Ayrton Senna

Soti nan Wikipedia, ansiklopedi gratis.
Ale nan navigasyon Ale nan rechèch
Ayrton Senna
Ayrton Senna 8 (taye) .jpg
Nasyonalite Brezil Brezil
Wotè 175 cm
Pwa 70 kg
Motoring Kubica kas BMW.svg
Kategori Fòmil 1
Revokasyon karyè 1 me 1994
Karyè
Fòmil 1 karyè
Sezon 1984 - 1994
Ekèstr Toleman 1984
Lotus 1985-1987
McLaren 1988-1993
Williams 1994
Cup Mondyal te genyen 3 ( 1988 , 1990 , 1991 )
GP diskite 162 (161 depa)
GP te genyen 41
Podium 80
Pwen jwenn 614 (610 chanpyon valab)
Pòl pozisyon 65
Nap vit 19
Ayrtonsenna-logo.svg

Ayrton Senna da Silva ( São Paulo , 21 Mas 1960 - Bolòy , 1 Me 1994 ) se te yon chofè kous brezilyen , chanpyon mondyal nan Fòmil 1 nan 1988 , 1990 ak 1991 .

Ame majik, [1] konsidere kòm youn nan pi gran, talan ak enfliyan pasaje yo nan tout tan. [2] [3] [4] [5] [6] Figi Senna se youn nan pi reprezantan ak Iconiţă nan Fòmil 1, osi byen ke otomobilis an jeneral. [7] [8]

Ranpli kourè nan tout aspè soti nan devlopman nan jesyon kawotchou [9] , te kapab distenge tèt li nan kou a nan karyè li espesyalman pou kondwi move tan mouye ak vitès la nan karakteristik ki kalifye, lèt la, ki pèmèt l 'kenbe dosye a pou pozisyon poto (65) 1989-2006 [10] . Epitou, ak 41 ras te genyen, li se nan senkyèm plas nan plase nan viktwa nan istwa a nan konpetisyon an. [11] Selon yon etid ki fèt pa Fòmil 1 an kolaborasyon avèk AWS , Senna se pilòt la pi vit pase tout tan. [12] [13]

Abil tou nan sikwi lari, chofè brezilyen an toujou kenbe dosye viktwa nan tras prestijye nan Monte Carlo , sis, ki gen ladan senk nan yon ranje ant 1989 ak 1993 [14] .

Karyè li nan tèt kategori otomobil la, ki te kòmanse an 1984 nan volan Toleman , te make pa dualite ak franse Alain Prost , konpayon li nan McLaren nan 1988-1989 biennium. Sa a rivalite konsidere kòm youn nan pi entans lan ak vire sou istwa a nan Fòmil 1, osi byen ke espò an jeneral [15] .

Anpil apresye pa kòlèg li yo, nan yon biwo vòt nan ki 217 chofè Fòmil 1 te patisipe, Senna te vote chofè a pi gran nan tout tan. [16]

Li te mouri kòm yon rezilta nan blesi soutni nan yon aksidan nan koub la Tamburello nan kous la Imola pandan 1994 San Marino Grand Prix la [17] [18] .

Biyografi

Lavi prive

Ayrton Senna da Silva [19] te fèt nan São Paulo , Brezil , 21 Mas 1960 [20] nan yon fanmi rich kondisyon ekonomik [21] , ki konpoze de Milton da Silva, yon bizismann ak pwopriyetè plizyè fèm [21] ak Neide Senna brezilyen ki gen orijin Italyen [22] ; granparan manman Neide (nan mitan yo kouzen) te Tuscan ki soti nan Porcari , grann patènèl li te soti nan Siculiana , pandan y ap granpapa patènèl li (ki gen orijinal ti non te "Sena") te Scisciano , pwovens lan nan Naples [23] . Ayrton te gen yon gran sè, Viviane (manman Bruno e tou yon pilòt) ak yon frè, Leonardo [21] . Aprè li te gradye nan Colegio Rio Branco [21] , Senna te marye yon fwa, an 1981 ak Lilian de Vasconcelos, ansyen kondisip klas, men maryaj la te fini apre sèlman uit mwa nan yon divòs [24] . Lè sa a, brezilyen an te gen ti jwèt, ki gen ladan moun ki gen showgirl brezilyen an Xuxa ak Adriane Galisteu , modèl Ameriken an tèt Carol Alt ak Cristina Italyen an panse (ki pita te vin madanm nan Ruud Gullit ). [25] .

Senna a 3 zan.

Yon nèg nan espò a nan tout fòm li yo, ak nan mitan premye pilòt yo konsakre tan nan fòmasyon fizik, li te pratike anpil, ki gen ladan kouri, tenis , monte bisiklèt , naje ak ski jè [26] . Li te tou yon antouzyast avyon modèl kòm byen ke vòl ak nan 1989 te gen opòtinite pou vole Mirage III a de-plas, lachas nan moman sa a itilize pa fòs brezilyen an Air Force [27] .

Senna te katolik devot [28] . Relasyon pwofon li ak relijyon te gen rasin byen lwen ki soti nan fanmi li, espesyalman nan edikasyon manman li bay. Nan ka pèsonèl li toujou li te pote Bib la e souvan li yon etap [28] . Nan yon entèvyou, li te di ke li te wè Bondye bò kote l 'sou kadriyaj la kòmanse pou Grand Prix Japonè a nan 1988 [9] . Sou tonm li, nan simityè Morumbi nan Sao Paulo, te fè mete pòtre yon sitasyon nan lèt St Paul bay Women 8:39: "Nada pode me separar do amor de Deus" (Pa gen anyen ki ka separe m 'de renmen Bondye a) [29 ] .

Charite

Ayrton Senna souvan te bay yon pati nan salè yo akimile nan biznis pilòt li nan charite. Travay charitab li te revele sèlman apre lanmò li pa sè li Viviane [30] . Nan volonte chanpyon brezilyen an, tou, gwo sòm lajan yo te resevwa lajan nan travay charitab [31] .

Logo Enstiti Ayrton Senna.

Nan kòmansman 1994 Senna, ap pale ak sè l ', li te eksprime dezi a yo kreye yon òganizasyon ak objektif la nan ede timoun pòv nan Brezil, yo nan lòd yo ba yo yon opòtinite pou tan kap vini an [32] . Dezi sa a ap viv jodi a nan Ayrton Senna Foundation, yon òganizasyon ki pa pou pwofi ki te kreye jis pa sè li Viviane nan Novanm 1994, ki bay opòtinite pou anpil timoun pòv brezilyen resevwa bon edikasyon [31] .

Enstiti a, depi nan kòmansman li yo, te bay sipò a dè santèn de milye de asistans prezan nan tout Brezil [32] , osi byen ke yo te bay pa ' UNESCO , nan 2004, yon pwofesè konsantre sou edikasyon ak devlopman imen, ki fè li premye ki pa Peye- òganizasyon gouvènmantal pou resevwa rekonesans sa a [33] .

Karyè

( EN )

«Kous, konpetisyon, li nan san mwen. Li nan yon pati nan m ', li nan yon pati nan lavi mwen; Mwen te fè li tout lavi mwen epi li vle di soti pi wo a tout lòt bagay. "

( IT )

«Kouri, konpetisyon, se nan san mwen. Li nan yon pati nan m ', li nan yon pati nan lavi mwen. Mwen te fè l 'tout lavi m' ak li vle di soti pi wo a tout lòt bagay. "

(Ayrton Senna [34] )

Ou kòmanse

Ayrton angaje nan Fòmil Ford an 1981

Senna te gen opòtinite pou apwoche mond lan nan otomobilism bonè, kòmanse nan 1973 fè konpetisyon nan kart a laj de trèz ak yon Parilla 100 cm³ nan Interlagos gras a premye enstriktè a Lucio Pascual (li te ye tankou Tsche), genyen sou premye l ', li genyen nan menm ane a chanpyona Junior [35] . Nan 1977 ak 1978 li te genyen chanpyona Sid Ameriken an nan kategori a ak depi 1978 pou kat fwa youn apre lòt brezilyen an. Te ateri nan peyi Itali, nan Milan , ak koulè yo nan Dap la te zetwal la nan chanpyona nan mond nan 1979 ak 1980, tou de fwa pa manyen tit la. An Novanm 1980 Ayrton demenaje ale rete nan Grann Bretay . Li te deja konnen Chico Serra , ki te rete sou zile a pou twa ane e li te konnen angle. Serra prezante jèn chofè a bay Ralph Firman, pwopriyetè ekip Van Diemen epi, apre yon tès, jere pou li jwenn yon travay. Senna te pran kay ak madanm li nan Norwich , nan Norfolk [36] . An 1981 premye l 'nan Fòmil Ford 1600 , konpetisyon nan chanpyona Britanik RAC la ak Townsend-Thoresen: li te genyen yo tou de ak 12 ranport, 3 poto ak 10 nap pi rapid soti nan 19 ras. Ane annapre a pase nan Fòmil Ford 2000 , diskite tou de chanpyona Britanik la lapè Britanik se EFDA Ewopeyen an: li te genyen yo tou de ak 21 ranport, 15 poto ak 22 nap pi rapid soti nan 29 ras. Nan fen sezon premye l 'nan ras ki sot pase a difisil Britanik chanpyona Fòmil la 3 pran pozisyon poto, viktwa ak janm pi rapid.

