Anti-kominis

Soti nan Wikipedia, ansiklopedi gratis.
Ale nan navigasyon Ale nan rechèch
Yon afich anti-kominis, ki te pibliye pa twoup Alman pandan okipasyon Inyon Sovyetik la nan Dezyèm Gè Mondyal la . Tèks la, an Larisi , se "Down with Bolchevism!"

Anti- kominis la endike yon seri etewojèn mouvman politik, relijye ak sivil ki opoze oswa rejte kominis [1] . Tèm nan pafwa konsidere kòm konsistan pa anticommunists ak pa kominis tèt yo konprann nan yon sans laj: enkonsistans la souvan rive nan konfizyon an ak sipèpoze ant opozisyon an nan yon fòm espesifik ak defini nan kominis ak lòt kalite kominis. Anjeneral pa anticommunism nou vle di opozisyon an teyori Maksis la ak / oswa opozisyon an konkretizasyon li yo nan sosyalis reyèl nan sa ki te Inyon Sovyetik la ak eta yo kominis tankou Lachin , ki, sepandan, soti nan fen ventyèm syèk la , pandan y ap kenbe yon rejim totalitè, li louvri sou mache lib la [2] .

Liberal ak kretyen demokratik anti-kominis

Demokrat Liberal yo ak Demokrat Kretyen yo oswa Centrists jije kominis negatif paske yo konsidere pwopriyete prive ak libète mache yo se de pwoblèm esansyèl ak nesesè ant libète ak dwa fondamantal pou devlopman sivilizasyon ak demokrasi . Konsèvativ yo diskite ke kominis se sibvèsif nan valè debaz yo nan nati a nan ke yo te imen an. Aktivis nan liberal ak kretyen Demokrat oswa pati santris te mete kanpe òganizasyon, ki sipòte ak ede tout moun ki pataje menm ideyal politik yo atravè mond lan; òganizasyon sa yo se: Liberal Entènasyonal ak Sant Demokratik Entènasyonal .

Lagè kont Lame Wouj la

Icône loup mgx2.svg Menm sijè an detay: Alyans Entèvansyon nan Revolisyon Ris la , Entèvansyon nan Siberia ak Cosma Manera .

Apre sòti nan Larisi soti nan Premye Gè Mondyal la (Mas 1918 ), Etazini yo nan antant ( Wayòm Ini , Lafrans , Itali ) ak alye yo angaje nan lagè sivil Ris la pa voye sòlda nan èd Lame Blan an kont Lame Wouj la. . Objektif yo nan entèvansyon an te tou de etabli yon rejim ki ta ka kontinye lagè a sou bò yo, epi elimine egzanp Revolisyon Ris la , ki ta ka pouse mas yo proletaryen nan peyi yo nan revòlt. 44,000 sòlda Britanik, 13,000 franse, 3,000 Italyen, 13,000 Ameriken, 50,000 Tchekoslovaki, 70,000 Japonè, 24,000 Grèk, 12,000 Polonè, 4,000 Kanadyen, 4,000 Sèb, 4,000 Woumani te voye nan Larisi 11 300 Estonyen, 4 192 Kanadyen, 150 Ostralyen.

Kò ekspedisyon Italyen an nan Ekstrèm Oryan an te fòme ak twoup Alpini, ki te sipòte pa 2 500 ansyen prizonye Otrich-Ongwa nan lagè men ki gen etnisite Italyen, ki te goumen nan lame Otrich-Ongwa a epi ki te enskri nan Rejyon delivre Siberia. . Italyen yo te jwe yon wòl ti men enpòtan pandan entèvansyon an, goumen ansanm ak Rejyon Tchekoslovaki a ak lòt fòs alye yo lè l sèvi avèk tren blende ak zam lou pou kontwole gwo seksyon nan tren Siberian la. Zòn prensipal yo nan entèvansyon yo te rejyon yo nan Irkutsk , Harbin ak Vladivostok . [3]

Amerik

USA

Pati Kominis la nan Etazini yo nan Amerik depi nan konmansman an te entèdi pa otorite yo ak reyinyon li yo te fèt nan klandestinite soti nan 1919 1923, men nan 1924 li te rekonèt legal ak prezante kandida pwòp li yo pou prezidans la nan USA a [4] Pandan Dezyèm Gè Mondyal la , pati a te swiv liy Stalinis la e li te entèdi an 1954 ak Lwa Kontwòl Kominis la pou yo te reyadmèt li an 1968 lè sa a li te re-nonmen manm li yo pou Prezidans lan nan USA a.

Sa yo rele wouj la pè (Wouj pè) se te yon fenomèn sosyo-politik pandan de peryòd distenk nan entans anti-kominis nan istwa a nan Etazini yo , ki soti nan 1917 1920 ak pandan kòmansman senkant lan . Tou de peryòd yo te karakterize pa yon pè toupatou sou enfliyans Kominis yo sou sosyete ameriken an ak enfiltrasyon Kominis nan gouvènman ameriken an : te gen yon tandans pou wè Kominis kòm yon blòk kontra enfòmèl ant san distenksyon ki te vle enpoze totalitaris . Moun, mouvman oswa rejim nan lòt nasyon ki pa te kominis men ki te wè sa tankou yon menas posib pou USA yo te make tou kòm kominis.

Laperèz sa yo te ankouraje envestigasyon agresif, anprizònman ak fraz lanmò moun ki kwè yo te motive pa ideoloji kominis oswa ki asosye avèk mouvman kominis oswa sosyalis politik yo. Pou opinyon piblik entènasyonal la, youn nan ka ki pi sansasyonalis yo se istwa Sacco ak Vanzetti : de anachis Italyen ki te emigre Ozetazini ki te deklare tèt yo anarchis sa yo e ki pa janm rele tèt yo 'kominis' devan otorite jidisyè yo. Yo te kondane yo a lanmò sou fo akizasyon pou touye moun ak vòl ame, malgre mank total de prèv; reyabilitasyon ki vin apre a te rekonèt an 1977 pa biwokrasi ameriken an. Yo te egzekite nan mwa Out 23, 1927 nan Massachusetts malgre manifestasyon yo masiv pa sitwayen ameriken nan tout etnisite an favè de Italyen Ameriken yo : manifestasyon yo kontinye menm apre ekzekisyon an nan anbasad yo US nan anpil vil nan Amerik, Ewòp ak Lafrik kote deja anpil kominote Italyen te viv, ofisyèlman sipòte pa militan fachis, men gouvènman an fachis Italyen nan tan sa a pa t 'ofisyèlman pwoteste kont pwoteje relasyon diplomatik la ak nasyon Ameriken an pwisan ki soti nan ki transfè finansye nan imigran te rive, ki konstitye yon sipò pou tout Italyen an ekonomi.

Yon lòt ka enpòtan pou remake se ke sitwayen ameriken Ethel ak Julius Rosenberg , yon koup marye kondane a lanmò, yo akize de espyonaj pou Sovyetik la ak egzekite sou jen 19, 1953 . Avèk ouvèti a nan achiv Sovyetik yo li te dekouvri ke se sèlman mari l ', Julius, te koupab e ke Se poutèt sa akizasyon yo ak kondanasyon pou Ethel Rosenberg yo te enjis.

USA, ke yo te yon gwo pwisans militè ak politik oswa hyperpower , se pwomotè istorik yo ak gwo bayeur nan NATOganizasyon Trete Nò Atlantik , ki depi fòmasyon li yo, ak alye Azyatik li yo, gen travay la pou reponn a nenpòt atak militè pa eta ki pouswiv rezon menase pou eta yo. gouvène pa demokrasi liberal: premye yon menas grav te Inyon Sovyetik ak imedyatman te gen yon anpil nan defye kont Lachin Kominis, espesyalman apre masak la nan Tiananmen Square an 1989. Apre Dezyèm Gè Mondyal la, pandan ki Ameriken yo ak Sovyetik yo te alye nan defann teritwa nasyonal yo soti nan atak pa nasyon lènmi, US politik etranjè te baze sou anti- kominis nan tout mond lan: an reyalite, lame ameriken yo goumen, ak angajman diferan nan gason ak vle di, kont grèk la , Chinwa , kominis Koreyen yo , Vyetnamyen osi byen ke kont kominis yo Kiben ak Chilyen : Kiben yo te vle enstale misil Sovyetik yo dwe vize a Vil Ameriken yo Se poutèt sa, yon entèvansyon militè sou Kiba te planifye pou elimine menas sa a, men li pa nesesè ankò paske nan mwa Oktòb 1962 Sovyetik yo te bay lòd pou yo retire bato yo pote misil yo, ki gen ladan moun ki gen tèt de gè nikleyè. [5] [6]

