata a ruote bloccate dell'inglese chiuso dall'austriaco) arriva "lungo", tocca il posteriore della Williams e si ritira a causa di una sospensione rotta. Prost passa in testa ai pit stop, ma presto comincia a piovere e la pista si inumidisce; Senna, più a suo agio del rivale, riprende il comando passando Prost alla curva "cucchiaio", poco prima che entrambi si fermino ai box per montare le rain. Anche Hill si ferma, tra l'altro vittima anche di una foratura, ma i meccanici Williams compiono l'errore di rimandarlo in pista con altre slick.

Hill è costretto a rifermarsi ma poi comincia a rimontare, arrivando alla quarta posizione davanti a Irvine, che per stare incollato all'inglese riesce a sdoppiarsi da Senna che lo aveva appena passato: nel dopo-gara vi sarà un diverbio fra il brasiliano e il nordirlandese. Hill mantiene tuttavia il quarto posto, poi la pioggia cessa ei piloti rimontano gomme da asciutto ma Berger rimane attardato, visto che i meccanici Ferrari compiono l'errore di rimandarlo in pista con le rain. Senna, con una McLaren per la prima volta in stagione capace di sfidare le Williams in quanto a prestazioni assolute, gestisce la corsa restando in testa fino al termine, precedendo sul traguardo Prost, Häkkinen, Hill, Barrichello e Irvine, a punti al debutto grazie ad un sorpasso al 49º giro al veterano Warwick che nella circostanza finisce fuori e si ritira.

Gran Premio d'Australia

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio d'Australia 1993 .
Alain Prost, impegnato nella sua ultima gara in Formula 1, ad Adelaide

Per la prima volta la pole position non è di un pilota della Williams, ma di Ayrton Senna. La procedura di partenza deve essere ripetuta tre volte, perché nei primi due tentativi le vetture di Katayama e Irvine rimangono ferme sulla griglia. Al via Senna mantiene il comando davanti a Prost, Hill, Schumacher, Berger, Brundle, Häkkinen e Alesi. Häkkinen passa subito nelle fasi iniziali Brundle, che sarà sorpassato anche da Alesi. Berger accusa un problema ai freni e viene passato prima da Häkkinen al 13º giro e poi da Alesi al 19°, tornata in cui il motore Ford lascia a piedi Schumacher. Al 27º giro invece si ritira Häkkinen per un problema ad una ruota. Senna intanto controlla la gara, anche se in difficoltà col motore Ford che tende a spegnersi sotto i 7000 giri, e precede i due rivali della Williams fino alla conclusione.

Sul finire della gara Hill va in testacoda nel tentativo di superare Prost, ma finisce ugualmente terzo dietro al francese, dato il grande vantaggio sul quarto; chiudono la zona punti Alesi, Berger (che durante la gara ha accusato dei problemi ai freni, poi risolti) e Brundle. Vincendo per la quinta volta nella stagione, Senna conquista il secondo posto nel Mondiale ai danni di Hill; è l'ultima gara con la McLaren e l'ultima vittoria per il brasiliano in Formula 1, nel giorno dell'ultimo gran premio in carriera del suo grande rivale Alain Prost, che gli lascia per il 1994 la Williams (sulla quale Senna troverà la morte a Imola); i due si stringono la mano sul podio.