An 1983 li te konpetisyon nan chanpyona Britanik F3 la avèk yon ekip Ralt Toyota-West Surrey Racing e li te genyen 12 viktwa, 15 poto ak 13 nap pi rapid nan 20 ras. Nan fen sezon an li te patisipe nan ras la prestijye entènasyonal nan F3 Macau nan ki ou konpare tout pasaje yo tèt nan kategori a: mete nan poto, domine tou de motos ak bay nòt janm la pi rapid. Ane sa a desizyon an yo adopte ti non manman an Senna, mwens komen pase Da Silva a itilize jouk ane anvan an.

Fòmil 1

1984: rive nan Fòmil 1 ak Toleman la

Senna kondwi Toleman l 'nan 1984

Pandan 1983 Senna te jwe premye tès yo sou machin nan Fòmil 1 . Apre sèvi yon jou nan tès nan volan an nan yon Williams FW08C messagli ki disponib pa Frank Williams pou kiryozite pèsonèl, li te patisipe ansanm ak Martin Brundle ak Stefan Bellof nan yon sesyon tès ki te òganize pa McLaren nan Silverstone , ki fè li pi rapid la nan twa a [37] . Deja nan mwa jen, sepandan, Senna te gen kontak sere avèk Bernie Ecclestone , pwopriyetè Brabham , ki moun ki te idantifye nan brezilyen pwofil ideyal la pou ranplase Riccardo Patrese ki ta ale nan ' Alfa Romeo pou sezon sa a [38] . Nan mwa novanm 1983, jèn brezilyen an tou te jwe yon tès nan Le Castellet sou tablo yon BT52B , kote sepandan pa enpresyone [39] ; Epitou angajman posib li yo nan Brabham te bloke pa Parmalat , sipòtè prensipal la nan ekip la, ki moun ki te vle yon chofè Italyen tankou dezyèm gid [38] . Senna te Lè sa a, aksepte pwopozisyon an nan Alex Hawkridge nan Toleman , ki moun ki ofri l 'yon kontra ki vo £ 100,000 [40] . Lè sa a, Li te kòmanse karyè li nan Fòmil 1 an 1984 , nan Grand Prix brezilyen an .

Nan konmansman an nan sezon an te kanpe toujou konplike pou ekip la Britanik yo: TG184 nan nouvo pa t 'pare ak kawotchou Pirelli te gen yon sede pi ba pase Michelin la ak Goodyear [41] . Sepandan, Senna te kapab montre genyen de kote sizyèm nan Lafrik di sid ak Bèljik , lèt la jwenn apre diskalifikasyon an nan Tyrrell apre evènman yo nan Detroit . Li echwe, sepandan, pou kalifye pou premye ak sèl fwa nan karyè li, nan Imola apre yon konfli grav ant Pirelli ak Toleman ki fòse l 'jwenn sou track nan Vandredi [40] .

Ayrton Senna ak Toleman li nan Grand Prix Britanik la, fini twazyèm

Chanjman nan kawotchou Michelin ak premye TG184 la make yon premye amelyorasyon nan compétitivité ekip la. Senna a menm, sou ras ki vin apre imedyatman te bay prèv yon talan eksepsyonèl, atrab pou ti rezilta yo ki estab angle pa janm anrejistre anvan: tout sansasyonalis dezyèm plas la nan Monaco Grand Prix a , ki te fèt nan lapli a. Senna, yon move kòmanse, li jere pandan ras la jwenn tounen plizyè pozisyon, jiskaske li vini nan dezyèm plas jis dèyè kraze a Alain Prost nan McLaren , ki moun ki te rekipere li de kat a sis segonn pou chak janm. Nan etap nan trant-premye, direktè a ras Jacky Ickx koupe ras la pou kantite lajan an gwo dlo ki te fè li Inposibl swiv, Senna refize yon viktwa ki te sanble pi an sekirite a [42] . Anplis de sa, viktwa a nan yon rookie sou yon machin byen lwen enferyè a machin yo tèt te kapab chanje batay la pou chanpyona nan mond lan, ki deja sanble rezève pou ekip yo gwo. Lut la ak Prost tan sa a echwe, men Senna ak Prost te gen opòtinite pou yo konfwonte youn ak lòt plizyè fwa nan ane annapre yo, fomante yon rivalite chofe.

Nan ras ki vin apre li te resevwa yon lòt Podium fini twazyèm nan Brands Hatch , men li te tou fòse yo retire plizyè atribiye nan echèk teknik. Nan okazyon an nan Grand Prix la Olandè , lotus la te anonse anbochaj nan Seine soti nan sezon kap vini an ak yon kontra twa ane. Deklarasyon an sezi l 'tou de Toleman se Senna a menm, ki moun ki pa te avèti: Hawkridge, irite nan pa te enfòme pa entansyon pilòt li a mete fen nan kontra a, li te deside appiedare brezilyen an Lè sa a, vole Grand Prix' Itali a [43] . Li te retounen nan ekip la pou de dènye ras yo, li te pran dènye Podium nan sezon an nan Pòtigal apre li te kalifye nan twazyèm plas gras a pèfòmans ekselan nan kawotchou yo ki kalifye [44] . Li fèmen chanpyona an nan plas 9yèm ak trèz pwen te genyen.

1985-1987: ane sa yo nan Lotus

1985

An 1985 Senna demenaje ale rete nan Lotus , kote li te jwenn kòm yon koekipyèr Italyen chofè Elio de Angelis la . Tou de te konsidere kòm premye gid e yo te kapab itilize menm materyèl yo depi nan kòmansman an. Konesans nan machin nan nouvo pou Seine a te, sepandan, ralanti soti nan yon pwoblèm sante ki kenbe l 'lwen pant yo tout sezon fredi, sa ki pèmèt l' pote soti nan tès yo premye jis kèk semèn anvan kòmansman an nan mond lan [45] . Apre yon premye retrè nan Brezil , kous la Pòtigè nan ' Estoril , teyat la dezyèm tou, Senna te resevwa premye viktwa li nan Fòmil 1 [46] , nan yon ras ki make pa lapli toransyèl. Ras la Pòtigè ankò te montre, apre Monaco Grand Prix ane anvan an, kapasite nan mouye brezilyen an. Senna reyalite, (kòmanse nan pozisyon poto a pou premye fwa nan karyè li) te genyen Grand Prix la ak plis pase yon minit devan Michele Alboreto , awondi tout lòt pasaje yo te rive nan liy lan fini, ki gen ladan twazyèm lan plase Patrick Tambay . Senna pa t 'kapab repete de semèn pita nan Imola , kote, apre yo te nan plon an nan tout ras la, yo te fòse yo abandone plon an kèk nap apre kouri soti nan vapè [47] .

Apre sa a kòmanse briyan nan sezon an, brezilyen an kouri nan yon seri de rezilta negatif akòz fyab la pòv nan Lotus, men yo toujou jere klere nan kalifye, genyen plizyè Pòl Pozisyon, ki gen ladan tras la istorik nan Monte Carlo [48] . Jisteman sou track la Monegasque, detèminasyon an ak detèminasyon nan brezilyen an fache chofè byen lwen plis ki gen eksperyans nan kalib la nan Lauda ak Alboreto [48] , ki moun ki akize Senna nan anpeche opozan l 'nan nap kalifye yo, ak objektif la kenbe pozisyon nan poto, fondamantal nan yon wout vil tankou sa yo ki an Monaco. Chofè brezilyen an, apre yon premye pati difisil nan sezon an, jere yo dwat chanpyona a pa pran kat podium ( Otrich , Holland , Itali ak Grann Bretay ) ak viktwa nan dezyèm karyè, jwenn sou track la Bèlj nan Spa-Francorchamps [49] , ankò nan kondisyon mouye. Senna fini chanpyona a nan katriyèm pozisyon ak 38 pwen, senk plis pase koekipye li de Angelis.

1986

Senna kondwi lotus l 'an 1986

Ane annapre a, Senna te jwenn tèt li kòm yon koekipyèr nan ansyen chofè tès pou Ferrari Dumfries [50] . Te rive nan pilòt la Scottish anvan pa negosyasyon miltip. Senna te kondwi yon anpil nan gen kòm yon konpayon konpatriyòt Maurício Gugelmin , men moun ki ap sipòte Ekip Lotus , John Player & Sons yo , ensiste sou achte yon chofè Britanik yo. Kandida a pi renmen te sanble yo dwe Derek Warwick , tou sipòte pa laprès angle a, men Senna mete mete veto sou li yo nan lòd yo anpeche efò yo ak devlopman nan ekip la soti nan gaye nan de chofè epi yo pa respekte akò a ki te vle l 'premye kondwi [51] . Chanpyona a te kòmanse trè byen, ak de podium nan de premye ras yo; yon dezyèm plas nan Brezil [52] , dèyè konpatriyot Piquet ak siksè eksepsyonèl nan Jerez de la Frontera [53] , nan Sprint la nan Nigel Mansell , ak yon plon nan jis 14 milisgond. Avèk siksè sa a Senna te pran plon chanpyona, men avèk avans sezon an siperyorite teknik Williams ak McLaren te pran, ak Piquet ak Mansell nan batay tit la ak chanpyon Alain Prost . Malgre sa, talan Senna a nan fen sezon an te trè pozitif: uit pozisyon poto, uit podium, yon dezyèm viktwa, sou sikwi lari Detroit la [54] , epi, pou dezyèm ane a nan yon ranje, katriyèm plas nan klasman jeneral la , dèyè Prost, chanpyon pou dezyèm ane a youn apre lòt ak duo Williams Mansell - Piquet la.