Prezidan Ronald Reagan te rele sa yo te rele Anpi Sovyetik la Anpi sa ki mal . Prezidan Donald Trump nan 2017 etabli Jou a pou Viktim Kominis yo nan lòd yo komemore ak onore tout moun yo touye ak yo montre solidarite ak moun ki toujou soufri anba diktati Maksis: dat sa a se 7 novanm, jou a ki, nan 1917, bolchevik yo te kòmanse revolisyon Ris la . [7]

Lòt peyi Ameriken yo

US Sèvis yo sekrè , CIA a ak administrasyon an nan Richard Nixon nan prezidans te kòmanse Operasyon Kondò , ki te pran plas nan swasant yo nan dènye syèk lan, nan kèk eta nan Amerik di Sid , ki vize a pwoteje etablisman an nan sa yo eta yo. Kote sosyalis la ak enfliyans kominis te konsidere kòm twò pwisan, osi byen ke yo reprime opozisyon yo divès kalite bay gouvènman yo patisipe nan inisyativ la. [8] Nan 1993 dokiman yo te deklasifye sou konivans nan Richard Nixon , [9] prezidan nan Etazini yo, ak Henry Kissinger , [10] Sekretè Deta nan Etazini nan Amerik, ak Augusto Pinochet . [11] Pwosedi yo pou aplike plan sa yo te diferan de tan zan tan, men tout te an komen itilize sistematik nan tòti ak touye moun nan opozan politik [12] . Souvan anbasadè, politisyen oswa disidan ki te kouri aletranje yo tou te asasinen pi lwen pase fontyè yo nan Amerik Latin nan. Kèk nan eta yo te enplike te Chili , Ajantin , Bolivi , Brezil [13] , Perou [14] [15] [16] , Paragwe ak Irigwe .

Ewòp

Inyon Ewopeyen an

Anpil Deputy nan ansyen eta Sovyetik yo te pwopoze entèdi senbòl la mato ak kouto digo nan tout peyi nan Inyon Ewopeyen an . [17] Komite yo Libète chak ane òganize Memento Gulag , yon jou nan syans entènasyonal sou represyon an ak krim nan rejim kominis , an patikilye nan totalitè Sovyetik yo . [18] Se jou etid la toujou ki te fèt nan menm dat la, chwazi pou valè senbolik li yo: 7 novanm, dat la kòmanse nan Revolisyon an Oktòb dapre kalandriye a Gregoryen . [19]

Sou 25 janvye 2006 , nan Estrasbou , Konsèy la nan Ewòp , ak 99 repons lan se wi ak 42 non, apwouve, nan fen yon deba chofe, yon rezolisyon gen dwa Sou bezwen an pou yon kondanasyon entènasyonal nan krim yo nan rejim yo nan totalitaris kominis . Rezolisyon an diskite ke opinyon piblik la trè ti kras okouran de krim sa yo e ke jouk koulye a, kontrèman ak krim yo nan Nazi, pa gen okenn tribinal entènasyonal te kondane krim yo komèt nan rejim kominis yo . Rezolisyon an mande pati kominis yo pou yo bay siyal klè kondanasyon eksperyans nan sosyalis reyèl la . Rezolisyon an te entèprete pa kèk ekspozan kominis kòm yon eksplwatasyon nan istwa kontanporen diskredite pozisyon yo nan pati yo kominis Ewopeyen an.

An 2008 Palman Ewopeyen an te etabli Jou Ewopeyen an nan komemorasyon viktim yo nan tout rejim totalitè ak otoritè pou onore memwa viktim tout kominis, fachis ak diktati Nazi yo: se jou sa a komemore chak 23 Out depi sou 23 Out 1939 Molotov la. -Pak Ribbentrop te make ant Sovyetik ak Nazi ki te dirije pa Stalin ak Hitler, ki antisipe Dezyèm Gè Mondyal la [20] .

Sou 19 septanm 2019, Rezolisyon an sou enpòtans ki genyen nan souvni Ewopeyen an pou lavni nan Ewòp mande tout eta manm nan Inyon Ewopeyen an selebre memwa nan moun ki te opoze tout kalite kominis, fachis ak Nazi totalitarism . Nan rezolisyon sa a, nan mitan afimasyon prensipal yo, li deklare:

"

  • A. Lè nou konsidere ke ane sa a make 80tyèm anivèsè epidemi Dezyèm Gè Mondyal la, ki te lakòz soufrans moun pa t janm tande deja e ki te mennen nan okipasyon sèten peyi Ewopeyen pandan plizyè dizèn ane;
  • B. Lè nou konsidere ke katreven ane de sa, sou Out 23, 1939, Inyon Sovyetik Kominis ak Almay Nazi te siyen trete a ki pa agresyon, li te ye kòm Pak Molotov-Ribbentrop la, ak pwotokòl sekrè li yo, divize Ewòp ak teritwa yo nan eta endepandan ant de rejim totalitè yo epi regwoupe yo an esfè enterè, ki pave wout la pou epidemi Dezyèm Gè Mondyal la;
  • C. Lè nou konsidere ke, kòm yon konsekans dirèk nan Pak Molotov-Ribbentrop la, ki te swiv pa Nazi-Sovyetik la "Fwontyè ak Trete Zanmitay" nan 28 septanm 1939, Repiblik Polonè a te anvayi premye pa Hitler ak de semèn pita pa Stalin, evènman ki prive peyi a de endepandans li e yo te yon trajedi san parèy pou pèp la Polonè; ke nan 30 Novanm 1939 Inyon Sovyetik Kominis la te kòmanse yon lagè agresif kont Fenlann ak nan mwa jen 1940 okipe ak anekse pati nan Woumani, teritwa ki pa janm te retounen, ak anèks repiblik endepandan yo nan Lityani, Letoni ak Estoni;
  • D. Lè nou konsidere ke, apre defèt la nan rejim Nazi a ak nan fen Dezyèm Gè Mondyal la, kèk peyi Ewopeyen jere yo rekonstwi ak s'angajè sou yon pwosesis rekonsilyasyon, pandan ke lòt peyi Ewopeyen rete sijè a diktati pou mwatye yon syèk, kèk nan kòm dirèkteman okipe pa Inyon Sovyetik oswa sijè a enfliyans li yo, ak kontinye yo dwe prive de libète, souverènte, diyite, dwa moun ak devlopman sosyo-ekonomik;
  • E. Lè nou konsidere ke byenke krim rejim Nazi yo te jije ak pini atravè esè Nuremberg yo, toujou gen yon bezwen ijan pou sansibilize, fè evalyasyon moral ak fè envestigasyon jidisyè an relasyon ak krim Stalinism ak lòt diktati;
  • F. tandiske nan kèk eta manm lalwa entèdi ideyoloji kominis ak nazi. "

[21]

Palman Ewopeyen an te repete kondane diktati Kominis Chinwa a lè li te pase rezolisyon sou laogai an 2006 ak 2019. [22] [23] [24]

Itali

Nan deseni ki genyen ant 19yèm ak 20tyèm syèk politisyen liberal ki pi enpòtan an te Giovanni Giolitti , ki moun ki nan 1911 nan yon diskou pi popilè yo bay nan Chanm Depite a te di Marx te voye nan grenye an eksprime yon konsèp nan simonte istorik nan agiman yo ak teyori sipòte pa Kominis Alman an konsa stigmatize kondwit anakronik Maksis Italyen yo. [25]

Gen kèk istoryen ki akize Giolitti ke yo te konsyans favorize eskwadwon apre peryòd la wouj de ane nan peyi Itali yo nan lòd yo febli Pati Sosyalis la ak Lè sa a, pran tounen sitiyasyon an nan lòd piblik ak pouse fachis yo tounen nan marges yo nan fondasyon politik la [26] [ 27] .

Lòt istoryen dokimante kijan Giolitti ak ministè enteryè a te pibliye plizyè sikilè ak direktiv nan mwa sa yo, kote prefè yo te rekòmande pou yo kenbe lòd piblik [28] ; direktiv sa yo nan gouvènman santral la, sepandan, te pwouve efikas e yo te inyore pa ògàn yo periferik nan eta a yo te jwenn fachis yo konplisite vaste ak konivans ak estrikti debaz yo nan polis la, sistèm jidisyè, lame [29] .

Lòt moun, ankò, obsève ki jan konplisite ant eskwadwon yo ak lame a pa te limite a baz la nan lèt la, men tou, ki enplike kòmandman segondè yo [30] ; an reyalite Giolitti te fini favorize fachis paske eta piemontè a deside fòme, pou eleksyon politik Italyen ki vin apre yo nan 1921 , lis Blòk Nasyonal ki gen ladan fachis [31] .

