Bèlen

Soti nan Wikipedia, ansiklopedi gratis.
Ale nan navigasyon Ale nan rechèch
Bèlen
Lekòl la-peyi
(DE) Bèlen
Berlin - Kouvri ak kouch de zam Berlin - Drapo
Bèlen - View
Kote
Leta Almay Almay
Administrasyon
Minis Prezidan Majistra Gouvènè : Michael Müller ( SPD ) depi 11/12/2014
Teritwa
Kowòdone 52 ° 31'N 13 ° 23'E / 52,516667 ° N 13,383333 ° E 52,516667; 13.383333 Kowòdone : 52 ° 31'N 13 ° 23'E / 52,516667 ° N 13.383333 ° E 52,516667; 13.383333
Altitid 34 m slm
Sifas 891,12 km ²
Moun ki rete 3 769 495 [1] ( 2019 )
Dansite 4 230.06 moun ki rete / km ²
Distri gov. non
distri administratif : 12
Vwazen Länder Brandenburg
Lòt enfòmasyon
Kòd postal 10115-14199
Prefiks 030
Lag jè UTC + 1
ISO 3166-2 DE-yo
Plak B.
Non moun ki rete (IT) Bèlen
(DE) Berliner
Kartografi
Mappa di localizzazione: Germania
Bèlen
Bèlen
Sit entènèt enstitisyonèl

Bèlen ( AFI : / Berlingo / [2] ; nan German : Bèlen, [bɛɐ̪ Lin] , koute [ ? Enfòmasyon sou ]) se kapital la ak vil la pi gwo nan Almay . Vil- peyi ak chèz nan gouvènman an Alman , li se youn nan politik, kiltirèl, syantifik, jis komès ak medya sant sa yo nan pi enpòtan Ewòp , epi tou se plis abitan minisipalite a nan Inyon an Ewopeyen an , ak 3 769 495 moun. Bèlen aglomerasyon la (non ofisyèl Stadt-Umland-Zusammenhang Bèlen-Potsdam) comprenant Bèlen ak senkant minisipalite vwazen nan peyi Brandenburg , te gen yon zòn total de 3 743.21 km ² ak yon popilasyon de 4 666 175 abitan yo, pandan y ap rejyon an metwopoliten Bèlen / Brandenburg (ofisyèl non Hauptstadtregion Bèlen-Brandenburg) gen yon zòn nan 30 546 km ² ak yon popilasyon de 6 117 535 moun. [3]

Nan tan lontan an li te kapital la nan Brandenburg March (1417-1801), nan Peyi Wa ki nan lapris (1701-1918), nan Anpi Alman an (1871-1918), nan Repiblik la Weimar (1919-1933), nan Nazi Almay (1933-1945) ak - limite a sa sèlman li yo pati lès - nan Repiblik Demokratik Alman (1949-1990).

Jewografi fizik

Teritwa

Yon kilomèt kèk nan distrik yo santral:
Bank of Havel gwo larivyè Lefrat la nan Grunewald nan (forè) tou pre Schildhorn

Bèlen a sitiye nan pati lès nan Almay , 70 km soti nan Polish fwontyè a , nan rejyon an jeografik ki Brandenburg , men li se pa fè pati de omonimi a , ki soti nan ki li se antyèman antoure .

Vil la gen yon zòn gwo anpil nan 892 km ². Ekstansyon an nan yon direksyon ki nò-sid se 38 km, nan yon direksyon ki ès-wès li se 55 km.

Se sant lan nan Bèlen sitiye sou bank yo nan Spree nan (Spree nan German ), nan yon gwo fon ki gen orijin glasyal (Berliner Urstromtal) ant plato yo nan Barnim ak Teltow , oryante ès-wès.

Nan katye rich la nan Treptow-Köpenick East li se olye pou Müggelsee nan . Lak yo Bèlen yo trè popilè ak natasyon an mwa ete yo .

Nan lavil la, gen kèk ti mòn: pi gwo a se Müggelberg nan Großer, nan distri a nan Müggelheim , ki rive nan yon wotè ki 114.7 m ASL.

Se tè a sitou ki konpoze de Sandy materyèl, gravye ak wòch .

Bèlen se sant lan nan rejyon an metwopoliten Bèlen / Brandenburg , ki te gen ( 2012 ) 6 024 000 moun.

Klima

Zòn nan Bèlen gen yon tanpere mesothermal klima ak anpil sèk konpare ak mwayèn nan. Tanperati yo maksimòm chak jou sou kèk jou ete - jeneralman nan mwa Jiyè - rive fèmen nan 40 ° C (maksimòm ofisyèl nan +38.1 ° C sou 11 Jiyè 1959 a Tempelhof estasyon an move tan [4] ). De fwa pandan ventyèm syèk la tanperati a tonbe nan papòt la nan -26 ° C nan mwa fevriye: sou 11 February 1956 ofisyèl minimòm la absoli nan -26.1 ° C nan Schönefeld [5] , pandan y ap deja -26 ° C nan yo te rive nan estasyon an istorik meteyorolojik nan Dahlem toujou sou 11 February men nan ane a 1929 [6] . Van an nan sezon lete se pi plis konstan ak nòmalman kou nan lwès la; nan sezon fredi li se pi plis varyab epi byen souvan yo tou vini soti nan sid la, yon faktè ki fè move tan an trè varyab menm pandan jounen an. Gen sou 30 tanpèt loraj mwayèn pou chak ane.

Tanperati ak presipitasyon tab : mwayèn chak mwa

Mwa Mwa Sezon Ane
Janvye Fevriye Mas Avril Mag Anba a Jul Deja Mete Oktòb Nov. Desanm Env Pri East Ot
T. max. mwayenC ) 3 3 8 13 18 22 24 23 19 13 7 4 3.3 13 23 13 13.1
T. min. mwayenC ) −3 −3 0 4 9 12 14 14 11 6 2 -1 -2,3 4.3 13.3 6.3 5.4
Presipitasyon ( mm ) 42 33 41 37 54 69 56 58 45 37 44 55 130 132 183 126 571

Zòn nan santral iben gen yon microclimate ak jiska 4 ° C plis pase tout savann pou bèt yo. Lè a se relativman alalejè derespekte gras a van an, gwo zòn vèt ak efikasite nan transpò piblik, ki tou fè trafik machin gratis.

Minisipalite vwazen yo

Bèlen fontyè 27 minisipalite nan Brandenburg , ki 7 se vil yo, ki gen ladan yon sèl la siplemantè-banlye nan Potsdam . Yo vin isit la total 26 nan lòt, kraze pa distri (distri lekòl la), kòmanse nan nòdès la ak ale goch:

Istwa

Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay: Istwa nan Bèlen .
Bèlen an 1710

Bèlen te gen plis chans fèt kòm yon vil komès nan Slavic orijin nan syèk la 12th , sou yon zile nan Spree nan . Originally te gen de diferan vil : Bèlen, bò solèy leve nan gwo larivyè Lefrat la , ak Cölln , sou zile a .

Nan syèk sa yo, Bèlen akeri pi plis ak plis enpòtans sou lòt lavil ki nan peyi Brandenburg : nan 1451 li te vin kay la nan Margraves yo nan Brandenburg , ki soti nan 1701 kapital la nan Peyi Wa ki nan lapris , ki soti nan 1871 kapital la nan Anpi Alman an . Nan 1920 anpil ki antoure minisipalite ak lavil yo te enkòpore, kreye " Greater Bèlen an ".

Sovyetik ak Etazini tank fè fas a koupe nan Pòs Charlie , 1961

Kapital nan Almay menm pandan epòk la Nasyonal sosyalis , li te youn nan objektif prensipal yo nan lage bonb yo Alye pandan Dezyèm Gè a Mondyal , ki te fini nan Ewòp ak rann tèt la enkondisyonèl nan Almay sou Me 8, 1945 .

Nan fen lagè a, lavil la te divize an kat zòn okipasyon, ak Lè sa a divize an de pati konpetisyon: twa sektè yo lwès ( West Bèlen ) ak Sovyetik sektè a ( East Bèlen ). Pandan ke East Bèlen te vin kapital la nan Repiblik Demokratik Alman , West Bèlen te yon klib ansyen nan Repiblik Federal , ak nan mond Lwès la, pi lwen pase rido a Iron .

Miray la Bèlen an 1986, ki pentire sou bò lwès la

Nan konmansman an nan Lagè Fwad la te blokaj la nan Bèlen soti nan mwa jen 24, 1948 nan, 11 me 1949, efektivman Okontre pa sa yo rele an Airlift , pi gwo transpò a imanitè nan istwa, opere sitou nan Etazini yo nan Amerik ak Grann Bretay yo. , ki te pita wè - jan sa te Frans - pa kòm "fòs okipe", men kòm "fòs pwoteksyon". Tantativ an ki vin apre Sovyetik vin annex West Bèlen GDR a - iltimatòm Khrushchev la nan 1958 - te rejte pa alye yo oksidantal yo. Sou Out 13, 1961, gouvènman an nan East Almay - jwenn pèmisyon nan men Moskou - leve soti vivan miray la Bèlen yo sispann sitwayen li yo soti nan sove la nan Lwès.