1987

An 1987, apre yo fin retire li nan kous Renault la , Lotus te jwenn yon akò pou rezèv la nan motè ak Honda la . Akò a make ke konpayi angle a te apwovizyone motè yo jenerasyon penultyèm, kite sèlman nan Williams dènye RA167E la . Senna, Lotus nan pou twazyèm ane a youn apre lòt, te ansanm ak debutan Satoru Nakajima , anboche ak sipò nan kay la otomobil Japonè yo. Pou sezon sa a, Lotus la mete a jete nan pilòt li yo sistèm revolisyonè modèl 99T la nan sispansyon aktif ; sistèm sa a te fè li posib toujou kenbe wotè ideyal la soti nan tè a nan machin nan, asire pi bon koule aerodynamic, an patikilye sou sikwi ki te gen yon sifas aksidante, men li absòbe yon pati nan pouvwa a motè ak fè li pi konplike pou chofè a konprann limit la nan machin nan tèt li. Senna a menm sepandan, pwouve trè optimis sou bon fonksyone nan inovasyon ki te entwodwi pa ekip la [55] .

Nan konmansman an nan sezon an, sepandan, karakterize pa fòtin melanje: apre yon Podium ekselan nan San Marino Grand Prix a , nan Spa , wonn nan twazyèm nan chanpyona nan lemonn, Senna te protagonist a nan yon kontak kontwovèsyal ak Mansell, ki moun ki, retounen nan twou yo, te kouri nan direksyon pou garaj la Lotus fè fas ak brezilyen an, dapre l 'responsab pou kolizyon an; Batay ant yo de a te inevitab [56] . Episode nan Bèljik swiv de ranport nan Monaco [57] - premye a nan yon dosye enkwayab nan sis ranport -, epi, pou dezyèm ane a youn apre lòt, sou kous la lari nan Detroit .

Senna, malgre konsiderab espas teknik la ak Williams, jere yo simonte difikilte sa yo, rete nan batay la pou chanpyona nan mond pou pi fò nan sezon an, men siperyorite nan ekip Frank Williams 'te vin evidan kòm sezon an pwogrese, ak Mansell ak Piquet batay pou tit la. Nan Monza , nan entre-temps la, li te anonse pasaj la nan Seine nan McLaren [58] , kòm yon konpayon de fwa chanpyon Alain Prost. Anons sa a, menm si, Senna jere yo fini sezon an nan yon fason konvenkan, pran Podium a nan Japon ak dènye ras la nan Ostrali , nan Adelaide , kote, sepandan, li te diskalifye apre ras la akòz iregilarite teknik [59] . Li te fini sezon an nan twazyèm plas nan klasman yo an jeneral, dèyè Piquet, ki moun ki te kouwone chanpyon pou twazyèm fwa nan karyè li, ak Mansell.

1988-1993: tit yo nan lemonn ak McLaren

1988
Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay:1988 Fòmil 1 chanpyona mondyal la .
Senna sou etap nan tèt nan Podium a, devan koekipyèr Prost, nan fen 1988 Kanadyen Grand Prix la . Sezon an te make kòmansman rivalite a sou track ant brezilyen an ak franse a.

Siyen yon nouvo kontra twa ane, nan Mclaren Senna jwenn tèt li kòm yon koekipyèr "pwofesè a" [60] Prost, ak ki moun li te kòmanse yon rivalite destine yo ki make istwa a nan Fòmil 1 [61] . Siperyorite nan nèt teknik nan McLaren MP4 / 4 , Honda motè a [62] , pèmèt de pilòt yo domine lig la, genyen 15 nan 16 ras yo pwograme ak efektivman diminye mond lan nan yon lit long ant yo. Sepandan, kòmanse brezilyen an nan sezon an te fluktue.

Nan diskalifikasyon nan kay Grand Prix nan Brezil (paske yo te itilize nan leve fouchèt la, Lè sa a, aji entèdi pa Règleman an [63] ) swiv retrè a nan Monaco Grand Prix la yon nap kèk nan fen a; an tèt la ak yon plon ki gen plis pase 1 minit, pilòt la paulista fè kolizyon nan sòti a nan koub la Portier, bay Prost yon viktwa prèske sèten [64] . Kòm sezon an pwogrese, sepandan, Senna frape yon tras nan sis ranport nan sèt ras, pran plon an pa jis yon kèk pwen sou rival li. Batay la ant de la, pi plis ak plis chofe, rive nan pik li nan Pòtigè Grand Prix a , kote Senna pouse konpayon li kont miray twou san fon an nan yon tantativ kenbe plon an. Men, franse a jere ranpli manevwe a, double Senna ak vole nan direksyon viktwa.

Apre ras la, lè yo te mande sou ensidan an, Prost lajman kritike manèv la, akize konpayon li te mete an danje ras la nan tou de [65] . Chanpyona a pral deside nan penultyèm ras la nan Suzuka . Paske règ la nan fatra [66] , nan Senna te gen yon sèl genyen yo vin chanpyon malgre klase franse te gen plis pwen. Nan kalifikasyon brezilyen an jwenn douzyèm pozisyon poto sezon an, men sa te antrave pa yon ezitasyon nan kòmansman an ki te fè l glise nan mitan gwoup la. Malgre sa, li pa t 'bay moute, e te lanse yon reaparisyon kont konpayon ekip li a ki a nan yon depasman sou dwat la nan liy lan fini nan janm la 28th. Avèk sa a triyonf Senna matematikman gradye mond chanpyon la pou premye fwa nan karyè li, ak yon bwote sezon an nan 8 ranport (ak 13 pozisyon poto) nan frais de koekipye li a 7.

1989
Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay:1989 Fòmil 1 chanpyona mondyal la .
Senna (sant), jis te soti nan McLaren l ' MP4 / 5 (adwat), diskite avèk Prost (agòch) nan fen 1989 San Marino Grand Prix la , apre yo fin te rejte pak la siyen pi bonè nan twou yo ant de la sou la pa atak sou janm an premye nan rekòmanse a: epizòd la, li te ye nan istwa kòm lagè "Tosa a" (pa lefèt non an koub teyat), te fize moute rivalite yo.

1989 te kòmanse sou liy yo nan ane anvan an, ak yon dominasyon Context nan ekip la angle ak Senna protagonist nan twa viktwa nan kat premye ras yo. Nan San Marino Grand Prix la , dezyèm ras la nan mond lan, rivalite a ak Prost finalman te eksploze. Sispansyon an nan ras la apre ensidan an vyolan Berger nan Tamburello a (nan ki Ostralyen an rapòte boule nan men yo) ki enplike òganizasyon an nan yon dezyèm pwosedi kòmanse; Prost pi byen li kase, pran devan an, men Senna pase l 'yon kwen kèk apre yo pa respekte yon akò te fè anvan yo kòmanse a [67] .

Nan pwen sa a Senna te pran nan direksyon pou viktwa, ak Prost kapab jwenn tou pre; apre kous la de echanj akizasyon mityèl yo, ak franse ki te ale twò lwen menase ekip la pou fè pou evite pwochen Grand Prix a si brezilyen an pa t 'eskize [68] . Nan ras ki vin apre yo, sepandan, Senna te sispann pa pwoblèm fyab plizyè ki pèmèt koekipyèr l 'yo pran plon an nan chanpyona a pa yon maj bon. Ak twa ras ale, brezilyen an te ven-kat pwen dèyè. Matematik fòse l 'pou pou genyen tout ras ki rete yo konfime tèt li kòm chanpyon nan lemonn. Senna te genyen nan peyi Espay , kote li te domine kous la depi nan kòmansman jiska fini, travèse liy lan devan Berger ak Prost. De ras yo te manke: Japon ak Ostrali.

Senna festegga viktwa nan 1989 Bèlj Grand Prix la

Batay la pou tit la rive nan pwen nan pi gwo tansyon nan Japonè Grand Prix la . Senna te kòmanse soti nan pozisyon poto, te depase pa Prost nan kòmansman an; franse a te vin yon maj nan apeprè senk segonn, men Lè sa a, koekipyèr li yo te kòmanse ratrape, pran l 'nan reveye la. Sou janm 46, nan yon tantativ dezespere kenbe chans yo chanpyona vivan, Senna te eseye yon atak sou Triyang Casio a, men Prost fèmen trajectoire la ak de angaje yo, mete fen nan kouri yo sou wout la chape. Franse a, asire w ke li te genyen tit la, te soti nan machin nan, pandan y ap Senna rete dèyè volan an, epi avèk èd nan komisyonè yo, te kapab kòmanse ankò.

Machin li te gen yon nen domaje ak brezilyen an te fòse yo retounen nan twou yo ranplase li; Li retounen nan tras la dèyè Alessandro Nannini , byen vit remonte ak pasaj la 50th anvahi, genyen an. Touswit apre kous la, sepandan, Senna te diskalifye [69] pou yo te benefisye de vyolans komisyonè yo, retounen nan tras la nan wout la nan chape nan chikan olye pou yo ansanm menm [70] ; Alain Prost konsa te vin chanpyon mondyal la pou twazyèm fwa nan karyè li, pandan y ap viktwa a asiyen nan Alessandro Nannini, ki moun ki ka konsa fè grandizè premye siksè l 'nan Fòmil 1.