Risultati

Risultati dei Gran Premi

Gara Luogo Pole position Giro più veloce Vincitore Costruttore Resoconto
1 Sudafrica Gran Premio del Sud Africa Kyalami Francia Alain Prost Francia Alain Prost Francia Alain Prost Williams - Renault Resoconto
2 Brasile Gran Premio del Brasile Interlagos Francia Alain Prost Germania Michael Schumacher Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford Resoconto
3 Europa Gran Premio d'Europa Donington Park Francia Alain Prost Brasile Ayrton Senna Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford Resoconto
4 San Marino Gran Premio di San Marino Imola Francia Alain Prost Francia Alain Prost Francia Alain Prost Williams - Renault Resoconto
5 Spagna Gran Premio di Spagna Catalunya Francia Alain Prost Germania Michael Schumacher Francia Alain Prost Williams - Renault Resoconto
6 Monaco Gran Premio di Monaco Monaco Francia Alain Prost Francia Alain Prost Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford Resoconto
7 Canada Gran Premio del Canada Circuit Gilles Villeneuve Francia Alain Prost Germania Michael Schumacher Francia Alain Prost Williams - Renault Resoconto
8 Francia Gran Premio di Francia Magny-Cours Regno Unito Damon Hill Germania Michael Schumacher Francia Alain Prost Williams - Renault Resoconto
9 Regno Unito Gran Premio di Gran Bretagna Silverstone Francia Alain Prost Regno Unito Damon Hill Francia Alain Prost Williams - Renault Resoconto
10 Germania Gran Premio di Germania Hockenheimring Francia Alain Prost Germania Michael Schumacher Francia Alain Prost Williams - Renault Resoconto
11 Ungheria Gran Premio d'Ungheria Hungaroring Francia Alain Prost Francia Alain Prost Regno Unito Damon Hill Williams - Renault Resoconto
12 Belgio Gran Premio del Belgio Spa-Francorchamps Francia Alain Prost Francia Alain Prost Regno Unito Damon Hill Williams - Renault Resoconto
13 Italia Gran Premio d'Italia Monza Francia Alain Prost Regno Unito Damon Hill Regno Unito Damon Hill Williams - Renault Resoconto
14 Portogallo Gran Premio del Portogallo Estoril Regno Unito Damon Hill Regno Unito Damon Hill Germania Michael Schumacher Benetton - Ford Resoconto
15 Giappone Gran Premio del Giappone Suzuka Francia Alain Prost Francia Alain Prost Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford Resoconto
16 Australia Gran Premio d'Australia Adelaide Brasile Ayrton Senna Regno Unito Damon Hill Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford Resoconto