Giolitti Se poutèt sa ki te kenbe yon atitid permisif nan direksyon pou mouvman an fachis yo nan lòd pou kapab eksplwate li kont sosyalis yo [32] , kwè ke pouvwa li ta dwe fin itilize akòz pèt la nan finansman pou moun ki te pè yon revolisyon bolchevik, yon fwa opozan yo te te rann inofansif [33] .

Demokrat Kretyen yo, pandan okipasyon militè ameriken an ak yon ti tan apre, gouvène ansanm ak Kominis yo, Sosyalis yo ak Repibliken yo pa t 'gen yon liy anti-kominis politik, men apre politik la ostil kont eta yo demokratik oksidantal, kouri dèyè pa Stalin ki tou finanse Italyen an Kominis yo, Democrazia Cristiana chanje alye gouvènman li yo kòmanse ak gouvènman De Gasperi IV nan mwa me 1947 : alye sa yo se te Pati Liberal Italyen an,Pati Repibliken Italyen an akPati Demokratik Sosyalis Italyen an . Nan sans de eleksyon yo 1948 , Minis Demokrat kretyen an nan enteryè a Mario Scelba prepare Leta a pou epidemi nan posib nan yon lagè sivil ant Kominis ak anti-Kominis, ranfòse polis la ak Lè sa a, mete deyò nan yo eleman konsidere nan fidelite ézitan ki soti nan pwovizwa anwolman, ki te pran plas nan fen lagè a, nan polis patizan obsèvans kominis la ak ranplase yo ak gason konfyans, ki gen detèminasyon ak prese te lakòz revòlt nan lari yo ak nan palman an [34] .

Apre Dezyèm Gè Mondyal la, kèk òganizasyon liberal anti-kominis yo ak katolik demokrat kretyen yo te kenbe yon asenal pou yo opoze atak posib aparèy paramilitè PCI a . An reyalite dapre yon rapò [ san sous ] ki soti nan gouvènman Alcide De Gasperi soti nan 1 janvye 1947 pou rive 30 avril 1948 974 200 kilo eksplozif, 30 896 grenad men, 11 473 bonm mòtye, 11 270 fizi, 5 944 pistolè, 1 876 machin zam, 189 kanon oswa mòtye.

An 1945 Guglielmo Giannini , fondatè ak lidè nan Nenpòt moun ki devan , yo rele Palmiro Togliatti yon stro ..., vè k'ap manje kadav, kanna ak falsifikatè . [35]

14 jiyè 1948 nan lavil Wòm , aktivis nan nenpòt ki moun Antonio Pallante te tire sekretè a nan PCI Palmiro Togliatti a ki, apre operasyon, siviv, men si lidè kominis politik la te mouri, te gen risk pou yo yon eklatman ame kont anpil militan Kominis. pare pou goumen. [36]

Korespondans dans nan Anbasadè Claire Boothe Luce , deklasifye nan 2005 pa Achiv Nasyonal la nan Washington, "revele background nan nan konfli a occult. Li se yon aperçu san parèy nan yon epòk nan ki Itali te fwontyè ki pi enpòtan apre Almay nan mitan de blòk yo. " [37] .

Sèvis sekrè Italyen yo te sipòte pa Ajans entèlijans santral la te òganize plan Demagnetize lan , ki aktif tou an Frans ak non Cloven , osi byen ke Organizationganizasyon Gladio . Yon lòt òganizasyon anti-kominis, men sibvèsif, te yon sèl li te ye tankou P2 ki te gen kòm pwogram li yo plan an pou yon renesans demokratik .

Antreprenè a Brianza Silvio Berlusconi deside fonde pati politik la Forza Italia pou kontrekare kominis yo ak pòs-kominis yo , alye nan sant gòch la ak ansyen Demokrat kretyen yo ak sosyalis yo , nan eleksyon politik Italyen 1994 yo osi byen ke yo te achitèk prensipal la nan kowalisyon sant la - dwa , ki nan mitan valè fondatè li yo te gen e li toujou gen yon desizif militan anti-kominis: Berlusconi an reyalite, apre li fin li plizyè liv, konsidere kominis kòm ideoloji ki pi kriminèl nan istwa imen. [38] [39] Viktwa elektoral Berlusconi ak alye li yo an 1994 te kòmanse Dezyèm Repiblik la (Itali) .

Matteo Salvini , lidè politik pati Lega - Lega pou Salvini Premier , [40] pandan yon entèvyou nan televizyon, te deklare ke kominis ak fachis se ideyoloji nan tan lontan ki mouri kounye a. [41] Anplis de sa, Salvini kwè ke moun ki montre drapo ak mato ak kouto digo yo tankou douloure tankou moun ki montre swastika la. [42]

Luigi Di Maio , lidè politik Mouvman 5 Star la alye ak Lig la nan premye gouvènman an Conte , te deklare ke, malgre yo te ideoloji demode, kèk lide nan Giorgio Almirante ak Enrico Berlinguer toujou rete valab. [43] .

Giorgia Meloni , lidè nan pati konsèvatif-liberal Fratelli d'Italia a ki sòti pasyèlman nan Alliance Nasyonal la , MSI ak neo-fachis , te repete eksprime gwo degoutans li nan ideoloji kominis la ak disip li yo tankou Marco Rizzo . [44]

Palman an nan Repiblik Italyen an , ak lalwa Moyiz la n. 61 nan 15 Avril 2005 , te deklare 9 Novanm Jou Libète , ki fè anivèsè anyèl la nan Novanm 9, 1989 lè demolisyon miray Bèlen an te kòmanse [45] , ofisyèlman rele Antifaschistischer Schutzwall oswa baryè pwoteksyon anti-fachis [46] [47] [ 48] [49] .

An 2008, depite Luca Volontè CCD a - CDU prezante yon bòdwo kont pwopagann vyolans enspire pa totalitaris kominis la. [50] Nan 2015 nan yon reyinyon nan administrasyon an nan Milan , konseye vil la Massimiliano Bastoni pwopoze yo entèdi òganizasyon an nan tout pati kominis yo. [51] Nan 2017 administrasyon minisipal la nan Soragna enpoze yon entèdiksyon sou senbòl kominis. [52]

Lòt peyi Ewopeyen yo

Nan Almay de Lwès, Pati Kominis KPD nan Almay te entèdi soti nan 1956 1969 . Apre sezon otòn la nan rido an fè ak endepandans an 1991 , Pati Kominis la nan Inyon Sovyetik te entèdi nan Lityani . Nan Ongri depi 2003 ak nan Polòy depi 2009 tout senbòl kominis yo entèdi jan yo konsidere yo kòm instigatè vyolans. [53] An Frans, chèf gouvènman an, Édouard Daladier, te entèdi Pati Kominis franse a apre konklizyon Pak Molotov-Ribbentrop 23 Out 1939 la ki te sanksyone alyans ant Stalin ak Hitler, ki te kòmanse Dezyèm Gè Mondyal la lè li te bay lòd envazyon an nan Polòy. septanm ki vin apre a. Pati Kominis Lagrès la , ki te deklanche lagè sivil grèk la , te entèdi, eksepte pou peryòd ra ak kout, soti nan 1936 rive 1974 . [54] Pati Kominis la nan Fenlann te fonn nan 1923 apre Gè Sivil la Finnish ak ankò nan 1930 men, apre Lagè a nan Kontinyasyon , Kominis yo Maksis te jwe yon wòl dominant nan Lig la Demokratik Finnish Pèp la , ki te fonde an 1944 kòm yon òganizasyon veso pou gòch ekstrèm politik la. Nan Swis, Pati Kominis la te entèdi soti nan 1940 rive 2007 [55] . Pwopozisyon yo te fè tou pou entèdi pati kominis yo nan Moldavi . Nan Larisi, pati kominis yo te entèdi, men yo te reyadmèt yo nan diferan peryòd istorik.