Episode Suzuka a te kòmanse yon anpil nan konfli ant Seine a ak prezidan an nan FISA Jean-Marie arbalèt ki trennen sou nan sezon fredi a. McLaren, ak Prost prepare pou yo avanse pou Ferrari [71] , li te pran defans brezilyen an, ranpli yon apèl kont desizyon Komisyonè yo nan tribinal apèl la. Sa a te rejte, ak Senna ki te tout bon akize, nan fraz la nan 31 oktòb 1989, pou yo te danjere pou sekirite nan lòt pilòt yo [72] , an referans a lòt epizòd kontwovèsyal nan ki te pilòt la te enplike nan de dènye yo. sezon, e li te tou peye amann $ 100,000. Senna, pwofondman tris ak dekouraje, li te konsidere retrete soti nan kous, akize Fed a ki te manipile rezilta a nan chanpyona a [70] [73] . Apre deklarasyon sa yo, Fed a te reponn pa sispann pou sis mwa, Superlicense a oblije kouri [74] .

1990
Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay:1990 Fòmil 1 chanpyona mondyal la .
McLaren MP4 / 5B a ak ki Senna te genyen dezyèm tit mondyal li

Konfli ant Senna ak Balestre te rezoud sèlman yon ti tan anvan kòmansman nouvo sezon an; eskiz yo (pa lèt) nan brezilyen an swiv restorasyon nan Superlicense pa federasyon an [75] . Avèk rive nan Berger nan plas franse a, sitiyasyon an nan Mclaren nòmalize, ak Senna nan sant la nan pwojè a teknik nan Ekip la. Sepandan, leitmotif la nan sezon an te toujou menm bagay la tou: Prost kont Senna. Ak de ras yo ale, de konkiran yo te sèlman nèf pwen dèyè an favè brezilyen an. Suzuka te yon lòt fwa ankò sit la nan batay la desizif; avèk Prost soti nan pwen yo, Senna te kapab reklame dezyèm tit mondyal la.

Brezilyen an domine kalifikasyon yo jis anvan all'acerrimo rival li, men nan fen tès yo atansyon a konsantre sou plasman nan premye kare a [76] . An reyalite, Senna te mande jeran nan Pozisyon Pozisyon repositionnement sou bò netwayaj la nan tras la, apre yo fin deside pou avanse pou pi chif yo enpè (ki gen ladan premye a) sou bò sal [76] . La richiesta del pilota Mclaren venne rigettata, con il brasiliano che accusò nuovamente Balestre di agire in favore di Prost [77] .

Alla partenza, il pilota della Ferrari prese il comando, sfruttando il lato più pulito della pista. Arrivati alla prima curva, mentre il francese si accingeva a rallentare per impostare correttamente la traiettoria, Senna non alzò il piede dall'acceleratore, speronando Prost ad oltre 270 Km/h. La corsa era finita per entrambi. La manovra del brasiliano destò grandi polemiche, ma la Fia, contrariamente a quanto fatto l'anno precedente, non sanzionò il pilota, considerando l'accaduto come un incidente di gara. Senna era campione del mondo per la seconda volta in carriera. Commentando l'episodio a caldo, il pilota brasiliano affermò, alludendo all'episodio dell'anno precedente: a volte le gare finiscono a sei giri dal termine, a volte alla prima curva. Un anno dopo, Senna ammise pubblicamente di aver provocato volontariamente l'incidente [78] , affermando che in quel gesto avevano avuto una forte influenza il controverso episodio del 1989 ed il comportamento della federazione guidata da Jean Marie Balestre, a suo dire sostenitore di Prost.

1991
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 1991 .
Senna prende un passaggio da Nigel Mansell al termine del Gran Premio di Gran Bretagna , dopo essere rimasto senza benzina nel corso dell'ultima tornata.

Scaduto il contratto triennale con la McLaren, Senna si trovò nelle condizioni di rinnovarlo ogni volta a durata annuale fino al 1993, poiché ogni anno fu caratterizzato da una serie d'incertezze sul suo futuro in Formula 1.

Nel 1991 Senna divenne campione del mondo per la terza volta in carriera. L'inizio di stagione fu decisivo per la vittoria del campionato; al trionfo sul cittadino di Phoenix seguirono le vittorie ad Interlagos (la prima davanti al pubblico di casa), Imola e Monaco, che sommate ai problemi tecnici dei rivali consentirono al brasiliano di prendere un margine rassicurante. Particolare fu la vittoria in Brasile; sul tracciato di Interlagos, il brasiliano dovette lottare con problemi al cambio dal 60º giro in poi, perdendo tutte le marce ad eccezione della sesta [79] . Nonostante tutto vinse, riuscendo a gestire un vantaggio di 40 secondi su Patrese, ma a fine gara svenne a causa dell'immane stress fisico, accusando dolori lancinanti alle spalle e alle mani [79] .

Con il passare delle gare, tuttavia, il britannico Mansell al volante della Williams iniziò ad opporsi al dominio del pilota Mclaren, ravvivando il campionato. Non appena lo sviluppo della vettura di Frank Williams si perfezionò, questa divenne la macchina da battere, con Mansell che in estate colse tre vittorie consecutive (Magny Cours, Silverstone e Hockenheim). Tuttavia, i trionfi di Senna a Budapest e Spa, sommati al clamoroso errore dei meccanici Williams durante il Gran Premio del Portogallo consentirono al brasiliano di incrementare, in maniera decisiva, il vantaggio nei confronti del pilota Inglese.

Il titolo arrivò alla penultima gara a Suzuka. Con Mansell obbligato a vincere, a Senna bastava un secondo posto per aggiudicarsi il mondiale. La lotta per il campionato si risolse nelle prime battute di gara, quando Mansell, nel tentativo di rimanere in scia a Senna, andò lungo alla prima curva, finendo nella ghiaia e dovendosi ritirare [80] . Sicuro della vittoria, Senna rallentò nelle ultime fasi di gara, lasciando il successo al compagno Berger [80] . Da dimenticare invece la stagione per Prost. Alle prese con una Ferrari poco competitiva, il francese non fu mai in grado di lottare per il titolo, venendo addirittura licenziato dalla scuderia di Maranello proprio al termine del Gran Premio di Suzuka, dopo aver pubblicamente definito la macchina un "camion" [81] .

1992
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 1992 .
Ayrton Senna sul gradino più alto del podio nel Gran Premio d'Italia 1992 ; alla sua sinistra, il terzo classificato e astro nascente Michael Schumacher , con cui il brasiliano si ritrovò più volte in conflitto nel corso della stagione

Nel 1992 Senna e la McLaren non poterono nulla contro lo strapotere della Williams FW14B guidata da Nigel Mansell . Nelle prime cinque gare il brasiliano arrivò al traguardo solo due volte, terzo in Sudafrica ed a Imola , accusando in più occasioni problemi di affidabilità. Il tempo perso per risolvere i problemi, la tardiva introduzione del cambio al volante oltre alla scelta sbagliata di adottare il nuovo motore Honda V12, impedirono a Senna di lottare per il titolo, relegandolo, al termine della stagione, in quarta posizione, dietro anche all'astro nascente della Benetton , Michael Schumacher .

Fu proprio con il giovane tedesco che Senna durante la stagione si ritrovò a discutere più volte. I rapporti tra i due si deteriorarono già in Brasile , secondo appuntamento stagionale, dove il tedesco accusò pubblicamente Senna di averlo ostacolato con comportamenti poco corretti, mentre in realtà, come ammesso dallo stesso brasiliano al termine della gara, la sua vettura soffriva di problemi di elettronica che causavano continui rallentamenti. Nel Gran Premio di Francia l'accusa cadde invece su Schumacher, dopo che questi tamponò nel corso del primo giro Senna, costringendolo al ritiro. Dopo l'interruzione della gara Senna, già in borghese, prese da parte il tedesco, spiegandogli il suo punto di vista riguardo ai rapporti con la stampa – alludendo a quanto era accaduto in Brasile – e con gli altri piloti.

I contrasti degenerarono infine durante dei test ad Hockenheim , dove i due si sfiorarono più volte con le ruote in pista ed ai box arrivarono quasi alle mani. I problemi relativi alla competitività della McLaren e la decisione di abbandonare la Formula 1 da parte della Honda al termine della stagione, misero in discussione la permanenza di Senna nel team inglese, spingendolo ad intraprendere contatti con la Williams, che però furono interrotti dall'ingaggio di Prost (al rientro in Formula 1 dopo un anno sabbatico), che pose il veto su un eventuale ingaggio del brasiliano al suo fianco [82] .

Si riaprì, inoltre, un dibattito sul possibile passaggio di Senna alla Ferrari, del quale già si era ipotizzato prima d'inizio campionato 1988: infatti Senna, al termine della stagione 1990, avrebbe potuto passare alla scuderia del "Cavallino" a fianco di Prost, nonostante le vicende dei Gran Premi del Giappone 1989 e 1990 , ma per via di altri piloti sotto contratto il suo trasferimento a Maranello (nuovamente discusso per inizio campionato 1992 ma respinto) fu rimandato invano al 1993 e poi, forse, dopo il 1994 [83] . Indeciso sul da farsi, Senna meditò anche il passaggio nella serie CART , ottenendo un test con il Team Penske del connazionale Emerson Fittipaldi sul Firebird International Raceway di Chandler , in Arizona : il test fu positivo, con Senna che fermò il cronometro sul 49.0 contro il 48.5 del ben più esperto Fittipaldi, alimentando sempre di più le voci su un possibile passaggio nel campionato nordamericano per l'anno successivo [84] .