Classifica piloti

Pos. Pilota Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Brazil.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti
1 Francia Alain Prost 1 Rit 3 1 1 4 1 1 1 1 12 3 12 2 2 2 99
2 Brasile Ayrton Senna 2 1 1 Rit 2 1 18* 4 5* 4 Rit 4 Rit Rit 1 1 73
3 Regno Unito Damon Hill Rit 2 2 Rit Rit 2 3 2 Rit 15* 1 1 1 3 4 3 69
4 Germania Michael Schumacher Rit 3 Rit 2 3 Rit 2 3 2 2 Rit 2 Rit 1 Rit Rit 52
5 Italia Riccardo Patrese Rit Rit 5 Rit 4 Rit Rit 10 3 5 2 6 5 16* Rit 8* 20
6 Francia Jean Alesi Rit 8 Rit Rit Rit 3 Rit Rit 9 7 Rit Rit 2 4 Rit 4 16
7 Regno Unito Martin Brundle Rit Rit Rit 3 Rit 6 5 5 14* 8 5 7 Rit 6 9* 6 13
8 Austria Gerhard Berger 6* Rit Rit Rit 6 14* 4 14 Rit 6 3 10* Rit Rit Rit 5 12
9 Regno Unito Johnny Herbert Rit 4 4 8* Rit Rit 10 Rit 4 10 Rit 5 Rit Rit 11 Rit 11
10 Regno Unito Mark Blundell 3 5 Rit Rit 7 Rit Rit Rit 7 3 7 11* Rit Rit 7 9 10
11 Stati Uniti Michael Andretti Rit Rit Rit Rit 5 8 14 6 Rit Rit Rit 8 3 7
12 Austria Karl Wendlinger Rit Rit Rit Rit Rit 13 6 Rit Rit 9 6 Rit 4 5 Rit 15* 7
13 Finlandia JJ Lehto 5 Rit Rit 4* Rit Rit 7 Rit 8 Rit Rit 9 Rit 7 8 Rit 5
14 Brasile Christian Fittipaldi 4 Rit 7 Rit 8 5 9 8 12* 11 Rit Rit 8* 9 5
15 Finlandia Mika Häkkinen Rit 3 Rit 4
16 Regno Unito Derek Warwick 7* 9 Rit Rit 13 Rit 16 13 6 17 4 Rit Rit 15* 14* 10 4
17 Francia Philippe Alliot Rit 7 Rit 5 Rit 12 Rit 9 11 12 8 12 9 10 2
18 Brasile Rubens Barrichello Rit Rit 10* Rit 12 9 Rit 7 10 Rit Rit Rit Rit 13 5 11 2
19 Italia Fabrizio Barbazza Rit Rit 6 6 Rit 11 Rit Rit 2
20 Italia Alessandro Zanardi Rit 6 8 Rit 14* 7 11 Rit Rit Rit Rit NP 1
21 Francia Érik Comas Rit 10 9 Rit 9 Rit 8 16* Rit Rit Rit Rit 6 11 Rit 12 1
22 Regno Unito Eddie Irvine 6 Rit 1
23 Italia Pierluigi Martini Rit 14 Rit Rit 7* 8 10 Rit 0
24 Giappone Aguri Suzuki Rit Rit Rit 9 10 Rit 13 12 Rit Rit Rit Rit Rit Rit Rit 7 0
25 Italia Luca Badoer Rit 12 NQ 7 Rit NQ 15 Rit Rit Rit Rit 13 10 14 0
26 Belgio Thierry Boutsen Rit Rit 11 Rit 12 11 Rit 13 9 Rit 0
27 Italia Andrea De Cesaris Rit Rit Rit Rit SQ 10 Rit 15 NC Rit 11 Rit 13* 12 Rit 13 0
28 Giappone Ukyo Katayama Rit Rit Rit Rit Rit Rit 17 Rit 13 Rit 10 15 14 Rit Rit Rit 0
29 Italia Michele Alboreto Rit 11 11 NQ NQ Rit NQ NQ NQ 16 Rit 14 Rit Rit 0
30 Portogallo Pedro Lamy 11 Rit 13* Rit 0
31 Giappone Toshio Suzuki 12 14 0
- Francia Jean-Marc Gounon Rit Rit 0
- Italia Ivan Capelli Rit NQ 0
- Italia Marco Apicella Rit 0
- Italia Emanuele Naspetti Rit 0
Pos. Pilota Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Brazil.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

* Indica quei piloti che non hanno terminato la gara ma sono ugualmente classificati avendo coperto, come previsto dal regolamento, almeno il 90% della distanza totale.