Nan anpil peyi Ewopeyen ansyen ki fè pati blòk Inyon Sovyetik la (ki 9 aktyèlman manm Inyon Ewopeyen an ), òganizasyon pati kominis yo te entèdi pa lwa konstitisyonèl ak entwodiksyon krim krim eskiz kominis la tou :

  1. Estoni
  2. Letoni
  3. Lityani : Nenpòt moun ki nye oswa apwouve krim Inyon Sovyetik ak Almay Nazi komèt yon krim.
  4. Bilgari : lalwa Bilgari a (apwouve avèk 126 vòt an favè ak 5 kont) mete aksan sou " karaktè kriminèl ideyoloji kominis la ki te vin sou pouvwa avèk èd yon fòs etranje, twoup Sovyetik yo, an vyolasyon Konstitisyon an ", li te note kijan reyèl sosyalis la, sou pouvwa a soti nan 1944 a 1989, " mennen peyi a nan yon katastwòf nasyonal ".
  5. Woumani

Krim nan tolere kominis ak senbòl li yo prevwa nan eta sa yo:

  1. Polòy : sou 25 septanm, 2009, Palman an Polonè apwouve yon amannman nan Kòd kriminèl la, prèske unaniment, ki entèdi pwodiksyon, distribisyon, vann, oswa posesyon, nan ekri an lèt detache oswa nan dosye, nan nenpòt bagay ki ta ka reprezante senbòl fachis, kominis oswa nenpòt lòt kalite senbòl totalitè, ki gen ladan atravè entènèt la. Sanksyon yo se jiska 2 ane nan prizon.
  2. Repiblik Tchekoslovaki : Depi 1 janvye 2010, kòd penal la nan Repiblik Tchekoslovaki, osi byen ke nan Slovaki, bay pou yon santans prizon nan 6 mwa ak 3 zan pou nenpòt moun ki refize, kesyon, apwouve oswa jistifye krim yo nan Kominis la ak Nasyonal la. Rejim sosyalis yo.
  3. Slovaki : nan Slovaki te gen deja Lwa 125/1996 " Sou imoralite a ak ilejitimite nan sistèm kominis la "; Depi 1 septanm 2011, dispozisyon yo te entwodwi nan Kòd Penal Slovak la kote nenpòt moun ki nye, kesyone, apwouve oswa jistifye krim rejim kominis ak nasyonal sosyalis yo responsab pou prizon soti nan 6 mwa a 3 zan.
  4. Ongri : depi 24 jiyè 2010, nenpòt moun ki nye, kesyone oswa minimize nan piblik krim yo komèt kont popilasyon an pa rejim sosyalis ak kominis se yon krim; soti nan 1 janvye 2013 se itilizasyon piblik la nan non lye nan rejim yo otoritè nan ventyèm syèk la ki gen ladan rejim nan fachis ki te dirije pa Ferenc Szallasi (1944-1945) ak peryòd sosyalis la (1948-1990) entèdi. An patikilye, li entèdi pou itilize " non moun ki te jwe yon wòl prensipal nan fondasyon, devlopman oswa antretyen rejim otoritè politik nan ventyèm syèk la, oswa mo ak ekspresyon oswa non òganizasyon ki ka dirèkteman gen rapò ak rejim yo politisyen otoritè nan ventyèm syèk la ".
  5. Georgia : nan mwa avril 2014, gouvènman an apwouve yon entèdiksyon sou senbòl kominis yo.
  6. Ikrèn : nan mwa avril 2015 palman an Ukrainian apwouve pa yon gwo majorite (254 an favè soti nan 307 prezan) bòdwo gouvènman an ki mete kominis ak Nazi sou menm nivo a pa entèdi senbòl yo, pwopagann yo ak refi a nan karaktè kriminèl yo. Sanksyon yo se jiska 5 ane nan prizon.

Pwovens Lazi

Singapore : Pati Aksyon Pèp la ki pati Aksyon Pèp la , pati politik sant-dwa, lè li rive gouvènman nasyonal la te pase yon lwa ki entèdi tout senbòl kominis.

Kanbòdj : Apre masak yo te komèt pa Khmer Rouge yo , Jou komemorasyon pou krim kominis yo te etabli, ansyen kan ekstèminasyon kominis S21 te vin yon mize sou atwosite Kominis yo te komèt e palman an te apwouve entèdi senbòl kominis yo. Pol Pot , il capo dei militanti e soldati comunisti nonché dittatore , fu condannato dalla corte internazionale di giustizia per crimini contro l'umanità insieme ad altri gerarchi comunisti.

Dibattito politico e storico

Nel 2005 , a seguito della proposta avanzata dalla Germania di rendere reato l'esposizione della svastica su tutto il territorio dell' Unione europea , alcuni europarlamentari dei Paesi dell'ex blocco sovietico, entrati a far parte dell'Unione nel 2004 , chiesero la messa al bando anche della falce e martello nel territorio dell'Unione europea per rispetto delle vittime del totalitarismo sovietico [56] . La richiesta venne sostenuta da alcune associazioni in tutta Europa [ senza fonte ] e Stati come l' Ungheria , [57] la Lituania , [58] la Lettonia [59] , la Polonia [60] e la Moldavia [61] assunsero provvedimenti legislativi per vietarne l'uso pubblico all'interno del territorio nazionale. La proposta incontrò invece resistenza nei paesi dell'Europa occidentale, dove il simbolo di falce e martello rappresenta rilevanti formazioni politiche attive e una tradizione ( socialista , trotzkista , eurocomunista ) che non ha avuto responsabilità storiche nelle politiche repressive attuate dal totalitarismo sovietico o da altre dittature d'ispirazione marxista-leninista [62] . In buona sostanza la questione coinvolge quasi tutte le nazioni in Europa, che sono state devastate dai totalitarismi e dalla seconda guerra mondiale: quindi sole eccezioni sono Svizzera e Svezia. Il problema maggiore di esperti costituzionalisti e legislatori parlamentari è quello di non intaccare la libertà di espressione e opinione ossia libertà di manifestazione del pensiero altrimenti di fatto comunisti marxisti e fascisti potrebbero subire processi per un reato di opinione , che non è contemplato in nessuna legge degli Stati democratici con pluripartitismo, ma è solo una definizione giuridica di tale reato. Alternativa democratica e pluralista, alla imposizione dei vari divieti, è la legislazione vigente in USA dove esistono un Partito Comunista degli Stati Uniti d'America marxista e un Partito Nazista Americano ai quali è consentito usare pure i simboli dei totalitarismi, ma spesso a tali partiti è vietato fare manifestazioni in pubblico onde evitare tafferugli tra estremisti di tutte le risme.

Anticomunismo socialista

I socialisti anticomunisti sono definiti anche riformisti , riformatori, democratici o libertari; in Italia, dopo la pratica politica del frontismo , certi socialisti furono definiti socialisti autonomisti .

Ideologi socialisti anticomunisti hanno scritto molti testi di denuncia riguardo alla repressione negli stati a socialismo reale e numerosi socialisti democratici son stati perseguitati quando non uccisi nei regimi degli stati marxisti, difatti i socialisti riformisti furono definiti dagli stalinisti con il termine socialfascisti .

Anticomunismo anarchico

Filosofi, ideologi e attivisti anarchici, essendo il socialismo reale contro i loro principi di libertà, sono contrari al concetto definito "fase di transizione", che secondo i marxisti prevede il sorgere di uno Stato politico che imponga la dittatura del proletariato . Alcuni teorici anarchici quali Michail Bakunin , Errico Malatesta , Camillo Berneri , Emma Goldman sono noti per i loro testi contrapposti ad argomentazioni strettamente marxiste. Max Stirner , considerato il primo e più importante teorizzatore dell' individualismo anarchico , sebbene egli stesso mai si definì anarchico bensì egoista cosciente, teorizzò la distruzione della società, che dovrebbe essere sostituita da un'unione di unici soggetti egoisti, spogliati dalla sottomissione a tutti i fantasmi presenti nella società: tra questi la religione , il nazionalismo , il comunismo , il liberalismo , l' umanesimo e lo statalismo .

Le milizie e armate anarchiche combatterono contro i marxisti soprattutto durante la guerra civile russa capeggiate da Nestor Ivanovič Machno e la guerra civile spagnola nelle giornate di maggio quando furono trucidati pure Camillo Berneri e Francesco Barbieri ; in Russia le armate anarchiche furono le Guardie Nere prima, e la Machnovščina o armata nera dopo e in Spagna con gli anarchici combatterono pure miliziani appartenenti a un partito marxista chiamato POUM .

Anticomunismo fascista e nazista

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Patto anticomintern e Operazione Barbarossa .

Il fascismo a differenza delle altre forme di anticomunismo non contesta il comunismo come ideologia rivoluzionaria del sistema vigente, ma lo contesta sulla base di un'analisi economica deleteria nei risultati pratici, sociali e appunto economici di tutta la nazione. I fascisti hanno perseguitato i comunisti poiché la teoria economica e sociale fascista è inconciliabile con quella comunista; inoltre lo stato fascista in quanto totalitario ammette solo il sistema fascista ed esclude un possibile ricambio al potere mediante elezioni e partiti. I nazisti nella prassi politica furono anticomunisti tanto quanto i fascisti.

Italia, Germania, Spagna

Conseguenza dell'anticomunismo fascista in Italia fu, oltre all'uccisione di centinaia dei militanti della sinistra nel periodo dello squadrismo e della Repubblica Sociale Italiana , la condanna a morte e al confino per migliaia di comunisti, compresi diversi dirigenti del Partito Comunista Italiano , durante la guerra civile in Italia (1943-1945) e l'anticomunismo nazista in Germania analogamente causò la detenzione politica e l'uccisione di tanti comunisti tedeschi.