Ameriken solidarite ak West Bèlen te yon kondisyon esansyèl nan lavi a nan sa yo rele "anvan pòs la pou libète"; pi byen konnen ak pi ekspresyon incisif l 'yo mo sa yo pwononse pa Prezidan an Lè sa a, nan peyi Etazini nan Amerik , John F. Kennedy , nan diskou li sou 26 mwa jen, 1963 : Ich bin ein Berliner (li:. "Mwen se yon Berliner" ).

"Sezon otòn la nan miray ranpa a nan" nan aswè an reta nan Novanm 9, 1989 te fè posib Wiedervereinigung a ( German reyinifikasyon ), ak ki Bèlen yon lòt fwa ankò te vin kapital la nan peyi Almay.

Devlopman City ak mòfolojik sou tan

estrikti yo nan Metropolis jodi a, osi byen ke anpil bilding endividyèl, se rezilta a nan plis pase uit syèk nan istwa.

Menm fonksyon an nan Bèlen kòm kapital la - nan Brandenburg March soti nan 1451 , nan Peyi Wa ki nan lapris soti nan 1701 , nan Anpi Alman an soti nan 1871, nan Repiblik la Weimar ak nan sa yo rele Twazyèm Reich la , limite a sa sèlman pati lès nan GDR a e kounye a, nan Repiblik Federal Alman an , apre yo fin inifikasyon an nan 1990 - li te kite mak li yo vizib klèman.

Bèlen jouk 1920

Bèlen, ki deja fèt nan sendika a nan de minisipalite yo Bèlen ak Cölln, te grandi soti nan syèk la mitan-disetyèm nan fondasyon an nan tout savann pou bèt nouvo.

Old Bèlen koresponn ak pati pyès sa yo santral la nan jodi a mit distri a, ak zile santral la nan larivyè Spree nan ak korespondan bank la lès. Sou bò lès nan pòsyon santral la nan zile a te sa yo rele Castello di Città a , ki gen istwa dat tounen nan 1443, yon chato wayal depi 1701 , demoli pa gouvènman kominis la nan 1950. Apeprè nan kote a nan chato la GDR a bati - soti nan 1973 1976 - sa yo rele Palast nan der Republik (li:. pale della Republica), demoli ant 2006 ak 2008 . Sa yo rele Humboldt Forum nan te bati nan plas li nan 2013.The bilding nouvo karakteristik twa nan fakad yo istorik nan Bèlen Castle epi li se gen entansyon nan kay Mize a ètnolojik, mize a nan Azyatik Atizay, Santral ak Rejyonal Bibliyotèk la nan Bèlen ak nan Humboldt Universität .

Nan nò a nan kare a yo se Lustgarten nan : yon kare piblik vèt, yon fwa jaden an nan chato la menm ak katedral la Bèlen - prezan depi 1536, byenke aparans nan se sitou sa yo ki an 1905.

Pwent la tout antye nò nan zile a konstitye Mize zile a , ak senk bilding gwo li yo dedye a ekspozisyon ak bati kòmanse nan 1822, jodi a youn nan pi konplèks yo mize enpòtan nan mond lan, dedye pi wo a tout moun koleksyon akeyolojik ak atizay. Nan diznevyèm nan syèk .

Achitekti nan ansyen ak karakteristik nan pati Sid Eta la zile a, sa yo rele Fischerinsel nan (li:. Zile pechè a) te konplètman detwi pa lage bonb yo nan Dezyèm Gè Mondyal la; eleman la sèlman ansyen se ti Jungfernbrücke pon an , konekte ak tè pwensipal la nan direksyon wès la nan zile a.

Menm lè sou bò solèy leve a nan zile a se rekonstwi Nikolaiviertel distri a , ak Nikolaikirche nan (Legliz, nan St Nicholas) , legliz la pi ansyen nan Bèlen [7] .

Pa byen lwen yo Town Hall nan Wouj (avèk koulè a karakteristik nan brik yo), nan fòm lan nan ane 1860 yo , men nan yon pozisyon nan nan sal la vil medyeval, ak Marienkirche nan , yon legliz fonde an syèk la 13th .

Soti nan mennen yo zile wèst epi jiska Pòtay Brandenburg boulva ente twou a Linden (li:. Anba pyebwa yo lacho ), transfòme nan 1647 ki sòti nan yon chemen pousyè pou monte nan yon avni pye bwa-aliyen ak elaji plizyè fwa pita. Avni a se koupe an mwatye pa pèpandikilè Friedrichstraße nan ki konekte, ale nan sid la nan Tigli a, Friedrichstadt nan (vil nan Frederick), te fonde an 1688 , ki enkòpore kòm yon distri nan Bèlen nan 1709 ak li te ye pou li yo Gendarmenmarkt kare, ak legliz franse ak Alman yo ak Schauspielhaus nan (pwoz teyat: jodi a konsè sal), opoze estati a nan Friedrich Schiller , osi byen ke, nan nò boulva a Grand, Dorotheenstadt a, bati kenz ane anvan Friedrichstadt a ak enkòpore - kòm byen ke katye rich la nan Friedrichswerder - ki gen menm zak la administratif nan 1709.

Ansanm "Viale dei Tigli" yo se ente nan Staatsoper den Linden ak katedral la Katolik nan Sant'Edvige , tou de bati anba Frederick Gran a ; an [8] Staatsbibliothek ente nan gwo twou Linden , Guardia nuova a soti nan 1818 ak abondan Hotel Adlon nan soti nan 1907 (detwi nan 1945 ak reouvri nan lane 1997) tou neglije boulva a istorik.

Nò nan sant la istorik se Scheunenviertel la, kote jwif refijye ki te moun ki viktim pèsekisyon nan Ewòp lès yo te jwenn refij sou syèk yo. Isit la, anvan avenman a nan Nazi , se yon rich ak kilti aktif kominote jwif devlope, parfe eleman nan yon kontèks la sosyal; gen moniman Nouvo sinagòg la nan Bèlen , inogire nan 1866, devaste pa bonbadman nan mwa Novanm 1943, an pati demoli pa otorite yo nan GDR a nan 1958 epi an pati rebati nan 1988-93 kòm chèz la nan Judaicum nan Sant. Depi 1995 te bilding lan tou te gen ladann yon ti sinagòg (Synagoge Oranienburger Strasse an).

Epitou enpòtan pou remake nan zòn nan se Sophienkirche nan (li:. Legliz nan Saint Sophia). Nan peryòd ki 1994 - 1996, bilding anpil moun nan katye a te retabli ak konstitye atraksyon touris, tankou Höfe nan Hackesche , yon konplèks nan bilding ak anpil lakou entèn yo, bati nan 1908 pa mwa Out Endell.

Avèk yon refòm enpòtan teritoryal nan 1861 tout savann pou bèt yo nan maryaj , Moabit , Tempelhofer Vorstadt - ki koresponn a pati a kounye a zòn sid yo nan krezbèrg ak ti mòn lan omonimi nan Viktoriapark nan - ak Schöneberger Vorstadt, ki koresponn a pati a kounye a lès, yo te entegre nan vil la nan Bèlen pa Schöneberg .

View sou Tiergarten nan nan nò a

Depi 1861, Tiergarten nan te tou yo te yon pati nan Bèlen, gwo pak la santral, Anvan yon rezèv lachas wa peyi lapris, louvri a piblik la pa Frederick Gran a nan 1742, 210 ekta nan vejetasyon nan sant la nan ki se Siegessäule nan ( Victory Kolòn) ak adjasan a byen li te ye Jardins Jaden nan , Haus nan der kulturen der Welt (House nan kilti mond, kongrè ak evènman sant), Schloss Bellevue nan (li:. Belvedere Castle), chèz nan Prezidan an Federal depi 1994 , ak Reichstag la , chèz nan palman an federal la Bundestag . Volkspark Friedrichshain te fonde kòm premye pak la minisipal nan lavil la nan ane 1840 yo , ki gen non te tou bay distri a nan ane 1920.

Adapte enfrastrikti a nan lavil la ak anviwònman imedya li yo nan kwasans lan rapid nan popilasyon an, sa yo rele Plan an Hobrecht te adopte nan 1862 nan konsepsyon ak wout optimize trafik, akduk ak egou.