Classifica Costruttori

Posizione Costruttore Pilota RSA
Sudafrica
BRA
Brasile
EUR
Europa
SMR
San Marino
SPA
Spagna
MON
Monaco
CAN
Canada
FRA
Francia
GBR
Regno Unito
GER
Germania
UNG
Ungheria
BEL
Belgio
ITA
Italia
POR
Portogallo
GIA
Giappone
AUS
Australia
Punti
1 Regno Unito Williams - Renault Hill Rit 2 2 Rit Rit 2 3 2 Rit 15* 1 1 1 3 4 3 168
Prost 1 Rit 3 1 1 4 1 1 1 1 12 3 12 * 2 2 2
2 Regno Unito McLaren - Ford Andretti Rit Rit Rit Rit 5 8 14 6 Rit Rit Rit 8 3 84
Häkkinen Rit 3 Rit
Senna 2 1 1 Rit 2 1 18* 4 5 4 Rit 4 Rit Rit 1 1
3 Regno Unito Benetton - Ford Schumacher Rit 3 Rit 2 3 Rit 2 3 2 2 Rit 2 Rit 1 Rit Rit 72
Patrese Rit Rit 5 Rit 4 Rit Rit 10 3 5 2 6 5 16* Rit 8*
4 Italia Ferrari Alesi Rit 8 Rit Rit Rit 3 Rit Rit 9 7 Rit Rit 2 4 Rit 4 28
Berger 6 Rit Rit Rit 6 14 4 14 Rit 6 3 10 Rit Rit Rit 5
5 Francia Ligier - Renault Brundle Rit Rit Rit 3 Rit 6 5 5 14 8 5 7 Rit 6 9 6 23
Blundell 3 5 Rit Rit 7 Rit Rit Rit 7 3 7 11 Rit Rit 7 9
6 Regno Unito Lotus - Ford Zanardi Rit 6 8 Rit 14 7 11 Rit Rit Rit Rit NP 12
Lamy 11 Rit 13 Rit
Herbert Rit 4 4 8 Rit Rit 10 Rit 4 10 Rit 5 Rit Rit 11 Rit
7 Svizzera Sauber Wendlinger Rit Rit Rit Rit Rit 13 6 Rit Rit 9 6 Rit 4 5 Rit 15 12
Lehto 5 Rit Rit 4 Rit Rit 7 Rit 8 Rit Rit 9 Rit 7 8 Rit
8 Italia Minardi - Ford Fittipaldi 4 Rit 7 Rit 8 5 9 8 12 11 Rit Rit 8 9 7
Gounon Rit Rit
Barbazza Rit Rit 6 6 Rit 11 Rit Rit
Martini Rit 14 Rit Rit 7 8 10 Rit
9 Regno Unito Footwork - Mugen-Honda Warwick 7 9 Rit Rit 13 Rit 16 13 6 17 4 Rit Rit 15 14 10 4
A. Suzuki Rit Rit Rit 9 10 Rit 13 12 Rit Rit Rit Rit Rit Rit Rit 7
10 Francia Larrousse - Lamborghini Alliot Rit 7 Rit 5 Rit 12 Rit 9 11 12 8 12 9 10 3
T. Suzuki 12 14
Comas Rit 10 9 Rit 9 Rit 8 16 Rit Rit Rit Rit 6 11 Rit 12
11 Irlanda Jordan - Hart Barrichello Rit Rit 10 Rit 12 9 Rit 7 10 Rit Rit Rit Rit 13 5 11 3
Capelli Rit NQ
Boutsen Rit Rit 11 Rit 12 11 Rit 13 9 Rit
Apicella Rit
Naspetti Rit
Irvine 6 Rit
12 Italia Scuderia Italia - Ferrari Alboreto Rit 11 11 NQ NQ Rit NQ NQ NQ 16 Rit 14 Rit Rit 0
Badoer Rit 12 NQ 7 Rit NQ 15 Rit Rit Rit Rit 13 10 14
13 Regno Unito Tyrrell - Yamaha Katayama Rit Rit Rit Rit Rit Rit 17 Rit 13 Rit 10 15 14 Rit Rit Rit 0
De Cesaris Rit Rit Rit Rit SQ 10 Rit 15 NC Rit 11 Rit 13 12 Rit 13
Posizione Costruttore Pilota RSA
Sudafrica
BRA
Brasile
EUR
Europa
SMR
San Marino
SPA
Spagna
MON
Monaco
CAN
Canada
FRA
Francia
GBR
Regno Unito
GER
Germania
UNG
Ungheria
BEL
Belgio
ITA
Italia
POR
Portogallo
GIA
Giappone
AUS
Australia
Punti

* Indica quei piloti che non hanno terminato la gara ma sono ugualmente classificati avendo coperto, come previsto dal regolamento, almeno il 90% della distanza totale.