1993
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 1993 .
Senna fu protagonista a Donington di una prestazione di grande rilievo, imponendosi con oltre un minuto di distacco su Hill

Nei primi mesi dell'anno, dopo aver pensato al passaggio nella CART o ad un eventuale ritiro dalla Formula 1 [85] , Senna decise di firmare un accordo in extremis con la McLaren. Il contratto, però, era a gettone: Senna avrebbe deciso di volta in volta se correre e al termine di ogni Gran Premio gli spettava la cifra di un milione di dollari [82] . La Mclaren, nel frattempo, dopo l'uscita di scena della Honda, intavolò trattative per la fornitura dei motori con Renault e Lamborghini, ma alla fine decise di optare per i propulsori Ford. Senna venne affiancato a Woking dallo statunitense Michael Andretti , proveniente dal campionato CART, che prendeva il posto di Berger ritornato alla Ferrari.

Nonostante l'evidente inferiorità di mezzo e un rapporto con il team che andava sempre più deteriorandosi durante la stagione [82] , la prima parte di campionato fu incredibilmente positiva, con Senna che colse due vittorie, a Donington ea Monaco, che lo proiettarono in testa alla classifica davanti al suo eterno rivale Prost. In particolare, nella gara di Donington, Senna ottenne una delle vittorie più belle della sua carriera: sotto l'acqua effettuò quattro sorpassi nel solo primo giro e dominò la gara, dando quasi un minuto e mezzo di distacco al secondo, Damon Hill, e più di un giro a Prost. A Monaco invece, Senna colse la sesta vittoria nel principato (la quinta consecutiva), superando il record di Graham Hill di 5 successi e diventando il pilota più vittorioso sul tracciato monegasco. Un mese dopo questo successo tra l'altro, con grande stupore di Ron Dennis , accettò un rinnovo del contratto fino al termine della stagione [82] .

Contemporaneamente, però, iniziò a trattare con la Williams il suo ingaggio per il 1994 [82] . Nella seconda parte del campionato, tuttavia, Senna dovette lasciare spazio allo strapotere tecnico della Williams, che con Prost colse quattro vittorie consecutive e, approfittando delle disavventure tecniche del brasiliano, riuscì a laurearsi per la quarta volta campione del mondo già sul tracciato portoghese dell'Estoril, dopo aver annunciato, nello stesso week end, il ritiro definitivo dalla Formula 1. Senna riuscì a vincere le restanti gare della stagione 1993 a Suzuka e ad Adelaide , consolidando il secondo posto in classifica generale ai danni del pilota britannico della Williams Damon Hill. Al termine della corsa Australiana, in particolare, Senna sorprese tutti, complimentandosi con Prost nel Parc Fermé e abbracciandolo successivamente sul podio, quasi a voler celebrare la conclusione di una delle lotte sportive più intense degli ultimi anni.

1994: Il passaggio alla Williams e il drammatico fine settimana di Imola

Dopo la conquista dell'ultimo titolo iridato, Prost conclude la propria carriera. Nel1994 Senna lascia la McLaren per trasferirsi proprio alla Williams campione del mondo in carica. Da quell'anno il regolamento vieta tutti i dispositivi elettronici (come le sospensioni attive e il controllo di trazione), un punto di forza della Williams nel 1992 ( FW14B ) e 1993 ( FW15C ). Con il nuovo regolamento, la Williams perde competitività. La monoposto progettata da Adrian Newey non è solo meno competitiva che in passato; è anche troppo stretta nella zona dell'abitacolo, e Senna fatica a calarvisi e di conseguenza fatica nella guida (lo stesso Senna, dopo le prime prove effettuate con la vettura, afferma: "Se mangio un panino non entro più in questa macchina"). La vettura è inoltre instabile e difficile da guidare, a causa dell'eliminazione dei dispositivi elettronici.

Senna discute con il medico del circus , Sid Watkins , dopo l'incidente mortale di Roland Ratzenberger nelle qualifiche di Imola , 30 aprile 1994.

Senna comincia i lavori di collaudo, ma servirebbe del tempo per risolvere tutti i problemi della vettura; è con questi presupposti che comincia il mondiale. Nelle prime due prove Senna conquista due pole position, però in gara colleziona due ritiri (le due gare sono vinte dal futuro campione Michael Schumacher ). Anche nella terza prova del mondiale, il Gran Premio di San Marino , Senna conquista la pole position, la terza di fila, ma a caratterizzare la gara sarà ben altro. Le prove, cominciate in malo modo il venerdì con l'incidente di Rubens Barrichello alla variante bassa (senza gravi conseguenze) [86] , e funestate il sabato dall'incidente mortale di Roland Ratzenberger alla curva Villeneuve, segneranno profondamente lo stato d'animo di Ayrton e lo porteranno a correre con la bandiera austriaca nella monoposto, pensando di sventolarla in caso di vittoria in segno di solidarietà (tale bandiera fu poi rinvenuta all'interno dei resti della Williams dopo l'incidente, intrisa del sangue del pilota brasiliano) [87] .

La corsa comincia con un incidente alla partenza tra JJ Lehto e Pedro Lamy , in cui i rottami delle vetture provocano il ferimento di alcuni spettatori. La safety car, entrata in pista a seguito dell'incidente, vi rimane fino alla fine del 5º giro. Dopo la ripartenza, durante il 7º giro, Senna esce di pista ad altissima velocità alla curva del Tamburello, a causa del cedimento del piantone dello sterzo [88] , che era stato modificato per consentire la guida del mezzo in quanto le nocche del pilota toccavano l'abitacolo [89] [90] . Sono le 14:17. Il piantone era stato modificato e allungato nella notte dopo le prove cronometrate, dopo che Senna aveva chiesto di migliorare la visibilità della strumentazione [91] . La saldatura manuale si mostra però insufficiente a reggere le sollecitazioni della gara [92] , togliendo al pilota il controllo totale della vettura durante la percorrenza della curva. Secondo la perizia dell'Alenia, per conto della Williams, la saldatura non cedette, ma si ruppe il raccordo dello sterzo con i leveraggi delle ruote, ma questo solo dopo la collisione che avvenne per l'instabilità della vettura causata dal cattivo rifacimento del manto stradale.

Senna infatti, praticamente passeggero di una vettura ingovernabile, poté solo frenare (come si vede anche dalle immagini riprese dalla videocamera montata sulla monoposto), ma non riuscì a evitare il muro a bordo pista. L'impatto fu tremendo, coinvolgendo la parte anteriore destra della monoposto, e fu reso ancora più letale da un gradino d'asfalto coperto d'erba all'ingresso della via di fuga, che fece sobbalzare la vettura facendole conservare la velocità.

Il DC-9 presidenziale che volò dall'aeroporto di Bologna a Parigi con a bordo il feretro di Senna; l'aereo è ora esposto al Parco e Museo di Volandia .

Il puntone della sospensione anteriore destra, spezzatosi, penetrò nella visiera del casco del pilota, dal bordo superiore [93] . Ciò causò lo sfondamento della regione temporale destra e provocò gravissime lesioni, che si riveleranno fatali. In seguito il pilota brasiliano perse oltre 3 litri di sangue e, dopo i primi soccorsi a bordo pista prestatigli dall'équipe medica guidata dal medico della FIA Sid Watkins , fu deciso di trasportarlo via elicottero all' Ospedale Maggiore di Bologna . Qui il pilota venne ricoverato nel reparto di rianimazione, dove si accertò che il danno più rilevante era il trauma cranico provocato proprio dal puntone della sospensione.

Ogni sforzo per salvargli la vita fu vano e Senna spirò alle 18:40, all'età di 34 anni, senza aver mai ripreso conoscenza. Poche ore dopo, la magistratura italiana ordinò l'autopsia sul corpo del campione, nel quale non furono riscontrati altri danni fisici di particolare gravità. Ciò è spiegabile col fatto che l'angolo d'impatto, di soli 22º, aveva permesso una progressiva dissipazione dell'energia cinetica, prima contro il muretto e quindi nella sabbia. Analoghi incidenti ad alta velocità nello stesso punto, come quello di Nelson Piquet nel 1987, quello di Gerhard Berger nel 1989 o quello di Michele Alboreto nel 1991, si erano risolti senza particolari traumi da decelerazione al pilota.

In Brasile furono proclamati tre giorni di lutto nazionale, mentre, a seguito delle indagini sulla morte del brasiliano, il circuito di Imola fu posto sotto sequestro [94] . Il fotografo Angelo Orsi, collaboratore del settimanale Autosprint e amico di Ayrton, è stato l'unico a scattare una foto in cui è visibile il volto del pilota dopo i primissimi soccorsi successivi all'incidente. Tuttavia egli ha deciso di non pubblicare né mostrare a nessuno tale foto, decidendo subito di distruggerla una volta arrivato nella redazione di Autosprint [95] . Molte migliorie sono state successivamente apportate a livello tecnico, dopo che in un primo momento la Federazione aveva varato un piano d'emergenza per il prosieguo della stagione [96] .

La tomba di Senna nel cimitero di Morumbi , con l'incisione: "Niente mi può separare dall'amore di Dio".

Il rientro del corpo di Senna in Brasile, sollecitato dall'allora presidente della repubblica brasiliana al suo omologo italiano Oscar Luigi Scalfaro , avvenne con un volo sull'aereo presidenziale italiano sino a Parigi e da lì a San Paolo su un McDonnell Douglas MD-11 per conto della Varig , nel quale - per esplicita decisione del comandante dell'aereo - la bara non venne inserita in stiva ma in cabina, in uno spazio ricavato dalla rimozione di alcuni sedili passeggeri [97] . Durante il volo il giornalista Livio Oricchio - connazionale del pilota - e altri amici restarono sempre vicino al feretro [98] .