Nel 1936 fu istituito il patto anticomintern , un patto tra nazioni fasciste con lo scopo di combattere il comunismo a livello internazionale, che ebbe il suo primo risultato militare nella guerra civile spagnola , che vide il fronte fascista e nazista vincitore su quello comunista e sovietico . Tuttavia Benito Mussolini fu il primo capo di Governo a riconoscere ufficialmente lo stato sovietico nonché sovietici e nazisti trovarono un accordo nel 1939 col trattato di non aggressione chiamato Patto Molotov-Ribbentrop : [63] quindi URSS e Germania nazista si spartivano la Polonia e altri paesi dell' Europa orientale ; proprio con l'invasione della Polonia da parte dei nazisti seguìti dai sovietici pochi giorni dopo ebbe inizio la seconda guerra mondiale .

Guerra contro l'Unione Sovietica

Nella seconda guerra mondiale la decisione di attaccare l'Unione Sovietica con l' operazione Barbarossa fu presa personalmente da Adolf Hitler , che trascinò in tale attacco gli altri stati europei alleati con regimi autoritari fascisti più la Finlandia , che aveva una democrazia pluripartitica ma reagiva all'invasione subìta dall'armata rossa e aderì dopo al patto anticomintern. [64] A questa guerra anticomunista contro l'armata rossa parteciparono eserciti provenienti da Germania, Italia con ARMIR , Ungheria, Romania, Slovacchia e Finlandia ai quali si aggiunsero poi altri reparti ossia:

I giapponesi, che furono promotori del patto anticomintern, non s'impegnarono con uomini e mezzi contro i sovietici perché dovevano combattere contro la furiosa e devastante reazione statunitense all' attacco di Pearl Harbor .

Neofascismo

Il ritorno della democrazia, in Italia e resto del continente europeo, ha trovato nel neofascismo un movimento profondamente anticomunista. Secondo lo storico Renzo De Felice , durante la guerra fredda i partiti neofascisti assorbirono e presero il posto del fascismo, favoriti in ciò dalla strategia geo-politica dell' Alleanza Atlantica , che in tali formazioni vedeva un argine efficace all'espansione comunista. [65] Come già avvenuto con il fascismo, pure il neofascismo ebbe un primo sviluppo culturale in Italia per poi espandersi nel resto del mondo: il Movimento Sociale Italiano (MSI), partito sorto con l'intento di rinnovare l'eredità del fascismo nell' Italia repubblicana , [66] che si affermò come la principale organizzazione partitica dell' estrema destra nella Prima Repubblica [67] . Il partito dichiarò di non avere intenzione di riportare in vita il vecchio regime, [68] sintetizzando il suo atteggiamento nei confronti del fascismo con la formula "Non rinnegare, non restaurare" coniata dal segretario Augusto De Marsanich [69] . Il partito MSI diede il sostegno esterno, senza entrare nella compagine ministeriale, a un governo democristiano presieduto da Fernando Tambroni nel 1960 e nel 1994 entrò nel primo governo di Silvio Berlusconi facendo la storia del centro-destra in Italia : nel 1995 i militanti del MSI si divisero fondando altri partiti nella svolta di Fiuggi guidata da Gianfranco Fini , che indirizzò Alleanza Nazionale nel post-fascismo , poi confluito in Il Popolo della Libertà . Da considerare è il gesto di pacificazione nazionale fatto da Giorgio Almirante , che partecipò pubblicamente al funerale di Enrico Berlinguer nel 1984 dopo che il segretario del PCI aveva liberato i comunisti italiani dal dispotismo dei sovietici e aveva accettato l'alleanza militare NATO; i due dirigenti politici si erano già incontrati segretamente come viene spiegato in un libro di Antonio Padellaro . [70]

Anticomunismo di matrice religiosa

Saldamente anticomuniste sono da sempre la Chiesa cattolica e altre confessioni religiose sulla base del pericolo rappresentato dalla filosofia materialistica del marxismo e dalla sua impostazione atea. Durante le persecuzioni contro i cristiani perpetrate dai comunisti sovietici, Pio XI nell'enciclica Divini Redemptoris del 1937 definì il comunismo come un "flagello satanico" che "mira a capovolgere l'ordinamento sociale ea scalzare gli stessi fondamenti della civiltà cristiana" facendo precipitare le nazioni in una barbarie "peggiore di quella in cui ancora giaceva la maggior parte del mondo all'apparire del Redentore". La Chiesa Cattolica, supportata dal movimento del cristianesimo liberale , promulgò ufficialmente la scomunica ai comunisti contro i credenti che aderiscono ai movimenti di matrice marxista e che professano apertamente le idee comuniste. Tale scomunica è il nome con cui è conosciuto a livello popolare un decreto della Congregazione del Sant'Uffizio pubblicato il 1º luglio 1949 : approvato da Papa Pio XII , il decreto dichiarava illecita, a detta della Congregazione, l'iscrizione al Partito Comunista Italiano , nonché ogni forma di appoggio a esso. La Congregazione dichiarava inoltre che quanti professavano la dottrina comunista erano da ritenere tutti apostati quindi incorrevano nella scomunica . [71] Papa Giovanni Paolo II nel 2004 definì il comunismo male necessario in un suo libro. [72]

Europa

Numerosi sono i preti e suore trucidati sotto le dittature comuniste in Europa: tutti questi sono considerati martiri della Chiesa e molti sono diventati Santi o Beati. In Russia furono perseguitati e messi al bando i preti ortodossi: le chiese furono vandalizzate o distrutte dai bolscevichi durante la repressione della Chiesa ortodossa in Unione Sovietica ; dal 1937 al 1941 vennero fucilati 110 700 membri del clero ortodosso, tra cui il locum tenens patriarcale Petr (Poljanskij), recluso da dodici anni in galera e nel 1939, sul territorio dell'Unione Sovietica, restavano aperte non più di cento chiese parrocchiali, delle 55 000 funzionanti nel 1917, in cui celebravano circa 500 sacerdoti contro i 115 000 del 1917 [73] .

La persecuzione antireligiosa nella Romania comunista fu una repressione avviata dalla Repubblica Socialista di Romania che, ai sensi della dottrina dell' ateismo marxista-leninista , assunse una posizione ostile alla religione e aveva come scopo finale una società atea, [74] in cui la religione sarebbe stata riconosciuta come l'ideologia della borghesia. Si calcolano 400 sacerdoti greco-cattolici assassinati dal regime romeno comunista e oltre 2 000 chiese greco-cattoliche furono confiscate. [75] Le persone arrestate dalle autorità comuniste romene, per opposizione al totalitarismo marxista, furono oltre 3 000 000 tra le quali 800 000 furono torturate e assassinate in 44 galere e 72 campi di lavoro forzato . [76]

Il presbitero polacco Jerzy Popiełuszko fu assassinato nel 1984 per la sua opposizione alla dittatura comunista e la notizia del suo assassinio scatenò un tumulto popolare: è venerato come beato dalla Chiesa cattolica.

In Ungheria la figura iconica di resistenza al dispotismo comunista fu impersonata dal cardinale József Mindszenty , che fu arrestato due volte: nel 1919 e nel 1948 quando fu pure torturato. Nel 1956, durante la rivolta anticomunista sostenne i combattenti, che si opponevano all'armata rossa e, quando i sovietici imposero un loro governo fantoccio, si rifugiò nell'ambasciata USA di Budapest, che poi lasciò per essere ospitato in Vaticano nel 1971.

Italia

Dopo la fine della guerra negli anni quaranta del secolo scorso vi fu il massacro dei preti perpetrato da comunisti stalinisti: il sacerdote e storico imolese Mino Martelli calcolò in 110 il numero complessivo di delitti. [77] Il parroco Umberto Pessina venne ucciso nella sua parrocchia in San Martino di Correggio (Italia) nel 18 giugno 1946 ; il vescovo di Reggio Emilia Beniamino Socche scrisse nel suo diario:

«... la salma di don Pessina era ancora per terra; la baciai, mi inginocchiai e domandai aiuto per partire con tutta la forza che la Santa Chiesa dà nelle mani di un Vescovo... Parlai al funerale di don Pessina: naturalmente, la gente era sotto l'incubo del terrore: ma io presi la Sacra Scrittura e lessi le maledizioni di Dio per coloro che toccano i consacrati del Signore. Il giorno dopo era la festa del Corpus Domini; alla processione in città partecipò una moltitudine e tenni il mio discorso, quello che fece cessare tutti gli assassinii. "Io - dissi - farò noto a tutti i Vescovi del mondo il regime di terrore che il comunismo ha creato in Italia»

( Dal diario di Monsignor Beniamino Socche [78] )

Nel contesto storico dei massacri delle foibe furono trucidati cinquanta sacerdoti, tra questi Francesco Bonifacio fu sequestrato vicino a Villa Gardossi, in zona Buie d'Istria , da alcune “guardie popolari” comuniste che lo picchiarono, lapidarono e assassinarono con due coltellate; successivamente fu infoibato [79] . Bonifacio fu beatificato dalla Chiesa cattolica il 4 ottobre 2008 a Trieste , in quanto ritenuto ucciso in odium fidei .