Note

  1. ^ a b c Addio al Messico. Due Gran Premi per il Giappone , in La Stampa , 25 giugno 1992, p. 33.
  2. ^ Cristiano Chiavegato, Ora soffia forte il vento della crisi , in La Stampa , 18 agosto 1992, p. 27.
  3. ^ ( EN ) Today in 1993: Senna's last great race at Donington , su f1fanatic.co.uk . URL consultato il 13 agosto 2015 .
  4. ^ a b Giancarlo Faletti, Ulderico Munzi, La Francia manda in fumo la Formula 1 , in Corriere della sera , 11 dicembre 1992, p. 44 (archiviato dall' url originale il 19 novembre 2015) .
  5. ^ ( FR ) Franck Berthault, La loi Evin et la retransmission télévisée des compétitions sportives , in Les Echos , 21 marzo 1995. URL consultato il 13 agosto 2015 .
  6. ^ a b Nestore Morosini, Giancarlo Faletti, " Ferrari brutta e' Ferrari vincente " , in Corriere della sera , 24 dicembre 1992. URL consultato il 5 luglio 2015 (archiviato dall' url originale ) .
  7. ^ Le Ferrari decollano , in Corriere della sera , 21 gennaio 1993. URL consultato il 5 luglio 2015 (archiviato dall' url originale il 30 settembre 2015) .
  8. ^ Prost in forma GP , in Corriere della sera , 29 gennaio 1993. URL consultato il 5 luglio 2015 (archiviato dall' url originale il 1º ottobre 2015) .
  9. ^ a b c Cristiano Chiavegato, Senna avrà una McLaren superelettronica , in La Stampa , 15 febbraio 1993. URL consultato il 5 luglio 2015 .
  10. ^ Esordio all'Estoril per la Bms Lola , in La Stampa , 10 febbraio 1993. URL consultato il 5 luglio 2015 .
  11. ^ a b c Cristiano Chiavegato, Prost stavolta ha paura , in La Stampa , 26 gennaio 1993. URL consultato il 13 agosto 2015 .
  12. ^ a b c d Cristiano Chiavegato, Prost, attimi di paura. Fuori pista a 240 orari , in La Stampa , 30 gennaio 1993, p. 29. URL consultato il 13 agosto 2015 .
  13. ^ a b Giancarlo Faletti, Ferrari, una marcia in meno , in Corriere della sera , 18 febbraio 1993, p. 43. URL consultato il 14 agosto 2015 (archiviato dall' url originale il 18 novembre 2015) .
  14. ^ a b c d e f Nestore Morosini, si' alla Williams e qualificazioni ridotte: la F1 vota via fax , in Corriere della sera , 13 febbraio 1993, p. 37. URL consultato il 17 agosto 2015 .
  15. ^ a b Nestore Morosini, Maranello ha vinto la battaglia politica , in Corriere della sera , 13 febbraio 1993, p. 37. URL consultato il 17 agosto 2015 (archiviato dall' url originale il 22 novembre 2015) .
  16. ^ Mario Donnini, Memorie di Adrian , su autosprint.corrieredellosport.it . URL consultato il 6 luglio 2015 (archiviato dall' url originale il 6 luglio 2015) .
  17. ^ Ménard , pp. 454-457 .
  18. ^ a b Giancarlo Faletti, Lucchini sceglie la Lola. Dallara saluta le corse , in Corriere della sera , 19 agosto 1992, p. 24. URL consultato il 17 agosto 2015 (archiviato dall' url originale il 17 ottobre 2015) .
  19. ^ ( EN ) The worst car I ever drove , in Motorsport Magazine , novembre 1998, 48-49. URL consultato il 17 agosto 2015 (archiviato dall' url originale il 5 gennaio 2016) .
  20. ^ ( EN ) Constructors: Leyton House Racing , su grandprix.com . URL consultato il 9 agosto 2015 .
  21. ^ ( EN ) A foregone conclusion for Prost? , in Motorsport Magazine , marzo 1993, 11-21.