Rimpatriata la salma di Senna, dopo i funerali di stato [97] questa venne inumata nel cimitero di Morumbi , nella città natale di San Paolo il 5 maggio 1994. Sedici fra amici, rivali ed ex piloti lo accompagnarono al luogo della sepoltura: Emerson Fittipaldi , Christian Fittipaldi , Wilson Fittipaldi , Roberto Moreno , Rubens Barrichello , Raul Boesel , Maurizio Sandro Sala (rivale di Ayrton ai tempi dei kart), Alain Prost (che aveva seguito la gara di Imola come commentatore per TF1 ), Jackie Stewart , Johnny Herbert , Thierry Boutsen , Gerhard Berger , Michele Alboreto , Hans-Joachim Stuck , Derek Warwick e Damon Hill .

Il 26 aprile 1997 fu eretto un monumento in memoria del pilota all'interno della curva del Tamburello (oggi trasformata in variante), pressappoco nel punto in cui Ayrton ebbe l'incidente mortale. La statua, alta circa due metri, è un corpo bronzeo che poggia su un prezioso basamento di marmo grigio e pesa quasi 380 chili. Commissionata dal Comune di Imola, proprietario dell'autodromo, e dalla Sagis, la società che all'epoca aveva in gestione l'impianto, l'opera è stata realizzata dallo scultore Stefano Pierotti di Pietrasanta ( LU ).

Il processo

Il logo "Ayrton Senna Sempre" sul musetto delle monoposto Williams nel 2014 , nel ventennale della scomparsa del pilota brasiliano

Successivamente, nel 1997 , si aprì il processo sulla morte di Senna, che portò nel 2005 all'assoluzione sia del patron della Scuderia Williams F1 Frank Williams , sia del progettista della vettura Adrian Newey , in tutti i tre gradi di giudizio. La Corte di cassazione ha invece sentenziato nel medesimo anno, il "non luogo a procedere" per la richiesta di assoluzione rivolta al direttore tecnico del team Patrick Head , in quanto egli, già riconosciuto colpevole di omicidio colposo, non era condannabile essendosi estinto il reato per prescrizione [99] . Il processo ha consentito di portare alla luce numerose anomalie nell'atteggiamento della Williams e della Federazione, nel caso ad esempio della misteriosa sparizione delle centraline elettroniche della FW16 [100] o nel caso della cancellazione degli ultimi fotogrammi del camera-car di Ayrton [101] .

Numeri e statistiche

Ayrton Senna ha preso il via in 161 GP (su 162 partecipazioni), cogliendo 41 vittorie (35 McLaren e 6 Lotus), 65 pole position (46 McLaren, 16 Lotus e 3 Williams) [102] , 19 giri più veloci (15 McLaren, 3 Lotus e 1 Toleman), 7 Hat Trick (6 McLaren e 1 Lotus), in gara e 610 punti iridati validi (su 614 totali). È partito per 87 volte in prima fila e ha ottenuto 96 piazzamenti a punti, 80 dei quali sul podio, percorrendo 13672 km al comando di una corsa, vale a dire 2931 giri. Memorabili e ricche di pathos furono le sue vittorie commentate dal famoso telecronista brasiliano Galvão Bueno , che per Ayrton aveva un'autentica predilezione. Proprio Galvão commentò in diretta e con grande emozione, la gara in cui Ayrton perse la vita per la rete televisiva brasiliana Rede Globo .

Dopo il tragico incidente, tutti i circuiti di Formula 1 furono oggetto di controlli e successive revisioni dei tracciati, ove necessarie, per garantire maggior sicurezza ai piloti. La curva del Tamburello, nella fattispecie, fu modificata e, nel tratto centrale, sostituita con una variante . Furono anche prese misure, sia immediate sia a lungo termine, per aumentare la sicurezza delle vetture e diminuirne le velocità, tanto che dopo l'incidente di Senna per 20 anni non ci sono stati più incidenti mortali in Formula 1, fino al Gran Premio del Giappone 2014 , nel corso del quale Jules Bianchi andò a sbattere contro una gru presente a bordo pista per rimuovere una vettura incidentata. Entrato in coma, il pilota italo-francese è poi deceduto il 18 luglio 2015 . [103]

Risultati in Formula 1

1984 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Belgium.svg Flag of San Marino.svg Flag of France.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of the United States.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Europe.svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
Toleman TG183B e TG184 Rit 6 6 NQ Rit 2 7 Rit Rit 3 Rit Rit Rit Rit 3 13
1985 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of Portugal.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Belgium.svg Flag of Europe.svg Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Lotus 97T Rit 1 7 Rit 16 Rit Rit 10 Rit 2 3 3 1 2 Rit Rit 38
1986 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of Spain.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Mexico.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Lotus 98T 2 1 Rit 3 2 5 1 Rit Rit 2 2 Rit Rit 4 3 Rit 55
1987 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Belgium.svg Flag of Monaco.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Mexico.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Lotus 99T Rit 2 Rit 1 1 4 3 3 2 5 2 7 5 Rit 2 SQ 57
1988 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Mexico.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
McLaren MP4/4 SQ 1 Rit 2 1 1 2 1 1 1 1 10 6 4 1 2 90 (94)
1989 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Mexico.svg Flag of the United States.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
McLaren MP4/5 11 1 1 1 Rit 7 Rit Rit 1 2 1 Rit Rit 1 SQ Rit 60
1990 Scuderia Vettura Flag of the United States.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Mexico.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
McLaren MP4/5B 1 3 Rit 1 1 20 3 3 1 2 1 1 2 Rit Rit Rit 78
1991 Scuderia Vettura Flag of the United States.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Mexico.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
McLaren MP4/6 1 1 1 1 Rit 3 3 4 7 1 1 2 2 5 2 1 96
1992 Scuderia Vettura Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of Spain.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
McLaren MP4/6B e MP4/7A 3 Rit Rit 9 3 1 Rit Rit Rit 2 1 5 1 3 Rit Rit 50
1993 Scuderia Vettura Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Brazil.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
McLaren MP4/8 2 1 1 Rit 2 1 18 4 5 4 Rit 4 Rit Rit 1 1 73
1994 Scuderia Vettura Flag of Brazil.svg Flag of the Pacific Community.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Spain.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Europe.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Williams FW16 Rit Rit Rit 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

Confronto con i compagni di squadra

In tutte le stagioni in F1 tranne che nel 1989 Senna ha sempre totalizzato più punti rispetto ai suoi compagni di squadra. Nell'unico anno in cui fu sconfitto nello scontro diretto fu superato dal francese Alain Prost di 16 punti (76-60). Va segnalato che anche l'anno precedente Senna ottenne meno punti di Prost, ma poiché nel periodo 1985-1990 il regolamento permetteva che venissero contati solo i migliori undici risultati su sedici gran premi disputati, Senna in quella stagione ha battuto il compagno (e si è aggiudicato il titolo iridato) per 90-87 pur avendo totalizzato un minor numero di punti totali di Prost (94 a 105).

Anno Punti di Senna Punti del compagno Compagno di squadra
1984 13 0 Johnny Cecotto
1985 38 33 Elio De Angelis
1986 55 3 Johnny Dumfries
1987 57 7 Satoru Nakajima
1988 90 (94) 87 ( 105 ) Alain Prost
1989 60 76 (81) Alain Prost
1990 78 43 Gerhard Berger
1991 96 43 Gerhard Berger
1992 50 49 Gerhard Berger
1993 73 7 Michael Andretti
4 Mika Häkkinen

Influenza nel cinema, nella musica e nello sport

  • Lucio Dalla ha inciso nel 1996 la canzone Ayrton , scritta da Paolo Montevecchi [104] .
  • Senna viene citato nella canzone Marmellata #25 del cantante Cesare Cremonini .
  • Senna viene citato nella canzone Victory del rapper francese Soprano .
  • Il gruppo italiano degli SHW ha dedicato un brano al pilota, intitolato ADS (Ayrton da Silva).
  • In occasione del Gran Premio del Brasile 2010 è stato presentato, per il lancio internazionale, il film biografico Senna .
  • Un'altra canzone dedicata a Senna è Saudade di Chris Rea .
  • La band The Rock Alchemist dedica il brano Live or Die ad Ayrton Senna, proponendolo dal vivo anche all'Ayrton Senna Tribute di Imola nel 2014
  • Enigma cita Senna nella canzone Turbo di Raige con il featuring di Salmo e DJ Slait.
  • MadMan cita Senna nella canzone Escape From Heart
  • La nazionale di calcio brasiliana dedicò a Senna la vittoria del Campionato mondiale di calcio 1994 .
  • Nesli cita Senna nella sua canzone Strano Italiano , appartenente all'album Home .
  • La scuola di Samba di Rio de Janeiro " Unidos da Tijuca " gli ha dedicato il tema della sfilata durante il Carnevale di Rio 2014 vincendo la competizione tra le 12 scuole in gara.
  • Nel 1994, la Ducati lancia la versione "Senna" della 916 seguita, nel 2013, dall'omonima versione della 1199 Panigale . [105]
  • Nel 2002 la MV Agusta lancia una motocicletta dedicata ad Ayrton Senna, la "Agusta F4 750 Senna".
  • Per il videogioco Gran Turismo 6 , uscito nel 2013, è stato pubblicato un DLC gratuito che comprende alcune auto guidate da Ayrton Senna e versioni del suo periodo del tracciato di Brands Hatch e di Monza, ed è presente un evento a lui dedicato.
  • Nel 2018 la McLaren lancia una supercar dedicata ad Ayrton Senna denominata " McLaren Senna ".
  • Nel 2019 la Codemasters ha deciso di omaggiare lo stesso Senna ed Alain Prost includendo nel videogioco F1 2019 il "Legends DLC", con il quale si potevano acquistare tute, caschi e guanti a tema Senna vs Prost e si poteva guidare negli eventi la McLaren MP4/5B e/o la Ferrari 641 F1
  • Nel 2020 Netflix annuncia che uscirà una serie dedicata ad Ayrton Senna [106] .
  • Nella riproduzione del circuito di Imola di alcuni simulatori si possono trovare diversi omaggi ad Ayrton Senna. In Raceroom Racing Experience uscendo dalla variante Tamburello in direzione della variante Villeneuve, nel luogo dell'incidente fatale si possono notare una bandiera brasiliana, fiori ed una polo onoraria della Minardi , mentre nel capitolo 2 del videogioco brasiliano Automobilista , nello stesso punto si può intravedere, al di là della recinzione e fra la vegetazione, la scultura in suo onore installata nel parco delle Acque Minerali.