Brit-Berlin - refòm nan 1920

Estati nan Victory, sou tèt nan kolòn nan an menm non yo

sant nouvo te devlope alantou istorik Bèlen. Nan dezyèm mwatye nan diznevyèm syèk la , nan adisyon a R & egravegleman yo gwo endistriyèl, ka nan lwe kazèn (Mietskaserne) yo te fòme pou popilasyon an ap grandi; nan kèk zòn dansite nan popilasyon depase 100,000 moun pou chak km ². [ Sitasyon ki nesesè ] Pifò nan distri sa yo nan kòmansman an nan ventyèm syèk la - byenke byen konekte nan lavil la - yo pa t 'yon pati nan minisipalite a Bèlen. Lòt tout ti bouk ak tout ti bouk nan zòn nan vwazinaj - kèk nan yo ki te fonde anvan Bèlen tèt li - te tou grandi, k ap patisipe nan boom nan ekonomik nan kapital la, tankou Spandau, Köpenick, Wilmersdorf. Finalman, otou vire a nan syèk la, plizyè distri rezidansyèl te fonde, an patikilye nan sid-lwès la nan Bèlen - tankou Nikolassee , Wannsee sou lak la omonimi ak Lichterfelde , tou li te ye pou gwo Botanical Garden a louvri nan 1904, men tou, nan lòt zòn nan tout vil la gwo, tankou Frohnau nan nò a; pi fò nan fondasyon sa yo nouvo yo te soti nan kòmansman byen konekte a ak lavil la - anblèm ka a nan Nikolassee, ki gen premye "Villa" te estasyon an tren, ki pita te vin estasyon an S-tren (Schnellbahn, sa vle di vit tren) Berliner .

Mouvman an nan favè yon refòm teritwa a nan zòn nan metwopoliten te gen mennen batay la kont divès kalite enterè patizan, tankou sa yo ki nan sid la ti men rich zòn nan Bèlen, ki te pè pèdi kontribyab rich ak refòm nan. De baz byenfonde yo gwo mouvman sa a yo se kondisyon esansyèl nan lavi nan Bèlen [9] .

Yo nan lòd yo asire rezèv la nan dlo pou Metropolis an ak konsève espas natirèl pou popilasyon an, asosyasyon an nan favè Greater Bèlen nan 1915 te achte plis pase 10 000 ekta nan forè ozalantou vil la. Ak lòt done ki vin apre ak gras a lejislasyon an anpil chanje soti nan tan an, Bèlen gen plis pase 200 km ² nan forè sou teritwa a minisipal, ki pi gwo a ak nan menm tan an ki pi santral la se . Grunewald non an soti nan Jagdschloss Grunewald , pase nwit lan lachas soti nan 1543), ak yon lòt 95 km ² deyò limit yo minisipal, plis pase nenpòt lòt Metropolis Ewopeyen an.

lòt - ak pi bon li te ye - Rezilta a nan mouvman sa a te lalwa Moyiz la ki te vini nan fòs yo nan 1 oktòb 1920. Nimewo a nan moun ki rete double, ki soti nan 1.9 milyon plis pase 3.8 milyon dola; sifas la nan lavil la ogmante de 66 km ² 883 km ², epi, apa de kèk chanjman minè, responded sa yo ki an jodi a.

Sèt te lavil yo ki te kontribye nan fòmasyon an nan Greater Bèlen.

Pi gwo a te Charlottenburg , nan vire an nan disetyèm lan ak syèk dizwityèm , se yon vilaj alantou Charlottenburg Castle , nan 1920 yon vil rich ak 322 717 moun ki rete, ki konstitye Nouvo Wès la nan Metropolis an, ak elegant Kurfürstendamm boulva a , ki toujou jodi a neglije teyat ak boutik.

Neukölln nan kontribisyon te 262 414 abitan yo, sitou travayè yo.

Ant fin vye granmoun Bèlen ak Charlottenburg manti Schöneberg , yon vil olye boujwa ak 178 207 moun ki rete nan ane 1920; sal la vil nan lavil la, Lè sa a, nan distri a ki , yo pral aji kòm sal la vil nan Wès Bèlen pandan ane sa yo nan divizyon an. KaDeWe nan , te fonde an 1907, se toujou magazen an pi gwo e pi abondan depatman nan Bèlen.

Lichtenberg, yon vil endistriyèl bò solèy leve nan Bèlen, lage 144 986 nouvo Bèlen.

Wilmersdorf te konsève karaktè li yo nan yon resort trankil nan jou sa a; nan ane 1920 li te gen 139 468 moun.

Sant la istorik nan Spandau se ki gen plis pase Bèlen; sitiye 13 kilomèt nan lwès sant la istorik nan Bèlen li te bay 95 373 moun ki rete ak youn nan bilding yo pi ansyen nan pi gwo Bèlen, Zitadelle Spandau fò a .

Pi piti a nan lavil yo te Köpenick ak 32 589 abitan yo, tou ki te fonde anvan Bèlen. Avèk Köpenick, gwo zòn yo vèt nan sid la-bò solèy leve tou te antre nan nouvo Bèlen teritwa a, gwo Müggelsee lak la ak forè li yo ak - plis santral - Treptower Park ak Plänterwald pak yo .

Pami anpil lòt lokalite yo entegre - nan ki Bèlen dwe tinon a "Vil nan yon santèn ti bouk" - gen tou pi fò nan distrik yo elegant rezidansyèl, yo menm ki pi periferik e menm yo menm ki pi pre tankou Grunewald sou kwen nan forè a omonimi , oswa Westend , kote Funkturm nan (Radio Tower) ki te sitiye depi 1926, ak olenpik la (Olympic estad) depi 1936.

Sou 1 oktòb 1920, Bèlen te lavil la dezyèm pi gwo nan mond la pa zòn - apre Los Angeles - ak twazyèm lan pa kantite nan moun ki rete, apre yo fin London ak New York . Limit yo fin vye granmoun e kounye a, etwat vil - tankou Oberbaumbrücke pon an pa gen okenn ankò egziste.

Destriksyon Dezyèm Gè Mondyal la

Icône loup mgx2.svg Sijè a menm an detay: batay nan Bèlen .

Pandan Dezyèm Gè a Mondyal, Bèlen, kapital la nan Reich la Twazyèm ak sant biznis la nan Nazi Ewòp , te vin sib la kòmanse nan 1943 nan yon entans kanpay bonbadman ayeryen pa alye yo Western ; te lavil la lou frape e te soufri gwo domaj; lavil la, sepandan, te yon sib difisil pou imansite li yo, pou distans la soti nan baz yo anglo-ameriken lè a, pou robustès a nan bilding yo ak pou fòs la nan defans anti-avyon li yo reskonsab nan twa fò won yo masiv ak anpil lannwit avyon de gè depatman.

Menm plis grav domaj te koze pa dramatik batay la final kont Lame a Wouj nan sant la anpil iben nan Bèlen; lavil la, defann pa inite Fanatics nan Waffen-SS ak pro-Nazi volontè etranje yo, te antoure pa kolòn nan tank Sovyetik ak Lè sa a, sistematik konkeri ak konba fèmen sou sifas la ak nan tinèl yo anba tè. Sòlda yo Sovyetik travay gwo firepower kraze rezistans a nan inite ki rete yo Alman yo ak etranje yo. Batay la te fini sou Me 2, 1945 ak rann tèt la nan ganizon Alman an; sou Avril 30 Adolf Hitler komèt swisid nan Bunker la anba chanselri a nan santral Bèlen. popilasyon sivil la bloke andedan vil la soufri anpil soti nan batay, destriksyon an ak anpil vyolans nan sòlda Sovyetik.

Nan fen a nan lagè a, yo te 20% nan bilding yo detwi nan yon degre ireparabl, ak 50% nan distri yo santral; 28.5 km ² nan zòn nan iben te kouvri pa debri. 600,000 apatman yo te pa gen okenn ankò abite. endistriyèl ak komèsyal estrikti yo te sèlman pasyèlman kapab itilize. Enfrastrikti yo te tou kraze anpil, an patikilye liy ki tren iben, tankou S-tren ak U-tren (ki soti nan Untergrundbahn, sa vle di "anba tè tren" oswa tren metwopoliten).

Rekonstriksyon ak devlopman nan lavil la divize

Bèlen Fernsehturm (Tower a TV)

Rekonstriksyon an nan pi estrikti yo enpòtan iben te kòmanse imedyatman aprè la fen a Dezyèm Gè Mondyal la; an patikilye, rezo yo ekipman pou, omwen pon ki pi enpòtan ak trafik piblik, te dwe mete tounen nan operasyon an, menm si se pou yon ti tan. Li te nesesè yo klè debri la: te travay sa a fè sitou pa fanm, sa yo rele Trümmerfrauen a - "fanm nan debri a" nan Italyen; an reyalite konpetans yo pwofesyonèl nan mesye yo prezante - moun pa mouri, pa seryezman blese ak prizonye nan lagè pa ankò lage - yo te endispansab. brik yo moun ki kapab itilize ankò te separe epi netwaye; menm travès, tiyo ak lòt materyèl te reyitilize, pandan ke yo te rete ki pa ki kapab itilize ankò debri a te pran nan zòn divès kalite, espesyalman sa periferik, yo fòme ti mòn, Lè sa a, kouvri ak tè a ak plante. Pi gwo a nan ti mòn sa yo se Teufelsberg nan , sou kwen nan Grunewald nan ak 114.7 m ASL

Toupatou nan vil la, eleman domaje, retabli oswa rekonstwi, coexist ak moun modèn. diferansye yo ki kapab lakòz konstitye style la tipik nan Bèlen jodi a, epi yo nan menm tan an yon temwayaj endirèk nan destriksyon nan lagè. Pi bon an li te ye - ak nan nenpòt youn ka ta gen kèk - bilding yo ki toujou nan kòmansman an nan 21yèm syèk la bay yon rete vivan lide dirèk nan destriksyon an akòz bonbadman, dife ak batay la final se Gedächtniskirche nan (sa vle di "Legliz nan komémoration "), konsève nan yon eta de wine pa volonte la nan moun yo nan West Bèlen ak antoure pa eleman yo modèn achitekti nan legliz la nouvo, inogire nan mwa desanm 1961.