  22. ^ a b Cristiano Chiavegato, Non sono rivali, sono nemici , in La Stampa , 12 marzo 1993, p. 32.
  23. ^ ( EN ) John Willcock, Formula One obsession led to pounds 50m Landhurst fraud , in The Independent , 18 ottobre 1997. URL consultato il 26 aprile 2011 .
  24. ^ ( EN ) Constructors: Fondmetal F1 SpA , su grandprix.com . URL consultato l'11 agosto 2015 .
  25. ^ ( EN ) Constructors: Andrea Moda Formula , su grandprix.com . URL consultato l'11 agosto 2015 .
  26. ^ a b ( EN ) Constructors: Sauber , su grandprix.com . URL consultato l'11 agosto 2015 .
  27. ^ a b c d Santoro , pp.6-15 .
  28. ^ Saluti e baci , in Autosprint , n. 45, 1993.
  29. ^ ( EN ) Natasha Kholiavko, Williams: A Comedy of Manners , su atlasf1.autosport.com . URL consultato il 27 luglio 2015 .
  30. ^ a b Nestore Morosini, Berger, il passato diventa futuro , in Corriere della sera , 27 agosto 1992, p. 25. URL consultato il 28 luglio 2015 (archiviato dall' url originale il 17 ottobre 2015) .
  31. ^ Patrese, ecco la Benetton , in Repubblica.it , 4 settembre 1992. URL consultato il 12 luglio 2014 .
  32. ^ Leo Turrini , p. 59 .
  33. ^ Cristiano Chiavegato, La McLaren fa di tutto per trattenere Senna , in La Stampa , 25 settembre 1992, p. 35.
  34. ^ a b c d e f g h i j k l m Formula 1 - Test driver 1993 , su driverdb.com . URL consultato il 18 agosto 2007 .
  35. ^ Il motore della Sauber è un Ilmor rimarchiato Sauber.
  36. ^ ( EN ) Formula 1 Technical Regulation changes for 1998" , su grandprix.com . URL consultato il 20 ottobre 2014 (archiviato dall' url originale il 4 febbraio 2015) .
  37. ^ Hilton, Christopher, Ayrton Senna: The Whole Story (Haynes Publishing, 2004). ISBN 978-1-84425-096-7
  38. ^ Williams, Roberts , p.5 .
  39. ^ a b c d Williams, Roberts , p.7 .
  40. ^ a b Williams, Roberts , p.9 .
  41. ^ a b c d e Williams, Roberts , pp. 11-12 .
  42. ^ a b c d Williams, Roberts , pp. 13-14 .
  43. ^ a b Williams, Roberts , pp. 15-16 .
  44. ^ a b c Williams, Roberts , pp. 17-18 .
  45. ^ Williams, Roberts , pp. 19-20 .
  46. ^ Williams, Roberts , pp. 21-22 .
  47. ^ Cristiano Chiavegato, Ferrari, lampo rosso , in La Stampa , 11 settembre 1993, p. 27.
  48. ^ a b Giancarlo Falletti, Prost, fumata grigia sul mondiale , in Corriere della Sera , 13 settembre 1993, p. 37 (archiviato dall' url originale l'8 maggio 2014) .

Bibliografia

  • ( EN ) Christopher Hilton, Ayrton Senna: The Whole Story , Haynes Publishing, 2004, ISBN 978-1-84425-096-7 .
  • ( FR ) Pierre Ménard, La Grande Encyclopédie de la Formule 1 - Volume 2 , Chronosports Editeur, 2000, ISBN 2-940125-45-7 .
  • Tom Roberts, Bryn Williams, F1 93 Il Campionato mondiale di Formula 1 nelle foto a colori più spettacolari , Milano, Vallardi&Associati, 1993, ISBN 88-85202-27-6 .
  • Nicola Santoro, Il caso Ayrton Senna. Tutta la verità sul processo , GoWare, 2014, ISBN 978-88-6797-177-0 .
  • Leo Turrini, F1 '92. L'anno di Mansell , Milano, Vallardi&Associati, 1992, ISBN 88-85202-30-6 .

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF ( EN ) 144933525 · GND ( DE ) 2130196-7
Formula 1 Portale Formula 1 : accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1