Note

  1. ^ Curiosità, Ayrton Senna - L'omaggio di Google per il compleanno di "Magic" , su Quattroruote.it . URL consultato il 5 agosto 2021 .
  2. ^ ( EN ) Ayrton Senna | Formula 1® , su Formula 1® - The Official F1® Website . URL consultato il 5 agosto 2021 .
  3. ^ Berger: "Il miglior pilota della storia della Formula 1 è Senna" - F1world.it , su Formula 1 news, calendario, classifiche e streaming - F1world , 20 ottobre 2020. URL consultato il 5 agosto 2021 .
  4. ^ F1 | 21 marzo 1960: Ayrton Senna , su FormulaPassion.it , 21 marzo 2021. URL consultato l'11 agosto 2021 .
  5. ^ F1 | Senna nel cuore. 26 anni fa come oggi , su F1inGenerale , 1º maggio 2020. URL consultato il 12 agosto 2021 .
  6. ^ F1, Leclerc si ispira a Senna. La leggenda che in Brasile non morirà mai , su www.sport.it , 16 novembre 2019. URL consultato il 12 agosto 2021 .
  7. ^ F1: il primo maggio di 27 anni fa la scomparsa di Ayrton Senna , su corrieredellosport.it . URL consultato il 5 agosto 2021 .
  8. ^ F1: 27 anni fa ci lasciava la leggenda Ayrton Senna , su tuttosport.com . URL consultato il 5 agosto 2021 .
  9. ^ a b Pino Allievi, Senna, il fuoriclasse col tocco mistico della F.1 , in La Gazzetta dello Sport , 1º maggio 2009. URL consultato il 28 gennaio 2019 .
  10. ^ Statistiche Piloti - Pole positions - Cronologia del record , su statsF1.com . URL consultato il 15 Decembre 2019 .
  11. ^ Statistiche Piloti - Vittorie - Per numero • STATS F1 , su www.statsf1.com . URL consultato il 5 agosto 2021 .
  12. ^ F1, lo studio: Ayrton Senna il pilota più veloce della storia davanti a Schumacher e Hamilton , su Sport Fanpage . URL consultato il 12 agosto 2021 .
  13. ^ pinchi, F1, studio rivela: Senna il pilota più veloce di sempre , su Adnkronos , 12 dicembre 2020. URL consultato il 12 agosto 2021 .
  14. ^ Senna a Monaco, un giro con il Re del Principato , su sport.sky.it , 25 maggio 2013. URL consultato l'8 agosto 2020 .
  15. ^ Daniele Fantini, Alain Prost e Ayrton Senna, la storia di una grande rivalità sfociata in profonda amicizia , su eurosport.com , 24 Febbraio 2019. URL consultato il 15 Dicembre 2019 .
  16. ^ F1, Senna il più grande di sempre , su Motori Fanpage . URL consultato il 13 agosto 2021 .
  17. ^ Hilton , p. 6.
  18. ^ Senna è stato l'unico campione del mondo a perire durante lo svolgimento di una gara di Formula 1. Jochen Rindt , che perse anch'egli la vita durante un fine settimana di gara, morì nelle prove del GP di Monza del 1970 , diventando iridato post mortem.
  19. ^ Nel 1982 il brasiliano decise di iscriversi alle gare unicamente col cognome della madre, Senna, in quanto quello del padre, Da Silva, non lo riteneva abbastanza distintivo.
  20. ^ Hilton , p. 15.
  21. ^ a b c d Williams , pp. 51-53.
  22. ^ Donazzan , p. 14.
  23. ^ La genealogia di Ayrton Senna , su insieme.com.br .
  24. ^ Donazzan , p. 40.
  25. ^ Williams , p. 106.
  26. ^ ( PT ) Hobbies - A história de Ayrton Senna , su ayrtonsenna.com.br . URL consultato il 15 Dicembre 2019 .
  27. ^ Ayrton Senna is honored by the Brazilian Air Force with a customized fighter jet , su ayrtonsenna.com.br , 6 Maggio 2019. URL consultato il 15 Dicembre 2019 .
  28. ^ a b Donazzan , p. 42.
  29. ^ Donazzan , p. 68.
  30. ^ Bambini, crescete felici nel nome di Ayrton , in Corriere della Sera , 5 dicembre 1996, p. 9. URL consultato il 21 marzo 2014 (archiviato dall' url originale il 25 febbraio 2014) .
  31. ^ a b 25 anni senza Ayrton Senna, il mago della pioggia leggenda della Formula 1 , su rainews.it , 30 Aprile 2019. URL consultato il 15 Dicembre 2019 .
  32. ^ a b Hilton , p. 11.
  33. ^ ( PT ) Quem Somos , su institutoayrtonsenna.org.br . URL consultato il 15 Dicembre 2019 .
  34. ^ Henry, Remembering Ayrton Senna , p. 78.
  35. ^ ( EN ) Ayrton Senna , su motorsportsetc.com . URL consultato il 21 marzo 2014 .
  36. ^ Richard Williams, The Death of Ayrton Senna , Penguin UK, 2010.
  37. ^ Cesare Maria Mannucci, Così Senna scoprì la Formula 1 (1ª parte) , su autosprint.corrieredellosport.it . URL consultato il 19 agosto 2014 (archiviato dall' url originale il 7 settembre 2014) .
  38. ^ a b Cesare Maria Mannucci, Così Senna scoprì la Formula 1 (2ª parte) , su autosprint.corrieredellosport.it . URL consultato il 19 agosto 2014 (archiviato dall' url originale il 14 dicembre 2014) .
  39. ^ Stefano Ollanu, F1 | 1983, il test di Senna sulla Brabham al Paul Ricard , su formulapassion.it , 17 giugno 2021.
  40. ^ a b Toleman story , su autosprint.corrieredellosport.it . URL consultato il 16 agosto 2014 .
  41. ^ Casamassima , pp. 36-41 .
  42. ^ Casamassima , pp. 51-56 .
  43. ^ Casamassima , pp. 67-71 .
  44. ^ Casamassima , p. 73 .
  45. ^ Casamassima , pp. 78-81 .
  46. ^ La prima volta di Ayrton nuovo mago della pioggia , in La Stampa , 22 aprile 1985.
  47. ^ Un Gran Premio emozionante con Senna e Johansson ko per la Benzina e Prost squalificato , in La Stampa , 6 maggio 1985.
  48. ^ a b Senna ne ha fatte di tutti i colori , in La Stampa , 19 maggio 1985.
  49. ^ In Belgio vince Senna (Lotus): il francese, terzo, consolida il suo vantaggio nel mondiale , in La Stampa , 16 settembre 1985.
  50. ^ Il «conte» Dumfries correrà per la Lotus , in La Stampa , 30 gennaio 1986.
  51. ^ Casamassima , pp. 106-107 .
  52. ^ Un samba brasiliano con i tifosi in delirio , in La Stampa , 24 marzo 1986.
  53. ^ Senna vola, le Ferrari crollano , in La Stampa , 14 aprile 1986.
  54. ^ Senna rivincita sui francesi , in La Stampa , 23 giugno 1986.
  55. ^ ( EN ) David Malsher-Lopez, Ayrton Senna and the final F1 wins for Lotus , su motorsport.com , 7 febbraio 2017. URL consultato il 5 aprile 2021 .
  56. ^ Pugni e calci tra Mansell e Senna , in La Stampa , 18 maggio 1987.
  57. ^ Senna davanti a Piquet in un Gran Premio di Monaco privo di emozioni , in La Stampa , 1º giugno 1987.
  58. ^ Il divorzio tra Porsche e McLaren sconvolge la F1 , in La Stampa , 3 settembre 1987.
  59. ^ Carlo Marincovich, 'LE MIE FERRARI FIGLIE DEL VENTO' , in La Repubblica , 17 novembre 1987.
  60. ^ Alan Prost: Il Professore , su autosprint.corrieredellosport.it . URL consultato il 22 febbraio 2019 .
  61. ^ Francesco Bizzarri, Da Vettel-Hamilton a Prost-Senna: tutti i duelli della Formula 1 , su foxsports.it . URL consultato il 22 febbraio 2019 .
  62. ^ Luca Ferrari, F1 McLaren Mp4/4: l'arma perfetta per Senna, iridato nel 1988 , su formulapassion.it . URL consultato il 18 marzo 2019 .
  63. ^ Giulio Scrinzi, Formula 1 | F1 Story 1988, GP del Brasile: dominio di Prost, Senna squalificato , su f1world.it . URL consultato il 15 marzo 2019 (archiviato dall' url originale il 27 marzo 2019) .
  64. ^ Monaco, 70 edizioni di pathos: storie e personaggi, curva per curva , f1web.it, 23 maggio 2011. URL consultato il 22 febbraio 2019 .
  65. ^ ( EN ) Grand Prix Results: Portuguese GP 1988 , su grandprix.com . URL consultato il 22 febbraio 2019 .
  66. ^ Dal1985 al1990 erano considerati validi i migliori 11 risultati conseguiti nell'arco dell'intera stagione.
  67. ^ Luca Ferrari, GP San Marino 1989: inizia la guerra fratricida tra Senna e Prost , su formulapassion.it . URL consultato il 23 febbraio 2019 .
  68. ^ Hughes, Mark., The Unofficial Formula One encyclopedia : the history, the teams, the tracks, the cars, the future , Select Editions, 2004, ISBN 1843098644 , OCLC 156768278 . URL consultato il 23 febbraio 2019 .
  69. ^ Japanese GP, 1989 , su grandprix.com . URL consultato il 23 febbraio 2019 .
  70. ^ a b Matteo Bramati, Senna vs Prost: Suzuka 89 – La Gara della Discordia , su f1grandprix.motorionline.com . URL consultato il 23 febbraio 2019 .
  71. ^ Carlo Marincovich, Il professore è con noi , su ricerca.repubblica.it , La Repubblica, 7 settembre 1989. URL consultato il 23 febbraio 2019 .
  72. ^ Carlo Marincovich, Il lungo dossier dei dubbi , su ricerca.repubblica.it , La Repubblica, 1º Novembre 1989. URL consultato il 23 febbraio 2019 .
  73. ^ Un solo colpevole, Senna , su ricerca.repubblica.it , La Repubblica, 1º Novembre 1989. URL consultato il 23 febbraio 2019 .
  74. ^ Australian GP, 1989 , su grandprix.com . URL consultato il 23 febbraio 2019 .
  75. ^ Senna perdonato da Balestre , su archiviolastampa.it , La Stampa, 17 febbraio 1990. URL consultato il 7 marzo 2019 .
  76. ^ a b Giulio Scaccia, F1 Suzuka 1990: Senna e Prost alla resa dei conti , su f1sport.it . URL consultato il 7 marzo 2019 .
  77. ^ JOE SAWARD, Ayrton Senna attacks Jean-Marie Balestre , su grandprix.com . URL consultato il 7 marzo 2019 .
  78. ^ Clamorosa ammissione del pilota brasiliano «Nel '90 ho volutamente sbattuto fuori Prost» , su archiviolastampa.it , La Stampa, 21 ottobre 1991. URL consultato il 7 marzo 2019 .
  79. ^ a b Matteo Sala, F1 Gp Brasile 1991: finalmente Senna! , su formulapassion.it . URL consultato il 4 aprile 2019 .
  80. ^ a b Edoardo Sanfilippo, Flashback Gp Giappone F1 1991: Senna cede la vittoria all'amico Berger , su circusf1.com . URL consultato il 4 aprile 2019 .
  81. ^ Prost licenziato , su archiviolastampa.it , La Stampa, 30 ottobre 1991. URL consultato il 4 aprile 2019 .
  82. ^ a b c d e Santoro , pp.6-15 .
  83. ^ Copia archiviata , su motorsportitalia.net . URL consultato il 24 aprile 2019 (archiviato dall' url originale il 24 aprile 2019) .
  84. ^ Luca Ferrari, Accadde oggi: il test di Ayrton Senna con la Formula CART , su formulapassion.it , 20 dicembre 2020.
  85. ^ Saluti e baci , in Autosprint , n. 45, 1993.
  86. ^ La Stampa , http://archivio.lastampa.it/LaStampaArchivio/main/History/tmpl_viewObj.jsp?objid=1241967 .
  87. ^ Ayrton per sempre, la corsa senza fine dell'ultimo martire , in La Stampa , 20 aprile 2006.
  88. ^ Foto del piantone lesionato. . L'immagine è stata tratta da: ayrton-senna.com
    Si vedano anche le fotografie pubblicate dalla rivista Autosprint nei numeri subito successivi l'incidente che mostrano il relitto del piantone di sterzo accanto alla vettura di Senna già durante i soccorsi.
  89. ^ Newey e l'incidente di Senna: quando gli incubi durano anni
  90. ^ Senna, la vera storia dello sterzo rotto
  91. ^ La Stampa , http://archivio.lastampa.it/LaStampaArchivio/main/History/tmpl_viewObj.jsp?objid=1503970 .
  92. ^ La Stampa , http://archivio.lastampa.it/LaStampaArchivio/main/History/tmpl_viewObj.jsp?objid=1374940 .
  93. ^ ( EN ) Ayrton Senna Yellow Helmet: The Senna Files: PicSfiles #3 - The Yellow Helmet Mistery , su ayrton-senna.com . URL consultato il 21 marzo 2014 .
  94. ^ La Stampa , http://archivio.lastampa.it/LaStampaArchivio/main/History/tmpl_viewObj.jsp?objid=1242797 .
  95. ^ omnicorse.it , omnicorse.it.com, 1° maggio 2014, http://www.omnicorse.it/magazine/37315/speciale-senna-angelo-orsi-l-amico-che-non-ha-tradito-ayrton . URL consultato il 19 marzo 2014 .
  96. ^ Senna, il processo. Il piano d'emergenza che travolge regolamenti e circuiti , su f1web.it . URL consultato il 21 marzo 2014 .
  97. ^ a b Leo Turrini, Senna: In viaggio con Ayrton, Capitolo "Tornando a casa", Imprimatur editore books.google.it
  98. ^ Dal programma Rai-Tv Sfide - Speciale Senna.
  99. ^ Patrick Head lascia le corse: 113 vittorie e il peso della morte di Ayrton Senna , su f1web.it . URL consultato il 21 marzo 2014 .
  100. ^ Senna, il processo. Guardie e ladri: l'enigma delle centraline elettroniche , su f1web.it . URL consultato il 21 marzo 2014 .
  101. ^ Il giallo del camera-car: quando sparì il video dell'incidente di Senna , su f1web.it . URL consultato il 21 marzo 2014 .
  102. ^ ( EN ) Gerald Donaldson, Formula 1™ - The Official F1™ Website , su formula1.com . URL consultato il 21 marzo 2014 .
  103. ^ È morto Jules Bianchi, il pilota di Formula 1 , in Il Post , 18 luglio 2015. URL consultato il 17 luglio 2015 .
  104. ^ La Stampa , http://archivio.lastampa.it/LaStampaArchivio/main/History/tmpl_viewObj.jsp?objid=1621224 .
  105. ^ Ducati present "Senna" version of 1199 Panigale S exclusively in Brazil from June 2014 (press release) , su ducati.com , ducati.it, 8 ottobre 2013.
  106. ^ Netflix annuncia la prima serie TV dedicata ad Ayrton Senna , su Bellacanzone , 3 settembre 2020. URL consultato il 3 settembre 2020 .