Zòn ki ozalantou Gedächtniskirche a, "New West la" nan byen bonè syèk la ventyèm , ant distrik yo nan Charlottenburg, Wilmersdorf ak Schöneberg, byen vit te vin yon zòn enpòtan komèsyal nan West Bèlen. Anche la sola Berlino Ovest, durante gli anni del Muro – 480 degli 890 km² totali – era una città policentrica ; altre importanti zone commerciali erano – e sono tuttora – il centro storico di Spandau e la Schloßstraße di Steglitz , dove nell'aprile del 1970 venne aperto uno dei primi centri commerciali tedeschi con oltre 50 negozi.

Nacque invece in una zona periferica di Berlino Ovest, a ridosso del confine verso il settore sovietico e, dal 1961, del Muro, il Kulturforum . Il primo edificio nuovo fu la Philharmonie , costruita tra il 1960 e il 1963 su progetto di Hans Scharoun .

Un altro risultato evidente dello sviluppo separato della città era la presenza di istituzioni parallele, come lo Zoo e il Tierpark , la Philharmonie e il Konzerthaus , l' Università Humboldt e l' Università libera , la vecchia e la nuova Galleria nazionale , o molti musei divisi in due. Dopo le iniziali discussioni sull'eventuale chiusura, da questo sdoppiamento ne risulta una ricchezza culturale ancora maggiore.

Dalla riunificazione ad oggi

Araldica e toponomastica

Bandiera governativa

La maggior parte degli studiosi concorda nel rifiutare la vecchia e popolare convinzione secondo la quale il nome Berlin risalirebbe all' orso , in tedesco Bär , animale presente nella zona all'epoca della fondazione di Berlino e stemma della città fin dal 1280. Deriva invece, con molta probabilità, dalla radice slava berl , ovvero palude , isola di fiume [10] .

Bandiera

La bandiera di Berlino consiste in un panno a 3 bande orizzontali, 2 rosse ai lati (più piccole) e la centrale bianca. In questa vi è il simbolo dell'orso non compreso nello scudo, il quale viene riportato nelle bandiere di uso governativo. La bandiera, creata nel 1911 , fu adottata nella forma attuale il 26 maggio 1954 per Berlino Ovest e poi riconvertita a simbolo unico dopo la riunificazione del 1990 .

Stemma

Lo stemma cittadino ha la seguente descrizione araldica: In un campo d' argento , un orso rampante nero , armato e linguato di rosso . In alto, una corona d' oro decorata con otto fioroni dello stesso metallo , di cui cinque in vista [11] . L'origine dello stemma è sconosciuta, tuttavia si suppone che esso sia stato adottato in omaggio ad Alberto I di Brandeburgo ( 1100 - 1170 ).

Onorificenze

Premio Principe delle Asturie per la concordia (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Premio Principe delle Asturie per la concordia (Spagna)
— 2009

Società

Evoluzione demografica

Andamento Demografico

La popolazione di Berlino fu, fino alla guerra dei trent'anni , molto bassa. Iniziò quindi a crescere costantemente, superando i 100.000 abitanti intorno al 1740 e il milione intorno al 1880 .

Con l'industrializzazione la città richiamò una forte immigrazione, particolarmente dalle regioni orientali. Anche le città ei comuni circostanti crebbero d'importanza. Nel 1920 la creazione della "Grande Berlino" portò la popolazione a circa 4 milioni.

Dopo le perdite della seconda guerra mondiale la popolazione, fortemente ridotta, contava circa 3 milioni di abitanti. Nel periodo della divisione della città in due blocchi [12] Berlino Ovest ebbe un andamento demografico che oscillava tra 1,9 e 2,1 milioni di abitanti, mentre a Berlino Est il dato andava da 1,1 ad 1,2 milioni. Tra il 1957 e il 1990 i giovani della Repubblica Federale di Germania hanno avuto l'opportunità di sfuggire al servizio militare se vivevano a Berlino Ovest. Successivamente alla riunificazione la popolazione si attestò sui dati attuali, con flessioni tra il 1996 ed il 2001 . [13]

La lunga tradizione di tolleranza religiosa in Prussia ha portato, nel corso dei secoli, all'immigrazione di diversi gruppi religiosi, perseguitati nella propria patria, anche in dimensioni rilevanti.

Anche le ondate di immigrazione diversamente causate hanno portato alla presenza odierna a Berlino di tutte le importanti religioni del mondo.

Nel contempo i berlinesi sono noti per essere mediamente poco affezionati alla religione, con più del 60% di atei residenti [14] .

Una prima rilevante ondata di uscite dalle due grandi chiese cristiane – nella Berlino prevalentemente protestante fin dal 1539 – è stata quella degli anni venti del Novecento, che interessava cittadini politicamente orientati a sinistra, incidendo quindi particolarmente tra gli operai dell'allora maggiore città industriale tedesca.

L'abbandono delle chiese durante l'epoca nazionalsocialista – sia per convinzione che per opportunità – toccava anche Berlino. Durante gli anni della divisione, la parte est non solo ha seguito la rapida emarginazione dei praticanti cristiani ad opera del regime del Partito Socialista Unificato di Germania (SED), ma ha inciso in misura ancora maggiore, data la sproporzionata presenza di membri del partito e di funzionari nella capitale dello Stato marcatamente centralista.

Nella parte Ovest l'abbandono corrisponde qualitativamente a quello generalmente in atto in Germania, sia a causa della Kirchensteuer [N 1] sia per la visione critica, sovente più sul piano politico che su quello religioso, da parte della popolazione tradizionalmente cristiana [ senza fonte ] .

La percentuale di membri delle due grandi chiese cristiane a Berlino corrisponde, quindi, a poco più della metà della media tedesca, pur essendo prevalentemente superiore alla media di quella riscontrata nelle regioni territoriali della ex- DDR .

Dell' arcidiocesi di Berlino – con sede nella storica St-Hedwigs-Kathedrale – fa parte, oltre alla città, un ampio territorio appartenente alle due regioni federali del nord-est.

Neue Synagoge ,
dal 1866 la più grande di Berlino

La presenza di ebrei a Berlino è attestata sin dalla fine del XIII secolo , nonostante ripetuti episodi di restrizioni e espulsioni. Già nel Settecento la comunità ebraica berlinese era la maggiore della Germania. Nell'Ottocento e primo Novecento la crescita fu esponenziale raggiungendo nel 1925 un totale di 172 672 membri, il 4,29% della popolazione della città e il 30,6% degli ebrei tedeschi. [15] . Le persecuzioni del periodo nazista sconvolsero la vita della comunità ebraica berlinese. Le sinagoghe e gli istituti culturali ebraici furono incendiati e distrutti. Alla fine solo 6 500 persone riuscirono a sopravvivere a Berlino – alcuni in quanto coniugati con tedeschi non ebrei, alcuni clandestinamente, grazie anche all'aiuto prestato da molti altri berlinesi – alla Shoah , che causò 7 000 suicidi e uccise 55 000 ebrei berlinesi nei campi di concentramento , mentre oltre 90 000 riuscirono a salvarsi rifugiandosi all'estero. [16] Nel dopoguerra, soprattutto dopo la riunificazione tedesca , la comunità ebraica berlinese ha conosciuto un periodo di vibrante rinascita. In particolare, con le recenti immigrazioni dagli Stati dell'ex-Unione Sovietica, Berlino è oggi la comunità ebraica più numerosa della Germania e quella con il tasso di crescita maggiore. [17]

La presenza musulmana è legata all'immigrazione degli ultimi decenni, prevalentemente dalla Turchia .

L'ultimo censimento dell'appartenenza religiosa risale al 2004; le cifre risultano da quelle fornite da ciascuna comunità religiosa; mancano pertanto alcuni gruppi minori che non hanno collaborato. In particolare risultano:

Approssimativamente il 60% dei berlinesi non appartiene ad alcuna comunità religiosa.

Cultura

Patrimoni dell'umanità

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Palazzi e parchi di Potsdam e Berlino , Residenze in stile moderno di Berlino e Isola dei musei .