Grandi anticomunisti, negli anni cinquanta, furono i movimenti cattolici incentivati da Papa Pacelli , a capo dei quali vi furono Luigi Gedda e Riccardo Lombardi .

Il rapporto tra religione e comunismo però non è sempre stato conflittuale, considerando che sono esistite ed esistono ancora formazioni politiche che hanno coniugato la propria fede religiosa con i principi del marxismo in vari paesi del mondo. In Italia di rilievo è stato il filone politico detto cattocomunista nato soprattutto con l'esperienza del Partito Cristiano Comunista, divenuto poi Partito della Sinistra Cristiana e confluito nel Partito Comunista Italiano nel 1945 .

Cina

L'attuale XIV Dalai Lama, in esilio, Bstan 'dzin rgya mtsho ( བསྟན་འཛིན་རྒྱ་མཚོ། , Tenzin Gyatso , 1935-vivente)

Notoriamente conflittuale è il contrasto del Dalai Lama nei confronti del Partito Comunista Cinese , che perseguita i credenti del Buddhismo tibetano capeggiato da Tenzin Gyatso così come quelli del credo confessionale Falun Gong , reclusi nel campo di rieducazione attraverso il lavoro di Masanjia dove sono detenuti anche cristiani seguaci della Chiesa domestica . Nel periodo 1966 - 1976 , durante la Grande rivoluzione culturale , milioni di persone furono deportate o subirono abusi perché percepite come un pericolo per il nuovo modello di società comunista: in tale contesto le pratiche religiose furono vietate ei fedeli fronteggiarono la derisione, carcerazione e morte. Sotto la dittatura comunista xie jiao è ogni movimento religioso indipendente considerato ostile al PCC o in crescita troppo rapida secondo i gerarchi del PCC: essere attivi in uno xie jiao è un reato, punito dall'art. 300 del codice penale cinese con una pena detentiva da tre a sette anni o più. In cima alla lista degli xie jiao ci sono il Falun Gong e la Chiesa di Dio Onnipotente , un nuovo movimento religioso cristiano cinese. [80] Perseguitati in massa sono pure i credenti islamici , tra i quali gli Uiguri di etnia turcofona , che sono reclusi in campi di rieducazione dello Xinjiang . [81]

Rivolte anticomuniste e antisovietiche

Secondo gli anticomunisti i regimi comunisti sono totalitari e non uguali ma molto simili tra loro: si sono organizzati diversamente nelle varie nazioni ma hanno caratteristiche comuni derivanti da quella stessa ideologia totalitaria che ha prodotto identiche conseguenze. Inoltre gli anticomunisti considerano ideologicamente definita la dittatura del proletariato , che nel marxismo indica il periodo della trasformazione rivoluzionaria susseguente alla conquista del potere da parte della classe operaia, caratterizzata dalla prospettiva dell'instaurazione di un sistema di produzione associata e collettiva per una società senza classi a livello mondiale. Gli anticomunisti osservano che tale concezione, variamente ripresa e sviluppata dai teorici marxisti, ha avuto differenti applicazioni pratiche dopo il 1917 ovunque i comunisti hanno preso il potere dopo la guerra o rivoluzione dando luogo tuttavia allo stabilizzarsi in rigidi sistemi di governo ea degenerazioni autoritarie a scapito della proclamata transitorietà. Tali sistemi repressivi di governo provocarono le rivolte anticomuniste che si verificarono in Europa centrale nel cosiddetto Impero sovietico , Albania e Cina . In ordine cronologico ricordiamo tali rivolte.

Rivolte spiccatamente [ non chiaro ] anticomuniste e antisovietiche

  • 1942 / 1943 e 1950 , l' Esercito Insurrezionale Ucraino (in ucraino Українська Повстанська Армія, Ukrains'ka Povstans'ka Armija (UPA) combatté sotto il comando del collaborazionista Stepan Bandera [82] contro l'Armata Rossa durante la Seconda Guerra mondiale, in concomitanza con l'invasione nazifascista dell'URSS. [82] Quando la guerra fu conclusa, i membri dell'UPA furono perseguitati, deportati e vari ex combattenti di spicco assassinati fino alla sua quasi totale repressione.
  • 1940 e 1944 , Fratelli della foresta , movimento di resistenza negli stati baltici. Movimento represso con forza entro la fine degli anni cinquanta.
  • 1953 , in Cecoslovacchia a Plzeň ai primi di giugno la città fu sotto il controllo degli operai dopo una sollevazione popolare. Gli operai reclamavano mutamenti economici e politici agitando ritratti di Masaryk, Beneš ed Eisenhower; l'esercito fu restìo ad aprire il fuoco quindi la sommossa fu sedata da poliziotti del reparto di sicurezza accorsi da Praga .
  • In Germania Est il 16 giugno i lavoratori in massa reclamarono la partenza dei soldati sovietici e libere elezioni . L'armata rossa intervenne reprimendo le rivolte a Berlino Est e in altre città in pochi giorni: i rivoltosi uccisi furono centinaia. [ senza fonte ]
  • 1956 , in Polonia a giugno avviene la Rivolta di Poznań : gli operai scioperarono nonostante il divieto e manifestarono; gli operai uccisi dai soldati furono quasi cento. [ senza fonte ]
  • 1961 , invasione della baia dei Porci fu il fallito tentativo di rovesciare il regime dispotico di Fidel Castro , che era sovvenzionato dai sovietici. Fu messo in atto da un gruppo di esuli cubani e mercenari , addestrati dalla CIA , che progettavano di conquistare Cuba a partire dall'invasione della parte sud-ovest dell'isola. L'operazione è conosciuta in inglese come " Bay of the Pigs Invasion " e, tra i cubani, col nome in spagnolo di " invasión de Playa Girón " o " batalla de Girón ". Contro la dittatura comunista cubana è attivo il movimento Damas de Blanco , che dal 2003 organizza manifestazioni per sollecitare la liberazione dei detenuti politici.
  • 1980 , in Polonia il sindacato clandestino Solidarność organizzò scioperi e manifestazioni chiedendo un notevole cambiamento della politica comunista governativa.
  • 1988 - 1991 , la Rivoluzione cantata che riportò la democrazia, il ritorno dell'indipendenza e la fine dell' occupazione straniera sovietica in Estonia , Lettonia , Lituania .
  • 1989 , in Cina il 15 aprile gli studenti universitari diedero inizio a manifestazioni di massa che furono contrastate prima dalla polizia poi dall'esercito; in pochi giorni i morti tra rivoltosi, quasi tutti studenti e operai, furono in numero difficilmente valutabile poiché i capi della dittatura cinese fornirono dati che son ritenuti oggettivamente falsi dai ricercatori di storia: le stime degli storici calcolano da circa 3 000 a un massimo di forse 12 000 considerando i rivoltosi imprigionati poi uccisi. Comunque sull'orientamento tutto anticomunista di questa rivolta furono sollevati dubbi da alcuni commentatori: le richieste degli studenti erano dirette all'apparato statale, riconoscendolo di conseguenza, nonché tra le canzoni, che certi gruppi cantavano nelle manifestazioni, era presente anche l'Internazionale . Altre proteste e rivolte vi furono a Hong Kong nel 2014 e nel 2019 per ottenere un sistema politico democratico e il suffragio universale .
  • In Cecoslovacchia vi fu la cosiddetta rivoluzione di velluto che preluse a un nuovo assetto politico democratico.
  • In Romania a dicembre incominciò la rivolta che coinvolse parte dell'esercito romeno e aprì la fase democratica. I morti si contarono a migliaia.
  • 1990 , in Albania vi fu la rivolta seguita da un esodo di fuggiaschi che in nave approdarono a Bari ea Brindisi . La rivolta diede poi corso a un orientamento politico democratico.