Bibliografia

  • Ayrton Senna, Guidare in pista , 1ª ed., Brescia, La Mille Miglia Editrice, 1991, ISBN 88-85306-02-0 .
  • Pino Casamassima, Magic: storia di Ayrton Senna , Genova, De Ferrari Editore, 2014, ISBN 9788864055527 .
  • Pino Casamassima, Storia della Formula 1 , Bologna, Calderini Edagricole, 1996, ISBN 88-8219-394-2 .
  • Carlo Cavicchi e Angelo Orsi, Senna vero , 2ª ed., San Lazzaro di Savena, Conti Editore, 1993.
  • Paolo D'Alessio, Ayrton Senna. La storia e la carriera in 300 immagini , Edizioni Gribaudo, 2008, ISBN 978-88-7906-596-2 .
  • Nicola Santoro, Il caso Ayrton Senna. Tutta la verità sul processo , GoWare, 2014, ISBN 978-88-6797-177-0 .
  • Giorgio Terruzzi, Suite 200. L'ultima notte di Ayrton Senna , Collana Vite inattese, 66th and 2nd, 2014, ISBN 978-88-96538-80-7 .
  • Leo Turrini, Senna. In viaggio con Ayrton , Imprimatur, 2014, ISBN 978-88-6830-112-5 .
  • Fabiano Vandone, Senna & Clark. Due miti a confronto , 1ª ed., Vimodrone, Giorgio Nada Editore, 1995, ISBN 88-7911-147-7 .
  • Marco Evangelisti e Fulvio Solms, Senna e il diluvio. Ricordando Ayrton 10 anni dopo , 1ª ed., Roma, Edizioni La Campanella, 2004, ISBN 88-88519-14-9 .
  • Christopher Hilton, Ayrton Senna: The Whole Story , Haynes Publishing, 2004, ISBN 9781844250967 .
  • Richard Williams, Senna. Il destino di un campione , Sperling & Kupfer, 2014, ISBN 978-88-200-5547-9 .
  • Paolo Marcacci, Senna vs Prost. Il duello , Kenness Publishing, 2019, ISBN 978-88-98876-66-2 .
  • Beppe Donazzan, Immortale. Ayrton Senna il campione di tutti , Ultra, 2014, ISBN 978-88-6776-089-3 .

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF ( EN ) 17258975 · ISNI ( EN ) 0000 0000 8360 327X · LCCN ( EN ) n95921968 · GND ( DE ) 119032058 · BNF ( FR ) cb121422741 (data) · BNE ( ES ) XX1297600 (data) · NLA ( EN ) 35255495 · NDL ( EN , JA ) 00474849 · WorldCat Identities ( EN ) lccn-n95921968