Ipalazzi e parchi di Potsdam e Berlino sono stati dichiarati dall' UNESCO patrimonio dell'umanità nel 1990 .

L' isola dei musei è entrata a far parte della lista nel 1999 .

Nel 2008 un'altra parte di Berlino è entrata a far parte dei patrimoni dell'umanità. Si tratta di sei gruppi di edifici realizzati nei primi anni del XX secolo , che l'UNESCO ha riconosciuto di importanza internazionale assegnandogli il nome di "Residenze in stile moderno di Berlino ".

Musei

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Musei a Berlino .

Berlino è una città che offre musei di diverso genere.

Il nome " Isola dei musei " è dovuto al gran numero di musei , di importanza internazionale, che si trovano nella parte settentrionale dell' Isola della Sprea . I musei sono parte del gruppo dei Musei statali di Berlino , appartenenti alla Fondazione culturale prussiana ( Stiftung Preußischer Kulturbesitz ). L' Altes Museum è il più antico dei musei, il Neues Museum espone tra i reperti dell'Arte Egizia anche il celebre busto di Nefertiti . Nell' Alte Nationalgalerie sono custodite opere d'arte del XIX secolo , mentre nel Bode-Museum , con la sua caratteristica cupola in rame, sono esposte opere romane e bizantine. Infine il Pergamon Museum famoso per ospitare l' Altare di Pergamo , la Porta di Ishtar babilonese, la porta del mercato di Mileto , le originali mura del palazzo omayyade della Mshatta , e in genere ricche collezioni di arte greca , babilonese e islamica .

Il complesso del Kulturforum invece fu realizzato a partire dagli anni cinquanta del XX secolo , allo scopo di creare un centro culturale per l'allora Berlino Ovest , analogamente alla Museumsinsel per Berlino Est . Vi sorgono i musei:

Berlino possiede una grande varietà di musei, molti dei quali di rilievo internazionale: il museo egizio ospitato all'interno del Neues Museum ; il Bauhaus-Archiv l'archivio del Bauhaus dove sono custoditi parte degli archivi della celebre scuola; il Bröhan-Museum con le sue opere in Art Nouveau ; il Brücke-Museum che comprende una ricca collezione di opere legate al movimento artistico Die Brücke (Il ponte); il Museum Berggruen collezione raccolta da Heinz Berggruen con opere di Picasso, Klee, Giacometti, ecc.; il museo della tecnica ; il Museum für naturkunde , comprendente grandi raccolte di storia naturale; il Deutsches Historisches Museum sulla storia della Germania; il Jüdisches Museum nell'edificio appositamente progettato da Daniel Libeskind ; il Museum für Fotografie , relativo alle opere di Helmut Newton ; gli interessanti musei di Dahlem riguardanti le diverse culture del mondo (Museo Etnologico, Museo di Arte Asiatica, Museo delle culture europee). Opere di arte contemporanea sono esposte all' Hamburger Bahnhof , mentre nel Martin-Gropius-Bau si tengono esposizioni temporanee. Tra i musei più curiosi si trovano lo Stasimuseum , dedicato alle attività di spionaggio della Stasi , il ministero dei servizi segreti della DDR; il Deutsches Currywurst Museum Berlin , interamente dedicato al currywurst , tipico cibo da strada berlinese; lo Zucker-Museum (Museo dello zucchero); lo Schwulenmuseum , museo della cultura gay; e infine l' East Side Gallery , una sorta di museo all'aperto costituito da graffiti su di un tratto del muro di Berlino .

Teatri di prosa

A Berlino ci sono 44 teatri [18] . Il Deutsches Theater , nel Mitte, risale al 1849–50. La Volksbühne sulla Rosa-Luxemburg-Platz fu costruita nel 1913–14, ma la compagnia esisteva già dal 1890. Il Berliner Ensemble , famoso per le rappresentazioni delle opere di Bertolt Brecht , venne fondato nel 1949. La Schaubühne fu fondata nel 1962 e si trasferì nella sede attuale sul Kurfürstendamm nel 1981. Con i suoi 1 895 posti a sedere ed un palcoscenico di 2 854 metri quadrati il Friedrichstadt-Palast , nel Mitte, è il più grande palazzo per spettacoli d'Europa.

Altri teatri berlinesi sono il Grips-Theater , il Maxim Gorki Theater , il Theater und Komödie am Kurfürstendamm e il Renaissance Theater .

Teatri dell'Opera e musicali

Berlino ha tre importanti teatri dell'opera: la Deutsche Oper , la Staatsoper Unter den Linden e la Komische Oper . La Staatsoper sulla Unter den Linden è stata inaugurata nel 1742 ed è la più antica delle tre. Attualmente è diretta da Daniel Barenboim . La Komische Oper è specializzata nel repertorio dell' operetta e si trova anch'essa sull'Unter den Linden. La Deutsche Oper è stata aperta nel 1912 a Charlottenburg.

Le principali sale per musicals sono il Theater am Potsdamer Platz e il Theater des Westens (costruito nel 1895). La danza contemporanea può essere ammirata al Radialsystem V . Il Tempodrom ospita concerti e spettacoli circensi. L' Admiralspalast , nel Mitte, ha un programma di varietà .

Musica

Schauspielhaus sulla Gendarmenmarkt , fronteggiata dalla statua di Friedrich Schiller .

I Berliner Philharmoniker , ufficialmente Berliner Philharmonisches Orchester , da molti considerati la migliore orchestra sinfonica del mondo, hanno eletto nel 1999 Sir Simon Rattle come direttore principale; la sede dell'orchestra è la moderna Philharmonie , primo edificio nuovo del Kulturforum .

La storica Konzerthaus (originariamente Schauspielhaus ), al Gendarmenmarkt , invece è sede della Konzerthausorchester Berlin – fino al 2006 Berliner Sinfonie-Orchester o BSO – fondata nel 1952 come orchestra di Berlino Est .

La terza grande orchestra sinfonica classica è la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin ( DSO ), dal 1946 al 1956 RIAS-Symphonie-Orchester , poi fino al 1993 Radio-Symphonie-Orchester Berlin .

Maggiormente specializzata nella musica del XX secolo è la Rundfunk-Sinfonieorchester Berlin ( RSB ), fondata nel 1923. RSB, DSB, il Rundfunkchor Berlin e il RIAS Kammerchor appartengono alla holding pubblica Rundfunk Orchester und Chöre GmbH .

Istruzione e ricerca

La scuola elementare a Berlino dura – come nel Brandeburgo e in futuro anche ad Amburgo – sei anni, due in più rispetto a quella delle rimanenti regioni federali; in comune con una parte delle regioni occidentali Berlino offre dopo la scuola primaria la scelta tra la più modesta Hauptschule (quattro anni scolastici dopo la scuola elementare), la Realschule (anch'essa di quattro anni, ma con contenuti più impegnativi e un esame finale) e il Gymnasium , l'unico che dà diritto ad accedere all'università. Il Gymnasium dura sette anni (in alcuni casi nove, dopo quattro anni di scuola elementare); quindi la frequenza prima dell'università è di complessivamente 13 anni come in Italia. È in atto – come nelle altre regioni – la riduzione a dodici anni; insieme con l'inizio della scuola primaria, spostato da mediamente sei anni di età a mediamente cinque e mezzo, si giungerà all'università 18 mesi prima. In alcuni licei esiste inoltre una classe accelerata, che rende possibile la maturità dopo dodici anni, in futuro dopo undici.

Alle quattro università berlinesi – Università Humboldt di Berlino ( HU ), Università libera di Berlino ( FU ), Technische Universität Berlin ( TU ), Universität der Künste Berlin ( UdK , fino al 2001: Hochschule der Künste – HdK ) - studiano complessivamente oltre 105 000 studenti.

Nell'ambito della Exzellenzinitiative – un confronto tra le università tedesche – la FU dal 2007 è ufficialmente una delle nove università d'élite tedesche.

Oltre alle università esistono sette accademie ( Fachhochschule ), quattro accademie dedicate a diverse arti e dodici università private con complessivamente oltre 25000 studenti.

Le facoltà mediche della FU e della HU dal 2003 fanno parte dell' Ospedale universitario della Charité , costituendo così la più grande facoltà europea di medicina nello storico ospedale fondato nel 1710 e luogo di ricerca medica fin dal 1810, nel quale furono attivi Rudolf Virchow , Ferdinand Sauerbruch , Hermann von Helmholtz , Robert Koch , Paul Ehrlich e Emil Adolf von Behring e che finora ha al suo attivo otto premi Nobel .

Sono attive a Berlino anche le grandi società di ricerca nazionali, come la Max-Planck-Gesellschaft e complessivamente otto istituti di ricerca di diversi ministeri federali.

A Berlino ha sede l' Accademia delle scienze fondata nel 1700 da Leibnitz , ed il collegato osservatorio astronomico .

La ricerca scientifica si svolge anche in oltre 70 istituzioni extrauniversitarie a finanziamento pubblico con complessivamente oltre 50 000 dipendenti.