Rivolte antisovietiche e relativamente [ non chiaro ] anticomuniste

  • 1956 , in Ungheria il 23 ottobre operai e studenti diedero il via a una rivolta generale chiedendo il ritiro delle truppe sovietiche e radicali riforme. Il 2 novembre il capo del governo Imre Nagy proclamò la neutralità del Paese e chiese l'intervento dell' ONU ma il 4 novembre intervenne l'armata rossa che represse la rivolta dopo una resistenza degl'insorti ungheresi che continuarono a combattere sino all'anno successivo: gli storici fanno una stima dei morti ungheresi che è tra le 20 000 e 25 000 persone. Con l'avvento della democrazia in Ungheria la data del 23 ottobre è diventata festa nazionale. Si osservi tuttavia che l'interpretazione di questo movimento come totalmente anticomunista è messo seriamente in discussione da diversi storici poiché alcuni capi politici della rivolta erano comunisti.
  • 1968 , in Cecoslovacchia operai e studenti manifestarono chiedendo importanti riforme quindi vi fu la cosiddetta primavera di Praga ma poi intervenne l'armata rossa: 72 furono i rivoltosi uccisi. Nel 1969 , per incitare il popolo cecoslovacco contro il regime, Jan Palach e altri giovani a intervallo di pochi giorni uno dall'altro si suicidarono dandosi fuoco nel centro di Praga.
  • 1974 , in Etiopia una situazione drammaticamente cruenta si verificò durante il Governo militare provvisorio dell'Etiopia socialista , che scatenando il terrore rosso fu una dittatura comunista dal 1974 al 1987, sostenuta dai militari sovietici: infatti le rivolte contro il regime comunista diedero inizio a una lunga guerra civile alla quale parteciparono pure comunisti dissidenti del Fronte Democratico Rivoluzionario del Popolo Etiope , che combattevano contro il dittatore Menghistu e la Repubblica Popolare Democratica d'Etiopia finanziata dall' Unione Sovietica .

Le rivolte antisovietiche e parzialmente [ non chiaro ] anticomuniste che si susseguirono in Russia poi in Unione Sovietica furono:

In onore alle vittime anticomuniste cadute in combattimento e trucidate nei gulag o prigioni, sono stati edificati monumenti e memoriali in tutti i paesi che si sono liberati dalla tirannia comunista marxista, compresa la Russia dove tali regimi ebbero inizio nonché in altri paesi democratici, non sottoposti a dittatura comunista, che vogliono perpetuare la memoria della Resistenza al totalitarismo comunista. Tra questi monumenti, vi sono: Pietra Soloveckij , Monumento alle vittime del Comunismo , Memoriale Gloria Victis , Memoriale delle vittime del Comunismo e della Resistenza ,Museo dell'occupazione dell'Estonia (dedicato a tutte le vittime di comunismo e nazismo), Memoriale del Muro di Berlino , Memoriale di Berlino-Hohenschönhausen , Museo del genocidio di Tuol Sleng , Choeung Ek Memorial , Museo memoriale dei martiri del Terrore rosso . [83] [84]

Note

  1. ^ anticomunismo su Dizionario di Italiano del Corriere della Sera , su dizionari.corriere.it .
  2. ^ anticomunismo - su Enciclopedia Treccani , su treccani.it . URL consultato il 16 marzo 2020 .
  3. ^ Corpo di Spedizione in Estremo Oriente
  4. ^ Gentry, Kurt, J. Edgar Hoover: The Man and the Secrets. WW Norton & Company 1991. P. 442. ISBN 0-393-02404-0
  5. ^ ( EN ) The Cuban Missile Crisis Timeline . Nuclear files. Weapons. History. Cold-war. June 20, 1963.
  6. ^ Len Scott e R. Gerald Hughes, The Cuban Missile Crisis: A Critical Reappraisal , Taylor & Francis, 2015, p. 17.
  7. ^ Donald Trump istituisce il giorno per le vittime del comunismo
  8. ^ ( EN ) Naomi Klein, Shock Doctrine , New York, Picador, 2007, pp. 126, ISBN 978-0-312-42799-3 .
  9. ^ Nixon Alerted in Advance to Date of Coup . Peter Kornbluh. National Security Archives Electronic Briefing Book No. 470. May 23, 2014
  10. ^ Declassified kissinger transcripts reveal strong support for Pinochet following chilean coup . Peter Kornbluh. National Security Archive Electronic Briefing Book No. 110. February 3, 2004
  11. ^ Nixon e Kissinger aiutarono Pinochet . Omero Ciai. Repubblica. Ricerca. Archivio. 12 settembre 2008.
  12. ^ ( FR ) L'exportation de la torture oltre al furto dei loro bambini che vennero fatti adottare illegalmente ad altre famiglie. Marie-Monique Robin. Humanité. 30 Aoùt, 2003
  13. ^ ( EN )Brazil looks into Operation Condor . BBC. Americas. 18 May, 2000.
  14. ^ ( EN ) Southern cone rendition program: peru's participation. Operation condor crimes focus of italian indictments . Peter Kornbluh. National Security Archive Electronic Briefing Book No. 244. February 22, 2008.
  15. ^ ( EN ) Condor years . John Dinges. The New Press. June 1, 2005. ISBN 1-56584-977-9
  16. ^ ( EN ) Perù Condor Operation . Documenti declassificati della DINA sulla partecipazione del Perù all'Operazione Condor.
  17. ^ Falce e martello da bandire, 8 febbraio 2005
  18. ^ Jahrbücher für Geschichte Osteuropas , vol. 56, F. Steiner Verlag, 2006.
  19. ^ Una giornata della memoria per le vittime dei Gulag , su archiviostorico.corriere.it , Corriere della Sera , 2 marzo 2003. URL consultato il 24 novembre 2012 (archiviato dall' url originale il 1º gennaio 2016) .
  20. ^ Declaration of the European Parliament on the proclamation of 23 August as European Day of Remembrance for Victims of Stalinism and Nazism , su europarl.europa.eu , Europa.eu , 23 settembre 2008. URL consultato il 10 maggio 2011 .
  21. ^ testo integrale
  22. ^ testo della risoluzione INI/2005/2161 del Parlamento europeo sulle relazioni bilaterali Unione Europea-Cina
  23. ^

    «Parliament went on to condemn the existence of the Laogai labour camps across the country, in which the PRC detained pro-democracy activists, labour activists and members of minorities without a fair trial, forcing them to work in appalling conditions and without medical treatment. China must give a written undertaking in relation to any given exported product that it had not been produced by forced labour in a Laogai camp and, if no such assurance could be given, the Commission must prohibit its importation into the EU.»