In città ha sede anche la Deutsche Gesellschaft für Geowissenschaften .

Oltre il 13 % dei brevetti tedeschi proviene da Berlino [ senza fonte ] .

Biblioteche e archivi

La maggiore biblioteca di Berlino è la Staatsbibliothek zu Berlin , una biblioteca nazionale, il cui patrimonio è custodito in vari edifici tra cui la Haus Unter den Linden e la Haus Potsdamer Straße .

Altre biblioteche della città sono la Kunstbibliothek ("Biblioteca di belle arti"), la Berliner Stadtbibliothek ("Biblioteca civica di Berlino") e la Amerika-Gedenkbibliothek ("Biblioteca commemorativa americana").

L' Archivio segreto di Stato custodisce i documenti dello stato prussiano.

Berlino al cinema

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Berlino al cinema .

Berlino è fin dall'inizio un importante centro della settima arte ; i fratelli Skladanowsky vi presentarono le prime immagini in movimento ad un pubblico pagante il 1º novembre del 1895 , 58 giorni prima del debutto pubblico del (tecnicamente superiore) cinematografo dei fratelli Lumière a Parigi .

A Berlino sono legati i nomi di molti importanti registi e noti attori; a Berlino e nei dintorni immediati furono attivi la UFA e la DEFA ; la città è sede di 1 000 società di produzione cinematografica e televisiva e oltre 270 sale cinematografiche. A Berlino sono stati girati centinaia di film, alcuni dei quali entrati di diritto nella storia del cinema tra cui: Metropolis di Fritz Lang, L'ultima risata di Friedrich Wilhelm Murnau, L'angelo azzurro (Der blaue Engel) di Josef von Sternberg. [19]

Soprattutto però Berlino è oggetto del cinema; migliaia di film sono ambientati a Berlino e molti di essi descrivono carattere e storia di questa città.

Controcultura e gentrificazione

Dopo la caduta del muro di Berlino nel 1989 , il centro della città (la ex parte occidentale di Berlino Est ) ospitava molte case parzialmente distrutte durante la seconda guerra mondiale e mai più ricostruite. Queste sono diventate un terreno fertile per vari tipi di controcultura e cultura underground , nonché di molti club notturni, compreso il Berghain , uno dei più importanti club di musica techno del mondo. Berlino ha una ricca scena artistica, ma sta subendo una crescente pressione finanziaria, in quanto gli affitti sono aumentati da quando il governo tedesco è tornato ad avere Berlino come sede. All'aumento degli affitti ha contribuito e contribuisce tuttora l'acquisto a soli fini di investimento di appartamenti o interi immobili da parte di persone e società non residenti in Germania; gli immobili acquistati vengono perlopiù tenuti vuoti o affittati a turisti, e la conseguente diminuzione dell'offerta provoca l'aumento dei canoni d'affitto per i residenti. La speculazione edilizia non si è limitata a sfruttare gli spazi vuoti lasciati dagli ex confini tra le due città prima dell'89 (Berlino Est e Berlino Ovest), ma ha colpito la "carne viva" del tessuto urbano della città [20] . Il processo di gentrificazione ha portato molti abitanti autoctoni a spostarsi nelle periferie [21] [22] . Critiche [23] mettono comunque in evidenza che la speculazione edilizia [24] ha non solo colto l'opportunità di monetizzare una città alla moda, ma ha anche incentivato lo sviluppo del "mito" di Berlino. Per ovvia questione dei grandi numeri che hanno preso il posto di nicchie antropologiche, oggi il conformismo modaiolo, la massificazione e il consumismo hanno sostituito la controcultura degli anni '90: il grande afflusso di stranieri europei [25] [26] ed il conseguente aumento della popolazione [27] hanno creato un florido mercato per gli investitori, fatto che ha necessariamente determinato la trasformazione della cultura underground locale di 20 anni fa nel "prodotto commerciale" di oggi da vendere ai potenziali nuovi residenti [28] .

Architetture religiose

Chiesa di San Michele
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Chiesa di San Michele (Berlino) .
Chiesa di San Sebastiano
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Chiesa di San Sebastiano (Berlino) .

Amministrazione

Sistema politico

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Sindaci di Berlino .

Berlino costituisce uno dei Land (stati federati) della Germania , ed è quindi una città-stato.

Il sindaco della città ( Regierender Bürgermeister , "Sindaco reggente"), la giunta comunale ( Senat ) e il consiglio comunale ( Abgeordnetenhaus , "Camera dei deputati") fungono, quindi, al contempo sia da organi della città che del Land . Il sindaco è così anche Ministro presidente , la giunta comunale è anche Governo e il consiglio comunale è anche Parlamento .

Suddivisione amministrativa

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Distretti di Berlino e Quartieri di Berlino .

Berlino è suddivisa in 12 distretti ( Bezirk ), o distretti amministrativi ( Verwaltungsbezirk ):

Mappa di Berlino suddivisa nei 96 quartieri
Distretto Residenti
31 dicembre 2006
Superficie
in km²
Charlottenburg-Wilmersdorf 315 558 64,72
Friedrichshain-Kreuzberg 265 857 20,16
Lichtenberg 258 738 52,29
Marzahn-Hellersdorf 249 881 61,74
Mitte 326 422 39,47
Neukölln 305 458 44,93
Pankow 358 210 103,01
Reinickendorf 242 445 89,46
Spandau 224 304 91,91
Steglitz-Zehlendorf 288 575 102,50
Tempelhof-Schöneberg 332 066 53,09
Treptow-Köpenick 236 524 168,42

Ogni distretto pur eleggendo, durante le elezioni generali berlinesi, un proprio Consiglio dei delegati distrettuali ( Bezirksverordnetenversammlung ) e un Sindaco distrettuale ( Bezirksbürgermeister ), e partecipando alle decisioni comunali tramite l' Assemblea dei sindaci , gode unicamente dei poteri che il Senato di Berlino decide di delegargli. Il Parlamento cittadino può inoltre modificare, istituire o abolire i distretti a proprio giudizio.

L'attuale divisione in distretti è stata ottenuta nel 2001 dall'accorpamento dei 23 distretti preesistenti. Ogni distretto è composto statisticamente da più quartieri ( Ortsteil ), complessivamente 95.

All'interno dei quartieri vi sono talvolta località dal carattere particolare, dette Ortslage – soprattutto in periferia – o Kiez – particolarmente nei tradizionali e caratteristici quartieri centrali. La suddivisione in "ambiti statistici" ( Statistische Gebiete ) coincide solo in parte con la suddivisione storica o tradizionale.

Gemellaggi

Berlino è gemellata con 18 città del mondo e collabora attivamente in diverse associazioni di città internazionali [29] .

I distretti cittadini hanno numerosi gemellaggi autonomi, nazionali ed internazionali, con città e con quartieri di grandi città.

Economia

Palazzi dell' Allianz a Treptow (Al lato, il monumento dell'uomo-molecola)

Berlino ha ricevuto dal resto della Germania, dopo la caduta del muro, cospicui finanziamenti per la ricostruzione, trovandosi attualmente con un debito pari a circa 70 miliardi di euro . [30] Inoltre circa metà della popolazione a Berlino vive di pensione o di sussidi statali.

La disoccupazione di massa è in buona parte compensata dalla grande crescita di richiesta lavoro per la costruzione (e ricostruzione) di infrastrutture, soprattutto nell'ambito della modernizzazione di quelle di Berlino Est .

Fra le principali fonti economiche vi è il turismo , che nell'ultimo decennio [ quale? ] è notevolmente aumentato, portando la città fra le principali mete europee, al pari di centri come Londra , Roma e Parigi .

Altri settori principali, in rapida crescita, sono quelli dei servizi, tecnologia delle comunicazioni, mobilità, media e musica , biologia , scienze ambientali , trasporti ed ingegneria medica.

Tra le maggiori aziende presenti in città vi sono la Siemens (con sede nel quartiere Siemensstadt del distretto di Spandau ), la Daimler , l' Allianz , la BMW , le Deutsche Bahn e la locale compagnia di trasporti pubblici, la BVG .

Manifestazioni

Vecchio ingresso principale della zona fiere ( Messe )

Molto nota è la Berlinale , il più importante festival del mondo rivolto al grande pubblico e nel contempo uno dei più importanti festival del cinema; si svolge ogni anno a febbraio.

Numerose altre manifestazioni, in particolare nei settori del teatro, del cinema, della musica classica e della musica contemporanea, si svolgono a Berlino, attirando numerosi ospiti da tutto il mondo.

Nel 1989 è nata a Berlino la LoveParade , ripetuta poi ogni estate fino al 2003 e poi di nuovo nel 2006. Si è svolta, nelle ultime manifestazioni, sulla Straße des 17. Juni, al centro del parco urbano del Tiergarten . Nel 1999 hanno partecipato, secondo gli organizzatori, oltre un milione di persone e complessivamente la manifestazione ha raccolto negli anni una decina di milioni di partecipanti. È sicuramente una delle maggiori manifestazioni di ballo e collettivo attuali, con musica diffusa ad altissimo volume da impianti fissi e mobili, su enormi autotreni. Nell' ultimo periodo [ quale? ] , dopo il divieto di svolgerla a Berlino, si è deciso di spostarla ogni anno in una città diversa della Germania.

Berlino è una delle città fieristiche più importanti del mondo. Vi si svolge la Internationale Grüne Woche , fondata nel 1926, la più grande fiera del mondo nel settore alimentare ed agricolo, con (2008) 1 610 espositori provenienti da 52 Paesi, con una superficie di esposizione di 115 000 metri quadrati, con 425 000 visitatori e con oltre 5 000 giornalisti inviati da 70 Paesi. [ senza fonte ]

Anche la IFA – fondata nel 1924 – è la più importante fiera del suo settore, quello dell' elettronica di consumo .

Dal 1966 la città ospita la ITB , considerata una delle più grandi fiere del turismo al mondo; la InnoTrans , svolta ogni due anni, è la fiera di riferimento nel mondo della tecnica ferroviaria. Molte altre fiere, rivolte in parte al grande pubblico, in parte solo o prevalentemente agli esperti, completano l'offerta.

All' aeroporto berlinese di Schönefeld si svolge la ILAInternationale Luft- und Raumfahrtausstellung – la più antica fiera dell'aviazione del mondo, fondata nel 1909 a Frankfurt am Main , trasferita nel 1912 a Berlino ed organizzata di nuovo a Berlino ogni due anni dal 1992, una delle più importanti esposizioni del settore e sia per numero di visitatori – nel 2006 oltre 250 000 – sia per velivoli esposti – nel 2006 erano 340.

Turismo

Berlino è una meta turistica molto ambita, con notevole incremento dei pernottamenti negli anni successivi alla riunificazione della città e in particolare dall'inizio del nuovo millennio. All'interesse internazionale per Berlino contribuiscono anche le nuove ed avveniristiche strutture architettoniche [N 3] . Oltre al variegato numero dei punti turisticamente ricettivi, situati prevalentemente in centro (ma anche in buona parte della periferia), è da notare l'economicità della capitale rispetto a molte altre metropoli turistiche, europee e non. Oggi la città si è portata alla pari con le più grandi mete turistiche d'Europa come Londra , Parigi o Roma .

Infrastrutture e trasporti

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Trasporti e infrastrutture di Berlino .
Rete berlinese di
S-Bahn e U-Bahn
La Stadtbahn presso Hackescher Markt

Berlino ha una rete di trasporti pubblici estesa e molto funzionale. Anche il traffico privato è molto scorrevole. Il sistema di trasporto pubblico si articola in diversi mezzi, fra essi complementari, tutti gestiti dalla BVG ( Berliner Verkehrsbetriebe ) ad eccezione della S-Bahn , comunque integrata in un sistema tariffario unico.

Metropolitana e S-Bahn

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: S-Bahn di Berlino e Metropolitana di Berlino .

La rete ferroviaria cittadina si articola su due reti (la metropolitana e la S-Bahn ) che insieme coprono capillarmente la superficie cittadina. Successivamente alla riunificazione della città ( 1990 ) i lavori di ricucitura della rete furono completati in pochi anni.

  • La S-Bahn è un servizio ferroviario suburbano, prevalentemente di superficie, con tracciati spesso paralleli (ma autonomi) a quelli delle ferrovie nazionali della Deutsche Bahn . La rete, composta da 15 linee (di cui due circolari, il cosiddetto Ring ), fra loro sovrapposte nelle tratte centrali, copre tutta la città ed i dintorni: fra le città servite vi sono Potsdam , Strausberg , Oranienburg , Bernau e Königs Wusterhausen . La compagnia che la gestisce è la S-Bahn Berlin GmbH , parte del gruppo Deutsche Bahn . La sua storia inizia nel 1882 , con l'inaugurazione della Stadtbahn , per poi incrementare il suo sviluppo con l'elettrificazione, a partire dalla metà degli anni venti .
  • La metropolitana è prevalentemente sotterranea e costituita da 10 linee: U1, U2, U3, U4, U5, U6, U7, U8, U9 e U55. La rete, sviluppatasi a partire dal 1902 , è una delle più antiche del mondo, dopo quelle di Londra , Budapest e Glasgow . È gestita dalla compagnia cittadina BVG ed è particolarmente sviluppata nelle zone centro-occidentali della città. Sono allo studio numerosi progetti di espansione, tra cui il prolungamento della U5 verso la stazione centrale , parzialmente realizzato. Il principale dei problemi nei ritardi dell'ampliamento della rete è comunque dovuto alla situazione finanziaria del comune, e alla scelta politica di privilegiare altre forme di mobilità (tram e biciclette).

Tram, autobus e traghetti

  • La rete tranviaria berlinese conta 22 linee urbane (quasi tutte nella zona orientale) e 2 extraurbane (verso Schöneiche , Rüdersdorf e Woltersdorf ). La rete occidentale venne soppressa negli anni cinquanta e sessanta ; di essa è stata ricostruita una sola linea, che attraversa i quartieri di Gesundbrunnen e Wedding . Tuttavia sono allo studio ulteriori prolungamenti. Inoltre nel 2005 la rete venne completamente riorganizzata con l'istituzione delle linee MetroTram ( M ).
  • Gli autobus contano un'estesissima rete, composta da linee ordinarie (Bus), MetroBus ( M ) ed espresse ( X ). Vi sono poi le linee notturne ( N ).
  • I traghetti di servizio pubblico contano 10 linee, tutte periferiche, che attraversano la Sprea ed altri fiumi e laghi. Sono concentrate a sud-est ( Treptow-Köpenick ), ma la linea più lunga si trova nella zona sud-occidentale, tra Wannsee e Kladow .

Ferrovie

Stazione centrale
( Hauptbahnhof )

Berlino è un importante nodo ferroviario d' Europa , uno dei punti di congiunzione fra l'est e l'ovest dei trasporti continentali. La sua rete ferroviaria, anche a causa delle vicissitudini occorsele durante il XX secolo , ha subito parecchi mutamenti, tra cui la perdita del sistema di stazioni di testa "a raggiera" (molto esteso a Londra , Mosca e Parigi ). Molte sono nella città le grandi stazioni ferroviarie , così come i resti dei vecchi terminal , tra i quali l' Anhalter Bahnhof . Nei primi anni novanta, mentre venivano ricostruiti i vari tracciati delle ferrovia tedesche (DB) , il traffico a lunga percorrenza fu prima incentrato nella stazione Zoologischer Garten (it.: Giardino zoologico) e poi condiviso con l' Ostbahnhof , che fu la stazione principale fino al 28 maggio 2006 . In quella data venne inaugurata la nuova stazione Berlin Hauptbahnhof (tra le più grandi d'Europa) ed il Tiergartentunnel , con altre due nuove stazioni a lunga percorrenza: Gesundbrunnen e Südkreuz .

La rete ferroviaria ha una struttura pressappoco a croce, incentrata sugli assi della Stadtbahn (est-ovest) e del Tiergartentunnel (nord-sud), con varie diramazioni. Tra l'ex-settore orientale e svariati comuni della cinta urbana (tra cui Potsdam ) nel Brandeburgo , si trova il Berliner Außenring , un percorso ferroviario circolare, eredità dell'epoca del muro , che serviva a raccordare tutte le ferrovie locali verso Berlino Est .

Numerosi sono i collegamenti internazionali da Berlino, i più distanti dei quali la collegano con la Russia , l' Ucraina e, periodicamente, il Kazakistan .

Aeroporti e porti fluviali

Palazzo amministrativo
del Westhafen

Berlino conta su:

Strade, autostrade e piste ciclabili

Berlino ha una rete autostradale che si raccorda nella A10 , il "raccordo anulare" cittadino. Le altre linee autostradali sono la A2 (verso Hannover , Dortmund ed Oberhausen ), la A9 (verso Monaco di Baviera ), la A24 (verso Amburgo ), la A12 (verso Francoforte sull'Oder ), la A13 (verso Dresda ), la A11 (verso Stettino ) e le urbane A115 (parte dell' AVUS ), A111 , A103 , A113 , A114 , A117 e A100 , il semianello centrale.

Molto complessa è anche la rete di strade federali. Fra le numerose arterie vi sono anche le B 1 e B 2 , che attraversano il territorio nazionale, l'una in direzione est-ovest, l'altra in direzione nord-sud. Numerosi anche i percorsi delle Strade europee , fra cui i più notevoli sono la E30 ( Cork - Samara ed Ufa ) e la E55 ( Helsingborg - Kalamata ).