  24. ^ uiguri e kazaki detenuti in campi di concentramento in Cina: adottare sanzioni
  25. ^ data del discorso
  26. ^ Angelo Tasca, Nascita e avvento del fascismo. L'Italia dal 1918 al 1922 , vol. I, Laterza, Bari 1967, pagg. 187-8 e pag. 194.
  27. ^ Gaetano Salvemini, Le origini del fascismo in Italia. Lezioni di Harvard , a cura di Roberto Vivarelli, Feltrinelli, Milano 1979 (quarta edizione), pag. 292.
  28. ^ Renzo De Felice, Mussolini il fascista. I. La conquista del potere 1921-1925 , Einaudi, Torino 1966, pagg. 25-6.
  29. ^ Renzo De Felice, Mussolini il fascista. I. La conquista del potere 1921-1925 , Einaudi, Torino 1966, pagg. 26-35.
  30. ^ Giorgio Candeloro, Storia dell'Italia moderna. Vol. VIII. La prima guerra mondiale, il dopoguerra, l'avvento del fascismo , Feltrinelli, Milano 1996 (sesta edizione), pagg. 347-8.
  31. ^ Giorgio Candeloro, Storia dell'Italia moderna. Vol. VIII. La prima guerra mondiale, il dopoguerra, l'avvento del fascismo , Feltrinelli, Milano 1996 (sesta edizione), pag. 350.
  32. ^ Renzo De Felice, Breve storia del fascismo , Oscar Storia Mondadori, Milano, 2009, pag. 12: (Il movimento fascista fu) "...aiutato da contingenze favorevoli: l'atteggiamento di Giolitti nei confronti del fascismo e la vera e propria esplosione del fascismo agrario. A Mussolini era sin troppo chiaro come quello assegnato da Giolitti al movimento fosse un valore strumentale..."
  33. ^ Renzo De Felice , Breve storia del fascismo , Oscar Storia Mondadori, Milano, 2009, pag. 15-16: (L'accesso al potere di Mussolini) "Tale intendimento doveva tenere conto della necessità da più parti rilevata - da Giolitti per primo al "Corriere della Sera" di Albertini,... - di "costituzionalizzare" il fascismo: necessità dettata in gran parte dalla crisi che aveva colpito le organizzazioni di sinistra. Una crisi che non rappresentava comunque per il fascismo un fattore del tutto positivo: se la piccola e media borghesia si erano appellate ad esso contro la sinistra, una volta esaurita la "minaccia rossa", il fascismo appariva meno "seducente" e quindi meno meritevole di sovvenzioni."
  34. ^ Indro Montanelli, C'era una volta , il Giornale , 30 ottobre 1991.
  35. ^ libro
  36. ^ difetto nel proiettile: così Togliatti si salvò
  37. ^ Ennio Caretto, L'offensiva sugli intellettuali caldeggiata dall'ambasciatrice Luce. Una diplomatica anticomunista. Troppa Cgil per Tolstoj , Corriere della Sera , 17 aprile 2005. Vi si legge che "i documenti indicano che la battaglia culturale viene combattuta senza esclusione di colpi: l'ambasciata chiede ad esempio ai servizi segreti Usa d'indagare non solo su De Sica e Visconti , bensì anche sui produttori cinematografici Carlo Ponti , il marito di Sophia Loren , e Dino De Laurentiis , il marito di Silvana Mangano , colpevoli di «collaborare col sindacato comunista» (la Cgil ) allo scopo, se possibile, di screditarli. Ma è il «Piano d'azione» Usis a illustrare la portata della offensiva per la conquista «del cuore e della mente dell'Italia». Il piano prevede che vengano mobilitati oltre duemila uomini d'affari ed economisti «abbastanza giovani da essere malleabili ma in grado di esercitare un certo peso sul paese», oltre duemila docenti universitari, professori di liceo, maestri e insegnanti d'inglese; oltre tremila leader dei sindacati liberi (non comunisti); oltre tremila personalità dei media e la cultura, giornalisti, artisti e intellettuali, «in particolare quelli interessati ai temi sociali»; oltre duemila liberi professionisti, avvocati, ingegneri, medici «all'avanguardia nelle comunità locali»; oltre mille dei migliori studenti universitari; seimilacinquecento esponenti del governo e dei partiti a tutti i livelli; quattrocento «ufficiali chiave delle forze armate». E poi i leader religiosi, delle minoranze e così via, per un totale di undici categorie".
  38. ^ Berlusconi
  39. ^ Berlusconi stigmatizza comunisti
  40. ^ Salvini vara nuova Lega
  41. ^ Salvini
  42. ^ svastica come falce e martello , su ilpopulista.it . URL consultato il 18 gennaio 2020 (archiviato dall' url originale il 10 novembre 2019) .
  43. ^ Di Maio
  44. ^ commento su Facebook
  45. ^ Istituzione del "Giorno della libertà" in data 9 novembre in ricordo dell'abbattimento del muro di Berlino Archiviato il 2 ottobre 2018 in Internet Archive . - Parlamento Italiano, legge n. 61 del 15 aprile 2005, GU n. 95 del 26 aprile 2005.
  46. ^ Termine coniato nel 1961 da Horst Sindermann ; cfr. Domenico Mugnolo. Gut, vernünftig und sittlich? , tratto da Scrittori a Berlino nel Novecento , curato da Giulia Cantarutti. Ed. Pàtron, 2000. ISBN 978-88-555-2558-9 . pag.141
  47. ^ Maria Serena Natale, «In tram per vedere l'Est quando cadde il Muro» , Corriere della Sera, 2-11-2009.
  48. ^ ( DE ) Christian Jung. Geschichte der Verlierer: historische Selbstreflexion von hochrangigen Mitgliedern der SED nach 1989 , ed. Winter, 2007. ISBN 978-3-8253-5308-7 . pag.100
  49. ^ ( DE ) Manfred Weissbecker, Kurt Pätzold, Reinhard Kühnl. Rassismus, Faschismus, Antifaschismus . Ed. PapyRossa Verlag, 2000. ISBN 978-3-89438-199-8 . pag.286
  50. ^ Apologia di comunismo l'Udc inventa un reato
  51. ^ Bandire i Partiti comunisti, la mozione al Comune di Milano
  52. ^ Soragna mette al bando il comunismo , su alicenonlosa.it . URL consultato il 29 maggio 2019 (archiviato dall' url originale il 29 maggio 2019) .
  53. ^ Comunismo e Nazismo: in Polonia sono illegali
  54. ^ ( IT ) Rudy Caparrini, Vincenzo Greco, Ninni Radicini, La Grecia contemporanea (1974-2006): un modello di sviluppo politico, economico e sociale , Polistampa, 2007, ISBN 9788859601890
  55. ^ Ritorno del Partito Comunista , su archiviostorico.corriere.it . .
  56. ^ Falce e martello da bandire: Frattini "apre" ai paesi dell'Est" , su repubblica.it , La Repubblica , 8 febbraio 2005. URL consultato il 7 marzo 2014 .
  57. ^ Legge XLV del 1993 di modifica all'articolo 269/B del Codice Penale (legge IV del 1978).
  58. ^ Lithuanian ban on Soviet symbols , su news.bbc.co.uk , 17 giugno 2008. URL consultato il 7 marzo 2014 .
  59. ^ List of "occupiers' cars" raises ethnic tension in Latvia , su news.monstersandcritics.com , 5 febbraio 2010. URL consultato il 7 marzo 2014 (archiviato dall' url originale l'8 settembre 2012) .
  60. ^ Andrea Tarquini, Il Senato polacco approva il divieto di bandiera rossa , su ricerca.repubblica.it , La Repubblica , 28 novembre 2009. URL consultato il 7 marzo 2014 .
  61. ^ AFP, Moldovan Parliament Bans Communist Symbols , su rferl.org , Radio Free Europe. URL consultato il 7 marzo 2014 .
  62. ^ Falce e martello, ira a sinistra , su ricerca.repubblica.it , La Repubblica , 9 febbraio 2005. URL consultato il 7 marzo 2014 .
  63. ^ politica estera fascista
  64. ^ ( EN ) Winston Churchill, The Second World War , Vol. 5: Germany Drives East , p. 328
  65. ^ Intervista sul fascismo , Editori Laterza , pag. 97
  66. ^ Piero Ignazi, Il polo escluso: profilo storico del Movimento sociale italiano , Bologna , Il Mulino , 1998, p. 412, ISBN 9788815052346 .
  67. ^ Stefano Fella, Carlo Ruzza, Re-inventing the Italian Right: Territorial politics, populism and 'post-fascism' , Londra e New York , Routledge , 2011, p. 13.
  68. ^ Arturo Michelini, Primo corso propagandisti del MSI , Società editrice fiamma , p. 11.
  69. ^ Piero Ignazi, Il polo escluso: profilo storico del Movimento sociale italiano , Bologna , Il Mulino , 1998, p. 440.
  70. ^ spiegazione del libro
  71. ^ Marco Politi , La scomunica del comunismo , in La Repubblica , Roma , 28 giugno 2009. URL consultato il 23 gennaio 2019 .
  72. ^ recensione
  73. ^ ANDRZEJ KAMINSKI, I campi di concentramento dal 1896 a oggi, Torino 1998
  74. ^ Lucian Leustean, Orthodoxy and the Cold War: Religion and Political Power in Romania, 1947-65 , la University of Michigan, 2009, p. 92, ISBN 3-447-05874-9 .
    «was to transform Romania into a communist atheist society.» .
  75. ^ Liviu Andreescu. The Construction of Orthodox Churches in Post-Communist Romania. Europe-Asia Studies, Vol. 59, No. 3 (May, 2007), pp. 451-480
  76. ^ Martiri della persecuzione comunista in Romania
  77. ^ Mino Martelli, Una guerra e due resistenze, 1940-1946 , Bari, Edizioni Paoline, 1976.
  78. ^ Copia archiviata , su rolandorivi.com . URL consultato il 18 febbraio 2009 (archiviato dall' url originale il 24 marzo 2009) . Rolando Rivi - riporta scritto del vescovo Beniamino Socche - visto 18 febbraio 2009
  79. ^ Cinquanta sacerdoti tra le vittime delle foibe , in Agenzia Zenit , 12 febbraio 2006. URL consultato il 25 agosto 2008 (archiviato dall' url originale il 9 febbraio 2009) .
  80. ^ Un documento segreto rivela i dettagli del piano per la persecuzione dei movimenti definiti xie jiao; Bitter Winter ha ricevuto e pubblica un documento riservato che rivela i dettagli di come debba essere condotta la persecuzione dei movimenti elencati come xie jiao (“insegnamenti eterodossi”) tra l'aprile 2018 e il gennaio 2019. L'obiettivo principale è la Chiesa di Dio Onnipotente.
  81. ^ campi di rieducazione
  82. ^ a b AA.VV., L'URSS nella seconda guerra mondiale, Compagnia Edizioni Internazionali, Milano 1966, Volume 3
  83. ^ descrizione di altri monumenti
  84. ^ memoriale di Mosca

Bibliografia

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità Thesaurus BNCF 1693 · LCCN ( EN ) sh85005609 · GND ( DE ) 4002291-2 · BNF ( FR ) cb11970825v (data) · BNE ( ES ) XX529066 (data)
Comunismo Portale Comunismo : accedi alle voci di Wikipedia che trattano di comunismo