La rete delle piste ciclabili è molto sviluppata. Esse si sviluppano tanto al centro quanto nelle zone boschive e periferiche, dato anche il diffusissimo uso della bicicletta come mezzo di locomozione, spesso sostitutivo dell' automobile . Le biciclette hanno inoltre accesso su tutti i mezzi pubblici cittadini, con una piccola maggiorazione sul biglietto o sull'abbonamento.

Berlino è oggi una delle pochissime città in cui, in certe zone, sopravvive una numerazione delle vie molto particolare. I numeri civici si susseguono in maniera contigua senza differenziare i pari dai dispari: arrivata al fondo della via la numerazione prosegue sull'altro lato, ed il numero più alto sarà quindi di fronte al numero 1. Questo sistema, detto "a ferro di cavallo", non viene utilizzato nel quartiere Prenzlauer Berg dove si trova il sistema classico europeo (i numeri pari da un lato ei dispari dall'altro).

Sport

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Sport a Berlino .

Berlino ha una grande storia sportiva. Gustav Scholz, Erik Zabel , Pierre Littbarski , Franziska van Almsick ed altri noti sportivi vi sono nati. I nomi di pionieri dello sport come Friedrich Ludwig Jahn e Hannes Marker sono legati a quello della città così come quello dell' AVUS , fin dal 1921 nell' automobilismo .

A Berlino si sono svolti importanti manifestazioni sportive come i giochi estivi della XI Olimpiade nel 1936, manifestazione sfruttata come propaganda dal regime nazionalsocialista, ma anche evento sportivo di primo ordine con atleti eccezionali come Rie Mastenbroek e Jesse Owens .

L' Olympiastadion (Stadio olimpico) del 1936 è stato restaurato e modernizzato completamente prima dei mondiali di calcio del 2006 . Nell'agosto 2009 ha ospitato i campionati del mondo di atletica leggera . Dal 1963 è lo stadio dell' Hertha BSC , società fondata nel 1892. È la squadra di calcio più popolare a Berlino e gioca nella Bundesliga dalla stagione 1997-1998 , salvo nelle stagioni 2010-2011 e 2012-2013 nelle quali ha disputato e vinto il campionato della seconda divisione .

Meno successo sia di pubblico che di palmares hanno il 1. FC Union Berlino , che dalla stagione 2019-2020 milita nella Bundesliga e gioca allo stadio Alten Forsterei , e il BFC Dynamo , entrambi importanti all'epoca della DDR . La Dinamo è stata la più titolata della DDR-Oberliga , campionato della DDR. A Berlino hanno sede anche la Tennis Borussia Berlin e un'ottantina di altre società calcistiche.

Successi berlinesi si contano anche in altri sport, come nella Deutsche Eishockey Liga , massimo campionato di hockey su ghiaccio, con l' Eisbären Berlin , nel campionato tedesco maschile di pallanuoto con la Wasserfreunde Spandau 04 , nella Basketball-Bundesliga con l' ALBA Berlino , la società più titolata a livello nazionale, nella 1. Bundesliga tedesca di pallavolo maschile con l' Charlottenburg Berlin e nella pallamano . Molto blasonata è anche la compagine di football americano , i Berlin Adler .

Ogni anno si svolgono a Berlino la Maratona di Berlino , una delle maggiori manifestazioni di questo tipo a livello mondiale, l' ISTAF , una delle più importanti manifestazioni mondiali di atletica leggera, la German Open del tennis femminile ( WTA ) e la Coppa di Germania , il secondo più importante torneo di calcio tedesco.

Numerosi impianti sportivi, stadi, piscine, piste e stadi del ghiaccio sono a disposizione dei cittadini e vengono intensamente usati. I grandi laghi e il fiume Havel sono molto frequentati da velisti e rematori .

Note

Esplicative

  1. ^ La tassa per finanziare le Chiese costituite.
  2. ^ Il Comune di Parigi sottolinea di aver contratto un solo jumelage , quello con Roma nel 1956; i rapporti con Berlino e con numerose altre città sono definiti pactes d'amitié et de coopération ; il Comune di Berlino invece non distingue forma o qualità della Städtepartnerschaftgemellaggio – con Parigi dalle altre.
  3. ^ Vedasi, ad esempio, la ricostruzione di Potsdamer Platz ad opera di Hans Kollhoff , Renzo Piano , Helmut Jahn ed altri noti architetti, e la nuova stazione centrale di Meinhard von Gerkan .

Bibliografiche

  1. ^ https://www.statistik-berlin-brandenburg.de/BasisZeitreiheGrafik/Bas-Einwohnerregister.asp?Ptyp=300&Sageb=12041&creg=BBB&anzwer=11
  2. ^ Luciano Canepari , Berlino , in Il DiPI – Dizionario di pronuncia italiana , Zanichelli, 2009, ISBN 978-88-08-10511-0 .
  3. ^ Amt für Statistik Berlin Brandenburg - Statistiken
  4. ^ Weather and Climate - Deutscher Wetterdienst -- Klimadaten [ collegamento interrotto ] , su dwd.de . URL consultato il 10 febbraio 2013 .
  5. ^ Clima en Berlin-Schoenefeld durante Febrero de 1956 , su tutiempo.net . URL consultato il 10 febbraio 2013 .
  6. ^ Daily data , su eca.knmi.nl . URL consultato il 10 febbraio 2013 .
  7. ^ Distrutta dai bombardamenti alleati, la chiesa di San Nicola fu ricostruita nel 1982 prendendo a modello la sua forma ristrutturata del 1876 (AA.VV. Berlino , Rahmenverelag GmBH, Pulheim, ISBN 3-926526-83-1 , Ed. in lingua italiana pag. 36)
  8. ^ Il progetto della cattedrale cattolica di Sant'Edvige è opera dell'architetto tedesco Georg Wenzeslaus Knobelsdorff , e fu costruita fra il 1743 ed il 1773
  9. ^ ( DE ) Confronta, tra gli altri, H. Weißpflug 1979,Das Landeswaldgesetz wird erlassen sul sito del Luisenstädtischer Bildungsverein
  10. ^ ( DE ) Confronta, tra gli altri, H. Schwenk 1997, Zur Herkunft der Namen der Doppelstadt» Berlin«und» Cölln« sul sito del Luisenstädtischer Bildungsverein
  11. ^ ( EN ) Storia, immagini e descrizioni di stemma e bandiera berlinesi su Flags of the world
  12. ^ ( DE ) Statistiche demografiche di Berlino dal 1600 al 1989 Archiviato il 24 maggio 2012 in Archive.is .
  13. ^ ( DE ) Statistiche su Berlino ed il Brandeburgo Archiviato il 27 settembre 2007 in Internet Archive . (file PDF )
  14. ^ Connolly, Kate, Atheist Berlin to decide on religion's place in its schools , su guardian.co.uk , The Guardian , 26 aprile 2009. URL consultato il 10 maggio 2010 .
  15. ^ ( EN ) Jewish Berlin , su jewishvirtuallibrary.org .
  16. ^ ( EN ) History of the Jewish Community of Berlin , su jg-berlin.org .
  17. ^ ( EN ) Epicenter of Holocaust Now Fastest-growing Jewish Community , su haaretz.com .
  18. ^ Die kleine Berlin Statistik ( PDF ), in berlin.de . URL consultato il 26 agosto 2014 (archiviato dall' url originale il 14 luglio 2014) .
  19. ^ Guida su Berlino Informazioni su Berlino , su Informagiovani Italia - Giovani dentro . URL consultato il 29 gennaio 2016 .
  20. ^ Quando Berlino era povera, ma sexy [ collegamento interrotto ] , su ildeutschitalia.com .
  21. ^ Claudio Marson, Gentrification Berlino (part 1/3) , 31 ottobre 2009. URL consultato il 7 agosto 2016 .
  22. ^ Berlino: trasformazioni urbane e gentrificazione , su systemfailureb.altervista.org . URL consultato il 7 agosto 2016 .
  23. ^ Berlino, fogna d'Europa , su 2010fugadapolis.wordpress.com .
  24. ^ Berlino meta preferita dagli investitori , su ilsole24ore.com .
  25. ^ Mappe, analisi e statistiche sulla popolazione residente , su ugeo.urbistat.com .
  26. ^ Berlino avrà sempre più abitanti , su ilmitte.com .
  27. ^ Berlino · Popolazione , su popolazione.population.city .
  28. ^ L'Italia nel radar degli investitori immobiliari, Berlino über alles in Europa , su adnkronos.com .
  29. ^ I gemellaggi di Berlino sul sito ufficiale della città
  30. ^ Berlino, 65 miliardi di debiti entro il 2015 , su ilmitte.com . URL consultato il 18 novembre 2013 .

Bibliografia

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF ( EN ) 122530980 · ISNI ( EN ) 0000 0001 1364 8293 · LCCN ( EN ) n79034972 · GND ( DE ) 4005728-8 · BNF ( FR ) cb15298132w (data) · BNE ( ES ) XX451163 (data) · NDL ( EN , JA ) 00629194 · WorldCat Identities ( EN ) lccn-n79034972